The programme

A.A. 2021/2022

Servizi di orientamento

The new site of the Study Orientation Office, with new form and content, is the result of a long project aiming to give a better and more complete service to its many users. Users are mostly secondary schools pupils approaching the university world for the first time and schools' University Orientation Services who organize activities to assist their pupils in post-school choices. "Making a decision means choosing the best alternative to satisfy one's expectations, preferences and aspirations".

More details: www.univr.it/orientamento (italian page)

VAI ALLA PAGINA

Course of study in brief

This undergraduate degree offers knowledge concerning all aspects of systematic philosophy and its historical development; it also develops the ability to comprehend a philosophical text, its theoretical ramifications, the history of its sources, how it was received at the time of publication as well as its long term reception. Moreover, the course offers applications of moral philosophy with particular attention put on bioethics so as to develop the ability to formulate recommendations for competent authorities as regards bioethics, to publish scientific findings in Italian as well as other European languages, and to prepare further research projects in the field of philosophy. In the fist year students may choose among a wide range of philosophical disciplines together with related disciplines and in the second year they may choose once again among a variety of philosophical disciplines and related subjects as well as the preparation for the undergraduate thesis.
 

Degree programme annual factsheet (SUA-CdS)

As part of the Quality Assurance system, complete, updated and easily available information on objectives, study plan, resources used and results achieved for each degree programme is made available through the SUA-CdS - Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (Degree programme annual factsheet). This includes an Overview and three public sections (Learning Objectives, Student Experience, Learning Outcomes) which together provide a wide range of information about each degree programme. The SUA-CdS also contains an administrative section (Administration and Quality Management) that is for internal use only.

The Degree programme annual factsheet (SUA-CdS), which is currently available only in Italian, is a valuable tool that can be used by the University to design, implement and reorganise, as well as to evaluate, each degree programme. However, the SUA-CdS factsheet is also useful for students, to help them choose the right programme of study.
 

  • TypologyCorsi di laurea Magistrale
  • Duration2 years
  • Possibility of part-time enrollment Yes
  • AccessSubject to entry requirements
  • Category LM-78
  • Siteverona
  • Language of instructionItalian
Il corso di laurea in Scienze Filosofiche intende fornire allo studente e approfondire gli adeguati strumenti concettuali e metodologici per padroneggiare e sviluppare in modo autonomo ricerche di carattere storico-filosofico, teoretico, politico, morale ed estetico, con particolare attenzione al dibattito contemporaneo e al dialogo con gli altri saperi umanistici. Padroneggiare queste ricerche significa sviluppare una conoscenza autonoma delle prassi (teoriche e non) che, talvolta in modo sotterraneo, sostanziano la cultura europea da venticinque secoli a questa parte. Conoscenza autonoma di queste prassi significa farsi responsabilmente carico della loro genealogia e dei loro effetti, da ripensare sempre e di nuovo con radicalità di fronte ai problemi posti dalla contemporaneità.
Il cammino formativo prevede la possibilità da parte dello studente di orientare autonomamente il proprio percorso di studi.

Oltre alle conoscenze e competenze fondamentali e le capacità logiche, metodologiche, argomentative e applicative, già al centro degli obiettivi della Laurea triennale, il CdS magistrale è incentrato su un maggiore approfondimento e una più puntuale specializzazione sia dal punto di vista metodologico sia da quello che riguarda i contenuti.

Partendo dagli insegnamenti previsti per il primo e il secondo anno, quelli incentrati sui problemi della “cura” indagano la condivisione emozionale (emotional sharing) per le relazioni di cura, la fondazione dell'ontologia sociale e l'ontologia del rapporto nelle esperienze spazio-temporali. Vengono approfonditi e sviluppati in modo interdisciplinare alcuni grandi temi etici propri del mondo contemporaneo, come la psicoanalisi, la differenza sessuale, la relazione tra politica e sessualità dal punto di vista delle cosiddette ‘minoranze sessuali', nuovi modelli interpretativi del soggetto, della collettività, dell'azione politica nonché l'etica pubblica, l'etica della comunicazione e la filosofia politica contemporanea.

Altri campi di specializzazione sono la metafisica come culmine dell'indagine filosofica, la filosofia della scienza contemporanea che indaga alcuni importanti momenti dello sviluppo scientifico, la filosofia e la psicologia dell'arte e della musica, l'etnografia antropologica che approfondisce la problematicità cosmologica del rapporto natura-cultura e le neuroscienze cognitive che indagano i meccanismi biologici sottostanti il comportamento umano e l'apprendimento.
Viene inoltre approfondito il problema di come trasmettere nozioni filosofiche sia a scuola sia anche in ambienti extra-scolastici (sociale in generale, carcerario nello specifico, etc.), di come usare i materiali e i mezzi per un concreto allestimento di una lezione e di come sviluppare modelli di ragionamento per la costruzione di discorsi teoretici sull'educazione.

Gli insegnamenti di storia e di storia della filosofia pongono i classici a confronto con un tema di grande interesse e d'attualità, come per esempio il nazionalismo e approfondiscono i metodi di indagine lessicale, iconografica, bibliografica e storica. Nel secondo anno del biennio magistrale, il CdS in Scienze Filosofiche prevede non soltanto insegnamenti appartenenti all'ambito filosofico propriamente detto, ma anche insegnamenti di area psicologica, antropologica, etc. con la finalità di permettere di sostenere esami dei settori abilitanti per l'insegnamento nelle scuole.

PROFILO PROFESSIONALE

Funzione in un contesto di lavoro: - Insegnamento delle discipline storico-filosofiche (previa abilitazione mediante FIT). - Redazione ed editing di testi. - Coordinamento di servizi editoriali. - Coordinamento di altre figure professionali impegnate nella programmazione di corsi e attività di formazione finalizzati alla divulgazione culturale. - Collaborazione con organizzazioni che si occupano della cura in diversi ambiti sociali. - Collaborazione a ufficio stampa e comunicazione esterna. - Gestione delle risorse umane in enti pubblici e privati. - Organizzazione di eventi culturali in genere (musica, arte, cinema, teatro, conferenze scientifiche etc.). - Impiego nell'ambito bibliotecario, museale, e di fondazioni. Competenze associate alla funzione: I laureati in Scienze Filosofiche, in virtù del percorso formativo, acquisiscono competenze sia specifiche per i vari contesti lavorativi, sia meta-competenze che, per definizione, pur non trovando una “collocazione” ben definita settorialmente, potranno essere messe in gioco nei differenti ambiti in modo proficuo. Si tratta di: -conoscenza e capacità di comprensione in un campo di studi di livello elevato delle diverse discipline filosofiche profilatesi dall'antichità ai nostri giorni e un'ampia informazione sul dibattito attuale in diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, logico-epistemologico, linguistico, estetico, etico, religioso, politico) caratterizzati dall'uso di testi filosofici specifici. A tali competenze naturalmente associate alla funzione dell'insegnamento e della ricerca si affiancherà inoltre uno speciale approfondimento delle problematiche della cura e dell'insegnamento filosofico anche in ambiti extra-scolastici; -capacità di applicare le conoscenze e capacità di comprensione della terminologia e dei metodi riguardanti l'analisi dei problemi, le modalità argomentative e l'approccio dei testi (anche in lingua originale), nonché l'uso degli strumenti bibliografici in maniera da dimostrare un approccio professionale e competenze adeguate sia per ideare e sostenere argomentazioni sia per risolvere problemi anche in collaborazione con altri nel lavoro redazionale o di coordinamento in vista della produzione di testi; -capacità di applicare le conoscenze e capacità di comprensione sia in ambiti di trasmissione di saperi (insegnamento) sia in quelli della loro concreta messa in pratica (cura); -capacità critica e abilità nella pianificazione dei processi decisionali; -capacità di composizione e produzione di testi scritti (dai più generici “elaborati”, ai più specifici saggi critici, monografie e articoli), nonché capacità di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a specialisti e non specialisti in forma scritta e orale (in almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano) acquisite mediante il potenziamento, centrale nella riorganizzazione del CdS in Scienze Filosofiche, dell'aspetto seminariale degli insegnamenti e dell'interazione studente-docente e studente-studente. Sbocchi occupazionali: Oltre ai tradizionali sbocchi occupazionali dei laureati di II livello, l'insegnamento e la ricerca scientifica (prosecuzione degli studi in dottorati e/o Master coerenti), la peculiarità di un laureato in Scienze Filosofiche è di potersi muovere, con duttilità e capacità di apprendere, negli ambiti lavorativi più diversi. Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali previsti dal corso di laurea sono in diversi settori: l'editoria tradizionale e multimediale (con particolare riferimento all'ambito umanistico), le soprintendenze, la pubblica amministrazione, le istituzioni e fondazioni culturali artistiche e musicali, le società di consulenza, l'industria culturale, la comunicazione, enti pubblici e privati.



Quality Assurance

The quality of a degree programme is the extent to which it achieves its educational objectives and meets the quality requirements of the educational activities offered, which are determined in line with the needs and expectations of students and representatives of the world of work.

This programme has adopted a teaching Quality Assurance system in line with the University’s quality assurance guidelines and based on the e ANVUR national quality assurance guidelines, by carrying out the following activities:
  • periodic consultations with representatives of the world of work to assess the adequacy of the cultural and professional profiles offered in their courses;
  • design of educational contents and planning of resources;
  • organisation of educational activities and teaching services;
  • monitoring the effectiveness of teaching and planning measures to improve teaching and services;
  • provision of complete and up-to-date information on its website, relating to the programme (professional roles, expected learning outcomes, learning activities).
The above activities are scheduled and interrelated, based on the PDCA principles (Plan, Do, Check, Act).
schema_qualita

In a Quality Assurance system, students play a fundamental role: each student can play their part by participating in the Quality Assurance groups of their degree programme and in the Faculty-Student Joint Committees or, more simply, by taking part in the Student Survey on teaching, or questionnaires. It’s in this context that specific workshops for student representatives (‘Laboratori di rappresentanza attiva’) are periodically made available to students by the University and the University’s Quality Assurance Board. To find out more, please see the relevant section.

Il sistema di valutazione universitario e il ruolo dello studente

by Prof. Graziano Pravadelli: a lecture recorded on the occasion of the January 2021 workshop for student representatives.

QA bodies

QA in degree programmes

QA activities

Description of the training course - Didactic regulations

The Degree programme teaching regulations set out the organisational aspects of the degree programme, in line with the University’s teaching regulations. The first part of the document includes general information about the programme, the second part includes links to the relevant module web pages, and the third part specifies the administrative aspects.

Other Regulations

To view other regulations of interest refer to the section: Statute and regulations

Il sistema universitario italiano

schema_qualita

Primo ciclo: Corsi di Laurea

Essi hanno l’obiettivo di assicurare agli studentesse e studenti un’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali e l’acquisizione di specifiche conoscenze professionali.
Requisito minimo per l’accesso: diploma finale di scuola secondaria, rilasciato al completamento di 13 anni di scolarità complessiva e dopo il superamento del relativo esame di Stato, o un titolo estero comparabile; l’ammissione può essere subordinata alla verifica di ulteriori condizioni.
Durata: triennale.
Titolo: per conseguire il titolo di Laurea, è necessario aver acquisito 180 Crediti Formativi Universitari (CFU), equivalenti ai crediti ECTS; può essere richiesto un periodo di tirocinio e la discussione di una tesi o la preparazione di un elaborato finale.
Il titolo di Laurea dà accesso alla Laurea Magistrale e agli altri corsi di 2° ciclo.
Qualifica accademica: “Dottore”

Secondo ciclo: Corsi di Laurea Magistrale

Essi offrono una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici.
Requisiti per l’accesso: l’accesso ai corsi è subordinato al possesso di una Laurea o di un titolo estero comparabile; l'ammissione è soggetta a requisiti specifici decisi dalle singole università.
Durata: biennale.
Titolo: per conseguire il titolo di Laurea Magistrale, è necessario aver acquisito 120 crediti (CFU) e aver elaborato e discusso una tesi di ricerca.
Qualifica accademica: “Dottore magistrale”
Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico
Alcuni corsi (Medicina e chirurgia, Medicina veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Farmacia e Farmacia industriale, Architettura e Ingegneria edile-Architettura, Giurisprudenza, Scienze della formazione primaria) sono definiti “Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico”. Requisito di accesso: diploma di scuola secondaria superiore o un titolo estero comparabile; l’ammissione è subordinata a una prova di selezione.
Durata: gli studi si articolano su 5 anni (6 anni e 360 CFU per Medicina e Chirurgia e per Odontoiatria e protesi dentaria).
Titolo: per conseguire il titolo di Laurea Magistrale, è necessario aver acquisito 300 CFU ed aver elaborato e discusso una tesi di ricerca.
Il titolo di Laurea Magistrale dà accesso al Dottorato di Ricerca e agli altri corsi di 3° ciclo.
Qualifica accademica: “Dottore magistrale”.

Terzo ciclo

Dottorato di Ricerca: essi hanno l’obiettivo di far acquisire una corretta metodologia per la ricerca scientifica avanzata, adottano metodologie innovative e nuove tecnologie, prevedono stage all’estero e la frequenza di laboratori di ricerca. L’ammissione richiede una Laurea Magistrale (o un titolo estero comparabile) e il superamento di un concorso; la durata è di minimo 3 anni. Il/la dottorando/a deve elaborare una tesi originale di ricerca e discuterla durante l’esame finale.
Qualifica accademica: “Dottore di ricerca” o “PhD”.
Corsi di Specializzazione: corsi di 3° ciclo aventi l’obiettivo di fornire conoscenze e abilità per l’esercizio di attività professionali di alta qualificazione, particolarmente nel settore delle specialità mediche, cliniche e chirurgiche. Per l’ammissione è richiesta una Laurea Magistrale (o un titolo estero comparabile) e il superamento di un concorso; la durata degli studi varia da 2 (120 CFU) a 6 anni (360 CFU) in rapporto al settore disciplinare. Il titolo finale rilasciato è il Diploma di Specializzazione.

Master

Corsi di Master universitario di primo livello: corsi di 2° ciclo di perfezionamento scientifico o di alta formazione permanente e ricorrente. Vi si accede con una Laurea o con un titolo estero comparabile. La durata minima è annuale (60 CFU); non consente l’accesso a corsi di Dottorato di Ricerca e di 3°ciclo, perché il corso non ha ordinamento didattico nazionale e il titolo è rilasciato sotto la responsabilità autonoma della singola università. Il titolo finale è il Master universitario di primo livello.
Corsi di Master Universitario di secondo livello:corsi di 3° ciclo di perfezionamento scientifico o di alta formazione permanente e ricorrente. Vi si accede con una Laurea Magistrale o con un titolo estero comparabile. La durata è minimo annuale (60 CFU); non consente l’accesso a corsi di Dottorato di Ricerca e di 3° ciclo, perché il corso non ha ordinamento didattico nazionale e il titolo è rilasciato sotto la responsabilità autonoma della singola università. Il titolo finale è il Master universitario di secondo livello.

Altro da sapere sul Sistema universitario italiano

Crediti Formativi Universitari (CFU): i corsi di studio sono strutturati in crediti. Al Credito Formativo Universitario (CFU) corrispondono normalmente 25 ore di lavoro. La quantità media di lavoro accademico svolto in un anno da un/a iscritto/a a tempo pieno è convenzionalmente fissata in 60 CFU. I crediti formativi universitari sono equivalenti ai crediti ECTS.
Classi dei corsi di studio: i corsi di studio di Laurea e di Laurea Magistrale che condividono obiettivi e attività formative sono raggruppati in “classi”. I contenuti formativi di ciascun corso di studio sono fissati autonomamente dalle singole università; tuttavia le università devono obbligatoriamente inserire alcune attività formative (ed il corrispondente numero di crediti) determinate a livello nazionale. Tali requisiti sono stabiliti in relazione a ciascuna classe. I titoli di una stessa classe hanno lo stesso valore legale.
Titoli congiunti: le università italiane possono istituire corsi di studio in cooperazione con altre università, italiane ed estere, al termine dei quali sono rilasciati titoli congiunti o titoli doppi/multipli.

Why Verona