Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2019/2020

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Annuale (Lingue e letterature straniere) 30-set-2019 30-mag-2020
I semestre (Lingue e letterature straniere) 30-set-2019 11-gen-2020
II semestre (Lingue e letterature straniere) 17-feb-2020 30-mag-2020
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
ESAMI LINGUE - sessione invernale 13-gen-2020 15-feb-2020
ESAMI LINGUE - sessione estiva 3-giu-2020 25-lug-2020
ESAMI LINGUE - sessione autunnale 24-ago-2020 19-set-2020
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
LAUREE LINGUE - sessione autunnale (a.a. 2018/19) 4-nov-2019 9-nov-2019
LAUREE LINGUE - sessione straordinaria (a.a. 2018/19) 30-mar-2020 4-apr-2020
LAUREE LINGUE - sessione estiva (a.a. 2019/20) 6-lug-2020 11-lug-2020
LAUREE LINGUE - sessione autunnale (a.a. 2019/20) 2-nov-2020 7-nov-2020
LAUREE LINGUE - sessione straordinaria (a.a. 2019/20) 7-apr-2021 13-apr-2021
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa Ognissanti (Lingue) 1-nov-2019 1-nov-2019
Sospensione delle lezioni 2-nov-2019 2-nov-2019
Vacanze di Natale (Lingue) 23-dic-2019 6-gen-2020
Vacanze di Pasqua (Lingue) 10-apr-2020 14-apr-2020
Festa della Liberazione (Lingue) 25-apr-2020 25-apr-2020
Festa del Lavoro (Lingue) 1-mag-2020 1-mag-2020
Sospensione delle lezioni 2-mag-2020 2-mag-2020
Festa del Santo Patrono (Lingue) 21-mag-2020 21-mag-2020
Sospensione delle lezioni 22-mag-2020 23-mag-2020
Festa della Repubblica (Lingue) 2-giu-2020 2-giu-2020
Vacanze estive (Lingue) 10-ago-2020 15-ago-2020

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Lingue e letterature straniere.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F H M N O P R S T U V Z

Aloe Stefano

stefano.aloe@univr.it +39 045802 8409

Baratta Rossella

rossella.baratta@univr.it

Bellini Marta

marta.bellini@univr.it 0455116176

Bertollo Sabrina

sabrina.bertollo@univr.it +39 045802 8753

Bisetto Barbara

barbara.bisetto@univr.it +39 045802 8597

Cagliero Roberto

roberto.cagliero@univr.it +39 045802 8694

Cantarini Sibilla

sibilla.cantarini@univr.it +39 045802 8199

Carol Lidia

lidia.carolgerones@univr.it

Cassia Fabio

fabio.cassia@univr.it 0458028689

Confente Ilenia

ilenia.confente@univr.it 045 802 8174

Corsi Corrado

corrado.corsi@univr.it 045 802 8452 (VR) 0444/393937 (VI)

D'Attoma Sara

sara.dattoma@univr.it

De Beni Matteo

matteo.debeni@univr.it +39 045 802 8540

Ferrari Maria Luisa

marialuisa.ferrari@univr.it 045 802 8532

Fossaluzza Giorgio

giorgio.fossaluzza@univr.it +39 045 802 8795

Franceschi Valeria

valeria.franceschi@univr.it +39 045802 8729

Humbley Jean Louis

jeanlouis.humbley@univr.it +39 045 802 8105

Mannoni Michele

michele.mannoni@univr.it +39 045802 8597

Martinelli Caterina

caterina.martinelli@univr.it + 39 045 802 8661

Moggi Sara

sara.moggi@univr.it 045 802 8290

Niu Chunye

chunye.niu@univr.it

Ortino Matteo

matteo.ortino@univr.it +39 045 8028830

Pizzamiglio Maurizio

maurizio.pizzamiglio@univr.it

Resi Rossella

rossella.resi@univr.it

Rodriguez Abella Rosa Maria

rosa.rodriguez@univr.it +39 045802 8571

Rospocher Marco

marco.rospocher@univr.it +39 045802 8326

Sartor Elisa

elisa.sartor@univr.it +39 045802 8598

Tallarico Giovanni Luca

giovanni.tallarico@univr.it +39 045 802 8663

Ugolini Marta Maria

marta.ugolini@univr.it + 39 045 802 8126

Vernizzi Silvia

silvia.vernizzi@univr.it 045 802 8168 (VR) 0444 393937 (VI)

Zanfei Anna

anna.zanfei@univr.it +39 045802 8347

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Tra gli anni: 1°- 2°
Ulteriori competenze linguistiche
6
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S006137

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

L-LIN/04 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA FRANCESE

Lingua di erogazione

Francese fr

Periodo

II semestre (Lingue e letterature straniere) dal 17-feb-2020 al 30-mag-2020.

Obiettivi formativi

Al termine dell’insegnamento gli studenti saranno in grado di:
- disporre di competenze e metodologie nell’ambito delle lingue di specialità;
- dimostrare padronanza dello studio testuale per l’analisi e la produzione di testi specialistici nell’ambito del turismo e del commercio internazionale.

Programma

OBIETTIVI E RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Il corso, altamente applicativo, si propone di fornire agli studenti gli strumenti per la conoscenza e l’analisi delle varietà linguistiche del francese del commercio e del turismo attraverso lo studio, l’analisi e l’interpretazione di tipologie testuali diverse. Obiettivi del corso sono anche l’acquisizione delle abilità che gli consentono di comunicare in modo chiaro attraverso le lingue di specialità (ambiti del commercio e del turismo) e di sviluppare capacità di apprendimento e metodologie integrate (quali l’analisi terminologica e testuale a partire dai corpora e attraverso l’ausilio di strumenti informatici).

METODOLOGIA DI INSEGNAMENTO
L’insegnamento prevede lezioni frontali e interattive a cura del docente, volte a guidare gli studenti nell’apprendimento degli argomenti oggetto del corso. Le lezioni, svolte dal docente in lingua francese e con un approccio di tipo comunicativo, favoriranno la comprensione, la capacità di lettura, l'interpretazione e l'analisi linguistica dei fenomeni lessicali affrontati in aula. Al fine di verificare in itinere l’acquisizione degli argomenti trattati durante le lezioni sono previste attività guidate in aula sotto forma di esercizi, tâches e prove di autovalutazione volte ad accertare il raggiungimento degli obiettivi. Inoltre, nel corso dell’anno accademico gli studenti potranno seguire conferenze e seminari tenuti da studiosi del mondo francofono, ospitati in Ateneo.

PROGRAMMA
Il corso è articolato in due sezioni distinte.
Nella prima sezione verranno delineati i seguenti argomenti, secondo l’ordine indicato :
1. Norma e uso nel francese contemporaneo;
2. Creazione di un corpus di lavoro (turismo, commercio equo e solidale, commercio elettronico);
3. I diversi generi testuali nel turismo (giornali, diari di viaggio, guide turistiche, articoli di stampa, pubblicità, norme, questionari, ecc.) e nel commercio (offerte di lavoro, articoli di stampa, cataloghi di vendita, etc.);
4. Analisi critica di dati pubblicati su Internet;
5. La terminologia, la neologia; i prestiti linguistici;
6. La denominazione dei mestieri del turismo e del commercio e le modalità di creazione dei termini: etimologia, prestiti, femminilizzazione;
7. L’evoluzione terminologica delle forme di commercio: dal catalogo per corrispondenza al commercio, l’analisi e la produzione di una scheda terminologica;
8. La struttura di un documento (testo, illustrazioni, tipografia, impaginazione);
9. L’analisi e la produzione di un documento.

Nella seconda sezione verranno affrontati i seguenti argomenti, secondo l’ordine indicato:
1. La linguistica dei corpora all’interno dello studio delle lingue di specialità (cos’è e a cosa serve);
2. Il corpus come fonte di dati linguistici (documento concreto di alcune varietà del francese negli ambiti del turismo e del commercio): campionamento e rappresentatività;
3. Le questioni giuridiche e etiche per il trattamento di documenti e per la costituzione di un corpus chiuso o aperto;
4. La definizione e l’approccio della linguistica dei corpora: i principali tipi di corpus;
5. L’esplorazione di un corpus; le concordanze, le collocazioni, la frequenza e l’analisi qualitativa e quantitativa;
6. Le possibili applicazioni della linguistica dei corpora per l’esplorazione delle varietà terminologiche del commercio, del marketing del lusso e del turismo: lessicologia, lessicografia, terminologia e traduzione; gli strumenti informatici utilizzati per il trattamento automatico delle lingue;
7. La creazione e la costituzione di un corpus: criteri e selezione dei metadati, costituzione di un corpus, trascrizione e annotazione,
8. Esempi di analisi di corpora testuali di piccole, medie e grandi dimensioni ; analisi di alcune metodologie basate sull’osservazione e l’analisi semi-automatica delle varietà linguistiche e terminologiche nell’ambito del commercio e del turismo, basate su misure di tipo quantitativo e qualitativo.
9. L'onomastica commerciale: trattamento lessicologico e lessicografico dei nomi di marca (lingua generale e lingue di specialità)

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO
Testi obbligatori
- CABRÉ Maria Teresa (2008), « Constituer un corpus de textes de spécialité », Cahiers du CIEL, Université Paris-Diderot.
http://www.eila.univ-paris-diderot.fr/_media/recherche/clillac/ciel/cahiers/2007-2008/04-cabre.pdf?id=recherche:clillac:ciel:cahiers:2007-2008
- DESEILLIGNY, ANGE, Le maillage intertextuel des blogs de voyage ou la production de figures du voyageur. MEI - Médiation et information, L'Harmattan, 2011, p. 131-140.hal-01137217
PETIT, Michel « Les descripteurs du Cadre : quelle conception de la langue de spécialité ? » In Haramboure, F. et al. (dir). Travaux des journées 2006 de l’EA 2025. Bordeaux : Université Victor Segalen Bordeaux 2, 14-29 texte fourni
- MOIRAND Sophie et TRÉGUER-FELTEN Geneviève, « Des mots de la langue aux discours spécialisés, des acteurs sociaux à la part culturelle du langage : raisons et conséquences de ces déplacements », ASp (revue du GERAS), 51-52, 2007: http://journals.openedition.org/asp/465
- Bénédicte Pincemin. Concordances et concordanciers : de l'art du bon KWAC. XVIIe colloque d'Albi Lagages et signification - Corpus en Lettres et Sciences sociales : des documents numériques à l'interprétation, Jul 2006, Albi, France. pp.33-42. ⟨https://halshs.archives-ouvertes.fr/halshs-00356008⟩ Téléchargeable à : https://halshs.archives-ouvertes.fr/halshs-00356008/document
- Décuré, Nicole & Laura Hartwell (dirs.). (2018). N° 31 - Les corpus / Corpora. Études en didactique des langues 31, 112 pp.
- Doquet, C., David, J. et Fleury, S. (Éds.) (2018) Spécificités et contraintes des grands corpus de textes scolaires : problèmes de transcription, d'annotation et de traitement. Corpus, 16.https://journals.openedition.org/corpus/2725
- Rastier, F. (2004). Enjeux épistémologiques de la linguistique de corpus. Texto ! [en ligne], juin 2004. Rubrique Dits et inédits. Disponible sur : http://www.revue-texto.net/Inedits/Rastier/Rastier_Enjeux.html

Testi di approfondimento
- BÉACCO Jean-Claude (1992), « Les genres textuels dans l’analyse du discours », Langages, 105, 8-27. http://www.persee.fr/doc/lgge_0458-726x_1992_num_26_105_1621
- CANDEL Danielle, « La terminologie entre science et discours ? Remarques sur la terminologie institutionnelle », Linx, 2005, 52, p. 85-96. http://journals.openedition.org/linx/196
- CIAPUSCIO GUIOMAR Elena (2007), « Genres et familles de genres : apports pour l’acquisition de la compétence générique dans le domaine académique », ELA, 148, 405-416, https://www.cairn.info/revue-ela-2007-4-page-405.htm
- FORNER, Werner, THÔRLE, Britta (eds.) (2016). Manuel des langues de spécialité. De Gruyter: Berlin.
- Sinclair, J. (1991). Corpus Concordance, Collocation. Oxford : OUP.
- Tognini-Bonelli, E. (2001). Corpus linguistics at work. Amsterdam : John Benjamins Publishing.
- Williams G. (éd.) (2005). La linguistique de corpus . Rennes : Presses Universitaires de Rennes.
- Poudat, C., & Landragin, F. (2017). Explorer un corpus textuel: Méthodes-pratiques-outils. Louvain-la-neuve : De Boeck Superieur.

Modalità d'esame

MODALITÀ D’ESAME
Agli studenti verrà richiesto di produrre un documento simile a quelli che verranno studiati durante il corso e che riguarderà argomenti affrontati in aula. Tale lavoro, pur essendo individuale, verrà seguito dal docente. Sono previsti momenti di condivisione delle ricerche, delle difficoltà e dell’esperienza degli studenti. Alla fine del semestre, ogni studente dovrà esporre oralmente il documento scritto prodotto. Per superare l’esame, sarà necessario dimostrare un livello di preparazione sufficiente in ciascuna delle due parti del corso. Verranno inoltre valutate le capacità argomentative dello studente e di collegare ed elaborare con spirito critico gli argomenti trattati nel corso. La valutazione finale risulterà dalla media delle valutazioni ottenute nelle diverse sezioni.
La prova mira a verificare: a) la conoscenza dei fondamenti teorici della terminologia e delle lingue di specialità in ambito commerciale e turistico; b) la conoscenza delle caratteristiche distintive delle lingue di specialità; c) la capacità di condurre un’analisi delle varietà della lingua su corpora scritti, anche attraverso l’ausilio di strumenti informatici.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Vademecum per lo studente

In allegato il vademecum normativo per gli studenti dell'area Lingue e letterature straniere.

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Vademecum normativo area Lingue e letterature straniere 1006 KB, 24/09/21 

Ulteriori competenze linguistiche

Per coprire i  6 CFU F riservati alla terza Lingua straniera lo studente deve acquisire almeno 3 CFU di livello B1 (o livello superiore) in una lingua diversa da quelle acquisite in triennale e compresa nella tabella riportata sul Vademecum.
I livelli di competenza linguistica (B1, B2, C1, C2) vengono riconosciuti nel corso di laurea magistrale, solo se non sono già stati registrati i livelli inferiori nella laurea triennale.
Lo studente che nella laurea triennale ha ottenuto:
- capacità e competenze equivalenti a quelle di una competenza linguisticamediante uno o più esami di lingua o prove di lingua 
- una competenza linguistica propriamente detta
- una certificazione linguistica rilasciata da enti certificatori MIUR
dovrà sostenere competenze linguistiche di livello B2 o superiore. In caso di dubbi, fare richiesta mediante il servizio Help desk.

Nota bene: Tutti i CFU F, non hanno voto, bensi l’idoneità (“approvato”).
 

Prova finale

La prova finale, cui sono attribuiti 15 CFU, consiste nella discussione di un elaborato prodotto sotto la guida di un relatore. Essa contribuirà ad affinare le capacità dello Studente di elaborare autonomamente un argomento e di discuterlo criticamente con il supporto delle fonti e risorse bibliografiche disponibili in Università.
La discussione della tesi avviene in presenza di una Commissione di Laurea composta da non meno di 5 docenti dell’Ateneo.
Alla prova finale potranno essere attribuiti non più di 11 punti su 110.
Lo studente potrà chiedere l’assegnazione di un argomento per la tesi dopo aver acquisito almeno 50 CFU del biennio.
Per le altre disposizioni, si rimanda espressamente al Regolamento Didattico di Ateneo e al Regolamento di Ateneo per gli studenti.
Il voto di laurea è formato da: 
a) la media aritmetica dei voti conseguiti negli esami, rapportata a 110, 
b) la valutazione dell’esame di laurea: un massimo di 11 punti riservati alla tesi magistrale e relativa discussione. Al candidato che abbia ottenuto il massimo dei voti può essere concessa la distinzione della lode, se la Commissione è unanime nel giudicare eccellente la tesi e ottima la discussione in sede di esame. A tesi particolarmente significative può essere riconosciuta anche la dignità di stampa.
c) punti supplementari di incentivazione: 

  • un massimo di 2 punti per le lodi (1 punto per due lodi, 2 punti per più lodi).

  • 2 punti per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale entro la durata normale del corso di studi.
  • 1 punto per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale anche oltre la durata normale del corso di studi.

Non possono essere attribuiti punti di incentivazione per qualsiasi esperienza all’estero svolta dallo studente su iniziativa privata, anche se riconosciuta come equipollente dal Dipartimento/Collegio Didattico.
 

Allegati


Esercitazioni Linguistiche CLA


Stage e tirocini

Nel piano didattico della laurea magistrale in Lingue per la comunicazione turistica e commerciale (LM38) è previsto un periodo di stage/project work (CFU 9).
 
Le attività di stage sono finalizzate a far acquisire allo studente una conoscenza diretta in settori di particolare utilità per l’inserimento nel mondo del lavoro e per l’acquisizione di abilità specifiche d’interesse professionale. Tali attività possono essere svolte in aziende nazionali ed estere che operano nel settore del turismo e che presentano sbocchi di mercato internazionali, accreditate presso l’Ateneo Veronese, nonché presso Enti della Pubblica Amministrazione, Laboratori e Centri di Servizi pubblici (sono da intendersi in questo novero anche i Centri di Servizio ed i Laboratori che fanno capo all’Ateneo). Tali attività possono svolgersi anche nel contesto di project work organizzati sotto la diretta responsabilità di un docente o di un esperto del settore incaricato dal Collegio Didattico.
I crediti maturati in seguito ad attività di stage saranno attribuiti secondo quanto disposto nel dettaglio dal “Regolamento d’Ateneo per il riconoscimento dei crediti maturati negli stage universitari” vigente.
Tutte le informazioni in merito agli stage sono reperibili al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/stage-e-tirocini.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.