Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2020/2021

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
1° SEMESTRE TPALL 1-ott-2020 20-dic-2020
2° SEMESTRE TPALL 1-feb-2021 28-mag-2021

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C F G L M N P R S T V Z

Liboi Elio Maria

elio.liboi@univr.it 0458027666

Longo Daniele

daniele.longo@apss.tn.it

Mantovani William

william.mantovani@univr.it

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Meyer Anja

anja.meyer@univr.it

Micciolo Rocco

rocco.micciolo@economia.unitn.it

Mottes Monica

monica.mottes@univr.it +39 045 8027 184

Pertile Riccardo

riccardo.pertile@apss.tn.it 0461 904694

Rizzi Corrado

corrado.rizzi@univr.it 045 802 7947

Scapini Patrizia

patrizia.scapini@univr.it 0458027556

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Torre Francesco

francesco.torre@apss.tn.it

Vivori Cinzia

cinzia.vivori@apss.tn.it

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zoccatelli Gianni

gianni.zoccatelli@univr.it +39 045 802 7952

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S006099

Crediti

3

Coordinatore

Lorenzo Avanzi

L'insegnamento è organizzato come segue:

Bisogni educativi nelle organizzazioni

Crediti

1

Periodo

2° SEMESTRE TPALL

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire gli elementi necessari per la comprensione dell'interazione tra individuo e ambiente di lavoro, con particolare riferimento alla dinamica dello stress lavoro-correlato ed alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Affronta inoltre il tema della comunicazione della sicurezza in una prospettiva sociologica. Si analizzeranno quindi le dinamiche di costruzione e accettazione sociale del rischio e si predisporranno gli elementi per la riflessione sugli strumenti di gestione e comunicazione della sicurezza. MODULO PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI Obiettivi formativi: Il corso intende fornire una introduzione relativa agli approcci teorici, ai fattori psicosociali di rischio, alla valutazione e agli interventi dello stress lavoro-correlato. I temi trattati vertono sullo stress lavoro-correlato e i suoi legami con la salute e la sicurezza dei lavoratori. Il corso intende si focalizzerà sullo stress lavoro-correlato come fenomeno emergente e si articolerà in questo modo. Lo stress lavoro-correlato: - definizione del processo di stress e primi approcci di studio - descrizione degli antecedenti e delle conseguenze del fenomeno dello stress - impatto dei fattori personali - ruolo dei modelli teorici - come impostare una valutazione dello stress lavoro-correlato - cenni sulla prevenzione. MODULO SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI Obiettivi formativi: Il corso verterà sull’analisi sociologica dei concetti di rischio, sicurezza e comunicazione del rischio. Verranno presentate diverse prospettive teoriche sulla società del rischio e sulla sicurezza come costruzione sociale; verranno analizzati alcuni esempi di comunicazione e percezione sociale del rischio. Temi trattati nel corso: Analisi in un’ottica sociologica dei concetti di rischio, sicurezza e comunicazione del rischio. Introduzione ai concetti di informazione, interazione e comunicazione. Analisi dei processi di comunicazione diretta e mediata. Il concetto di società del rischio e il cambiamento del concetto di rischio alla luce della teoria sociologica. Presentazione del tema della sicurezza e della libertà come elemento della cultura organizzativa di un’impresa. Dinamiche di accettazione sociale del rischio. Il concetto di sicurezza come costruzione sociale. Analisi di specifici esempi di comunicazione e percezione del rischio in prospettiva sociologica. Esercitazioni in classe con svolgimento di limitate indagini sociologiche relative all’applicazione delle regole di sicurezza e alle violazioni; alla percezione sociale del rischio.

Programma

Psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Il corso intende fornire una introduzione relativa agli approcci teorici, ai fattori psicosociali di rischio, alla valutazione e agli interventi dello stress lavoro-correlato. I temi trattati vertono sulla metodologia della ricerca psicosociale, con particolare riferimento alla ricerca in psicologia del lavoro e sul fenomeno dello stress lavoro-correlato e i suoi legami con la salute e la sicurezza dei lavoratori.
Temi trattati nel corso:
Il corso intende fornire da un lato una introduzione metodologica, per avvicinare gli studenti allo studio scientifico dei comportamenti e atteggiamenti lavorativi, dall’altro si focalizzerà sullo stress lavoro-correlato come fenomeno emergente.
In particolare, il corso si articolerà in questo modo:
2. Lo stress lavoro-correlato:
- definizione del processo di stress e primi approcci di studio
- descrizione degli antecedenti e delle conseguenze del fenomeno dello stress
- impatto dei fattori personali
- ruolo dei modelli teorici
- come impostare una valutazione dello stress lavoro-correlato
- cenni sulla prevenzione

-Fraccaroli F. e Balducci C. (2011) “Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni” – Il Mulino + le slide delle lezioni.

Modalità d'esame

Esame scritto. L'esame potrebbe diventare orale in caso di restringimenti dovuti alla pandemia

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Fraccaroli F. & Balducci C. Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni, (Edizione 1) il Mulino, Bologna 2014 978-88-15-15071-4
Lupton Deborah Il Rischio il Mulino 1999
Strati Antonio La comunicazione organizzativa Carocci 2013 capitoli 1, 2 e 4
Bruni, A. La sicurezza organizzativa. Un'etnografia in sala operatoria Carocci 2011
Galatino Maria Grazia La società della sicurezza. La costruzione sociale della sicurezza in situazioni di emergenza Franco Angeli 2010 capitoli 1 e 4
Gosetti Giorgio Lavoro frammentato, rischio diffuso. Lavoratori e prevenzione al tempo della flessibilità Franco Angeli 2012
Luhmann Niklas Sociologia del rischio Mondadori 1991 capitoli 1 e 10

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU. La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale. La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:
- una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
- la redazione di un elaborato di tesi e sua discussione.
Si è ammessi alla discussione dell’elaborato di Tesi solo se si è superata positivamente la prova pratica. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico personale, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica. Il punteggio finale di Laurea, espresso in cento/decimi con eventuale lode, è formato dalla media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, dalla somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti) e nella discussione della Tesi (fino ad un massimo di 6 punti). La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a:
  • presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti;
  • partecipazione ai programmi Erasmus fino a 2 punti aggiuntivi;
  • laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punti aggiuntivi.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di laurea

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.