Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2013/2014

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestrino A 30-set-2013 16-nov-2013
I semestrino B 18-nov-2013 18-gen-2014
II semestrino A 24-feb-2014 12-apr-2014
II semestrino B 14-apr-2014 7-giu-2014
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale 20-gen-2014 22-feb-2014
Sessione estiva 9-giu-2014 31-lug-2014
Sessione autunnale 1-set-2014 27-set-2014
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione estiva 8-lug-2014 9-lug-2014
Sessione autunnale (I appello) 28-ott-2014 29-ott-2014
Sessione autunnale (II appello) 16-dic-2014 17-dic-2014
Sessione invernale straordinaria 17-mar-2015 18-mar-2015
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2013 1-nov-2013
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2013 8-dic-2013
VACANZE DI NATALE 22-dic-2013 6-gen-2014
Vacanze di Pasqua 17-apr-2014 22-apr-2014
Festa della Liberazione 25-apr-2014 25-apr-2014
Festa dei lavoratori 1-mag-2014 1-mag-2014
Festa del S. Patrono S. Zeno 21-mag-2014 21-mag-2014
Festa della Repubblica 2-giu-2014 2-giu-2014
Vacanze Estive 11-ago-2014 15-ago-2014

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L P R S T V

Allegri Mario

mario.allegri@univr.it +39 045802 8382

Arcangeli Alessandro

alessandro.arcangeli@univr.it +39 045802 8351

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Bernini Lorenzo

lorenzo.bernini@univr.it +39 045 8028687

Bottari Guglielmo

guglielmo.bottari@univr.it +39 045802 8379

Camurri Renato

renato.camurri@univr.it +39 045 802 8635

Carozzi Pier Angelo

pierangelo.carozzi@univr.it +39 045802 8684
Foto,  29 agosto 2018

Chiecchi Giuseppe

giuseppe.chiecchi@univr.it +39 045802 8117

Ciancio Luca

luca.ciancio@univr.it +39 045802 8122

Coden Fabio

fabio.coden@univr.it 045802 8365

Demo Edoardo

edoardo.demo@univr.it 045 802 8782 (VR) 0444.393930 (VI)

De Prisco Antonio

antonio.deprisco@univr.it +39 045 802 8553

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Franzina Emilio

emilio.franzina@univr.it +39 045802 8381

Graffi Giorgio

giorgio.graffi@univr.it
Foto,  14 aprile 2018

Pasini Roberto

pasini.roberto@univr.it +39 045802 8121

Pastore Alessandro

alessandro.pastore@univr.it +39 045802 8351

Romagnani Gian Paolo

gianpaolo.romagnani@univr.it +39 045802 8377

Rossi Mariaclara

mariaclara.rossi@univr.it 045 802 8380

Salgaro Silvino

silvino.salgaro@univr.it +39 045802 8272

Stoffella Marco

marco.stoffella@univr.it +39 045802 8376

Terraroli Valerio

valerio.terraroli@univr.it 0458028441

Vantini Sandra

sandra.vantini@univr.it +39 045802 8548

Varanini Gian Maria

gianmaria.varanini@univr.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S001216

Crediti

12

Coordinatore

Mariaclara Rossi

L'insegnamento è organizzato come segue:

Storia medievale

Crediti

6

Periodo

I semestrino A

Storia del cristianesimo e delle chiese

Crediti

6

Periodo

II semestrino A, II semestrino B

Obiettivi formativi

Modulo: Storia medievale
-------
Attraverso specifiche competenze metodologiche e tecniche di ricerca si condurranno gli studenti a maturare un’autonoma capacità di studio critico e di ricerca in relazione ad alcuni aspetti salienti della storia della civiltà europea nell’alto medioevo, con una particolare attenzione per la storia politica e sociale in Europa e nella parte centro-settentrionale della penisola italiana nell’età di Carlo Magno.


Modulo: Storia del cristianesimo e delle chiese
-------
sviluppare la capacità di analizzare le fonti e la storiografia individuando la complessità delle problematiche storiche; approfondire metodologie e strumenti della ricerca storico-religiosa attraverso la proposta di concreti percorsi di indagine.

Programma

Modulo: Storia medievale
-------
Prerequisiti: I requisiti previsti per l’ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Storia e Geografia dell’Europa; nozioni generali di storia medievale, di lingua latina e di lingua inglese.

Contenuto del corso: Attraverso la discussione ragionata della storiografia, la presentazione di casi concreti di studio e l’analisi diretta delle fonti, il corso si propone di avvicinare lo studente ad alcune tematiche relative alla storia politica e sociale dell’Europa altomedievale. Particolare attenzione sarà dedicata ad alcune aree della penisola italiana che bene si prestano a questo tipo di analisi e che saranno comparate tra loro; sarà poi possibile estendere l’analisi ad alcune regioni dell’Europa centro-settentrionale in modo da fare emergere analogie e differenze nello sviluppo dell’organizzazione politica e sociale in Europa tra VIII e IX secolo. Oggetto privilegiato di analisi sarà lo sviluppo delle società locali nel periodo indicato attraverso l’analisi di casi di studio.

Testi di riferimento: è imprescindibile la conoscenza di un buon manuale di storia medievale. Per i meno esperti si consigliano G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione, Milano, Sansoni, 2000; R. Bordone, G. Sergi, Dieci secoli di medioevo, Torino, Einaudi, 2009. Per coloro, invece, che hanno già affrontato recentemente un manuale di tipo classico, si consiglia lo studio di almeno 7 capitoli, da concordare con il docente, del volume Storia Medievale, Roma, Donzelli, 1998. Ulteriori testi d’esame sono due volumi a scelta tra i seguenti: P.J. Geary, Il mito delle nazioni. Le origini medievali dell’Europa, Roma, Carocci, 2009, P. Cammarosano, Storia dell’Italia medievale. Dal VI all’XI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2001; P. Cammarosano, Nobili e re. L’Italia politica dell’alto medioevo, Bari, Laterza, 1999; J.M.H. Smith, L’Europa dopo Roma, Una nuova storia culturale 500-1000, Bologna, il Mulino, 2008; R. McKitterick, Charlemagne. The formation of a European Identity, Cambridge, Cambridge University Press, 2008; A. Barbero, Carlo Magno Un padre dell’Europa, Bari, Laterza, 2000; M. Innes, Introduction to Early Medieval Western Europe, 300-900. The Sword, the Plough and the Book, London-New York, Routledge, 2007; M. Costambeys, M. Innes, S. MacLean, The Carolingian World, Cambridge, Cambridge University Press, 2011; S. Gasparri, Italia longobarda. Il regno, i Franchi, il papato, Bari, Laterza, 2012. Ulteriori indicazioni bibliografiche e materiali didattici saranno segnalati e forniti dal docente nel corso delle lezioni e delle attività seminariali; a integrazione del materiale d’esame potrà essere resa disponibile una dispensa contenente il materiale didattico e la letteratura scientifica nell’apposito scomparto presso la biblioteca del dipartimento TeSIS.

Metodi didattici: Lezioni frontali, attività seminariali sulle fonti.


Modulo: Storia del cristianesimo e delle chiese
-------
Poveri e povertà nella storia della Chiesa dai primi secoli agli ordini Mendicanti

L’intero corso verte sul problema della povertà e dei poveri nella Chiesa dall’età antica allo sviluppo degli ordini Mendicanti. Si ritiene che tale itinerario di studio affronti un tema centrale nel contesto ecclesiale dalle origini fino al pieno e pieno e tardo Medioevo, quando si ebbe il passaggio dalla liberalitas verso i poveri alla conversatio inter pauperes, cioè dal rivolgersi verso il povero al vivere ‘poveri in mezzo ai poveri’. Nell’ambito di questo percorso assume centralità la figura di Francesco d’Assisi e il percorso dell’ordine religioso, l’ordine dei frati Minori, che ne derivò.
Nella preparazione individuale l’esame sarà invece diviso in due percorsi: un percorso di storia antica e un percorso di storia medievale.
Una silloge di fonti sarà distribuita, letta e commentata durante il corso.

Metodi didattici: lezioni frontali in un contesto seminariale, lettura e analisi di fonti, interventi o tesine preparate dagli studenti, eventuali seminari di specialisti.


Percorso di storia antica
Testi obbligatori
1) Per foramen acus. Il cristianesimo antico di fronte alla pericope evangelica del ‘giovane ricco’, Milano, Vita e pensiero, 1986 (Studia patristica mediolanensia, 14)
2) Paola Vismara Chiappa, Il tema della povertà nella predicazione di sant’Agostino, Milano, Giuffré, 1975
3) Clemente Alessandrino, Il ricco e la salvezza. Nuova versione, Testo greco a fronte, Milano 2003 (possono essere prese in considerazione anche altre traduzioni)


Percorso medievale
Testi obbligatori
1) La conversione alla povertà nell’Italia dei secoli XII-XIV. Atti del XXVII Convegno storico internazionale (Todi, 14-17 ottobre 1990), Spoleto 1991.
2) Giacomo Todeschini, Ricchezza francescana. Dalla povertà volontaria alla società di mercato, Bologna 2004.
3) Grado Giovanni Merlo, Nel nome di san Francesco, Milano 2003 (in particolare le pagine 57-276)
Gli studenti iscritti alla magistrale in Scienze filosofiche possono sostituire il volume di Giacomo Todeschini con il volume di Giorgio Agamben, Altissima povertà. Regole monastiche e forma di vita, Vicenza 2011.

Altri testi di riferimento, non obbligatori per sostenere l’esame:

Luciano Orabona, Cristianesimo e povertà. Saggio sulle fonti antiche, Roma 1964.

M.G. Mara, Ricchezza e povertà nel cristianesimo primitivo, Roma 1980.

Poveri e povertà nella storia della Chiesa, Modena 1989 (Quaderni della Fondazione San Carlo, 1-1988). Interventi di Vittorino Grossi, Gian Luca Potestà, Daniele Menozzi, Massimo Toschi, Alfio Filippi, Antonio Monaco, Giuseppe Ruggieri).

Basilio di Cesarea, La cura del povero e l’onere della ricchezza. Testi dalle regole e dalle omelie, a cura di Luigi Franco Pizzolato, Milano 2013 (con introduzione del curatore da pp. 9-137).

Malcom D. Lambert, Franciscan Poverty. The Doctrine of the Absolute Poverty of Christ and the Apostles in the Franciscan Order (1220-1323), London 1961.

La povertà del secolo XII e Francesco d’Assisi, Atti del II° Convegno internazionale della Società internazionale di studi francescani (Assisi, 17-19 ottobre 1974), Assisi 1975.

La concezione della povertà nel medioevo, Antologia di scritti a cura di Ovidio Capitani, Bologna 1983.

A. Tabarroni, Povertà e potere nella tradizione francescana, in Il pensiero politico. Idee, teorie, dottrine, a cura di A. Andreatta, A.E. Baldini, C. Dolcini, G. Pasquino: vol. I, Età antica e medievale, a cura di C. Dolcini, Torino 1999, pp. 175-207.

Roberto Lambertini, La povertà pensata. Evoluzione storica della definizione dell’identità minoritica da Bonaventura ad Ockham, Modena 2000.

Neslihan Şenocak, The making of Franciscan Poverty, in “Revue Mabillon”, n.s., t. 24 (= t. 85) 2013, pp. 5-26.

Poveri e povertà nella storia della Chiesa dai primi secoli agli ordini Mendicanti

Percorso di storia antica
1) Per foramen acus. Il cristianesimo antico di fronte alla pericope evangelica del ‘giovane ricco’, Milano, Vita e pensiero, 1986 (Studia patristica mediolanensia, 14)
2) Paola Vismara Chiappa, Il tema della povertà nella predicazione di sant’Agostino, Milano, Giuffré, 1975
3) Clemente Alessandrino, Il ricco e la salvezza. Nuova versione, Testo greco a fronte, Milano 2003 (possono essere prese in considerazione anche altre traduzioni)


Percorso medievale
1) La conversione alla povertà nell’Italia dei secoli XII-XIV. Atti del XXVII Convegno storico internazionale (Todi, 14-17 ottobre 1990), Spoleto 1991.
2) Giacomo Todeschini, Ricchezza francescana. Dalla povertà volontaria alla società di mercato, Bologna 2004.
3) Grado Giovanni Merlo, Nel nome di san Francesco, Milano 2003 (in particolare le pagine 57-276)
Gli studenti iscritti alla magistrale in Scienze filosofiche possono sostituire il volume di Giacomo Todeschini con il volume di Giorgio Agamben, Altissima povertà. Regole monastiche e forma di vita, Vicenza 2011.

Modalità d'esame

Modulo: Storia medievale
-------
Esame orale. Per i non frequentanti sarà necessario prevedere lo studio del seguente testo aggiuntivo: M. Becher, Carlo Magno, Bologna, il Mulino, 2000.


Modulo: Storia del cristianesimo e delle chiese
-------
colloqui orali e/o relazioni scritte da concordare preventivamente con la docente.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Doppio Titolo

Grazie ad una rete di accordi con Atenei esteri, l’Università di Verona offre percorsi formativi internazionali che consentono l’acquisizione di un doppio titolo di studio. L’ammissione ad un CdS a doppio titolo consente di conseguire contemporaneamente, nel tempo di un normale ciclo di studi (di cui una parte viene svolta all'estero), sia il titolo di studio dell’Università di Verona che il titolo rilasciato dall'Ateneo partner, garantendo di vedere riconosciuto il diploma di laurea in entrambi i Paesi.
L'accesso al doppio titolo (così come l’eventuale sostengo finanziario) è regolato da uno specifico bando, e il numero di posti è limitato.

⇒ Per informazioni vedi LINK


Esercitazioni Linguistiche CLA


Prova finale

La prova finale consiste nella discussione di un elaborato originale su di un tema concordato con un docente e redatto sotto la sua guida, su tematiche relative al corso di studi. É inoltre prevista la figura del correlatore. A tale prova sono attribuiti 18 CFU.
La funzione della prova è quella di mettere il laureato in grado di esporre in modo articolato i risultati di ricerche che possono riguardare qualsiasi tipologia di fonte (dai reperti archeologici, alla documentazione archivistica, bibliotecaria e letteraria, alla stessa storiografia fatta oggetto di analisi e di approfondimenti comparativi). Il laureato si abitua così ad applicare metodologie appropriate per affrontare singoli problemi (anche in sinergia con le ricerche svolte dai docenti), e a porne successivamente a confronto i risultati, arrivando ad adeguate forme di sintesi. Oltre che nell'impostazione e nello sviluppo della ricerca, viene altresì espressamente guidato a fornire un'esposizione chiara e ordinata dei suoi risultati. Su proposta del relatore, la prova finale può essere compilata e discussa in lingua inglese.

CALENDARI E INFORMAZIONI GENERALI SULL'ESAME DI LAUREA (CdS Culture e Civiltà) -> LINK [apre un una pagina]

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Ambiti di tesi Art & Architecture - Art & Architecture

Area riservata studenti


Tutorato per studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.