Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2018/2019

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 1-ott-2018 12-gen-2019
II semestre 18-feb-2019 1-giu-2019
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
ESAMI LINGUE- sessione invernale 14-gen-2019 16-feb-2019
ESAMI LINGUE- sessione estiva 3-giu-2019 27-lug-2019
ESAMI LINGUE- sessione autunnale 26-ago-2019 21-set-2019
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
LAUREE LINGUE - sessione autunnale (a.a. 2017/18) 12-nov-2018 17-nov-2018
LAUREE LINGUE - sessione straordinaria (a.a. 2017/18) 1-apr-2019 6-apr-2019
LAUREE LINGUE - sessione estiva (a.a. 2018/19) 8-lug-2019 13-lug-2019
LAUREE LINGUE - sessione autunnale (a.a. 2018/19) 4-nov-2019 9-nov-2019
LAUREE LINGUE - sessione straordinaria (a.a. 2018/19) 30-mar-2020 4-apr-2020
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2018 1-nov-2018
Sospensione dell'attività didattica 2-nov-2018 3-nov-2018
Festa dell’Immacolata 8-dic-2018 8-dic-2018
VACANZE DI NATALE 22-dic-2018 6-gen-2019
VACANZE DI PASQUA 19-apr-2019 23-apr-2019
Sospensione dell'attività didattica 24-apr-2019 24-apr-2019
FESTA DELLA LIBERAZIONE 25-apr-2019 25-apr-2019
Festa del lavoro 1-mag-2019 1-mag-2019
Sospensione dell'attività didattica 20-mag-2019 20-mag-2019
Festa del Santo Patrono 21-mag-2019 21-mag-2019
VACANZE ESTIVE 13-ago-2019 18-ago-2019

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa  Didattica e Studenti Lingue e letterature straniere
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame sistema ESSE3. Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali.

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G K P R S T Z

Aloe Stefano

stefano.aloe@univr.it +39 045802 8409

Babbi Anna Maria

annamaria.babbi@univr.it +39 045 802 8325

Bezrucka Yvonne

yvonne.bezrucka@univr.it +39 045802 8580

Bognolo Anna

anna.bognolo@univr.it +39 045802 8327

Cagliero Roberto

roberto.cagliero@univr.it +39 045802 8694

Cipolla Maria Adele

adele.cipolla@univr.it +39 045802 8314

Concina Chiara Maria

chiara.concina@univr.it +39 045 802 8325

Dalle Pezze Francesca

francesca.dallepezze@univr.it + 39 045802 8598

De Beni Matteo

matteo.debeni@univr.it +39 045 802 8540

Facchinetti Roberta

roberta.facchinetti@univr.it +39 045802 8374

Franceschi Valeria

valeria.franceschi@univr.it +39 045802 8729

Frassi Paolo

paolo.frassi@univr.it +39 045802 8408

Gambin Felice

felice.gambin@univr.it +39 045802 8323

Genetti Stefano

stefano.genetti@univr.it +39 045802 8412

Gorris Rosanna

rosanna.gorris@univr.it +39 045802 8324

Kofler Peter Erwin

peter.kofler@univr.it +39 045802 8313

Palma Flavia

flavia.palma@univr.it

Paolini Sara

sara.paolini@univr.it

Pes Annalisa

annalisa.pes@univr.it +39 045802 8318

Rabanus Stefan

stefan.rabanus@univr.it +39 045802 8490

Rebora Simone

simone.rebora@univr.it

Salgaro Massimo

massimo.salgaro@univr.it +39 045802 8312

Salvi Luca

luca.salvi@univr.it +39 045802 8468

Schiffermuller Isolde

ischifferm@univr.it +39 045802 8478

Tallarico Giovanni Luca

giovanni.tallarico@univr.it +39 045 802 8663

Zinato Susanna

susanna.zinato@univr.it +39 045802 8318

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
InsegnamentiCreditiTAFSSD
A philology to be chosen among the following (philology must be related to one of the chosen languages)
6
B
(L-FIL-LET/09)
6
B
(L-LIN/21)
Dissertation
21
E
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
A philology to be chosen among the following (philology must be related to one of the chosen languages)
6
B
(L-FIL-LET/09)
6
B
(L-LIN/21)
Dissertation
21
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Tra gli anni: 1°- 2°
Other teaching activities
6
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S002944

Coordinatore

Stefano Genetti

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

L-LIN/03 - LETTERATURA FRANCESE

Lingua di erogazione

Francese fr

Periodo

I semestre dal 1-ott-2018 al 12-gen-2019.

Obiettivi formativi

L’insegnamento si inserisce nel percorso di approfondimento teorico, critico e metodologico dello studio della letteratura francese previsto nel biennio di laurea magistrale. Esso si prefigge dunque di sviluppare competenze teorico-critiche in una prospettiva sia storica che metodologica.
Per la mutuazione dal corso di Letteratura francese per l’editoria è previsto invece un approfondimento riguardante la storia dell’editoria francese e i rapporti tra letteratura, critica letteraria e giornalismo con particolare attenzione al panorama attuale.
Al termine del corso, strutturato in lezioni frontali e attività seminariali, tutte in francese, gli studenti dovranno dimostrare di avere acquisito conoscenze nell’ambito della storia della critica francese e delle relative metodologie (LM37) e della storia dell’editoria francese (LM19), nonché capacità di applicare tali conoscenze, in modo autonomo e con padronanza della lingua francese, all’analisi di opere letterarie in contesti di ricerca e didattici.

Cet enseignement contribue, pour ce qui concerne l’étude de la littérature française, à l’approfondissement théorique, critique et méthodologique prévu dans les deux ans de Master. Ce cours vise donc à développer des compétences théoriques et critiques en juxtaposant une perspective historique et une approche méthodologique.
S’agissant du cours de Littérature française pour l’édition, un approfondissement est prévu concernant l’histoire de l’édition française et les rapports entre littérature, critique littéraire et journalisme dans le panorama contemporain.
À la fin de ce cours, pendant lequel des travaux dirigés sont prévus, les étudiants auront acquis des connaissances dans les domaines de l’histoire de la critique française et des principales méthodes de l’analyse littéraire (LM37) et de l’histoire de l’édition française (LM19), ainsi que la capacité d’appliquer ces connaissances, d’une manière autonome et en français, à l’étude des œuvres dans les contextes de la recherche et didactique.

Programma

Scritture della vergogna

Vergogne connesse ai traumi della storia e vergogne qualunque, di ciascuno e di ogni giorno: come sottolinea in una prospettiva comparatistica Jean-Pierre Martin in La honte. Réflexions sur la littérature, la sensazione e la memoria della vergogna, i fattori e condizionamenti che la determinano, le manifestazioni e le ricadute intime e collettive – stigmatizzazione e umiliazione, senso di inferiorità e interiorizzazione dello sguardo altrui – che la caratterizzano, costituiscono un tema dominante nella letteratura moderna. Se una ricognizione teorica sensibile agli apporti della storia culturale (Chaouat) e della filosofia (Saint-Cheron), della sociologia clinica (Gaulejac) e della psicanalisi (Cyrulnik, Tisseron, Ciccone e Ferrant) permetterà di distinguere l’emozione catastrofica della vergogna da nozioni affini quali quelle di colpa, infamia, disonore, pudore e abiezione, un percorso storico relativo alla fenomenologia e all’antropologia letteraria della honte (da Racine a Rousseau e oltre, con particolare attenzione al Novecento: Bove, Camus, Sartre, Ionesco, Genet, Jouhandeau, Duras) contribuirà a delineare i contorni di uno spazio letterario contraddistinto dalle tensioni tra silenzio e parola, opacità e trasparenza, ipersensibilità e impotenza, uno spazio di auto-analisi e rielaborazione, di presa di coscienza e riparazione.
All’intersezione di vergogna storica, vergogna sociale e vergogna sessuale, ma anche di regimi di scrittura diversi, si affronteranno in particolare, due argomenti:
- a partire dal dibattito intorno a L’espèce humaine di Antelme e alla letteratura dei campi di concentramento (con particolare attenzione al saggio di Georges Perec Robert Antelme ou la vérité de la littérature), si procederà al confronto tra la testimonianza Moi Pierre Seel, déporté homosexuel, (racconto scritto in collaborazione con Jean Le Bitoux: Paris, Calmann-Lévy, 1994) e il romanzo di Daniel Arsand, Je suis en vie et tu ne m’entends pas (Arles, Actes Sud, 2016);
- questioni di classe e di genere si intrecciano nelle traiettorie di migrazione sociale di cui rendono conto Annie Ernaux – da La honte (1997) a Mémoire de fille (2016) –, Pierre Bourdieu (Esquisse pour une auto-analyse, 2004) e Didier Eribon (Retour à Reims, 2009); intorno ai temi del tradimento, dell’emancipazione e del riscatto, la comparazione dei loro testi consentirà di misurare le specificità dell’auto-socio-biografia letteraria rispetto al discorso teorico sulle implicazioni socio-culturali della honte.

Nell’ambito del corso, che avrà in parte un andamento seminariale e che sarà interamente tenuto in francese, ogni studente sarà chiamato ad approfondire in particolare un’opera a scelta tramite due elaborati scritti accompagnati da esposizione orale: l’uno in itinere (presentazione generale), l’altro alla fine del corso (approfondimento teorico-critico). Gli argomenti specifici degli approfondimenti individuali e i relativi strumenti critici verranno concordanti con il docente. L’esame orale consisterà nell’accertamento delle conoscenze d’insieme relative al programma, nonché alla storia della critica (LM37) e alla storia dell’editoria (LM19).
Programma dettagliato, bibliografia orientativa, materiali di studio e indicazioni precise per la preparazione degli approfondimenti individuali verranno forniti inizialmente e durante il corso.
Gli studenti impossibilitati a frequentare sono invitati a contattare il docente.

Écritures de la honte

La honte liée aux traumatismes de l’histoire et la honte de tout un chacun, la honte au quotidien: comme Jean-Pierre Martin le montre, selon une perspective comparatiste, dans La honte. Réflexions sur la littérature, la sensation et la mémoire de la honte, ses sources, ses manifestations et ses retombées tant intimes que collectives – stigmatisation et humiliation, infériorisation et intériorisation du regard de l’autre sur soi – représentent un thème majeur de la littérature moderne. De même qu’un tour d’horizon théorique, attentif aux contributions de l’histoire culturelle (Chaouat) et de la philosophie (Saint-Cheron), de la sociologie clinique (Gaulejac) et de la psychanalyse (Cyrulnik, Tisseron, Ciccone et Ferrant) nous aideront à distinguer l’émotion catastrophique de la honte d’un certain nombre de notions contiguës telles celles de la culpabilité, de l’infamie, du déshonneur, de la pudeur et de l’abjection, un parcours historique concernant la phénoménologie et l’anthropologie littéraire de la honte (depuis Racine jusqu’à Rousseau et au XXe siècle: Bove, Camus, Sartre, Ionesco, Genet, Jouhandeau, Duras) nous permettra de circonscrire un espace littéraire caractérisé par la tension entre silence et parole, opacité et transparence, hypersensibilité et impuissance, un espace d’auto-analyse et de réélaboration, de prise de conscience et de réparation.
À la croisée de la honte historique, de la honte sociale et de la honte sexuelle, ainsi que de modalités d’écriture différentes, les deux sujets suivants seront abordés:
- à partir du débat autour de la littérature des camps de concentration (L’espèce humaine de Robert Antelme) e, plus précisément, à partir de la position de Georges Perec (Robert Antelme ou la vérité de la littérature), on esquissera un parallèle entre le témoignage Moi Pierre Seel, déporté homosexuel, récit écrit en collaboration avec Jean Le Bitoux (Paris, Calmann-Lévy, 1994) et le roman de Daniel Arsand Je suis en vie et tu ne m’entends pas (Arles, Actes Sud, 2016);
- questions de classe et questions de genre s’enchevêtrent dès qu’on prend en considération les trajectoires de migration sociale relatées par Annie Eranux – depuis La honte (1997) jusqu’à Mémoire de fille (2016) –, Pierre Bourdieu (Esquisse pour une auto-analyse, 2004) et Didier Eribon (Retour à Reims, 2009); en raison des motifs récurrents de la trahison, de l’émancipation et de la réconciliation, la comparaison de ces textes contribuera à mettre en relief les spécificités de l’auto-socio-biographie littéraire par rapport au discours théorique sur les implications socio-culturelles de la honte.
Les approches interprétatives privilégiées seront celles de la psychocritique, de la sociologie de la littérature, des études culturelles et des études genre, que les étudiants de Littérature française 2 LM Méthodologies critiques et interprétation du texte (LM37) seront tenus à situer dans l’histoire récente de la critique littéraire en France, alors que les étudiants de Littérature française pour l’édition (LM19) situeront les éléments concernant les rapports entre création littéraire et journalisme proposés pendant le cours dans l’histoire de l’édition en France.

Le cours, qui aura lieu entièrement en français, comportera des travaux dirigés. Chaque étudiant approfondira l’étude d’une œuvre au choix en présentant deux textes qu’il exposera aux autres étudiants: le premier pendant le cours (présentation générale), le second à la fin du cours (problématisation théorique et critique). Lors de l’examen oral, on se limitera à vérifier les connaissances générales concernant l’ensemble du programme, ainsi que l’histoire de la critique littéraire (LM37) et l’histoire de l’édition (LM19).
Le programme détaillé du cours, un choix de textes et les indications précises pour la préparation des approfondissements individuels seront fournis au début et tout au long du cours.
Les étudiants qui ne peuvent pas fréquenter ce cours sont invités à s’adresser au professeur.

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Anne Maurel La critique Hachette 1998
Jean-Pierre Martin La honte. Réflexions sur la littérature Gallimard Folio 2017 edizione originale: Paris, Seuil, 2006.
Jean-Yves Mollier Une autre histoire de l’édition française La Fabrique éditions 2015

Modalità d'esame

La valutazione finale sarà il risultato delle seguenti prove parziali (da sostenersi tutte in francese):
a) approfondimento individuale con presentazione in itinere ed elaborato scritto con esposizione orale durante il seminario di fine corso (1/2 della valutazione);
b) accertamento orale delle conoscenze relative al corso; elementi di storia e metodologie della critica letteraria (LM37) e di storia dell’editoria in Francia (LM19) (1/2 della valutazione).
Saranno oggetto di valutazione: la qualità dell'espressione scritta e orale in francese, la chiarezza e la coerenza dell'argomentazione, la completezza delle informazioni e la capacità di approfondire criticamente le conoscenze acquisite.

L’évaluation finale sera le résultat des épreuves partielles suivantes, qui auront toutes lieu en français:
a) travaux dirigés concernant une œuvre au choix (2 textes rédigés et exposés): présentation pendant le cours; approfondissement théorique et critique à la fin du cours (1/2 de l’évaluation);
b) vérification des connaissances sur l’ensemble du programme (LM37 et LM19), ainsi que sur l’histoire récente de la critique littéraire en France (LM37) ou bien sur l’histoire de l’édition en France (1/2 de l’évaluation).
Critères d'évaluation: qualité de l'expression écrite et orale, clarté et cohérence de l'argumentation, richesse des informations et capacité d'approfondissement critique.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Stage e tirocini

Le attività di stage sono finalizzate a far acquisire allo studente una conoscenza diretta in settori di particolare interesse per l’inserimento nel mondo del lavoro e per l’acquisizione di abilità professionali specifiche.
Le attività di stage sono svolte sotto la diretta responsabilità di un singolo docente presso studi professionali, enti della pubblica amministrazione, aziende accreditate dall’Ateneo veronese.
I crediti maturati in seguito ad attività di stage saranno attribuiti secondo quanto disposto nel dettaglio dal “Regolamento d’Ateneo per il riconoscimento dei crediti maturati negli stage universitari” vigente.
Tutte le informazioni in merito agli stage sono reperibili al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/stage-e-tirocini.
 

Prova finale

La prova finale, cui sono attribuiti 21 CFU, deve presentare un approccio originale su un argomento attinente la prima o la seconda lingua scelte dallo studente; la prima o la seconda letteratura; le relative materie d’area; le relative filologie oppure il settore delle letterature comparate. Si tratta di un approfondito lavoro di ricerca che dovrà sfociare in un elaborato in lingua italiana o straniera di almeno ottanta cartelle. Guidato dal relatore, lo studente dimostrerà di saper raccogliere informazioni e materiali bibliografici, di rielaborare e collegare tra loro le letture effettuate, di applicare conoscenze teorico-metodologiche all’analisi dei testi o alle problematiche affrontate.
La discussione della tesi avviene in presenza di una Commissione di Laurea composta da non meno di 5 docenti dell’Ateneo.
Alla prova finale potranno essere attribuiti non più di 11 punti su 110.
Lo studente potrà chiedere l’assegnazione di un argomento per la tesi dopo aver acquisito almeno 50 CFU del biennio.
Per le altre disposizioni, si rimanda espressamente al Regolamento Didattico di Ateneo e al Regolamento di Ateneo per gli studenti.
Il voto di laurea è formato da:
a) la media aritmetica dei voti conseguiti negli esami, rapportata a 110,
b) la valutazione dell’esame di laurea: un massimo di 11 punti riservati alla tesi magistrale e relativa discussione. Al candidato che abbia ottenuto il massimo dei voti può essere concessa la distinzione della lode, se la Commissione è unanime nel giudicare eccellente la tesi e ottima la discussione in sede di esame. A tesi particolarmente significative può essere riconosciuta anche la dignità di stampa.
c) punti supplementari di incentivazione:
  • un massimo di 2 punti per le lodi (1 punto per due lodi, 2 punti per più lodi).

  • 2 punti per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale entro la durata normale del corso di studi.
  • 1 punto per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale anche oltre la durata normale del corso di studi.
Non possono essere attribuiti punti di incentivazione per qualsiasi esperienza all’estero svolta dallo studente su iniziativa privata, anche se riconosciuta come equipollente dal Dipartimento/Collegio Didattico.

Allegati

Elenco delle proposte di tesi e stage

Nessuna proposta di tesi o stage attualmente disponibile


Esercitazioni Linguistiche CLA


Vademecum per lo studente

In allegato il vademecum normativo per gli studenti dell'area Lingue e letterature straniere.

Allegati

Titolo Info File
pdf Vademecum normativo area Lingue e letterature straniere 1269 KB, 22/06/21 

Doppio Titolo

Grazie ad una rete di accordi con Atenei esteri, l’Università di Verona offre percorsi formativi internazionali che consentono l’acquisizione di un doppio titolo di studio. L’ammissione ad un CdS a doppio titolo consente di conseguire contemporaneamente, nel tempo di un normale ciclo di studi (di cui una parte viene svolta all'estero), sia il titolo di studio dell’Università di Verona che il titolo rilasciato dall'Ateneo partner, garantendo di vedere riconosciuto il diploma di laurea in entrambi i Paesi.
L'accesso al doppio titolo (così come l’eventuale sostengo finanziario) è regolato da uno specifico bando, e il numero di posti è limitato.

⇒ Pubblicato l'Avviso per la selezione di studenti da ammettere ai percorsi di laurea a doppio titolo dell’Università degli Studi di Verona


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.