Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2015/2016

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
INF. VI 1° anno 1° semestre 1-ott-2015 18-dic-2015
INF. VI 2° anno 1° semestre 1-ott-2015 18-dic-2015
INF. VI 3° anno 1° semestre 13-ott-2015 18-dic-2015
INF. VI 3° anno 2° semestre 1-feb-2016 24-mar-2016
INF. VI 1° anno 2° semestre 1-feb-2016 1-apr-2016
INF. VI 2° anno 2° semestre 26-apr-2016 24-giu-2016
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
INF. VI sessione invernale 1° - 2° - 3° anno 7-gen-2016 27-gen-2016
INF. VI sessione primaverile-estiva 3° anno 30-mar-2016 14-apr-2016
INF. VI sessione primaverile-estiva 1° anno 4-apr-2016 21-apr-2016
INF. VI sessione estiva 1° anno 11-lug-2016 29-lug-2016
INF. VI sessione estiva 3° anno 18-lug-2016 29-lug-2016
INF. VI sessione autunnale 1° - 2° - 3° anno 1-set-2016 30-set-2016

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa   Didattica e Studenti Medicina
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame   sistema ESSE3 . Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali .

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M P R S T V W Z

Azzini Anna Maria

annamaria.azzini@univr.it +39 045 8128275

Boaretti Marzia

marzia.boaretti@univr.it 045 8027661

Bortolotti Federica

federica.bortolotti@univr.it 045 8124618

Chiarini Anna Maria

anna.chiarini@univr.it +39 045 802 7646

Cicoira Mariantonietta

mariantonietta.cicoira@univr.it +39 045 812 7720

Cuzzolin Laura

laura.cuzzolin@univr.it 0458027609

Dalle Carbonare Luca Giuseppe

luca.dallecarbonare@univr.it +39 045 812 6062

Fantin Francesco

francesco.fantin@univr.it +39 045 812 3577

Gajofatto Alberto

alberto.gajofatto@univr.it +39 0458124768

Galie' Mirco

mirco.galie@univr.it +39.045.8027681

Gnata Chiara

chiara.gnata@libero.it

Liboi Elio Maria

elio.liboi@univr.it 0458027666

Mansueto Giancarlo

giancarlo.mansueto@univr.it 0458124301

Martin Sonia

martinsonia@libero.it

Martinelli Nicola

nicola.martinelli@univr.it +39 045 812 6658

Micaglio Andrea

Moretti Ugo

ugo.moretti@univr.it 0458027602; 0458124245

Pagiusco Gaetana

pagiusco@interfree.it

Pancheri Loredana

info@loredanapancheri.it 0461264569

Pilati Andrea

andrea.pilati@univr.it 045 802 8444 (VR) - 0444 393938 (VI)

Pizzolo Francesca

francesca.pizzolo@univr.it 045-8126490

Randon Giulia

giulia.randon@aulss8.veneto.it 0444/754305

Romanelli Maria

mariagrazia.romanelli@univr.it +39 045 802 7182

Salvia Roberto

roberto.salvia@univr.it +39 045 812 4816

Savio Michela

Sorio Claudio

claudio.sorio@univr.it 045 8027688

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Trombetta Maddalena

maddalena.trombetta@univr.it + 39 045 8123747

Zaffanello Marco

marco.zaffanello@univr.it +39 045 812 7126

Zanolin Maria Elisabetta

elisabetta.zanolin@univr.it +39 045 802 7654

Zoico Elena

elena.zoico@univr.it +39 045 8122537

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(BIO/14 ,MED/36 ,MED/45 ,MED/49)
8
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
6
B/C
(MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(BIO/14 ,MED/36 ,MED/45 ,MED/49)
8
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
6
B/C
(MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000106

Crediti

6

Coordinatore

Massimo Manfridi

L'insegnamento è organizzato come segue:

Infermieristica clinica chirurgica

Crediti

2

Periodo

INF. VI 2° anno 2° semestre

Anestesiologia e terapia antalgica

Crediti

1

Periodo

INF. VI 2° anno 2° semestre

Ortopedia e traumatologia

Crediti

1

Periodo

INF. VI 2° anno 2° semestre

Docenti

Andrea Micaglio

Chirurgia generale

Crediti

2

Periodo

INF. VI 2° anno 2° semestre

Obiettivi formativi

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire alcuni quadri clinici rilevanti epidemiologicamente ed esemplari ai fini assistenziali sviluppandoli con un approccio chirurgico ed infermieristico integrato. I problemi del paziente saranno affrontati considerando la loro evoluzione, la valutazione del paziente ragionata e la scelta di interventi assistenziali basati sulle evidenze, appropriatezza e bisogni del paziente. Questo Insegnamento si costruisce sulle conoscenze di infermieristica chirurgica, sui principi del nursing, della vigilanza, di fisiologia, fisiopatologia e patologia generale affrontati al 1° anno.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire alcuni quadri clinici rilevanti epidemiologicamente ed esemplari ai fini assistenziali sviluppandoli con un approccio chirurgico ed infermieristico integrato. I problemi del paziente saranno affrontati considerando la loro evoluzione, la valutazione del paziente ragionata e la scelta di interventi assistenziali basati sulle evidenze, appropriatezza e bisogni del paziente. Questo Insegnamento si costruisce sulle conoscenze di infermieristica chirurgica, sui principi del nursing, della vigilanza, di fisiologia, fisiopatologia e patologia generale affrontati al 1° anno.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire alcuni quadri clinici rilevanti epidemiologicamente ed esemplari ai fini assistenziali sviluppandoli con un approccio chirurgico ed infermieristico integrato. I problemi del paziente saranno affrontati considerando la loro evoluzione, la valutazione del paziente ragionata e la scelta di interventi assistenziali basati sulle evidenze, appropriatezza e bisogni del paziente. Questo Insegnamento si costruisce sulle conoscenze di infermieristica chirurgica, sui principi del nursing, della vigilanza, di fisiologia, fisiopatologia e patologia generale affrontati al 1° anno.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
L’insegnamento si propone di approfondire alcuni quadri clinici rilevanti epidemiologicamente ed esemplari ai fini assistenziali sviluppandoli con un approccio chirurgico ed infermieristico integrato. I problemi del paziente saranno affrontati considerando la loro evoluzione, la valutazione del paziente ragionata e la scelta di interventi assistenziali basati sulle evidenze, appropriatezza e bisogni del paziente. Questo Insegnamento si costruisce sulle conoscenze di infermieristica chirurgica, sui principi del nursing, della vigilanza, di fisiologia, fisiopatologia e patologia generale affrontati al 1° anno.

Programma

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Assistenza intraoperatoria: accoglienza in sala operatoria, posizionamento, la vigilanza e la dimissione
Immediato post-operatorio: vigilanza e sorveglianza, gestione delle complicanze postoperatorie, in particolare nausea e vomito postoperatorio (PONV), ritenzione urinaria, ipotensione, delirio, insufficienza respiratoria
Gestione del dolore postoperatorio, bere e alimentazione precoce, gestione dei fluidi, ripresa della peristalsi e risoluzione dell’ileo, fatigue e convalescenza postoperatoria Assistere ed educare la persona con
stomia (intestinale ed urinaria)
Assistere ed educare la persona con arto immobilizzato da apparecchio gessato
Peculiarità del percorso “assistenziale ed educativo” della persona operata di mastectomia, emicolectomia e gastrectomia, protesi d’anca
ie della tiroide.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
Fisiologia e fisiopatologia della trasmissione del dolore con particolare riferimento al trattamento con farmaci antalgici e loro effetto
Peridurale e Patient Controlled Analgesia (PCA) e nuovi orientamenti per il trattamento del dolore incidente (spray nasale,..)
Tipi di anestesia: generale e loco regionale, principali blocchi nervosi
Valutazione del rischio anestesiologico (classificazione ASA)
Fasi dell’anestesia: dall’induzione al risveglio
Farmaci specifici per anestesia generale e periferica (agenti di blocco neuromuscolare, ipnotici, curari-miorilassanti)
Il risveglio dall’anestesia: monitoraggio e criteri per la dimissione


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
Definizione e esame obiettivo delle maggiori lesioni muscolo scheletriche o dei tessuti molli ( distorsione, lussazione, ecc)
Incidenza, eziologia, stadi di guarigione, complicanze precoci e
tardive delle fratture, (in particolare frattura di femore)
Patologie dell’anca, del ginocchio e spalla , con particolare riferimento alla protesi di anca, ginocchio e spalla
Approccio al paziente polifratturato
(lesioni di bacino, polifratture,ecc..) Peculiarità di approccio al bambino con problematiche traumatologiche


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Manifestazioni neuroendocrine della malattia postoperatoria
(sindrome da stress chirurgico)
Tipi di incisione e i fattori che favoriscono la guarigione della ferita
chirurgica
Principi, indicazioni, vantaggi e svantaggi della chirurgia per via
tradizionale e video endoscopica
Fast -track Surgery
Epidemiologia, fattori di rischio, fattori prognostici, segni e sintomi ,
modalità diagnostiche e principali tecniche chirurgiche dei seguenti quadri:
Tratto gastro intestinale:
- Ernia iatale
- Carcinoma dello stomaco
- Ernia inguinale e crurale
- Neoplasie del colon – retto – sigma, fistole
- Ragadi ed emorroidi neoplasia della mammella patologia bilio-epato-pancreatica: calcolosi, neoplasie noduli e neoplasie della tiroide

a tiroide.

Modalità d'esame

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Esame scritto


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
Esame scritto


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
Esame scritto


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Esame scritto

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:
  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.
 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.