Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2015/2016

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
INF. TN 2° anno 1° semestre 1-ott-2015 18-dic-2015
INF. TN 1° anno 1° semestre 1-ott-2015 18-dic-2015
INF. TN 3° anno 1° semestre 12-ott-2015 18-dic-2015
INF. TN 1° anno 2° semestre 1-feb-2016 4-apr-2016
INF. TN 3° anno 2° semestre 2-feb-2016 23-mar-2016
INF. TN 2° anno 2° semestre 18-apr-2016 22-giu-2016
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
INF. TN sessione invernale 1° e 3° anno 7-gen-2016 29-gen-2016
INF. TN sessione invernale 2° anno 7-gen-2016 26-gen-2016
INF. TN sessione primaverile-estiva 3° anno 5-apr-2016 19-apr-2016
INF. TN sessione primaverile-estiva 1° anno 8-apr-2016 19-apr-2016
INF. TN sessione estiva 1° anno 14-lug-2016 29-lug-2016
INF. TN sessione estiva 3° anno 14-lug-2016 29-lug-2016
INF. TN sessione autunnale 3° anno 5-set-2016 30-set-2016
INF. TN sessione autunnale 1° anno 5-set-2016 30-set-2016
INF. TN sessione autunnale 2° anno 5-set-2016 30-set-2016

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M P R S T U Z

Ambrosi Elisa

elisa.ambrosi_01@univr.it +039 0458027288

Bertini Giuseppe

giuseppe.bertini@univr.it 045-802-7682

Bevilacqua Anita

anita.bevilacqua@apss.tn.it

Bravi Elena

elena.bravi@apss.tn.it

Brugnolli Anna

segreteriaCLI@apss.tn.it +039 0461 903091

Burti Lorenzo

lorenzo.burti@univr.it 045 8127441 - 42

Cattaneo Luigi

luigi.cattaneo@univr.it +39 045 802 7198

Di Palma Annunziata

dipalma@tn.aziendasanitaria.trentino.it

D'Onofrio Mirko

mirko.donofrio@univr.it +39 045 8124301

Dusi Stefano

stefano.dusi@univr.it +39 045 8027124

Fava Cristiano

cristiano.fava@univr.it +39 045 8124732

Fedrozzi Lorenza

lorenza.fedrozzi@apss.tn.it 0461903705

Ferrari Marcello

marcello.ferrari@univr.it +39 045 8124262

Lenzi Sara

sara.lenzi@apss.tn.it

Marchetti Pierpaolo

pierpaolo.marchetti@univr.it +039 0458027629

Mariotto Sofia Giovanna

sofia.mariotto@univr.it 0458027167

Moretti Ugo

ugo.moretti@univr.it 0458027602; 0458124245

Pancheri Loredana

info@loredanapancheri.it 0461264569

Pedrolli Carlo

carlo.pedrolli@apss.tn.it 0461903519

Pedrotti Daniel

daniel.pedrotti@apss.tn.it 0461904893

Perli Serena

serena.perli@apss.tn.it 0461/904884

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Romanelli Maria

mariagrazia.romanelli@univr.it +39 045 802 7182

Saiani Luisa

luisa.saiani@univr.it 045 8027253

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Targher Giovanni

giovanni.targher@univr.it +39 045 8123748

Uber Dario

Dario.Uber@apss.tn.it 0461/904668

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zatti Nicoletta

nicoletta.zatti@univr.it +39 045 812 2720

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(BIO/14 ,MED/36 ,MED/45 ,MED/49)
8
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
6
B/C
(MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(BIO/14 ,MED/36 ,MED/45 ,MED/49)
8
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
6
B/C
(MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000090

Crediti

9

Coordinatore

Stefano Dusi

L'insegnamento è organizzato come segue:

Farmacologia generale

Crediti

2

Periodo

INF. TN 1° anno 2° semestre

Docenti

Ugo Moretti

Semeiotica e fisiopatologia

Crediti

2

Periodo

INF. TN 1° anno 2° semestre

Infermieristica clinica

Crediti

3

Periodo

Vedi pagina del modulo

Docenti

Vedi pagina del modulo

Patologia generale

Crediti

2

Periodo

INF. TN 1° anno 2° semestre

Docenti

Stefano Dusi

Obiettivi formativi

L’insegnamento introduce lo studente alla comprensione dei concetti base riguardanti le principali malattie ed i processi patogenetici fondamentali, correlarli alle alterazioni cellulari, delle funzione d’organo, dei meccanismi omeostatici, e alle manifestazioni cliniche di malattia. Si propone inoltre lo studio dei principi base della farmacologia, in particolare dei meccanismi di farmacocinetica e farmacodinamica e introduce lo studente a comprendere e valutare il profilo di benefico e rischio dei farmaci. Si propone inoltre di sviluppare nello studente un approccio orientato alla definizione dei problemi, alla scelta degli interventi di prevenzione e gestione delle alterazioni della funzione respiratoria e di eliminazione, alla rilevazione e accertamento multidimensionale del dolore.

Programma

Patologia Generale
Parte generale
Introduzione alla Patologia Generale. Concetti di omeostasi e riserva funzionale d’organo.
La malattia: definizione, cause (malattie congenite e acquisite); concetto di patogenesi
Patologia cellulare: Concetti generali: stato stazionario cellulare e tessutale e sue alterazioni:
a) alterazioni degenerative delle cellule (danno cellulare reversibile e irreversibile) e morte cellulare (necrosi, apoptosi). Tipi di necrosi
b) Modificazioni volumetriche delle cellule (ipertrofia, ipotrofia, atrofia) e loro cause
c) Modificazioni numeriche delle cellule (iperplasia, ipoplasia, aplasia) e loro cause
d) Alterazioni dei processi differenziativi cellulari (metaplasia, anaplasia, displasia)

La flogosi: Concetti generali: la flogosi come reazione dell’organismo ad agenti dannosi
Tipi di flogosi:
a) Infiammazione acuta:
- Caratteristiche generali e momenti fondamentali (iperemia, essudazione, chemiotassi)
- Cenni sui mediatori chimici della flogosi
- Aspetti particolari della flogosi acuta (flogosi eritematose, sierose, catarrali, purulente, fibrinose, emorragiche e necrotizzanti) e loro conseguenze sull’organismo (versamenti, catarro, ascessi, flemmoni, fistole, empiemi, leucorrea, aderenze, sinechie, pseudomembrane, necrosi …)
- Evoluzione della flogosi acuta
b) Infiammazione cronica:
- Caratteristiche e meccanismi patogenetici
- I granulomi. Principali malattie granulomatose
- Effetti utili e dannosi della flogosi
- Manifestazioni generali della flogosi (febbre, leucocitosi, sintesi di proteine di fase acuta, catabolismo muscolare, modificazioni di sideremia e zinchemia, turbe endocrine, ecc…)

Il processo di guarigione di una ferita
- Fasi della guarigione di una ferita: coagulazione, formazione del tessuto di granulazione, cicatrizzazione.
- Complicanze del processo di guarigione : infezioni, deiescenza, formazione di cheloidi

Oncologia generale:
- Caratteristiche generali delle neoplasie: Tumori benigni e maligni .
- La cellula neoplastica: aspetti strutturali e funzionali (atipia, anaplasia, caratteristiche di aggregabilità, modalità di replicazione ..) e meccanismi di danno all’ospite
- Studio delle cause dei tumori: dati epidemiologici e sperimentali
- Cenni sui principali cancerogeni chimici, fisici e biologici
- Cenni sui geni implicati nel determinismo delle neoplasie (oncogeni ed antioncogeni).
- Storia naturale dei tumori: iniziazione, promozione, progressione, metastasi
- Meccanismi di difesa dell’organismo nei confronti dei tumori : rapporti tra immunità e tumori.
- Sistematica delle neoplasie (nomenclatura)

Patologia generale dell’emostasi:
Cenni generali sui normali meccanismi emostatici.
a) Deficit dei meccanismi emostatici: le emorragie
Cause di emorragia (vascolari, piastriniche, da deficit della coagulazione, da iperfibrinolisi); Manifestazioni locali (petecchie, porpora, ecchimosi, ematemesi, melena, ematuria, emottisi) e generali (anemia, ipossia) delle malattie emorragiche
b) La trombosi
Caratteristiche generali e meccanismi patogenetici della trombosi venosa e arteriosa
Conseguenze della trombosi: angina e infarto
Cenni sull’embolia (tipi di emboli, conseguenze dell’embolia)

Immunologia
- La risposta immunitaria: Immunità naturale e immunità specifica. Organi linfoidi primari e secondari. Cellule NK.
- Linfociti B e T : origine, caratteristiche e modalità di attivazione.
- Concetto di Antigene.
- Gli Anticorpi : caratteristiche e ruolo nei processi difensivi
- Cenni sui deficit immunitari
- Autoimmunità: cause e ed esempi di malattie autoimmuni.
- Le reazioni da ipersensibilità : meccanismi generali delle reazioni da ipersensibilità locali e generalizzate (anafilassi, reazioni citotossiche, da immunocomplessi, ipersensibilità ritardata): esempi delle più comuni reazioni da ipersensibilità.

Farmacologia : Farmacodinamica, farmacocinetica, reazioni avverse da farmaci, chemioterapia, farmaci anti infiammatori non steroidei (FANS).

Semeiotica e Fisiopatologia

1.Fabbisogni fondamentali delle cellule: apporto di O2, apporto di nutrienti ed eliminazione di metaboliti, mantenimento dell’equilibrio idro-elettrolitico ed acido-base. Anemie
2.Equilibrio idroelettrolitico dell’organismo
3.fisiopatologia dell'apparato endocrino
4. fisiopatologia dell'apparato apparato respiratorio:
5.fisiopatologia dell' apparato cardiocircolatorio:
6. fisiopatologia dell' apparato urinario
7.Apparato digerente
8. Sofferenza del sistema nervoso centrale a seguito di alterazioni metaboliche (ipossia, ipercapnia, ipoglicemia, ipertonia ed ipotonia extracellulare, iperammoniemia)

Infermieristica clinica

1. Esame obiettivo: i metodi, concetto di valutazione testa-piedi. L’esame obiettivo dei seguenti sistemi:
a) tegumenti (colorito, umidità, turgore e temperatura) ed annessi (capelli, peli e unghie) e lesioni primarie della cutanee
b) testa
c) occhio (campo visivo, movimenti extraoculari,palpebre,congiuntive e sclere,pupille e riflesso pupillare)
d) orecchio (ipoacusia acufeni)

e) torace e polmoni (forma, suoni respiratori)
f) addome (quadranti addomino - pelvici, distensione addominale, dolore addominale, peristalsi, borborigmi)
g) funzione vascolare (perfusione tissutale, riempimento capillare, flebite)

2. La cura del corpo e la gestione assistenziale del deficit di cura di sé
3.Il dolore: modelli di dolore (acuto, post-operatorio, da procedura, oncologico e cronico - ricorrente), modalità di accertamento del dolore cronico e acuto: principi guida, valutare le dimensioni del dolore, strumenti per la misurazione.
4.Eliminazione urinaria: i segni e sintomi più frequenti nei disturbi urinari (poliuria, oliguria,disuria,…) e le principali alterazioni (IVU, incontinenza e ritenzione urinaria)
5.Eliminazione intestinale: i segni e sintomi più frequenti nei disturbi intestinali (flatulenza, melena, tenesmo…) e le principali alterazioni (stipsi, fecaloma, diarrea, incontinenza fecale e emorroidi)
6.Respirazione: accertamento generale e definizione delle principali alterazioni (ipossia, cianosi, dispnea, tosse, emottisi, ostruzione bronchiale, espettorato e respiri patologici).


Modalità d'esame

esame scritto

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
G.M. Pontieri Elementi di Patologia generale per i corsi di laurea in professioni sanitarie (Edizione 3) Piccin 2012 978-88-299-2130-0
Saiani L., Brugnolli A. Trattato di Cure Infermieristiche Idelson-Gnocchi 2014

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:
  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.
 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Orario lezioni

ORARIO LEZIONE

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.