Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 26-set-2011 22-dic-2011
Secondo semestre 27-feb-2012 25-mag-2012
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale 9-gen-2012 24-feb-2012
Sessione estiva 28-mag-2012 6-lug-2012
Sessione autunnale 27-ago-2012 21-set-2012

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria dei Corsi di Studio Economia.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R S T Z

Bozzola Marco

marco.bozzola@univr.it 0458312510

Broglia Angela

angela.broglia@univr.it 045 802 8240

Campedelli Bettina

bettina.campedelli@univr.it 045 802 8416

Corbella Silvano

silvano.corbella@univr.it 045 802 8217

Corsi Corrado

corrado.corsi@univr.it 045 802 8452 (VR) 0444/393937 (VI)

Dalla Rosa Elisa

elisa.dallarosa@univr.it

Duret Paolo

paolo.duret@univr.it 0458028873

Farinon Paolo

paolo.farinon@univr.it 045 802 8169 (VR) 0444/393939 (VI)

Florio Cristina

cristina.florio@univr.it 045 802 8296

Genovese Anna

anna.genovese@univr.it 0458028233

Guerriero Massimo

massimo.guerriero@univr.it

Lai Alessandro

alessandro.lai@univr.it 045 802 8574

Lionzo Andrea

andrea.lionzo@univr.it

Messina Sebastiano Maurizio

sebastianomaurizio.messina@univr.it 045 802 8052

Mion Giorgio

giorgio.mion@univr.it 045.802 8172

Noto Sergio

elefante@univr.it 045 802 8008

Pertile Paolo

paolo.pertile@univr.it 045 802 8438

Polin Veronica

veronica.polin@univr.it 045 802 8267

Rossato Chiara

chiara.rossato@univr.it 045 802 8620

Stacchezzini Riccardo

riccardo.stacchezzini@univr.it 045 802 8186

Tessitore Antonio

antonio.tessitore@univr.it 0458028248

Zarri Luca

luca.zarri@univr.it 045 802 8101

Zerbato Stefania

s.zerbato@pagroup.it 045 8780155

Zoli Claudio

claudio.zoli@univr.it 045 802 8479

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02502

Coordinatore

Sergio Noto

Crediti

9

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA

Periodo

primo semestre dal 24-set-2012 al 21-dic-2012.

Obiettivi formativi

Il corso di storia delle imprese e del management risponde alla finalità di sviluppare, attraverso lo studio delle vicende recenti delle imprese italiane, un’attitudine critica verso i problemi economici e aziendali, con particolare attenzione verso i fattori che hanno contribuito allo sviluppo economico italiano. La conoscenza delle vicende storiche e la familiarità con i modelli organizzativi-aziendali è considerata preliminare in vista di un’interpretazione complessa dei fatti economici in cui problemi delle imprese, condizioni di vita dei cittadini, regole del mercato, interessi collettivi, obiettivi di politica economica devono trovare quel punto di equilibrio che solo può garantire un livello di crescita all’altezza delle potenzialità del Paese.

Programma

ARGOMENTI DELLE LEZIONI

L’IRI e la continuità tra Fascismo e Repubblica (1933-1963)
Le teorie economiche dell’imprenditore da Knight a Schumpeter e a Kirzner
Il Piano Marshall, la rinascita del sistema industriale italiano e l’ipoteca sul futuro
Le grandi imprese italiane nel periodo del miracolo economico e i modelli del taylorismo-fordismo
Mediobanca e il problema del capitale in Italia
La siderurgia italiana
L’industria pubblica come fattore di diffusione delle pratiche di mercato
Le grandi fasi dello sviluppo economico italiano
Il mercato e i suoi oppositori in Italia
Il declino della politica come fattore di sviluppo
I problemi economici e monetari delle imprese in Italia negli anni ’70 e ’80
Le contraddizioni e i successi dell’industria pubblica e privata italiana
Il problema del costo del lavoro e dell’organizzazione produttiva
La nascita delle PMI
Il salotto buono dell’industria italiana e l’ascesa del Cavaliere
Paternalismo e diritto del lavoro
Le privatizzazioni
Le concentrazioni bancarie
Finanza e crisi economica

TEMI DI DISCUSSIONE

L’economia è una scienza? Rapporti tra fatti economici e teorie degli economisti. I problemi della comunicazione.
Il declino del senso civico nelle imprese italiane e il declino economico italiano
Etica, conoscenza e meritocrazia quali fattori di sviluppo economico
Le caratteristiche teoriche del sistema capitalistico e la prassi corporativista
Industria pubblica e industria privata in Italia. La realtà oltre le etichette
Il declino del settore secondario. Produzione vs. commercializzazione. Lavoro vs. intermediazione
Il ruolo dei grandi imprenditori nella teoria e nella prassi. Dai Robber Barons ad Adriano Olivetti
I problema della crescita, il benessere e i modelli di sviluppo economico mondiali
La finanziarizzazione dell’industria e dell’economia

BIBLIOGRAFIA

R. Giannetti - M. Vasta, Storia dell’Impresa Italiana, Bologna, Il Mulino, 2012 : testo OBBLIGATORIO PER NON FREQUENTANTI in alternativa a: A. Graziani, Lo sviluppo dell'economia italiana. Dalla ricostruzione alla moneta europea, Torino, Bollati Boringhieri 2000.
P. A. Toninelli, Storia d’impresa, Il Mulino 2012. (testo OBBLIGATORIO PER NON FREQUENTANTI)


TESTI A SCELTA (minimo due):

G. Berta, Fiat-Chrysler e la deriva dell’Italia industriale, Bologna, Il Mulino 2011.
M. Boldrin - D. K. Levine, Abolire la proprietà intellettuale, Bari-Roma, Laterza 2012
G. Dragoni, Capitani coraggiosi . I venti cavalieri che hanno privatizzato Alitalia e affondato il paese, Milano, Chiarelettere, 2011.
A. Ebenstein, Friedrich von Hayek. Una biografia, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2009.
G. Fiori, Il venditore. Storia di Silvio Berlusconi e della Fininvest. Milano, Garzanti, 2004.
D. Giacalone, Razza corsara. I mercati mal controllati e la politica in fuga. Il caso Telecom e la mala privatizzazione, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2004.
W. Isaacson, Steve Jobs, Milano, Mondadori, 2011
P. Kotler - H. Kartajaya - I. Setiawan, Marketing 3.0. Dal prodotto, al cliente, all’anima, Milano, Il Sole 24 Ore libri, 2010
M Josephson, Capitalisti rapaci. la grande epopea dell'industria americana in un capolavoro inedito di storia economica: «The robber barons», Milano Orme editore, 2004.
D. McCloskey, The Rhetoric of Economics, U. Wisconsin Press, 1984.
V. Malagutti, Buconero Spa. Dentro il crac Parmalat, Bari, Laterza 2007.
D. Moyo, La follia dell'Occidente. Come cinquant'anni di decisioni sbagliate hanno distrutto la nostra economia, Milano, Rizzoli, 2011
P. Preti, Il meglio del piccolo. L’Italia delle PMI: un modello originale di sviluppo per il paese, MIlano, Egea, 2011.
L. Sapelli, Etica d’Impresa, Bologna, Il Mulino 2007.
G. Silmo, Olivetti e l’elettronica. Una storia esemplare, Ivrea, Fondazione Natale Capellaro, 2010
W. Streeck, Taking capitalism seriously: towards an institutionalist approach to contemporary political economy, «Socio-Economic Review», 2011-9, pp. 137-167.
N. Tranfaglia, Vita di Alberto Pirelli (1882-1971). La politica attraverso l’economia, Torino, Einaudi, 2010.
C. Troilo, 1963-1982. I vent’anni che sconvolsero l’IRI, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2008
L. Zingales, Capitalism for the People. Recapturing the Lost Genius of American Prosperity, Basic Book, 2012.

Modalità d'esame

L'esame si svolge sia in forma scritta che orale.
È prevista preliminarmente una prova scritta. La prova scritta va integrata con una prova orale successiva.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

La prova finale consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 80 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. La tesi è oggetto di esposizione e discussione orale, in una delle date appositamente stabilite dal calendario delle attività didattiche, dinanzi a una Commissione di Laurea nominata ai sensi del RDA. In accordo con il Relatore, la tesi potrà essere redatta e la discussione potrà svolgersi in lingua inglese.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Analisi dell'Impatto della Regolamentazione: potenziale e applicazioni concrete Argomenti vari
Costi e benefici della nuova linea ferroviaria Torino-Lione Argomenti vari
Costi e benefici del sistema di rilevazione della velocità “tutor” sulle autostrade italiane Argomenti vari
Il futuro del corporate reporting (COVID19) Argomenti vari
I Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo ex d.lgs. 231/2001 Argomenti vari
La stima del valore della qualità delle strutture ospedaliere attraverso la valutazione contingente Argomenti vari
La valutazione dell’impatto occupazionale dei grandi progetti Argomenti vari
Valutazioni d'azienda Argomenti vari

Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Gestione carriere


Area riservata studenti