Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2017/2018

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 2-ott-2017 20-gen-2018
II semestre 26-feb-2018 9-giu-2018
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
ESAMI LINGUE - sessione invernale 22-gen-2018 24-feb-2018
ESAMI LINGUE - sessione estiva 11-giu-2018 28-lug-2018
ESAMI LINGUE - sessione autunnale 27-ago-2018 22-set-2018
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
LAUREE LINGUE - sessione autunnale a.a. 2016/2017 18-dic-2017 21-dic-2017
LAUREE LINGUE - sessione invernale a.a. 2016/2017 23-mar-2018 29-mar-2018
LAUREE LINGUE - sessione estiva 16-lug-2018 21-lug-2018
LAUREE LINGUE - sessione autunnale 12-nov-2018 17-nov-2018
LAUREE LINGUE - sessione invernale 12-apr-2019 18-apr-2019
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2017 1-nov-2017
Festa dell'Immacolata 8-dic-2017 8-dic-2017
Vacanze di Natale 22-dic-2017 7-gen-2018
Vacanze di Pasqua 30-mar-2018 3-apr-2018
Festa della liberazione 25-apr-2018 25-apr-2018
Festa del lavoro 1-mag-2018 1-mag-2018
Festa del Santo Patrono 21-mag-2018 21-mag-2018
Festa della Repubblica 2-giu-2018 2-giu-2018
Vacanze Estive 13-ago-2018 18-ago-2018

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Lingue e letterature straniere.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P R S T

Alber Birgit

birgit.alber@univr.it

Artoni Daniele

daniele.artoni@univr.it +39 045802 8465

Babbi Anna Maria

annamaria.babbi@univr.it +39 045 802 8325

Battisti Chiara

chiara.battisti@univr.it +39 045802 8317

Bertagna Federica

federica.bertagna@univr.it 0458028637

Bigardi Alessandro

alessandro.bigardi@univr.it

Bognolo Anna

anna.bognolo@univr.it +39 045802 8327

Bonadonna Maria Francesca

mariafrancesca.bonadonna@univr.it +39 045802 8663

Boschiero Manuel

manuel.boschiero@univr.it +39 045802 8405

Bradas Marija

marija.bradas@univr.it

Bullado Emanuela

emanuela.bullado@univr.it 045 8028049

Caleffi Paola Maria

paolamaria.caleffi@univr.it

Cantarini Sibilla

sibilla.cantarini@univr.it +39 045802 8199

Cipolla Maria Adele

adele.cipolla@univr.it +39 045802 8314

Dalle Pezze Francesca

francesca.dallepezze@univr.it + 39 045802 8598

Formiga Federica

federica.formiga@univr.it 045802 8123

Forner Fabio

fabio.forner@univr.it + 39 045 802 8194

Fossaluzza Giorgio

giorgio.fossaluzza@univr.it +39 045 802 8795

Genetti Stefano

stefano.genetti@univr.it +39 045802 8412

Gobbato Veronica

veronica.gobbato@univr.it

Larcati Arturo

arturo.larcati@univr.it + 39 045802 8311

Ligugnana Giovanna

giovanna.ligugnana@univr.it +39 045 8028892

Lorenzetti Maria Ivana

mariaivana.lorenzetti@univr.it +39 045802 8579

Mancinelli Tiziana

tiziana.mancinelli@univr.it

Miotti Renzo

renzo.miotti@univr.it +39 045802 8571

Neri Stefano

stefano.neri@univr.it +39 045802 8692

Paolini Sara

sara.paolini@univr.it

Perazzolo Paola

paola.perazzolo@univr.it +39 045802 8412

Pomarolli Giorgia

giorgia.pomarolli@univr.it +390458028405

Rabanus Stefan

stefan.rabanus@univr.it +39 045802 8490

Sassi Carla

carla.sassi@univr.it +39 045802 8701

Scrignoli Fabio Antonio

fabioantonio.scrignoli@univr.it

Stanzani Sandro

sandro.stanzani@univr.it +39 0458028649

Tallarico Giovanni Luca

giovanni.tallarico@univr.it +39 045 802 8663

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Prima lingua straniera
9
A
(L-LIN/12)
9
A
(L-LIN/04)
9
A
(L-LIN/21)
9
A
(L-LIN/07)
9
A
(L-LIN/14)
Seconda lingua straniera
9
B
(L-LIN/12)
9
B
(L-LIN/04)
9
B
(L-LIN/21)
9
B
(L-LIN/07)
9
B
(L-LIN/14)
Prima letteratura straniera
9
B
(L-LIN/21)
Seconda letteratura straniera
9
B
(L-LIN/21)
Terza lingua: competenza linguistica livello B1
3
F
-
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Prima lingua straniera
9
B
(L-LIN/14)
9
B
(L-LIN/12)
9
B
(L-LIN/04)
9
B
(L-LIN/07)
Seconda lingua straniera
9
B
(L-LIN/14)
9
B
(L-LIN/12)
9
B
(L-LIN/04)
9
B
(L-LIN/07)
Un insegnamento a scelta
6
A
(M-GGR/01)
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Una filologia inerente alla prima o seconda lingua
Un insegnamento a scelta
6
C
(M-STO/08)
Tirocinio
6
F
-
Prova finale
6
E
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Prima lingua straniera
9
A
(L-LIN/12)
9
A
(L-LIN/04)
9
A
(L-LIN/21)
9
A
(L-LIN/07)
9
A
(L-LIN/14)
Seconda lingua straniera
9
B
(L-LIN/12)
9
B
(L-LIN/04)
9
B
(L-LIN/21)
9
B
(L-LIN/07)
9
B
(L-LIN/14)
Prima letteratura straniera
9
B
(L-LIN/21)
Seconda letteratura straniera
9
B
(L-LIN/21)
Terza lingua: competenza linguistica livello B1
3
F
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Prima lingua straniera
9
B
(L-LIN/14)
9
B
(L-LIN/12)
9
B
(L-LIN/04)
9
B
(L-LIN/07)
Seconda lingua straniera
9
B
(L-LIN/14)
9
B
(L-LIN/12)
9
B
(L-LIN/04)
9
B
(L-LIN/07)
Un insegnamento a scelta
6
A
(M-GGR/01)

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Una filologia inerente alla prima o seconda lingua
Un insegnamento a scelta
6
C
(M-STO/08)
Tirocinio
6
F
-
Prova finale
6
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S00903

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

L-ART/02 - STORIA DELL'ARTE MODERNA

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

I semestre dal 2-ott-2017 al 20-gen-2018.

Obiettivi formativi

STORIA DELL’ILLUSTRAZIONE

Prof. Giorgio Fossaluzza

CREDITI 6
SETTORE DISCIPLINARE L-ART/02 - STORIA DELL'ARTE MODERNA

LINGUA DI EROGAZIONE Italiano


Obiettivi formativi

Il corso ha l’obiettivo di fornire gli elementi per comprendere il rapporto fra il testo scritto e l’apparato figurativo, ornamentazione del libro compresa, per valutare le caratteristiche estetiche, le funzioni di comunicazione e didattiche dell’illustrazione libraria.
Si parte dalla considerazione del libro che, nel suo complesso, si presenta quale manufatto e prodotto “artistico”, con i suoi aspetti formali e stilistici, con il suo contenuto pertinente alle arti visive. In proposito, guardare al passato anche più remoto serve di premessa per considerare con maggiore consapevolezza e profondità il libro così inteso, e come si evolve la sua progettazione e produzione nella situazione contemporanea dei mezzi di comunicazione (video, computer, digitale etc.). In altri termini, gli obiettivi didattici sono quelli di offrire una dimensione storica tra persistenze e innovazioni tecnologiche, estetiche e di comunicazione, che possa essere utile agli studenti vocati a esercitare una professione e compiere delle scelte in ambito editoriale, inteso nel senso più generale del termine.
Il corso si sofferma e mette in rapporto tre aspetti fondamentali. Il primo riguarda l’estetica del carattere e del composto tipografico, osservati come “organismo architettonico” e nei suoi aspetti formali obbedienti a regole e principi, mentre in certe fasi della contemporaneità oggetto di “rotture” sperimentali, o provocatorie. A tal fine si affrontano in sintesi i momenti fondamentali della nascita degli alfabeti nelle civiltà antiche fino al formarsi della scrittura romana, fondamento della tradizione del classico per tutta la successiva attività tipografica, anche contemporanea.
Cenni istituzionali riguardano altresì il significato della scrittura e dell’immagine in rapporto ai testi nelle civiltà antiche, anche in quelle extraeuropee, specie nella loro connessione con le religioni, nei loro valori simbolici o sacrali.
Il secondo aspetto riguarda le procedure delle realizzazioni figurative, delle illustrazioni, ad esempio della miniatura, della tecnica xilografica e calcografica nelle sue varie forme (diretta e indiretta, del bulino e acquaforte con le sue declinazioni), fino ai più moderni sistemi di riproduzione industriale a partire dalla litografia e dalle conseguenti evoluzioni della stampa industriale. Si pone anche attenzione sulla terminologia nelle diverse lingue europee.
Come terzo aspetto si delinea un itinerario diacronico della storia del libro illustrato dalla nascita della stampa a caratteri mobili fino all’età moderna e contemporanea, e si motivano gli aspetti tipologici permanenti pur nella mutevolezza degli stili e delle tecniche impiegate. Pertanto, con riguardo a quest’ultimo aspetto, si premettono considerazioni sul carattere strutturale del codice e i rapporti tra campo della scrittura e campo dell’immagine o l’ornamentazione, a partire dalla tarda antichità e con riferimento alle stagioni principali del Medioevo, come quelle del Romanico e del Gotico.
Dal punto di vista didattico si avvia lo studente all’acquisizione del metodo di analisi stilistica e valutazione qualitativa applicato al libro illustrato. Lo stesso metodo, del resto, è privilegiato nel corso di Storia dell’arte moderna, anche per questo aspetto inteso come propedeutico. Lo studente è chiamato pertanto a esercitare un approccio analitico per il riconoscimento delle caratteristiche formali e stilistiche del libro. In occasione delle lezioni, si avrà dunque cura di interloquire con gli studenti al fine di facilitare l’acquisizione di un linguaggio appropriato e delle capacità di analisi e di esercizio critico, come se si trattasse di una lezione seminariale nel corso della quale si sperimentano esemplificazioni di lettura stilistica. L’approccio alla storia dell’illustrazione secondo i metodi della storia dell’arte richiede di collocare le imprese editoriali e i protagonisti dell’arte della stampa e dell’illustrazione nella geografia e storia della cultura italiana ed europea, nel contesto artistico peculiare dei centri di produzione nelle diverse epoche.
La brevità del corso non consente di effettuare lezioni presso biblioteche o esposizioni temporanee. Approfondimenti si attuano invece nel corso delle lezioni, con particolare riguardo alle principali stagioni della storia dell’illustrazione, anche contemporanea.
In ogni caso, lo studente è posto in grado di scegliere, in base agli interessi personali, tali argomenti entro diversi settori e fasi cronologiche. È quindi messa a disposizione una selezione di letteratura specialistica che lo studente, in sede d’esame, dovrà dimostrare in base alla scelta personale di saper sintetizzare in modo critico, secondo le linee metodologiche impartite a lezione.

Programma

* Introduzione. Orizzonti della disciplina.

1.Illustrare e decorare. Terminologia e significati. Decorum e decorare nell’estetica classica e moderna.

2. La nascita della scrittura. Il segno e la materia. Primi supporti e prime testimonianze. La scrittura cuneiforme, la scrittura egizia. Il papiro. Il rotolo.

3. La scrittura dei romani.

4. Dal rotolo al codice.

5.- 6. La tecnica della miniatura. I primi codici miniati e le esemplificazioni dei rapporti tra testo e immagine. Il Virgilio Vaticano, l’Iliade Ambrosiana, il Dioscoride di Vienna.

7. Civiltà, religioni libri e illustrazioni: ebraismo, Islam etc.

8. Le regioni del codice illustrato.
La chiesa di Roma e la funzione dell’immagine. La diffusione del cristianesimo, l’ordine benedettino e la produzione dei codici illustrati. La chiesa di Bisanzio e la civiltà del codice illustrato, l’iconoclastia e i suoi presupposti teologici. Palestina, Siria e Africa cristiana.
La cultura insulare e la civiltà del codice illustrato.

9. Periodizzazione e grandi pagine della storia del a miniatura nel Medioevo.
La civiltà carolingia e Ottoniana. Il romanico, il Gotico. L a miniatura del Gotico italiano. Il Tardogotico in Europa e in Italia.

10.-11 Il codice illustrato umanistico. L’invenzione della stampa e i primi libri illustrati in Germania e in Italia, generi letterari e funzione dell’immagine. Incunaboli illustrati con particolare riguardo ai proto-tipografi romani e alla situazione di mercato a Venezia fino ad Aldo Manuzio.

12. I teorici del carattere. Lettura e commento della Iubilatio. Alberti, Felice Feliciano, Mantegna e la littera mantiniana, Damiano da Moille, Luca Pacioli, De Divina proportione.

13. - 14 La xilografia. I grandi protagonisti della tecnica xilografica. Schongauer, Dürer, Luca di Leida, Tiziano, Ugo da Carpi.

15. La calcografia, aspetti della tecnica dell’incisione diretta. Il bulino, la puntasecca, la maniera nera. I protagonisti della prima fase. Pollaiolo, Mantegna, Raimondi.

16. La calcografia, aspetti della tecnica dell’incisione indiretta. L’acquaforte, l’acquatinta, ceramolle e lavis. I primi protagonisti del “facil modo che è bellissimo”: Parmigianino, Barocci, Callot; Cort, Carracci.

17. Il frontespizio, origini ed evoluzione. Funzioni e tipologie figurative.

18. Momenti fondamentali del carattere tipografico nel Cinquecento, Manuzio e il suo lascito. I protagonisti in Italia e in Europa.

19. Linee fondamentali dell’editoria illustrata del Cinquecento.

20. I grandi del carattere tipografico in Italia e in Europa nel Seicento.

21. Linee fondamentali dell’editoria illustrata nel Seicento.

22. Rembrandt incisore.

23. Linee fondamentali dell’editoria illustrata nel Settecento.

24. Piranesi. Tecnica, i generi, il mercato internazionale. Piranesi archeologo, le Carceri d’invenzione.

25. I grandi del carattere nel Settecento in Europa. Bodoni e l’estetica neoclassica. I manuali tipografici.

26. La litografia, tecnica; la serigrafia, tecnica.

27. Le innovazioni della tecnica di stampa e l’editoria divulgativa illustrata.
La nascita della fotografia e illustrazione, evoluzioni tecniche, nuove possibilità riproduttive, nuovi filoni editoriali. Il retino.

28. Industrializzazione del carattere nell’Ottocento.

29. Il manifesto, la nascita la diffusione in Italia, in Europa e Oltreoceano.

30. La nascita del libro per l’infanzia. Il fumetto.

31. Movimenti e avanguardie, riscontri nelle creazioni tipografiche ed editoriali.
Morris e Arts and Crafts, Art Nouveau, Liberty, Secessione, Espressionismo.
Cubismo, Futurismo, Dada, avanguardie russe. Bauhaus e i principi del moderno design.
Pop art. Tendenze e personalità del secondo Novecento e contemporanee.

32.-33.
I protagonisti del Novecento in Italia. Ratta e Bertieri. La Scuola del Libro di Urbino. Illustrazione di Stato. Il libro d’arte nel Novecento.

** Conclusioni e nuove prospettive. Dal calamo al torchio, dal computer al digitale. La figura del grafico e del curatore editoriale oggi.

IMPORTANTE: Sono messi a disposizione degli studenti gli appunti a stampa del corso presso la Copisteria Replay. Il Compendio e redazione degli appunti del corso di Storia dell’illustrazione del prof. Giorgio Fossaluzza, a cura di B. Ribaudo e S. Righetti, riporta la bibliografia esatta a cui fare riferimento per l’esame. Comprende in particolare i seguenti testi (sempre disponibili nella Copisteria):

- S. Ajani, L. Anzalone, G. Brunazzi, R. Germani, F. Marinelli, C. Verde, Storia e tecniche della comunicazione visiva, in Grafica. Scienza, tecnologia e arte della stampa, tomo III, Antonio Ghiorzo Editore, s.d., pp. 701-851. Il capitolo è riccamente illustrato.
- E’ messo a disposizione il capitolo introduttivo e quello relativo a fotografia e tipografia del volume di Paola Pallottino (Storia dell’illustrazione italiana. Libri e periodici a figure dal XV al XX secolo, Bologna, Zanichelli, 1998).
- Sono messi a disposizione in fotocopia i seguenti contributi tratti dal volume Arti minori, prolusioni di L. Castefranchi Vegas e C. Piglione, Milano, Jaka Book, 2000:
C. Quattrini, Miniatura. Tecnica, fonti, procedimenti, pp. 186-188.
F. Tasso, Tipologie librarie. Rotulo, pp. 189-190.
F. Lollini, Codice, pp. 190-192.
C. Quattrini, Incunabolo, pp. 192-193
C. Quattrini, Tipologie decorative, pp. 205-207.
A. Mariani, Incisione. Premessa storica. Principali tecniche: xilografia, calcografia. Tipologie: incisioni di traduzione, incisioni ornamentali, stampe popolari, pp. 165-174.
Inoltre: Maria Cristina Paoluzzi, Disegno e incisione, in Stampa d’arte. Guide cultura, Mondadori, Milano 2003, pp. 10-14. Quest’ultimo testo è tra quelli consigliati nella Guida dello studente.
- I seguenti saggi tratti da Le tecniche d’incisione a rilievo. La xilografia, a cura di Ginevra Mariani, Roma 2006:
Antonella Renzitti, La xilografia, pp. 9-21.
Ginevra Mariani, La xilografia nel primo Cinquecento: i grandi maestri, pp. 33-40.
Luigi Ficacci, Ugo da Carpi e il chiaroscuro nel Cinquecento, pp. 45-52.
- I seguenti saggi da Le tecniche calcografiche d’incisione diretta. Bulino, Puntasecca, Maniera nera, a cura di Ginevra Mariani, Roma 2006:
Antonella Renzitti, La calcografia. Il bulino e le tecniche d’incisione diretta, pp. 9-22
Giuseppe Trassari Filippetto, Il bulino da utensile orafo a strumento grafico, pp. 23-35.
Ginevra Mariani, Origine e sviluppo della stampa calcografica nel nord Europa: Albrecht Dürer e Luca di Leida, pp. 46-54.
Marzia Faietti, Marcantonio Raimondi e la grande stagione del bulino in Italia, pp. 58-63.
- I seguenti saggi da Le tecniche calcografiche d’incisione indiretta. Aquaforte, aquatinta, lavis, ceramolle, a cura di Ginevra Mariani, Roma 2005:
Giuseppe Trassari Filippetto, “Il facil modo che è bellissimo”. L’aquaforte, le tecniche di resa tonale ed i procedimenti emulativi, pp. 5-25.
Luigi Ficacci, L’aquaforte nel Cinquecento: Parmigianino e Barocci, pp. 27-31.
Ger Luijten, Rembrandt e l’aquaforte, pp. 34-43.
Mario Gori Sassoli, Pittoricismo e monumentalità nelle incisioni di Giovanni Battista Piranesi, pp. 81-88.
- I seguenti saggi tratti da Le tecniche in piano. Litografia.Serigrafia, a cura di Ginevra Mariani, Roma 2006:
Giuseppe Lo Russo, La litografia, pp. 7-17.
Mario Teleri Biasion, Serigrafia: scrivere su seta, pp. 18-23.

Si consiglia di attingere a voci enciclopediche o ai manuali di storia dell’arte per i seguenti concetti e il profilo di alcuni autori trattati nei saggi sopra elencati: illustrazione, decorazione, ornamentazione; Pollaiolo (l’opera grafica); Mantegna (l’opera grafica); Schongauer, Dürer (l’opera grafica), Luca di Leida, Raimondi, Ugo da Carpi, Rembrandt (l’opera grafica), Piranesi, Bodoni.

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Materiali disponibili presso la copisteria Replay Dispensa 2019

Modalità d'esame

L’esame si svolge in forma scritta con cinque domande aperte (durata della prova 4 ore). È previsto, inoltre, lo svolgimento di una breve “tesina” su un argomento a scelta tra quelli di seguito elencati. Riguardano alcuni approfondimenti svolti a lezione. Sono a disposizione fotocopie di testi e immagini.
Altri argomenti di approfondimento scelti dallo studente dovranno essere concordati prima dello svolgimento della prova scritta.
Lo studente potrà allegare la “tesina” allo scritto in occasione dell’appello. In ogni caso dovrà presentare un breve abstract autografo.

La rinascita del carattere lapidario romano nel Quattrocento.
Giovanni Mardersteig, Leon Battista Alberti e la rinascita del carattere lapidario romano nel Quattrocento, in “Italia Medioevale e Umanistica”, II, 1959, pp. 285-307.
Giovanni Mardersteig, Introduzione a Felice Feliciano, Alphabetum Romanum, a cura di G. Mardersteig, Verona 1960: I. Il carattere lapidario romano e la sua rinascita; II. Felice Feliciano da Verona; III. L’alfabeto di Felice Feliciano; VI. Conseguenze della costruzione dell’alfabeto, in
pp. 9-39, 55-62.

Dürer incisore
Ginevra Mariani, Origine e sviluppo della stampa calcografica nel nord Europa: Albrecht Dürer e Luca di Leida, pp. 46-54.

Rembrandt incisore
Ger Luijten, Rembrandt e l’aquaforte, pp. 34-43.

Il frontespizio. Introduzione.
Lorenzo Baldacchini, Aspettando il frontespizio. Pagine bianche, occhietti e colophon nel libro antico, Milano, Edizioni Sylvestre Bonnard, 2004.

Il libro illustrato veneziano del Settecento.
Il libro illustrato veneziano del Settecento, catalogo della mostra a cura di Marino De Grassi, Edizioni della Laguna, Monfalcone 1990.
Giorgio Marini, La ”Bella Maniera” di Joseph Wagner e l’incisione di traduzione veneziana del Settecento, in Le tecniche calcografiche d’incisione diretta, cit. pp. 100-107.

Fotografia e tipografia
Paola Pallottino, Storia dell’illustrazione italiana. Libri e periodici a figure dal XV al XX secolo, Bologna, Zanichelli, 1998, capitolo relativo.

Il libro per l’infanzia illustrato.
G. Fanelli–E. Godoli, Il libro per Bambini, in L’illustrazione Art Nouveau, Bari, Edirtori Laterza, 1989, pp. 283-299.

Dal manifesto al poster.
Luigi Menegazzi, Il manifesto italiano, Milano, Arnoldo Mondadori editore, 1989, pp. 7-51.

Introduzione al fumetto. Nascita del fumetto, e il fumetto in Italia.
Francesco Restaino, Storia del fumetto da Yellow Kid ai manga, Torino, Utet libreria, 2004, pp. 5-26, 269-316.

“Il libro oggetto” nel Novecento italiano.
G. Fanelli–E. Godoli, Il futurismo e la grafica, Milano, Edizioni Comunità, Milano 1988, pp. 36 segg.
Vincenzo Filacavai, Artisti e libri illustrati italiani del XX secolo, in Ralph Jentsch, I libri d’artista italiani del Novecento, Torino, Umberto Allemandi & C. 1993, pp. 9-17. Sono accluse esemplificazioni con schede di commento.

Esemplificazioni. Sono contenute nei testi citati. Inoltre, sono a disposizione scaricabili sulla pagina web alcune immagini (anche con commenti) analizzate a lezione. Nel corso dell’esame si richiederà il riconoscimento e un commento tipologico e stilistico anche di queste ultime.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Area riservata studenti


Prova finale

La prova finale, a cui vengono attribuiti 6 CFU consiste nella preparazione e discussione di un elaborato scritto su materia di uno degli insegnamenti in cui siano stati acquisiti almeno 6 CFU.
La discussione dell'elaborato scritto avviene in presenza di una Commissione Istruttoria composta da due docenti dell'Ateneo che si riunisce nei giorni precedenti la proclamazione e che propone alla Commissione di Laurea (composta da almeno tre docenti) una valutazione. Alla prova finale potranno essere attribuiti non più di 5 punti su 110. L'attribuzione della lode avviene o su proposta del relatore, se l'elaborato è ottimo e la media dei voti conseguiti negli esami dallo Studente raggiunge almeno 110 punti, o in maniera automatica se la media raggiunge almeno 113 punti.
Il voto di laurea è formato da:
a) la media aritmetica dei voti conseguiti negli esami, rapportata a 110,
b) la valutazione dell'elaborato finale,
c) punti supplementari di incentivazione:
  • un massimo di 2 punti per le lodi (1 punto per due lodi, 2 punti per più lodi).  

  • 2 punti per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale entro la durata normale del corso di studi.
  • 1 punto per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale anche oltre la durata normale del corso di studi.
  • Lo studente vincitore del bando del Ministero dell’Università per assistente di lingua italiana all’estero o di borsa Comenius presso scuole di 1° e 2° grado dell’Unione Europea otterrà un punteggio supplementare, che sarà aggiunto alla media finale del voto di laurea: 1 punto, per una esperienza di assistentato fino a 6 mesi; 2 punti, per una esperienza di assistentato superiore a 6 mesi.
Non possono essere attribuiti punti di incentivazione per qualsiasi esperienza all’estero svolta dallo studente su iniziativa privata, anche se riconosciuta come equipollente dal Dipartimento/Collegio Didattico.
  • 2 punti per la conclusione degli studi in corso (solo per gli studenti di prima immatricolazione, senza il riconoscimento della carriera pregressa o sospensione di carriera).

Allegati


Assegnazione tutore

Lo studente può presentare domanda di assegnazione del tutore dell'elaborato finale una volta acquisiti almeno 135 CFU, con obbligo di aver superato gli esami di Lingua straniera 2, per entrambe le lingue di studio.
La presentazione della domanda verrà fatta tramite modulo da consegnare mediante servizio di Help desk.

Le prossime scadenze per l'inoltro della domanda sono:

- 27 gennaio 2022  - assegnazione utile per la sessione di laurea estiva (luglio 2022) o seguenti
- 20 aprile 2022  - assegnazione utile per la sessione di laurea autunnale (novembre 2022) o seguenti
- 26 settembre 2022 - assegnazione utile per la sessione di laurea invernale (marzo-aprile 2023) o seguenti

Per tutte le informazioni riguardanti la procedura di assegnazione tutore e per la compilazione della domanda si rimanda all'allegato "Norme relative alla procedura di assegnazione del tutore".

Si ricorda che la domanda di assegnazione tutore è VALIDA PER 1 ANNO al termine del quale è necessario presentare domanda di rinnovo o richiesta di nuova assegnazione

Allegati


Vademecum per lo studente

In allegato il vademecum normativo per gli studenti dell'area Lingue e letterature straniere.

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Vademecum normativo area Lingue e letterature straniere 1006 KB, 24/09/21 

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.