Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 3-ott-2022 27-gen-2023
Secondo semestre 6-mar-2023 16-giu-2023

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M P S

Accordini Simone

simone.accordini@univr.it +39 045 8027657

Bicego Manuele

manuele.bicego@univr.it +39 045 802 7072

Bombieri Cristina

cristina.bombieri@univr.it 045-8027284

Bombieri Nicola

nicola.bombieri@univr.it +39 045 802 7094

Cicalese Ferdinando

ferdinando.cicalese@univr.it +39 045 802 7969

Combi Carlo

carlo.combi@univr.it 045 802 7985

Constantin Gabriela

gabriela.constantin@univr.it 045-8027102

Daducci Alessandro

alessandro.daducci@univr.it +39 045 8027025

Delledonne Massimo

massimo.delledonne@univr.it 045 802 7962; Lab: 045 802 7058

Franco Giuditta

giuditta.franco@univr.it +39 045 802 7045

Giugno Rosalba

rosalba.giugno@univr.it 0458027066

Laudanna Carlo

carlo.laudanna@univr.it 045-8027689

Liptak Zsuzsanna

zsuzsanna.liptak@univr.it +39 045 802 7032

Malerba Giovanni

giovanni.malerba@univr.it 045/8027685

Marcon Alessandro

alessandro.marcon@univr.it +39 045 802 7668

Marzola Pasquina

pasquina.marzola@univr.it 045 802 7816 (ufficio); 045 802 7614 (laboratorio)

Molesini Barbara

barbara.molesini@univr.it 045 802 7550

Perduca Massimiliano

massimiliano.perduca@univr.it +39 045 802 7984

Sala Pietro

pietro.sala@univr.it 0458027850

Salvagno Gian Luca

gianluca.salvagno@univr.it 045 8124308-0456449264

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Further linguistic skills (C1 English suggested)
3
F
-
Stages
3
F
-
Final exam
24
E
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S009836

Coordinatore

Pasquina Marzola

Crediti

6

Lingua di erogazione

Inglese en

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

FIS/07 - FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)

Periodo

Secondo semestre dal 6-mar-2023 al 16-giu-2023.

Obiettivi di apprendimento

Il corso si propone di fornire agli studenti le basi per la comprensione della costruzione delle immagini biomediche nelle moderne tecniche di imaging medico. Conoscenza e capacità di comprensione. Al termine del corso, lo studente dovrà dimostrare di poter descrivere i principi fisici alla base delle moderne tecniche diagnostiche (ultrasuoni, raggi-X, medicina nucleare, tomografia a risonanza magnetica e imaging ottico). Conoscenze applicate e capacità di comprensione. In particolare, alla fine del corso lo studente dovrà dimostrare di aver compreso i principi alla base della qualità delle immagini e del contrasto, della risoluzione spaziale e temporale e di avere una buona conoscenza delle applicazioni cliniche e biologiche dei diversi metodi. Autonomia di giudizio. Lo studente dovrà inoltre dimostrare di essere in grado di progettare ed eseguire un semplice progetto volto ad acquisire dati con un vero sistema di acquisizione, ad esempio un tomografo a risonanza magnetica, di ricostruire le immagini a partire dai dati grezzi ottenuti e di visualizzare correttamente le immagini risultanti. Abilità comunicative. Lo studente dovrà mostrare di essere in grado di presentare in maniera appropriata le conoscenze apprese durante il corso in modo tale che persone qualificate nel campo possano comprendere. Capacità di apprendere. Lo studente avrà le basi sufficienti per essere in grado in maniera autonoma di leggere e comprendere lavori scientifici nel campo, ed esporre i principali risultati.

Prerequisiti e nozioni di base

Conoscenze acquisite nella laurea triennale.

Programma

Teoria
- Imaging ad ultrasuoni
Onde meccaniche ed elettromagnetiche. Riflessione e rifrazione delle onde: riflessione totale. Onde meccaniche: onde sonore, intensità, impedenza, effetto Doppler. Ultrasuoni (Stati Uniti). Produzione e rilevamento di US: materiali piezoelettrici, trasduttori. Velocità di propagazione. Interazione dell'US con la materia: riflessione, rifrazione, dispersione. Attenuazione degli ultrasuoni. Il dB. Schema a blocchi di un sistema ecografico. Proprietà del fascio di ultrasuoni. Risoluzione spaziale. Funzionamento in modalità A e modalità B. Uso diagnostico dell'effetto Doppler. Agenti di contrasto per gli Stati Uniti. Applicazioni avanzate.
- Imaging a raggi X
Onde elettromagnetiche, spettro em. Produzione di raggi X. Spettro dei raggi X, effetto Bremsstrahlung, spettro continuo e spettro caratteristico. Interazione radiazione-materia: scattering Rayleigh, scattering Compton, effetto fotoelettrico, produzione di coppie. Attenuazione dei raggi X. Coefficiente di attenuazione lineare dei tessuti biologici. Formazione dell'immagine radiologica. Contrasto. Ricostruzione tomografica (ricostruzione in retroproiezione). Macchine per tomografia computerizzata (TC) di 1a, 2a, 3a generazione. Macchine di 4a generazione e tomografia computerizzata spirale (TC spirale). Schema a blocchi di apparecchiature CT. Il rivelatore di raggi X: lastre fotografiche, camere di ionizzazione, scintillatori, fotomoltiplicatori. Agenti di contrasto per l'imaging a raggi X. Applicazioni avanzate.
- Medicina nucleare
Introduzione alla fisica del nucleo. Proprietà del nucleo. Atomi stabili e radioattivi. Decadimento radioattivo. Decadimento alfa. Beta-decadimento. Radiofarmaci. G-Camera, collimatori. SPECT e PET. Schema a blocchi dell'apparato sperimentale. Applicazioni.
-Risonanza magnetica
Spin e magnetismo nucleare. Risonanza magnetica nucleare. Livelli energetici di un sistema di spin in un campo magnetico e transizioni. La popolazione dei livelli di energia. Vettore di magnetizzazione ed equazioni di Bloch. Moto di precessione della magnetizzazione. Sistema di riferimento rotante. Rilassamento T1 e T2. L'effetto di un impulso a radiofrequenza sulla magnetizzazione: rotazione della magnetizzazione. Legumi morbidi e duri. Decadimento a induzione libera. Spin-eco. L'introduzione del gradiente per ottenere informazioni spaziali. Le sequenze di immagini. Schema a blocchi di un tomografo a risonanza magnetica. Tecniche di diffusione pesata: la sequenza di Stejskal e Tanner. Imaging del tensore di diffusione. Agenti di contrasto nella risonanza magnetica. Perfusion Imaging con contrasto intrinseco ed esogeno. Etichettatura della rotazione arteriosa. Applicazioni.
-Imaging ottico
Propagazione della luce nei tessuti biologici: assorbimento e scattering. Legge di Lambert-Birra. Coefficiente di assorbimento. Caratteristiche ottiche dei tessuti biologici. La finestra della trasparenza dei tessuti. Scattering elastico nell'approssimazione di Rayleigh e Mie. Emissione di fluorescenza e bioluminescenza.

Laboratorio
Saranno previste sessioni di laboratorio guidate per mettere in pratica in prima persona alcune delle tecniche introdotte nella teoria.

Modalità didattiche

Il corso e suddiviso in due parti: una parte teorica ed una parte di laboratorio. La parte teorica viene svolta sottoforma di lezioni frontali, con l'ausilio di diapositive preparate dal docente. La parte di laboratorio consiste in esercitazioni pratiche svolte utilizzando strumentazioni di imaging presenti presso l'universita'.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Agli studenti sara' chiesto di leggere, comprendere ed esporre oralmente un articolo scientifico e le tecniche di imaging in esso utilizzate.

Criteri di valutazione

La valutazione sará basata su una presentazione/discussione orale sull'articolo scientifico assegnato, in cui verranno valutati sia l’esposizione che l’interpretazione delle metodologie impiegate e dei risultati ottenuti nell'articolo. Tale discussione può prevedere anche domande sugli argomenti visti nella parte di teoria.

Lingua dell'esame

Inglese

Tipologia di Attività formativa D e F

Le attività formative di tipologia D sono a scelta dello studente, quelle di tipologia F sono ulteriori conoscenze utili all’inserimento nel mondo del lavoro (tirocini, competenze trasversali, project works, ecc.). In base al Regolamento Didattico del Corso, alcune attività possono essere scelte e inserite autonomamente a libretto, altre devono essere approvate da apposita commissione per verificarne la coerenza con il piano di studio. Le attività formative di tipologia D o F possono essere ricoperte dalle seguenti attività.

1. Insegnamenti impartiti presso l'Università di Verona

Comprendono gli insegnamenti sotto riportati e/o nel Catalogo degli insegnamenti (che può essere filtrato anche per lingua di erogazione tramite la Ricerca avanzata).

Modalità di inserimento a libretto: se l'insegnamento è compreso tra quelli sottoelencati, lo studente può inserirlo autonomamente durante il periodo in cui il piano di studi è aperto; in caso contrario, lo studente deve fare richiesta alla Segreteria, inviando a carriere.scienze@ateneo.univr.it il modulo nel periodo indicato.

2. Attestato o equipollenza linguistica CLA

Oltre a quelle richieste dal piano di studi, per gli immatricolati dall'A.A. 2021/2022 vengono riconosciute:

  • Lingua inglese: vengono riconosciuti 3 CFU per ogni livello di competenza superiore a quello richiesto dal corso di studio (se non già riconosciuto nel ciclo di studi precedente).
  • Altre lingue e italiano per stranieri: vengono riconosciuti 3 CFU per ogni livello di competenza a partire da A2 (se non già riconosciuto nel ciclo di studi precedente).

Tali cfu saranno riconosciuti, fino ad un massimo di 6 cfu complessivi, di tipologia F se il piano didattico lo consente, oppure di tipologia D. Ulteriori crediti a scelta per conoscenze linguistiche potranno essere riconosciuti solo se coerenti con il progetto formativo dello studente e se adeguatamente motivati.

Gli immatricolati fino all'A.A. 2020/2021 devono consultare le informazioni che si trovano qui.

Modalità di inserimento a librettorichiedere l’attestato o l'equipollenza al CLA e inviarlo alla Segreteria Studenti - Carriere per l’inserimento dell’esame in carriera, tramite mail: carriere.scienze@ateneo.univr.it

3. Competenze trasversali

Scopri i percorsi formativi promossi dal TALC - Teaching and learning center dell'Ateneo, destinati agli studenti regolarmente iscritti all'anno accademico di erogazione del corso https://talc.univr.it/it/competenze-trasversali

Modalità di inserimento a libretto: non è previsto l'inserimento dell'insegnamento nel piano di studi. Solo in seguito all'ottenimento dell'Open Badge verranno automaticamente convalidati i CFU a libretto. La registrazione dei CFU in carriera non è istantanea, ma ci saranno da attendere dei tempi tecnici.  

4. Periodo di stage/tirocinio

Oltre ai CFU previsti dal piano di studi (verificare attentamente quanto indicato sul Regolamento Didattico): qui informazioni su come attivare lo stage. 

Verificare nel regolamento quali attività possono essere di tipologia D e quali di tipologia F.

Insegnamenti e altre attività che si possono inserire autonomamente a libretto

 

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per gli scadenziari, gli adempimenti amministrativi e gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al servizio Sessioni di laurea - Scienze e Ingegneria.

Alla tesi di laurea sono dedicati 24 CFU, per un lavoro che non deve superare i 4-5 mesi a tempo pieno per la/o studentessa/studente.

La tesi di laurea sarà compilata e discussa in lingua inglese, anche mediante l'ausilio di supporti multimediali quali slide, filmati, immagini e suoni.

Scopo della Tesi di Laurea

Scopo della tesi è quello di sviluppare uno studio originale che può culminare con un progetto applicativo o un risultato teorico connesso a specifici problemi di natura progettuale o una rassegna critica sullo stato dell'arte in un determinato ambito di studio. Nel corso dello svolgimento della Tesi il laureando dovrà, sotto la guida del relatore ed eventuali correlatori, affrontare lo studio e l'approfondimento degli argomenti scelti, ma anche acquisire capacità di sintesi e applicazione creativa delle conoscenze acquisite. Il contenuto della Tesi deve essere inerente a tematiche della bioinformatica e della informatica medica o discipline strettamente correlate. La Tesi consiste nella presentazione in forma scritta di attività che possono essere articolate come: -progettazione e sviluppo di applicazioni o sistemi; -analisi critica di contributi tratti dalla letteratura scientifica; -contributi originali di ricerca.

La Tesi può essere redatta sia in lingua inglese che in lingua italiana, e può essere discussa sia in inglese che in italiano, anche mediante l'ausilio di supporti multimediali quali slide, filmati, immagini e suoni. Nel caso di tesi redatta in lingua italiana alla medesima dovrà essere aggiunto un breve riassunto in lingua inglese.

Modalità di svolgimento e valutazione.

La prova finale consiste nello sviluppo di una tesi di laurea, che impegni lo studente in un lavoro di ricerca, formalizzazione, progettazione o sviluppo: tale lavoro contribuirà sostanzialmente al completamento della sua formazione tecnico-scientifica. Ogni tesi di Laurea può essere interna o esterna, a seconda che sia svolta presso l'Università di Verona o in collaborazione con un altro Ente. Ogni tesi prevede un relatore, eventualmente affiancato da uno o più correlatori, e un controrelatore. Il controrelatore è nominato dal Collegio Didattico almeno 20 gg prima della discussione della Tesi, verificata l'ammissibilità dello studente a sostenere l'esame di Laurea Magistrale. Per quanto riguarda gli aspetti giuridici (ad esempio, proprietà intellettuale dei risultati) legati alla Tesi e ai risultati ivi contenuti, si rimanda alla legislazione vigente in materia ed ai Regolamenti di Ateneo.

Valutazione delle Tesi

I criteri su cui sono chiamati ad esprimersi relatore ed eventuali correlatori e controrelatore sono i seguenti:

1. livello di approfondimento del lavoro svolto, in relazione allo stato dell'arte dei settori disciplinari di pertinenza informatica, con enfasi sulle applicazioni agli ambiti medici e biologici;

2. avanzamento conoscitivo o tecnologico apportato dalla Tesi;

3. impegno critico espresso dalla/dal laureanda/o;

4. impegno sperimentale e/o di sviluppo formale espresso dal laureando;

5. autonomia di lavoro espressa dalla/dal laureanda/o;

6. significatività delle metodologie impiegate;

7. accuratezza dello svolgimento e della scrittura;

La/il controrelatrice/controrelatore non è chiamata/o ad esprimersi sul punto 5.

Voto di Laurea.

Il voto di Laurea (espresso in 110mi) è un valore intero compreso tra 66/110 e 110/110 e viene formato dalla somma, arrotondata al numero intero più vicino (e.g., 93.50 diventa 94, 86.49 diventa 86), dei seguenti addendi:

1) media pesata sui crediti e rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto;

2) valutazione del colloquio di Laurea e della Tesi secondo le seguenti modalità:

a) attribuzione di un coefficiente compreso tra 0 e 1 (frazionario con una cifra decimale) per ciascuno dei punti 1-7 elencati sopra;

b) attribuzione di un coefficiente compreso tra 0 e 1 (frazionario con una cifra decimale) per la qualità della presentazione;

c) somma dei coefficienti attribuiti ai punti a e b.

La presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti, la partecipazione a stage ufficialmente riconosciuti dal Collegio Didattico di Informatica, il superamento di esami in soprannumero ed il raggiungimento della Laurea in tempi contenuti rispetto alla durata legale del corso degli studi possono essere utilizzati dalla Commissione di Laurea per attribuire un ulteriore incremento di un punto. Qualora la somma ottenuta raggiunga 110/110, la Commissione può decidere l'attribuzione della lode. La lode viene

proposta e discussa dalla Commissioni, senza l'adozione di particolari meccanismi di calcolo automatico. In base alle norme vigenti, la lode viene attribuita solo se il parere è unanime

Tesi esterne

Una Tesi esterna viene svolta in collaborazione con un ente diverso dall'Università di Verona. In tal caso, il laureando dovrà preventivamente concordare il tema della Tesi con un relatore dell'Ateneo. Inoltre, è previsto almeno un correlatore appartenente all'ente esterno, quale riferimento immediato per lo studente nel corso dello svolgimento dell’attività di Tesi. Relatore e correlatori devono essere indicati nella domanda di assegnazione Tesi. Le modalità assicurative della permanenza dello studente presso l'Ente esterno sono regolate dalle norme vigenti presso l'Università di Verona. Se la Tesi si configura come un periodo di formazione presso tale ente, allora è necessario stipulare una convenzione tra l'Università e detto ente. I risultati contenuti nella Tesi sono patrimonio in comunione di tutte le persone ed enti coinvolti. In particolare, i contenuti ed i risultati della Tesi sono da considerarsi pubblici. Per tutto quanto riguarda aspetti non strettamente scientifici (e.g. convenzioni, assicurazioni) ci si rifà alla delibera del Senato Accademico del 12 gennaio 1999.

Relatore, correlatori, controrelatori. La Tesi di Laurea viene presentata da un relatore. Relatore può essere un docente di ruolo del corso di Laurea Magistrale in Medical Bioinformatics o del Dipartimento di Informatica o inquadrato nei SSD ING/INF/05 e INF/01 dell’Ateneo. Oltre a coloro che hanno i requisiti indicati rispetto al ruolo di relatore (come indicato sopra), possono svolgere il ruolo di correlatori anche ricercatori operanti in istituti di ricerca extra-universitari assegnisti di ricerca, titolari di borsa di studio post-dottorato, dottorandi di ricerca, personale tecnico del Dipartimento, cultori della materia nominati da un Ateneo italiano ed ancora in vigore, referenti aziendali esperti nel settore considerato nella Tesi. Controrelatore può essere nominato qualunque docente dei settori scientifico-disciplinari presenti nell’offerta didattica della laurea magistrale in Medical Bioinformatics e in servizio presso l'Università degli Studi di Verona, che risulti particolarmente competente nell'ambito specifico di studio della Tesi.

 


Modalità di frequenza

Come riportato nel Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, la frequenza al corso di studio non è obbligatoria.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.


Gestione carriere


Area riservata studenti