Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
1° periodo lezioni (1A) 16-set-2021 30-ott-2021
1° periodo lezioni (1B) 5-nov-2021 16-dic-2021
2° periodo lezioni (2A) 14-feb-2022 26-mar-2022
2° periodo lezioni (2B) 4-apr-2022 20-mag-2022
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Prove parziali 9/12 CFU - Prove finali 6 CFU del periodo 1A 2-nov-2021 4-nov-2021
1° appello invernale - dicembre 2021 17-dic-2021 23-dic-2021
Sessione invernale - 2 appelli 8-gen-2022 12-feb-2022
Prove parziali 9/12 CFU - Prove finali 6 CFU del periodo 2A 28-mar-2022 2-apr-2022
Sessione estiva - 3 appelli 23-mag-2022 27-lug-2022
Sessione autunnale - 1 appello 25-ago-2022 17-set-2022
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Tutti i Santi 1-nov-2021 1-nov-2021
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2021 8-dic-2021
Vacanze di Natale 24-dic-2021 6-gen-2022
Vacanze Pasquali 15-apr-2022 19-apr-2022
Festa della Liberazione 25-apr-2022 25-apr-2022
FESTA DEL LAVORO 1-mag-2022 1-mag-2022
Santo Patrono 21-mag-2022 21-mag-2022
Festa della Repubblica 2-giu-2022 2-giu-2022

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Giurisprudenza.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N O P R S T V

Andreoli Francesco

symbol email francesco.andreoli@univr.it symbol phone-number 045 802 8102

Andreoli Enrico

symbol email enrico.andreoli@univr.it symbol phone-number +39 045 8425329

Baroncini Valentina

symbol email valentina.baroncini@univr.it symbol phone-number +39 045 842 5387

Bercelli Jacopo

symbol email jacopo.bercelli@univr.it symbol phone-number +39 045 8425320

Calafà Laura

symbol email laura.calafa@univr.it symbol phone-number +39 045 8425337

Caprara Andrea

symbol email andrea.caprara@univr.it symbol phone-number 39 045 8425319

Comotti Giuseppe

symbol email giuseppe.comotti@univr.it symbol phone-number +39 045 8425334

Cordiano Alessandra

symbol email alessandra.cordiano@univr.it symbol phone-number +39 045 8425341

Danieli Diletta

symbol email diletta.danieli@univr.it symbol phone-number 045 842 5335

Duret Paolo

symbol email paolo.duret@univr.it symbol phone-number 0458425373

Ferrari Fabio

symbol email fabio.ferrari@univr.it symbol phone-number 045-8425359

Ferri Giampietro

symbol email giampietro.ferri@univr.it symbol phone-number +39 045 8425343

Gatti Stefano

symbol email stefano.gatti@univr.it

Gosetti Giorgio

symbol email giorgio.gosetti@univr.it symbol phone-number 045.8028650

Guerra Giorgia

symbol email giorgia.guerra@univr.it

Guido Elisabetta

symbol email elisabetta.guido@univr.it symbol phone-number +390458425360

Landi Stefano

symbol email stefano.landi@univr.it symbol phone-number 045 802 8168

Leardini Chiara

symbol email chiara.leardini@univr.it symbol phone-number 045 802 8222

Ligugnana Giovanna

symbol email giovanna.ligugnana@univr.it symbol phone-number +39 045 8425392

Lorenzetto Elisa

symbol email elisa.lorenzetto@univr.it symbol phone-number +39 045 8425321

Merotto Maria Federica

symbol email mariafederica.merotto@univr.it

Nadalet Sylvain Giovanni

symbol email sylvain.nadalet@univr.it symbol phone-number +39 045 8425348

Onniboni Claudia

symbol email claudia.onniboni@univr.it symbol phone-number +39 045 8425309

Ortino Matteo

symbol email matteo.ortino@univr.it symbol phone-number +39 045 8425330

Ortoleva Maria Grazia

symbol email mariagrazia.ortoleva@univr.it symbol phone-number 045 802 8052

Owusu Abigail

symbol email abigail.owusu@univr.it

Parini Giorgia Anna

symbol email giorgiaanna.parini@univr.it symbol phone-number 0458425386

Pedrazza Gorlero Cecilia

symbol email cecilia.pedrazzagorlero@univr.it symbol phone-number +39 045 8425350

Peruzzi Marco

symbol email marco.peruzzi@univr.it symbol phone-number 045 8425338

Rossi Giovanni

symbol email giovanni.rossi@univr.it symbol phone-number +39 045 8425340

Salvadori Ivan

symbol email ivan.salvadori@univr.it symbol phone-number Skype: ivansalvadori1

Sboarina Andrea

symbol email andrea.sboarina@univr.it symbol phone-number +39 045 802 7291 - 7528

Tincani Chiara

symbol email chiara.tincani@univr.it symbol phone-number +39 045 8425396

Velo Dalbrenta Daniele

symbol email daniele.velodalbrenta@univr.it symbol phone-number +39 045 8425333

Veronesi Gianluca

symbol email gianluca.veronesi@univr.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
3
F
INF/01
Lingua straniera (CLA o in alternativa Legal English - IUS/02, IUS/03, IUS/13, IUS/14, IUS/20, IUS/21)
3
E
-

2° Anno  Attivato nell'A.A. 2022/2023

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta
InsegnamentiCreditiTAFSSD
3
F
INF/01
Lingua straniera (CLA o in alternativa Legal English - IUS/02, IUS/03, IUS/13, IUS/14, IUS/20, IUS/21)
3
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (laboratori)
3
F
-
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S009854

Coordinatore

Stefano Gatti

Crediti

6

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

IUS/01 - DIRITTO PRIVATO

Periodo

1° periodo lezioni (1A) dal 18-set-2023 al 28-ott-2023.

Corsi Singoli

Autorizzato

Obiettivi di apprendimento

L’insegnamento si propone di fornire allo studente la conoscenza delle regole giuridiche fondamentali che governano il trattamento dei dati personali nella gestione dei rapporti patrimoniali.

Al termine delle lezioni, lo studente dovrà dimostrare di conoscere le nozioni e norme giuridiche basilari che disciplinano il diritto alla riservatezza nei rapporti patrimoniali, nonché di saperle applicare a casi concreti, utilizzando il lessico disciplinare appropriato e specifico, adottando corrette linee di ragionamento e di argomentazione, formulando giudizi autonomi.

Prerequisiti e nozioni di base

Non sono richieste conoscenze preliminari

Programma

Il corso ha l’obiettivo di assicurare agli studenti la formazione di una solida conoscenza di base del diritto privato patrimoniale applicato ai dati personali, offrendo una chiave di lettura giuridica per la comprensione di una delle principali articolazioni dell’economia e della società contemporanee (data driven economy e data society).
Le lezioni, attraverso l’analisi delle principali normative nazionali e sovranazionali, delle più rilevanti pronunce delle Corti interne e della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e dell’evoluzione della c.d. strategia europea per i dati adottata dalle Istituzioni dell’Unione, mirano a restituire un quadro organico della materia, che dal concetto di “dati” e dalla relazione che li lega alla persona a cui si riferiscono (diritto alla protezione dei dati personali), si estende sino alle più complesse vicende del trattamento e, più in generale, di circolazione dei dati (contratti che hanno per oggetto dati personali, mercato secondario dei dati, successione per causa di morte), evidenziando il preminente interesse al loro “controllo”.
Più nel dettaglio il programma è articolato come segue.
A) Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (Regolamento UE n. 679/2016, c.d. GDPR): introduzione alla tutela normativa dei dati personali e all’evoluzione dei principi del diritto europeo in materia (la c.d. doppia anima del Regolamento: protezione dell’individuo e incoraggiamento della libera circolazione dei dati);
B) il concetto di “dato personale”, di “trattamento” e i soggetti del trattamento;
C) i principi del trattamento e le sue basi giuridiche – in particolare, il consenso al trattamento dei dati personali: i suoi requisiti e la sua rilevanza giuridica;
D) i diritti dell’interessato – con un focus sul diritto alla portabilità;
E) il modello di accountability adottato dal GDPR, i principi ai quali è ispirato e i pilastri fondamentali della sua architettura;
F) i rimedi privatistici a tutela dei dati personali, con particolare riguardo alla responsabilità civile (art. 82 GDPR);
G) le possibili configurazioni dei diritti sui dati personali e i problemi delle dinamiche successorie (con un focus sulla c.d. eredità digitale);
H) il valore di scambio dei dati personali e il loro rilievo nella dinamica contrattuale (in particolare: la profilazione; il ruolo del consenso al trattamento dei dati personali nei contratti che prevedono la fornitura “gratuita” di contenuti o servizi digitali; il consenso al trattamento dei dati personali come alternativa, nella disponibilità dell’utente, al pagamento del prezzo, e come condizione del contratto; la possibile rilevanza della protezione dei dati personali del consumatore in termini requisito di conformità del prodotto acquistato);
I) la Strategia europea dei dati e la costruzione di un mercato unico dei dati; la condivisione e la governance europea dei dati nel Data Governance Act (Regolamento UE n. 2022/868); la Proposta della Commissione europea per una legge sui dati (c.d. Data Act).
La comprensione del fenomeno giuridico che riguarda i dati personali, il loro trattamento e il loro valore, consente un più consapevole impiego delle tecnologie digitali, con ciò concorrendo, da un lato, a costruire una più effettiva “pari opportunità”, anche di genere (GOAL 5), e, dall’altro, a sostenere un’innovazione incisiva ed equilibrata dei processi produttivi e delle infrastrutture (GOAL 8 e 9). Ad un tempo, il ruolo del giurista nel governo delle tecnologie digitali assicura un beneficio alle istituzioni dell’ordinamento giuridico, in termini di maggiore efficacia, responsabilità e trasparenza, anche nella vigilanza delle condotte degli attori del mercato dei dati (GOAL 16).

Bibliografia

Visualizza la bibliografia con Leganto, strumento che il Sistema Bibliotecario mette a disposizione per recuperare i testi in programma d'esame in modo semplice e innovativo.

Modalità didattiche

Le lezioni alterneranno il metodo tradizionale della spiegazione frontale e l’analisi di casi pratici basati sul metodo del Problem based learning. In ogni caso, ampio spazio sarà dedicato alla discussione delle tematiche oggetto di spiegazione, favorendo un dialogo costante tra gli studenti e tra questi e i docenti. Uno spazio del corso potrà infine essere dedicato all’approfondimento in forma seminariale di argomenti specifici di interesse rilevante e attuale, coinvolgendo direttamente gli studenti e professionisti o esperti esterni delle materie trattate.
Il corso prevede 30 ore di didattica frontale e 12 ore di laboratorio. La calendarizzazione delle ore di laboratorio è concordata con gli studenti all'inizio del corso.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’esame consiste in una prova orale. Per gli studenti che frequenteranno regolarmente il corso è prevista la facoltà di sostenere una prova scritta di preaccertamento (che consiste in quesiti a risposta multipla e in domande aperte, a trattazione sintetica). I docenti potranno altresì concordare con gli studenti approfondimenti individuali o di gruppo di specifiche tematiche attinenti al programma del corso (elaborato e presentazione del lavoro alla classe).
Per gli studenti ERASMUS le modalità di accertamento sono previamente concordate con i docenti.

Le/gli studentesse/studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento (DSA), che intendano richiedere l'adattamento della prova d'esame, devono seguire le indicazioni riportate QUI

Criteri di valutazione

La valutazione avverrà attraverso i seguenti criteri:
- la profondità e l’ampiezza delle conoscenze maturate;
- la proprietà di linguaggio;
- la capacità analitica ed argomentativa;
- la capacità di riflessione critica.

Criteri di composizione del voto finale

L’esito dell’esame è dato dalla valutazione, espressa in 30esimi, della prova orale sostenuta dallo studente. Per gli studenti regolarmente frequentanti, potranno concorrere a tale esito altresì il risultato della prova scritta di preaccertamento svolta (facoltativa) e la valutazione dell’elaborato e della presentazione lavoro individuale o di gruppo (se previsti).

Lingua dell'esame

Italiano

Sustainable Development Goals - SDGs

Questa iniziativa contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.
Maggiori informazioni su www.univr.it/sostenibilita
Uguaglianza di genere (GOAL 5) Lavoro dignitoso e crescita economia (GOAL 8) Industria, innovazione e infrastrutture (GOAL 9) Pace, giustizia e istituzioni forti (GOAL 16)

Tipologia di Attività formativa D e F

Le attività che consentono l’acquisizione dei crediti riservati alle attività formative a libera scelta dello studente (TAF D) sono le seguenti:

  • Un insegnamento previsto nell’elenco delle attività formative TAF D) allegato al piano didattico del corso di laurea in Servizi Giuridici per impese, amministrazioni e no-profit;
  • Un insegnamento attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza ;
  • Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza;
  • Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche; 
  • Un insegnamento previsto dall’Offerta Formativa di Ateneo, non impartito nell’ambito dei corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza: il riconoscimento dei crediti acquisiti sarà subordinato alla preventiva presentazione di coerenti programmi formativi valutati dalla Commissione istruttoria per la didattica e approvati dal Collegio didattico.
  • Attività formative organizzate dai singoli docenti del Collegio di Giurisprudenza o del Dipartimento di Scienze Giuridiche: previa approvazione del Collegio ad esse verrà attribuito, dopo un’apposita verifica, un credito per ogni 6 ore di frequenza obbligatoria;
  • Attività formative che implicano la partecipazione a convegni o seminari organizzati sotto il “logo” del Dipartimento di Scienze Giuridiche o dell’Ateneo: devono essere preventivamente approvate dal Collegio di Giurisprudenza indicando un docente di riferimento del Collegio di Giurisprudenza ovvero del Dipartimento di Scienze Giuridiche. Un credito per ogni giornata di convegno o di seminario si acquisisce dopo apposita verifica che dimostri l’avvenuta fruizione culturale del tema del convegno o del seminario.

Le attività che consentono l’acquisizione dei crediti riservati alle ulteriori attività formative (TAF F) sono le seguenti:
• Informatica (3 cfu)
• Stage;
• Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza;
• Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche.

Al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/giurisprudenza#categdoc_7103 la modulistica per l'inserimento di attività non selezionabili in autonomia dallo studente in sede di compilazione del piano degli studi.

1° periodo lezioni (1A) Dal 16/09/21 Al 30/10/21
anni Insegnamenti TAF Docente
Quali paradigmi oltre la pandemia? Individuo vs società. Privato vs pubblico D Non ancora assegnato
1° periodo lezioni (1B) Dal 05/11/21 Al 16/12/21
anni Insegnamenti TAF Docente
Quali paradigmi oltre la pandemia? Individuo vs società. Privato vs pubblico D Non ancora assegnato
Elenco degli insegnamenti con periodo non assegnato
anni Insegnamenti TAF Docente
Giustizia partecipata e riforme. La composizione dei conflitti con le persone e per le persone D Non ancora assegnato

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA: solo così potrai ricevere notifica di tutti gli avvisi dei tuoi docenti e della tua segreteria via mail e anche tramite l'app Univr.

Prova finale

Qualora lo studente abbia superato tutti gli esami previsti, il Corso di Studi si conclude con un esame di laurea, il quale consiste nella predisposizione e discussione:

  1. di una dissertazione scritta (tesi) su un argomento relativo agli studi compiuti dallo studente, concordato con adeguato anticipo con un docente del Corso di laurea; la continuazione del progetto TESI aiuterà lo studente nella fase di scrittura della tesi (percorso triennale base);
  2. di una approfondita relazione scritta concernente l'esperienza di tirocinio e le conoscenze/abilità acquisite durante il medesimo, concordata con adeguato anticipo con il docente del Collegio di Giurisprudenza che ha assunto il ruolo di tutor universitario nell'ambito dello stesso tirocinio (percorso triennale professionalizzante);
  3. nello svolgimento di una ricerca, anche di carattere empirico, concordata con adeguato anticipo con il docente del Corso di laurea e finalizzata ad elevare le competenze dello studente, al fine di un suo inserimento nel mondo del lavoro, su fonti, documentazione amministrativa, provvedimenti giudiziari o altri materiali relativi ad un argomento connesso agli studi compiuti ovvero inerenti agli sbocchi professionali perseguiti (percorso base e/o professionalizzante).

Il docente ufficiale due mesi prima della data di inizio della sessione in cui si sostiene l’esame di laurea comunica la tipologia di prova prescelta. A tal fine lo studente deve depositare presso la competente struttura didattica, entro il termine predetto, apposito modulo, contenente l'indicazione della prova, sottoscritto dal docente.
Il Presidente del Collegio di Giurisprudenza nomina, almeno quindici giorni prima della discussione:

  • un'apposita Commissione, composta di almeno cinque componenti e presieduta dal Presidente del Collegio di Giurisprudenza, in sua assenza, dal Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche o dal professore di ruolo di più alto grado accademico

La prova finale consiste nella discussione dell’elaborato prodotto nelle diverse forme a), b) c). Apposite linee guida sono pubblicate nella pagina web del corso.
La Commissione formula un giudizio espresso in voti da 66 a 110/110mi.
I punti disponibili per la valutazione della Commissione sono al massimo 10, che si aggiungono al punteggio risultante dalla media ponderata degli esami sostenuti, rapportata a 110, approssimata per eccesso (l'arrotondamento al punto superiore si applica a partire dall'eccedenza da 0,50 rispetto al punto inferiore - es: 100,50=100; 100,51=101).
I 10 punti disponibili sono attribuiti nel seguente modo:

  1. da 0 ad 8 punti per il giudizio sull’elaborato e sulla relativa discussione,
  2. 1 punto per ciascuna delle seguenti note di merito, fino a un massimo di 2 punti, da aggiungersi al punteggio guadagnato sub 1), anche se inferiore a 8:
    1. abbia discusso l’elaborato in corso (a tal fine, nel computo della durata del corso di studi non si tiene conto dell'eventuale periodo di permanenza all'estero nel quadro del programma Erasmus o di altri programmi di scambio equivalenti qualora lo studente abbia così conseguito i crediti previsti per il mantenimento della borsa di mobilità assegnata ovvero abbia effettuato all'estero, nell'ambito dei programmi predetti, ricerche per la tesi di laurea);
    2. abbia elaborato e discusso l’elaborato in una delle seguenti lingue straniere: francese, inglese, spagnolo, tedesco;
    3. abbia conseguito almeno 3 lodi nelle materie di base e caratterizzanti.
    4. il relatore attesti che l'elaborato finale sia stato redatto in collegamento, per tema o metodo o dati utilizzati, ad un'attività di stage di almeno 6 CFU, inserita nel piano degli studi;
    5. il relatore attesti che l’elaborato finale sia coerente con uno dei percorsi caratterizzanti il corso di studio
    6. abbia partecipato al programma Erasmus, conseguendo i crediti previsti per il mantenimento della borsa di mobilità assegnata.

Lo studente ha diritto al riconoscimento di soli due punti, a prescindere dal fatto che si sia distinto per più note di merito. Al candidato che ottiene il massimo punteggio (110/110mi) può, all'unanimità, essere attribuita la lode.

Al link Sessioni di laurea - Giurisprudenza sono disponibili gli adempimenti amministrativi richiesti e la modulistica.


Tirocini e stage

Le attività di stage sono finalizzate a far acquisire allo studente una conoscenza diretta in settori di particolare attività per l’inserimento nel mondo del lavoro e per l’acquisizione di abilità specifiche di interesse professionale.
Le attività di stage sono svolte sotto la diretta responsabilità di un singolo docente presso studi professionali, enti della pubblica amministrazione, aziende accreditate dall’Ateneo veronese.
I crediti maturati in seguito ad attività di stage saranno attribuiti secondo quanto disposto nel dettaglio dal “Regolamento d’Ateneo per il riconoscimento dei crediti maturati negli stage universitari” vigente.


Competenze linguistiche

Nei Piani didattici trovate la seguente indicazione:
“Conoscenza di una lingua straniera (inglese, francese, tedesco, spagnolo) - Certificazione CLA”
I CFU previsti sono 3 in TAF E.

crediti formativi universitari possono essere acquisiti secondo le seguenti modalità:
I. Insegnamenti dedicati del CdS: Superamento dell’esame di uno degli insegnamenti di lingua straniera attivati nel CdS + registrazione CFU in presenza;
II. Certificazione CLA: livello minimo richiesto b1 (completo)
Procedura:
Studente - Iscrizione presso il Centro Linguistico di Ateneo (CLA) per sostenimento prove + superamento prove + iscrizione in apposita lista per registrazione crediti 
Università - registrazione CFU (senza presenza)
III. Equipollenza di certificazioni linguistiche esterne: riconoscimento equipollenza di certificazioni linguistiche esterne (https://cla.univr.it/it/servizi/riconoscimento-delle-certificazioni-linguistiche-esterne)

I dettagli delle diverse procedure sono disponibili al link Competenze linguistiche - Giurisprudenza
 


Tutorato per gli studenti

Il servizio tutorato e' gestito da tutor selezionati dal Gruppo di Gestione AQ del Corso di Studio. Il Gruppo di Gestione AQ provvede, durante il corso dell'anno, a monitorare costantemente l'attivita' di tutorato.

I tutor collaborano con il Gruppo di Gestione AQ nelle iniziative di presentazione dell'offerta formativa del Dipartimento di Scienze Giuridiche (Open Day). I tutor offrono supporto e consulenza agli studenti, in particolare del primo anno, oltre che negli orari di apertura dell'aula tutor anche via mail e telefono. Vengono fornite indicazioni riguardanti l'inserimento nella vita universitaria, la partecipazione alle attivita' formative, la gestione dello studio, pur senza entrare nel contenuto dei singoli insegnamenti.

E' istituita la figura del 'docente tutor' per ciascuno studente. I 'docenti tutor' sono individuati fra tutti i docenti componenti il Collegio di Giurisprudenza e afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche.
Sono attivate le seguenti figure di 'docente tutor':
A) Docenti Tutor all'ingresso - Il docente tutor interviene, a richiesta dei singoli studenti affidatigli, concorrendo alla costruzione del loro percorso accademico nonche' a una piu' rapida familiarizzazione con l'ambiente universitario e con le specifiche modalita' di organizzazione dei tempi e dei metodi di studio che questo prevede;
B) Docenti Tutor per studenti fuori corso - La finalità specifica del tutorato e' di favorire il completamento del corso di studi e il conseguimento del relativo titolo di laurea; la competenza viene, a tal fine, affidata al Gruppo di Gestione AQ, che adotta i provvedimenti organizzativi necessari.

Gestione carriere


Area riservata studenti