Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
lezioni 1° anno 1° sem 1-ott-2010 17-dic-2010
Lezioni 1° anno 2° semestre 31-gen-2011 1-apr-2011
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
sessione invernale 10-gen-2011 28-gen-2011
Sessione estiva (1^ app.) 11-apr-2011 20-apr-2011
Sessione estiva (2^ app.) 18-lug-2011 29-lug-2011
Sessione autunnale 1-set-2011 30-set-2011
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2010 1-nov-2010
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2010 8-dic-2010
Vacanze Natalizie 22-dic-2010 6-gen-2011
Vacanze Pasquali 22-apr-2011 26-apr-2011
Festa della Liberazione 25-apr-2011 25-apr-2011
Festa del Lavoro 1-mag-2011 1-mag-2011
Festa della Repubblica 2-giu-2011 2-giu-2011
Vacanze Estive 8-ago-2011 15-ago-2011
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Tirocinio 1° anno 1° semestre Tirocinio 1° anno 1° semestre 27-apr-2011 27-mag-2011
Tirocinio 1° anno 2° semestre Tirocinio 1° anno 2° semestre 6-giu-2011 8-lug-2011

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G I L M P R S T Z

Bertoldo Francesco

symbol email francesco.bertoldo@univr.it symbol phone-number +39 045 812 6485

Boaretti Marzia

symbol email marzia.boaretti@univr.it symbol phone-number 045 8027661

Bonato Federica

symbol email federica.bonato@aor.veneto.it

Bonetti Andrea

symbol email oncologia.medica.leg@aulsslegnago.it

Cafaro Daniela

symbol email daniela.cafaro@univr.it

Cavallaro Maddalena

Cecchini Maria Paola

symbol email mariapaola.cecchini@univr.it symbol phone-number +39 045 802 7670

Cesaro Giulio

symbol email giulio.cesaro@aulsslegnago.it

Conti Michela

symbol email michela.conti@univr.it symbol phone-number 0458123295

Cunico Laura

symbol email laura.cunico@univr.it

Cuzzolin Laura

symbol email laura.cuzzolin@univr.it symbol phone-number 0458027609

Dal Prà Ilaria Pierpaola

symbol email ilaria.dalpra@univr.it symbol phone-number +39 045 802 7161

Delva Pietro

symbol email pietro.delva@univr.it symbol phone-number 0458124535

Ferrari Marcello

symbol email marcello.ferrari@univr.it symbol phone-number +39 045 8124262

Friso Simonetta

symbol email simonetta.friso@univr.it symbol phone-number +39 045 812 6369

Laudanna Carlo

symbol email carlo.laudanna@univr.it symbol phone-number 045-8027689

Mantovani William

symbol email william.mantovani@univr.it

Marchiori Luigi

symbol email luigi.marchiori@univr.it symbol phone-number +39 0458124655

Mariotto Sofia Giovanna

symbol email sofia.mariotto@univr.it symbol phone-number 0458027167

Messina Laura

symbol email laura.messina@univr.it

Missaglia Anna

symbol email anna.missaglia@univr.it symbol phone-number 0442622901

Pietrobelli Angelo

symbol email angelo.pietrobelli@univr.it symbol phone-number +39 045 812 7125

Poltronieri Roberto

symbol email roberto.poltronieri@univr.it symbol phone-number +39 0458027146

Princivalle Andrea

symbol email andrea.princivalle@univr.it symbol phone-number 045 8124805

Ricci Matteo

symbol email matteo.ricci@univr.it symbol phone-number +39 045 812 3549-3553-3575

Romanelli Maria

symbol email mariagrazia.romanelli@univr.it symbol phone-number +39 045 802 7182

Siani Roberta

symbol email roberta.siani@univr.it symbol phone-number 045 - 812 4996

Todesco Francesca

symbol email francesca.todesco@univr.it symbol phone-number 045/8027214

Tollini Morena

symbol email morena.tollini@univr.it symbol phone-number 0442/622137

Zanusso Gianluigi

symbol email gianluigi.zanusso@univr.it symbol phone-number +39 0458124285

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Attivato nell'A.A. 2011/2012
InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45
Attivato nell'A.A. 2012/2013
InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
MED/09 ,MED/18 ,MED/41 ,MED/45
7
A/B
MED/25 ,MED/45 ,M-PSI/01 ,SPS/07
Prova finale
7
E
-

2° Anno  Attivato nell'A.A. 2011/2012

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45

3° Anno  Attivato nell'A.A. 2012/2013

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
MED/09 ,MED/18 ,MED/41 ,MED/45
7
A/B
MED/25 ,MED/45 ,M-PSI/01 ,SPS/07
Prova finale
7
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Seminari
5
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000106

Crediti

6

Coordinatore

Luigi Marchiori

Lingua di erogazione

Italiano

Sede

LEGNAGO

L'insegnamento è organizzato come segue:

INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2° S

Sede

LEGNAGO

CHIRURGIA GENERALE

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2° S

Sede

LEGNAGO

ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA

Crediti

1

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2° S

Sede

LEGNAGO

ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA

Crediti

1

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2° S

Sede

LEGNAGO

Obiettivi formativi

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Fornire le conoscenze basilari di ordine culturale e fisiopatologico dell’assistenza infermieristica al paziente chirurgico. Sviluppare gli aspetti peculiari e qualificanti dell’attività di un reparto di chirurgia generale e il contesto organizzativo dall’accoglimento sino alla dimissione del paziente.

Programma

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Programma in forma sintetica (n° 4 righe max):

Parte generale: le conoscenze basilari dell’assistenza al malato chirurgico. La guarigione delle ferite. Le infezioni in chirurgia. I grandi quadri clinici e la chirurgia dei tumori maligni. Le complicazioni. Parte speciale: aspetti specifici delle patologie d’organo con particolare riferimento alla terapia chirurgica delle affezioni addominali.




Programma in forma estesa:

Parte generale
1. Significato e organizzazione di un reparto di chirurgia generale. L’iter del paziente nel reparto chirurgico. L’accoglimento del paziente. Ricovero d’urgenza e ricovero di elezione. La centralità dell’intervento chirurgico/procedura. La preparazione all’intervento e la valutazione del rischio. La fase postoperatoria. Dimissione e follow up. Peculiarità e organizzazione del Day Surgery. L’assistenza del paziente in Day Surgery.
2. La guarigione delle ferite. Guarigione di prima e seconda intenzione. Basi razionali del trattamento delle ferite chirurgiche. Suture ed anastomosi con particolare riferimento alla chirurgia dell’apparato digerente.
3. Le infezioni in chirurgia, aggressività, e difesa. Quadri particolari di infezione. Aspetti dell’evoluzione dell’infezione: dall’infezione locale all’infezione sistemica. Principi di assistenza nei grandi quadri clinici: sepsi, SIRS e shock settico. La prevenzione delle infezioni nell’ambito chirurgico.
4. Le emorragie digestive: cenni di epidemiologia e diagnosi. L’assistenza nel paziente emorragico. Lo shock ipovolemico. Lo shock traumatico e l’assistenza nel politrauma. La terapia trasfusionale in chirurgia.
5. La chirurgia oncologica. Le lesioni preneoplastiche. Cenni di biologia della malattia neoplastica in relazione alla terapia chirurgica. Stadiazione dei tumori maligni. Procedure diagnostiche nell’accertamento della malattia neoplastica. Le biopsie. La terapia chirurgica radicale. La terapia chirurgica palliativa. L’integrazione della terapia chirurgica con la radio- e la chemioterapia.
6. L’occlusione intestinale. Dalla fisiopatologia all’assistenza.
7. Il ricovero urgente in chirurgia e l’addome acuto.
8. I tumori maligni della mammella. Epidemiologia e fattori di rischio. Presentazione clinica, diagnosi e terapia. Lo screening.
9. i tumori maligni del grosso intestino. Epidemiologia e fattori di rischio. Presentazione clinica, diagnosi e terapia. Lo screening.
10. le complicanze postchirurgiche. Significato, riconoscimento e assistenza nel paziente affetto da complicazione postoperatoria. Le fistole postchirurgiche.
Parte speciale.
Patologia della parete addominale: ernie e laparocele. Terapia chirurgica delle affezioni della parete addominale. Patologia dello stomaco e del duodeno. La malattia ulcerosa e le sue complicanze. I tumori maligni dello stomaco. Cenni sulla cura chirurgica delle malattie dello stomaco e del duodeno. Patologia del piccolo intestino. Invaginazioni intestinali. Appendicopatia acuta. Infarto intestinale. Diverticolo di Meckel. Cenni sulla cura chirurgica delle malattie del piccolo intestino. Patologia del grosso intestino. Poliposi del colon. La malattia diverticolare e le sue complicanze. Le malattie croniche intestinali. I tumori dell’ano. Patologia anorettale non neoplastica. Cenni sulla cura chirurgica delle malattie del colon e del retto. Le stomie intestinali e l’assistenza al paziente stomizzato. Patologia del fegato e delle vie biliari. La calcolosi della colecisti e le sue complicanze. Assistenza nell’ittero chirurgico. Cenni sulla cura chirurgica delle malattie epato-biliari. La patologia chirurgica del pancreas esocrino ed endocrino. I tumori maligni del pancreas. La pancreatite acuta. Cenni sulla cura chirurgica delle malattie del pancreas. Patologia della milza e la splenectomia.

Modalità d'esame

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
esame scritto e colloquio orale



Testi consigliati:
Bresadola V. Chirurgia per le professioni sanitarie. EdiSES Napoli 2006
Craus W. La chirurgia nelle professioni sanitarie. Idelson-Gnocchi 2005 Cenni sulla cura chirurgica delle malattie





Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:
Telefono, Fax , e-mail: tel 0458124655, fax 045 8027426, e-mail luigi.marchiori@univr.it

Giorno e orario: giovedì ore 12-13 presso la Chirurgia Generale A Policlinico GB Rossi

Le/gli studentesse/studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento (DSA), che intendano richiedere l'adattamento della prova d'esame, devono seguire le indicazioni riportate QUI

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA: solo così potrai ricevere notifica di tutti gli avvisi dei tuoi docenti e della tua segreteria via mail e a breve anche tramite l'app Univr.

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati


Gestione carriere


Tirocinio professionalizzante

Finalità del Tirocinio
Le attività di tirocinio sono finalizzate a far acquisire allo studente competenze specifiche previste dal profilo professionale. Per conseguire tali finalità formative, si possono attivare convenzioni con strutture, che rispondano ai requisiti di idoneità per attività, dotazione di servizi e strutture.  
I 60 crediti minimi riservati al tirocinio sono da intendersi come impegno complessivo necessario allo studente per raggiungere le competenze professionali “core” previste dal rispettivo profilo professionale. 
Il tirocinio professionale comprende:
  • sessioni tutoriali che preparano lo studente all’esperienza;
  • esercitazioni e simulazioni in cui si sviluppano le abilità tecniche, relazionali e metodologiche in situazione protetta prima o durante la sperimentazione nei contesti reali;
  • esperienze dirette sul campo con supervisione;
  • sessioni tutoriali e feedback costanti;
  • compiti didattici, elaborati e approfondimenti scritti specifici e mandati di studio guidato.
 La valutazione delle competenze acquisite in tirocinio.
Le esperienze di tirocinio devono essere progettate, valutate e documentate nel percorso dello studente. Durante ogni esperienza di tirocinio lo studente riceve valutazioni formative sui suoi progressi sia attraverso colloqui e schede di valutazione.
Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione sommativa (certificativa) per accertare i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese. La valutazione viene effettuata da una Commissione presieduta dal Coordinatore della Didattica Professionale (CDP), e composta da almeno un docente e da un Tutor professionale. Tale valutazione è la sintesi delle valutazioni formative, via via, documentate durante l’anno di corso, il profitto raggiunto negli elaborati scritti e le performance delle abilità tecniche assistenziali e relazionali dimostrate all’esame di tirocinio che può essere realizzato con esami simulati, colloqui, prove scritte applicative.
L’esame annuale di tirocinio prevede un unico appello per anno accademico, salvo particolari situazioni per le quali la commissione didattica potrà concedere un appello straordinario.
La valutazione sommativa del tirocinio sarà espressa e registrata nella carriera in trentesimi in base al livello di raggiungimento degli obiettivi. Le modalità di registrazione del voto di profitto sono:
  1. “assente”  pre-iscritto che non ha frequentato alcuna esperienza di tirocinio;
  2. “ritirato” sospensione durante il tirocinio per problemi di salute, gravidanza o per motivazioni personali;
  3. “insufficiente” non raggiungimento del livello atteso negli obiettivi formativi (anche se lo studente ha sospeso la frequenza al tirocinio o non sostenuto l’esame finale).
 Prerequisiti di accesso al tirocinio.
Il Coordinatore della Didattica Professionale (CDP), ammette alla frequenza dell’esperienza di tirocinio previsto per l’anno di corso, gli studenti che hanno frequentato regolarmente:
  • le attività teoriche, in particolare gli insegnamenti delle discipline professionali dell’anno in corso e dell’anno precedente
  •  laboratori professionali ritenuti propedeutici al tirocinio
Ulteriori dettagli sono disciplinati dal Regolamento del corso di studio 
Per maggiori informazioni consultare la pagina del servizio 

Guida ai programmi degli insegnamenti

Guida ai programmi degli insegnamenti

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti 1594 KB, 12/12/22 
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti - inglese 1310 KB, 02/09/21 

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus 2 punti aggiuntivi; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati


Linee guida per riconoscimento cfu

Lo studente che intende chiedere il riconoscimento di moduli o insegnamenti pregressi dovrà presentare domanda, entro il 30 novembre dell’anno accademico in corso, seguendo le indicazioni indicate al link seguente: https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/gestione-carriere-studenti-medicina-e-chirurgia/riconoscimento-crediti-acquisiti-da-una-carriera-pregressa-medicina

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf linee guida per riconoscimento cfu 295 KB, 09/11/21 

Orario lezioni

COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE DEL COLLEGIO DIDATTICO

Carissime Studentesse,

Carissimi Studenti,

di seguito un promemoria relativo alle modalità di erogazione della didattica per il corso di studio in Infermieristica A.A. 2022/2023.

In ottemperanza alle linee guida della Commissione didattica di Ateneo, che prevedono una didattica improntata ad un pieno recupero delle modalità regolari di erogazione in presenza, la Commissione didattica del CdL nella seduta del 29 settembre 2022, ha deliberato il pieno ritorno all’utilizzo della didattica frontale in presenza.

Solo nei casi di comprovata positività al COVID-19, e/o in situazioni di particolare fragilità (sempre correlate alla pandemia) sarà previsto il collegamento sincrono in  modalità streaming; a tal proposito ogni Docente, sulla propria pagina web, darà chiare indicazioni sulla modalità di fruizione della didattica.

La modalità asincrona (registrazioni delle lezioni) non è prevista.

Nell’augurarvi un buon Anno Accademico, vi saluto cordialmente

Prof. Paolo F Fabene

Allegati


Area riservata studenti


Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 1° anno 2022/2023 127 KB, 29/09/22 

Attività didattiche regime part-time

Modalità di richiesta

La domanda di iscrizione part-time può essere presentata all'inizio di ogni anno accademico e comunque entro il 30 novembre di ogni anno. Entro lo stesso termine, se necessario, lo studente potrà richiedere di tornare al regime full-time. La richiesta va inviata via PEC alla mail ufficio.protocollo@pec.univr.it . Al link seguente la pagina del servizio https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/flessibilita-nella-frequenza-dei-corsi/possibilita-di-iscrizione-part-time-e-ripristino-full-time

Una volta inviata la domanda, lo studente concorda in via preventiva con il Coordinatore della didattica professionale (CDP), il piano di studi che intende perseguire nel periodo di part-time compilando il modulo in allegato 

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_docx Modulo piano di studi part-time da concordare con CDP 1309 KB, 21/10/22