Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2009/2010

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 28-set-2009 16-gen-2010
II semestre 22-feb-2010 5-giu-2010
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
sessione esami invernale 18-gen-2010 20-feb-2010
Sessione esami estiva 7-giu-2010 31-lug-2010
Sessione esami autunnale 1-set-2010 30-set-2010
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione invernale 11-mar-2010 11-mar-2010
Sessione estiva - I appello 17-giu-2010 17-giu-2010
Sessione estiva - II appello 15-lug-2010 15-lug-2010
Sessione autunnale - I appello 21-ott-2010 21-ott-2010
Sessione autunnale - II appello 2-dic-2010 2-dic-2010
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2009 1-nov-2009
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2009 8-dic-2009
Vacanze Natalizie 24-dic-2009 6-gen-2010
Vacanze Pasquali 1-apr-2010 6-apr-2010
Festa della Liberazione 25-apr-2010 25-apr-2010
Festa dei lavoratori 1-mag-2010 1-mag-2010
Festa del Santo Patrono 21-mag-2010 21-mag-2010
Festa della Repubblica 2-giu-2010 2-giu-2010
Vacanze Estive 9-ago-2010 15-ago-2010

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M P S T Z

Brunetti Simona

simona.brunetti@univr.it +39 045802 8575

Camurri Renato

renato.camurri@univr.it +39 045 802 8635
foto,  1 maggio 2013

Conto' Agostino

a.conto@iol.it 347 1637740 (cell.)

Corte Maurizio

maurizio.corte@univr.it

Cubico Serena

serena.cubico@univr.it 045 802 8132

Delfitto Denis

denis.delfitto@univr.it +39 045802 8114

Facchinetti Roberta

roberta.facchinetti@univr.it +39 045802 8374

Gallo Claudio

maxclaudiogallo@gmail.com

Grossato Elisa

elisa.grossato@univr.it +39 045802 8647

La Russa Antonino

antonino.larussa@formazione.univr.it 0458028389

Leso Erasmo

erasmo.leso@univr.it +39 045802 8559

Magagnino Mario

mario.magagnino@gmail.com 0458028418

Marcolungo Ferdinando Luigi

ferdinando.marcolungo@univr.it +39 045 802 8389

Pernigo Giuseppe

giuseppe.pernigo@univr.it

Poli Riccardo

riccardo.poli@univr.it 045.8028016

Scandola Alberto

alberto.scandola@univr.it 045.8028586

Soldani Arnaldo

arnaldo.soldani@univr.it 045 - 8028648

Solla Gianluca

gianluca.solla@univr.it 0458028667

Stanzani Sandro

sandro.stanzani@univr.it +39 0458028649

Triani Giorgio

giorgio.triani@univr.it

Zoppei Elisa

elisa.zoppei@univr.it 045 8028549

Zorzi Margherita

margherita.zorzi@univr.it +39 045 802 7908

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02208

Crediti

12

L'insegnamento è organizzato come segue:

Obiettivi formativi

Modulo: ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO
-------
L’insegnamento di Etica e deontologia della comunicazione trova la sua finalità caratterizzante nell’analizzare criticamente i principali temi e problemi etici che, nella società attuale, sono implicati esplicitamente o implicitamente nella comunicazione, in vista della riflessione sulle loro conseguenze e le loro possibili o effettive derive.


Modulo: FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO
-------
Introdurre ad una riflessione critica sul problema della comunicazione, individuandone le premesse razionali e le implicazioni nella comunicazione interpersonale.

Programma

Modulo: ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO
-------
Contenuto del corso:
Il corpo di Berlusconi

Nella tradizione occidentale la regalità del corpo del sovrano si costituisce per analogia al corpo di Cristo. È unicamente in riferimento a tale analogia che la sua potestas trova la propria legittimazione. Esemplari in questo senso sono gli studi di un giurista tedesco, Ernst Kantorowicz, incentrati sulla relazione tra l’Incarnazione e la dottrina medievale del potere, che coniuga diritto romano e visione del mondo cristiana, le cui conseguenze discendono sino ai giorni nostri.
Se dunque il corpo non è mai stato in Occidente un semplice attributo accidentale, ma un elemento essenziale della sovranità politica, occorrerà analizzare i modi e le forme in cui si articola questa centralità all’interno della storia della nostra cultura, da un punto di vista giuridico, etico, teologico-politico. Il corso intende sviluppare tale analisi a partire da un preciso riferimento alla contemporaneità e, in particolar modo, alla recente storia italiana. Questo riferimento è dato dall’uso mediatico e simbolico che la corporeità assume nell’esercizio del potere da parte dell’attuale presidente del consiglio italiano.

Testi di riferimento:

1. Ernst Kantorowicz, I misteri dello Stato, Marietti, Genova-Milano 2005.
2. Marco Belpoliti, Il corpo del capo, Guanda, Parma 2009.
3. Jean Baudrillard, Della seduzione, Studio Editoriale, Milano 1997.

Gli studenti non frequentanti possono attingere ulteriori informazioni dai seguenti libri:

1. Jean Baudrillard, Le strategie fatali, Studio Editoriale, Milano 2007.
2. Marco Belpoliti, Le foto di Moro, Nottetempo, Roma 2008.
3. Federico Boni, Il superleader. Fenomenologia mediatica di Silvio Berlusconi, Meltemi, Roma, 2008.
4. Sergio Luzzatto, Il corpo del duce, Einaudi, Torino 1998.
5. Sergio Luzzatto, L'immagine del Duce. Mussolini nelle fotografie dell'Istituto Luce, Editori Riuniti, Roma 2001.
6. Sergio Luzzato, La mummia di Mazzini. La mummia della Repubblica. Storia di Mazzini imbalsamato (1872-1946), Rizzoli, Milano 2001.
7. Massimo Mastrogregori, I due prigionieri. Gramsci, Moro e la storia del Novecento italiano, Marietti, Genova-Milano 2008.
8. Giuliana Parotto, Sacra officina; la simbolica religiosa di Silvio Berlusconi, FrancoAngeli, Milano 2007.

Metodi didattici: Lezione frontale


Modulo: FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO
-------
Prerequisiti:
Conoscenze di carattere generale con particolare riferimento al linguaggio comune nei suoi diversi registri d'uso e di significato.

Contenuto del corso:
Relazioni dialettiche fra verità e persuasione cominciando dal principio di non contraddizione come regola aurea di ogni comunicazione e sviluppando analiticamente le sue implicazioni argomentative.
Il contesto ermeneutico e l'incontro tra i diversi orizzonti culturali.

Testi di riferimento:
1) Aristotele, Metafisica, libro IV (si consiglia l'edizione Bompiani, testi a fronte a cura di G. Reale, oppure, in aggiunta, l'edizione scolastica per l'editrice La Scuola di Brescia a cura di E. Severino; per un'introduzione generale alla Metafisica può essere utilmente consultato G. Reale, Guida alla lettura della Metafisica, Laterza).
2) Due saggi, a scelta, dalla sezione Relazioni del testo AA.VV., Linguaggio persuasione verità, a cura della Società filosofica italiana, CEDAM, Padova 1984 (consultabile anche presso il Dipartimento di Filosofia).
3) Dispense elaborate durante il corso e disponibili prima della sua conclusione.
4) Per un eventuale approfondimento si consiglia la parte seconda (Teoria dell'esperienza ermeneutica) del testo H. G. Gadamer, Verità e metodo, Bompiani.

Metodi didattici:
Lezioni con lettura e commento di testi, in particolare dal libro IV della Metafisica. Esercitazioni in preparazione all'esame con esempi di domande a risposta multipla e a trattazione breve.

Modalità d'esame

Modulo: ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (P) II MODULO
-------
Esame scritto (domande a risposta aperta)


Modulo: FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (I) I MODULO
-------
Prova scritta costituita da domande a risposta multipla e a trattazione breve oppure colloquio orale, a scelta.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tutorato per studenti

 Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire nell'orario di ricevimento una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.

Prova finale

La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella discussione di un elaborato scritto, tra le 30 e le 40 cartelle, su un argomento concordato con il relatore e inerente al proprio curriculum.Il voto minimo per il superamento dell'esame è di 66/110. Alla prova finale è attribuito un punteggio massimo di 5 punti. Il punteggio della prova finale viene sommato alla media ponderata dei voti conseguiti nel corso degli studi e ad eventuali bonus.Il Collegio didattico incentiva il compimento degli studi nella durata normale del corso assegnando 1 punto su 110 aggiuntivo a chi si laurei nelle sessioni dell'ultimo anno di corso. Inoltre, il Collegio Didattico assegna 2 ulteriori punti su 110 agli studenti che abbiano trascorso un periodo di studio all'estero nel quadro degli scambi promossi dall'Ateneo.

CALENDARI E INFORMAZIONI GENERALI SULL'ESAME DI LAUREA (CdS Culture e Civiltà) -> LINK [apre un una pagina]

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Laureandi Scienze della Comunicazione: vademecum Argomenti vari
Stage Area di ricerca
L'iter del libro in biblioteca Argomenti vari
POTENZIAMENTO COMUNICAZIONE E SOCIAL NETWORK Argomenti vari

Gestione carriere


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.