Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2008/2009

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 29-set-2008 17-gen-2009
Secondo semestre 23-feb-2009 30-mag-2009
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 19-gen-2009 21-feb-2009
Sessione d'esame estiva 3-giu-2009 31-lug-2009
Sessione d'esame autunnale 1-set-2009 26-set-2009
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di laurea invernale 10-mar-2009 11-mar-2009
Sessione di laurea estiva - I appello 16-giu-2009 17-giu-2009
Sessione di laurea estiva - II appello 14-lug-2009 15-lug-2009
Sessione di laurea autunnale- I appello 20-ott-2009 21-ott-2009
Sessione di laurea autunnale- II appello 1-dic-2009 2-dic-2009
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2008 1-nov-2008
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2008 8-dic-2008
Vacanze di Natale 22-dic-2008 6-gen-2009
Vacanze di Pasqua 10-apr-2009 14-apr-2009
Festa della Liberazione 25-apr-2009 25-apr-2009
Festa del Lavoro 1-mag-2009 1-mag-2009
Festa del Santo Patrono 21-mag-2009 21-mag-2009
Festa della Repubblica 2-giu-2009 2-giu-2009
Vacanze estive 8-ago-2009 16-ago-2009
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Primo semestre Primo semestre 29-set-2008 17-gen-2009
Secondo semestre Secondo semestre 23-feb-2009 30-mag-2009

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa   Didattica e Studenti Culture e Civiltà
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame   sistema ESSE3 . Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali .

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G M N O P R S T V Z

Aikema Bernard Jan Hendrik

bernard.aikema@univr.it (per tutti), aikemaforstudents@gmail.com (per studenti) +39 045802 8197

Arcangeli Alessandro

alessandro.arcangeli@univr.it +39 045802 8351
Guido Avezzù,  23 luglio 2019

Avezzu' Guido

guido.avezzu@univr.it

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Bezrucka Yvonne

yvonne.bezrucka@univr.it +39 045802 8580

Biggi Elena

elena.biggiparodi@univr.it

Brusegan Rosanna

rosanna.brusegan@univr.it +39 045802 8115

Buonopane Alfredo

alfredo.buonopane@univr.it +39 0458028120

Calabrese Evita

evita.calabrese@univr.it

Cavarzere Alberto

alberto.cavarzere@univr.it +39 045802 8371
Foto,  29 agosto 2018

Chiecchi Giuseppe

giuseppe.chiecchi@univr.it +39 045802 8117

Ciancio Luca

luca.ciancio@univr.it +39 045802 8122

Costanzo Fiammetta

Cotticelli Paola

paola.cotticelli@univr.it +39 045802 8587

De Prisco Antonio

antonio.deprisco@univr.it +39 045802 8553

Donadi Francesco

francesco.donadi@univr.it +39 045802 8379

Flaim Carmen

+39 045 8028196

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Gallo Antonella

antonella.gallo@univr.it +39 045802 8467

Garbellotti Marina

marina.garbellotti@univr.it 045802 8403

Genetti Stefano

stefano.genetti@univr.it +39 045802 8412

Graffi Giorgio

giorgio.graffi@univr.it

Grossato Elisa

elisa.grossato@univr.it +39 045802 8647

Marchiori Antonia

fileno@tin.it.

Mastrocinque Attilio

attilio.mastrocinque@univr.it +39 045802 8386

Melloni Chiara

chiara.melloni@univr.it +39 045802 8119

Minozzi Stefano

stefano.minozzi@univr.it +39 045 8028553

Nardi Maria Stella

Olivato Loredana

loredana.olivato@univr.it +39 045802 8368

Pagliaroli Stefano

stefano.pagliaroli@univr.it +39 045 8028056
Foto,  14 aprile 2018

Pasini Roberto

pasini.roberto@univr.it +39 045802 8121

Pasqualicchio Nicola

nicola.pasqualicchio@univr.it 0458028585

Penzo Gianni

Piva Franco

franco.piva@univr.it +39 045802 8322

Ponchia Simonetta

simonetta.ponchia@univr.it +39 045802 8365
Foto 11/18,  31 gennaio 2019

Pozzo Riccardo

riccardo.pozzo@univr.it +390458028053

Prandi Luisa

luisa.prandi@univr.it +39 045 802 8718

Prugni Gianmario

gianmario.prugni@univr.it +39 045802 8116

Raccanelli Renata

renata.raccanelli@univr.it 0458028366

Reggiani Renato

Rodighiero Andrea

andrea.rodighiero@univr.it +39 045 802 8643

Rossetti Maria Gabriella

gabriella.rossetti@univr.it +39 045802 8106

Rossi Mariaclara

mariaclara.rossi@univr.it 045 802 8380

Sandrini Giuseppe

giuseppe.sandrini@univr.it 045 802 8069

Scandola Alberto

alberto.scandola@univr.it 045.8028586

Scattolin Paolo

paolo.scattolin@univr.it +39 045 802 8645

Schiavo Piera

piera.schiavo@univr.it +39 045802 8112

Sellan Giuliana

giuliana.sellan@univr.it +39 045 802 8373

Tani Stefano

stefano.tani@univr.it +39 045802 8110

Vantini Sandra

sandra.vantini@univr.it +39 045802 8548

Zangrandi Alessandra

alessandra.zangrandi@univr.it 0458028115

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
(L-FIL-LET/04)
LP1 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
B
(L-FIL-LET/14)
LP2 Un insegnamento a scelta tra i seguenti, in relazione al percorso:
12
B
(L-ANT/02)
12
B
(M-STO/02)
12
B
(L-ANT/03)
LP3 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
LP4 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
B/C
(M-FIL/04)
6
B/C
(L-FIL-LET/14)
LP5 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
C
(L-LIN/01)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
(L-FIL-LET/04)
LP1 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
B
(L-FIL-LET/14)
LP2 Un insegnamento a scelta tra i seguenti, in relazione al percorso:
12
B
(L-ANT/02)
12
B
(M-STO/02)
12
B
(L-ANT/03)
LP3 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
LP4 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
B/C
(M-FIL/04)
6
B/C
(L-FIL-LET/14)
LP5 Un insegnamento a scelta tra i seguenti:
6
C
(L-LIN/01)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S01294

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

Primo semestre dal 29-set-2008 al 17-gen-2009.

Obiettivi formativi

Il concetto di Medioevo implica un riferimento alla storia europea di `mezzo’, tra l’età antica e l’età moderna, dal secolo V al secolo XV, che inizia e finisce in aree di gravitazione politica e culturale radicalmente diverse: dal mondo mediterraneo centro-orientale ad un’Europa centro-occidentale, orientata progressivamente verso l’Atlantico. Nel lungo processo di dieci secoli, la società tardo-antica, inserita nella struttura politica, giuridica, economica e culturale dell’impero romano, si articola in organismi politici, i regni, nei quali l’insediamento di popolazioni germaniche, all’interno dello spazio mediterraneo e latino, elabora, in rapporto con l’influenza religiosa e culturale del Cristianesimo e con la sua organizzazione ecclesiastica episcopale, nuove forme di potere. Dalla disgregazione del mondo antico, attraverso le esperienze altomedioevali latino-germaniche e la molteplicità dei centri politici dell’età ‘feudale’, ci si avvia nei primi secoli del secondo millennio alla ricomposizione sociale, politica, economica e culturale, che porta a nuovi assetti istituzionali: dal particolarismo politico ai comuni cittadini, alle signorie e ai principati italiani, ai principati e ai regni ‘nazionali’ europei, in un lungo processo di ricomposizione territoriale e di formazione di apparati stabili di potere, in altri termini in un processo di progressiva costruzione statale.

Programma

Prerequisiti: Lineamenti di storia medievale

Contenuto del corso: Aspetti fondamentali della storia medievale per il conseguimento degli Obiettivi formativi sopra illustrati.

Testi di riferimento:
1. C. Azzara, Le civiltà del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 2004.
Si consiglia la consultazione di un atlante storico.
2. Lettura, a scelta dello studente, di uno dei testi o gruppi di articoli, di seguito indicati:
- A. Castagnetti, Il Veneto nell’alto medioevo, Verona, Libreria Universitaria Editrice, 1990 (il docente non percepisce diritti di autore sui libri consigliati)
- A. Castagnetti, Le città della Marca Veronese, Verona, Libreria Universitaria Editrice, 1991
- G. Andenna, Storia della Lombardia medioevale, Torino, Utet, 1999
- J. Jarnut, Bergamo 568-1098, Storia istituzionale sociale ed economica di una cittá lombarda nell’alto medioevo, Bergamo, Archivio Bergamasco, 1980
- A. Castagnetti, Governo vescovile, feudalità, ‘communitas’ cittadina e qualifica capitaneale a Trento fra XII e XIII secolo, Verona, Libreria Universitaria Editrice, 2001, pp. 333
- G. Albertoni, Le terre del vescovo. Potere e società nel Tirolo medievale (secoli IX-XII), Torino, Scriptorium, 1996
- V. Colorni, Il territorio mantovano nel Sacro Romano Impero. I. Periodo comitale e periodo comunale (800-1274), Milano, Giuffré, 1959
- M. Vaini, Dal comune alla signoria. Mantova dal 1200 al 1328, Milano, Angeli, 1986.

I gruppi di testi indicati interessano ambiti territoriali definiti. La conoscenza della storia territoriale, a livello regionale od anche inferiore, con la possibilità di intraprendere ricerche personali di storia locale, appare, oltre che opportuna in una prospettiva di cultura generale, necessaria in una prospettiva professionale didattica, al fine di contribuire a superare l’impostazione tradizionale, che fa apparire frequentemente agli alunni l’insegnamento della storia, particolarmente di quella medioevale, come nozionistico e noioso, staccato dalla realtá e lontano dai loro interessi.
Possono essere scelte altre letture, motivate da specifici interessi culturali dello studente e concordate con il docente.

Metodi didattici: Lezioni e seminari

Modalità d'esame

Valutazione delle esercitazioni eventuali e colloquio orale

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

(a) La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella discussione di un elaborato scritto, di circa 30 cartelle di 2500 battute, su un argomento concordato con il/la relatore/trice. Alla prova finale sono riservati 6 (sei) CFU.
(b) La decisione di voto avviene senza la presenza dello/a studente/essa o di estranei/e. La Commissione dispone di centodieci punti; il voto minimo per il superamento dell’esame è di 66/110. Alla prova finale è attribuito il punteggio massimo di cinque/110.
(c) Il Collegio Didattico del Corso di laurea incentiva il compimento degli studi nella durata normale del corso (ovvero nella durata concordata, per gli/le studenti/esse a tempo parziale) assegnando un punto su 110 aggiuntivo a chi si laurei nelle sessioni dell’ultimo anno di corso. Ai soli effetti di questa incentivazione, agli/alle studenti/esse che abbiano trascorso un periodo di studio all’estero nel quadro degli scambi promossi dall’Ateneo, la durata del corso di studi normale è incrementata della durata del periodo trascorso all’estero. Se uno/a studente/essa ha speso all’estero un periodo di studio entro il quadro di un accordo Erasmus, viene aggiunto 1 punto su 110 alla media pesata.
(d) Quando il/la candidato/a abbia ottenuto il massimo dei voti, può essere concessa la lode purché con decisione unanime.
(e) L’elaborato scritto, oggetto della prova finale, può essere redatto in lingua diversa dall’Italiano, previa approvazione del/della relatore/trice e del/della Presidente del Collegio Didattico. La discussione deve comunque essere condotta in Italiano.
L’elaborato scritto verrà caricato on line dal/dalla candidato/a e dovrà essere approvato dal/dalla relatore/trice prima della sua discussione.
Le discussioni dell’elaborato finale avvengono davanti a sottocommissioni di almeno tre membri, dei quali uno sarà il/la relatore/trice, uno il/la correlatore/trice, il terzo un altro/a docente dell’Ateneo oppure un esperto/a esterno/a nominato/a dal Presidente del Collegio didattico. La discussione si svolgerà nei giorni precedenti la proclamazione in data concordata dai/dalle componenti la sottocommissione. Il risultato della discussione e la proposta di valutazione saranno tempestivamente comunicati dal/dalla Presidente della sottocommissione al/alla Presidente della Commissione per la prova finale.
La Commissione per la prova finale procederà alla valutazione, tenendo conto della proposta delle sottocommissioni, alla proclamazione e alla comunicazione del voto di laurea. La verbalizzazione, da compilarsi secondo la procedura denominata “firma digitale”, sarà responsabilità del/della Presidente della Commissione.
La commissione, constatato il valore insufficiente dell’elaborato, lo può ricusare: in tal caso lo/la studente/essa dovrà migliorare l'elaborato o comporne uno diverso, presentandosi ad una successiva sessione di laurea.
Lo/la studente/essa può ritirarsi dall’esame finale fino al momento di essere congedato dal/dalla Presidente della Commissione per dare corso alla decisione di voto.

CALENDARI E INFORMAZIONI GENERALI SULL'ESAME DI LAUREA (CdS Culture e Civiltà) -> LINK [apre un una pagina]
 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica ENGLISH LANGUAGE - Grammar and Syntax – Grammatik und Syntax
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica GERMANIC LANGUAGE - Dialectology - Dialektologie
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica HUMANITIES & SOCIAL STUDIES - HUMANITIES & SOCIAL STUDIES
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica Indo-European languages & literatures - Indo-European languages & literatures
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica LINGUISTICS - LINGUISTICS
Stage Area di ricerca
Lavorare in archivio Argomenti vari
L'iter del libro in biblioteca Argomenti vari

Tutorato per studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire nell'orario di ricevimento una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.
Docenti tutor per il CdL in Lettere: proff.ri Luca Ciancio, Paolo Scattolin

Requisiti classi di abilitazione insegnamento

Requisiti necessari per accedere alle classi di abilitazione per l'insegnamento.
vedi allegato pdf

Inoltre, per informazioni sui 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, si veda -> LINK 

Allegati

Titolo Info File
pdf Classi insegnamento con LM-14 216 KB, 14/07/21 

Esercitazioni Linguistiche CLA


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.