Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2013/2014

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività Per aiuto o richiesta di informazioni contattare Unità operativa: Didattica e Studenti Economia

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
primo semestre 23-set-2013 10-gen-2014
secondo semestre 17-feb-2014 30-mag-2014
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione Invernale Esami 13-gen-2014 15-feb-2014
Sessione Estiva esami 3-giu-2014 12-lug-2014
Sessione Autunnale Esami 25-ago-2014 10-set-2014
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di Lauree - Novembre 7-nov-2013 8-nov-2013
Sessione di Lauree - Aprile - Verona 9-apr-2014 10-apr-2014
Sessione di Lauree - Settembre 11-set-2014 12-set-2014
Vacanze
Periodo Dal Al
Vacanze Natalizie 23-dic-2013 4-gen-2014
Vacanze Estive 11-ago-2014 23-ago-2014

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa  Didattica e Studenti Economia
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame sistema ESSE3 .Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola.

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D G M N S Z

Baccarani Claudio

claudio.baccarani@univr.it

Berton Marina

marina.berton@univr.it

Borghesi Antonio

antonio.borghesi@univr.it +39 045 802 8218

Brunetti Federico

federico.brunetti@univr.it 045 802 8494

Bullado Emanuela

emanuela.bullado@univr.it 045 8028049

Capitello Roberta

roberta.capitello@univr.it 045 802 8488

Castellani Paola

paola.castellani@univr.it 045 802 8127

Cavallo Daniela

daniela.cavallo@univr.it

Corbella Silvano

silvano.corbella@univr.it 045 802 8217

Demo Edoardo

edoardo.demo@univr.it 045 802 8782 (VR) 0444.393930 (VI)

Gaeta Davide Nicola Vincenzo

davide.gaeta@univr.it 045 683 5632

Genovese Anna

anna.genovese@univr.it 0458028231

Goldoni Giovanni

giovanni.goldoni@univr.it 045 802 8792

Mussini Mauro

mauro.mussini@univr.it

Noto Sergio

elefante@univr.it 045 802 8008

Secondulfo Domenico

domenico.secondulfo@univr.it - domenico.secondulfo3@gmail.com

Signori Paola

paola.signori@univr.it 0444 393942 (VI) 045 802 8492 (VR)

Stacchezzini Riccardo

riccardo.stacchezzini@univr.it 045 802 8186

Zarri Luca

luca.zarri@univr.it 045 802 8101

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02512

Docente

Luca Zarri

Coordinatore

Luca Zarri

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

secondo semestre dal 17-feb-2014 al 30-mag-2014.

Obiettivi formativi

Il corso mira ad accrescere la capacità dello studente di analizzare in maniera rigorosa numerosi fenomeni economici e sociali
che contraddistinguono le economie avanzate contemporanee, sulla base delle categorie analitiche e dei principali risultati
ottenuti negli ultimi anni, sia a livello teorico che di ricerca empirica (e sperimentale in particolare), nell’ambito dell’economia
comportamentale. Agli studenti che provengono da lauree triennali di carattere non economico, si consiglia, prima dell’inizio delle lezioni,
di acquisire familiarità con i capitoli relativi alla scelta del consumatore e alla teoria dei giochi all’interno di un testo base di microeconomia.

Programma

L’economia comportamentale costituisce un programma di ricerca interdisciplinare finalizzato ad incrementare il potere esplicativo
e previsionale della teoria economica avvalendosi di ipotesi comportamentali caratterizzate da un alto grado di realismo. Tale obiettivo
viene perseguito attraverso un dialogo sempre più stretto e fecondo con altre discipline (dalla psicologia sociale all’antropologia culturale
e alle neuroscienze) e mediante il ricorso ad esperimenti economici condotti in laboratorio e sul campo.
Il corso si articola in tre parti: razionalità limitata; razionalità non auto-interessata e paradossi del benessere.

I principali punti che compongono il programma sono i seguenti:

1. Introduzione. Che cos’è l’economia comportamentale? Le due ‘anime’ 
dell’economia comportamentale: razionalità limitata e razionalità non

auto-interessata. Economia comportamentale ed economia sperimentale.

2. Parte Prima. Dalla razionalità olimpica alla razionalità limitata. Limitazioni cognitive e comportamento economico. Effetto framing, avversione alle perdite, effetto dotazione, scelte intertemporali e preferenza per il presente. Il ruolo delle opzioni di default: il caso delle donazioni di organi. La legge dei piccoli numeri, la fallacia dello scommettitore e la fallacia della mano calda. Effetto ancoraggio, illusione monetaria e fallacia del costo irrecuperabile. Implicazioni di policy e 'paternalismo asimmetrico'.
3. Parte Seconda. Dalla razionalità individualistica alla razionalità non auto-interessata. Evidenza sperimentale e ‘preferenze socialmente condizionate’.
Consumo etico e responsabilità sociale di impresa (Corporate Social Responsibility). Fiducia e capitale sociale.
4. Parte Terza. Paradossi del benessere nelle economie avanzate contemporanee. Utilità ex ante, utilità ex post e ‘paradossi della felicità’. Beni posizionali
e importanza del reddito relativo. Beni relazionali e benessere soggettivo.

Durante il corso, il materiale didattico specifico relativo alle singole lezioni viene reso disponibile dal docente prima di ogni lezione sul portale
dell'E-Learning di ateneo, nello spazio online dedicato all'insegnamento. Oltre al materiale didattico fornito dal docente, i testi
in programma sono i seguenti:

- “Pensieri lenti e veloci”, di D. Kahneman, Mondadori, 2012
- "Mente Mercati Decisioni", di M. Motterlini e F. Guala, EGEA, 2011
- “Behavioural Economics”, di S. Mullainathan e R. Thaler, voce scritta per l’International Encyclopedia of the Social and Behavioral Sciences, 2001
- “Regulation for Conservatives: Behavioral Economics and the Case for ‘Asymmetric Paternalism’”, di C. Camerer et al., University of Pennsylvania
Law Review, 151, 3, 2003
- “La responsabilità sociale dell’impresa” e “Felicità, beni relazionali, progresso civile”, di L. Becchetti, in L. Becchetti et al., Microeconomia,
il Mulino, Bologna, 2010
- “The Role of Social Capital in Financial Development”, di L. Guiso et al., American Economic Review, 94, 3, 2004

Durante il corso, verranno inoltre inseriti nella pagina E-Learning dell’insegnamento e commentati in aula diversi articoli di attualità
economica riconducibili ai temi affrontati in aula. Si invitano tutti gli studenti (frequentanti e non) a procurarsi i testi indicati e ad iscriversi al corso
accedendo al portale dell'E-Learning.

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova scritta a fine corso, della durata di 60 minuti. In linea con gli obiettivi formativi del corso, tale prova mira ad accertare l’avvenuta acquisizione, da parte dello studente, della capacità di analizzare in maniera rigorosa numerosi fenomeni economici e sociali che contraddistinguono le economie avanzate contemporanee, alla luce delle categorie analitiche proprie dell’economia comportamentale e dei
risultati ottenuti a livello empirico (e sperimentale in particolare) in questo ambito.

In particolare, l’esame finale prevede:
a) una serie di domande a risposta multipla di teoria;
b) una domanda a risposta aperta;
c) un esercizio numerico di teoria dei giochi sui temi relativi alla Parte Seconda del corso (razionalità non auto-interessata).

Nel corso del semestre, vi è inoltre la possibilità, sia per gli studenti frequentanti che per i non frequentanti, di preparare, a livello individuale
o di gruppo, una presentazione orale o una discussione (punteggio assegnabile a ciascuno studente: da 0 a 4 punti, da sommare al voto dell’esame)
su un tema riconducibile al programma dell’insegnamento. Per indicazioni puntuali relativamente a questa possibilità, si veda,
a inizio semestre, il materiale didattico relativo alla prima lezione, nello spazio online riservato all'insegnamento all'interno della piattaforma
E-Learning di ateneo.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

La prova finale consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 80 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. La tesi è oggetto di esposizione e discussione orale, in una delle date appositamente stabilite dal calendario delle attività didattiche, dinanzi a una Commissione di Laurea nominata ai sensi del RDA. In accordo con il Relatore, la tesi potrà essere redatta e la discussione potrà svolgersi in lingua inglese.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Il futuro del corporate reporting (COVID19) Argomenti vari
Le nuove sfide per le supply chain (COVID19) Argomenti vari
Le scelte alimentari dei giovani italiani: quanto è importante la sostenibilità? Argomenti vari
Nuovi scenari e nuovi contesti di acquisto e consumo di bevande alcoliche Argomenti vari
Proposte di argomenti per tesi sulla sostenibilità Argomenti vari
Sfide e opportunità del contesto digitale Argomenti vari
Tesi di Laurea in Economia Comportamentale Argomenti vari

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.