Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
primo semestre triennali 19-set-2016 13-gen-2017
secondo semestre triennali 20-feb-2017 1-giu-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Prove intermedie primo semestre 7-nov-2016 11-nov-2016
Appelli esami sessione invernale 16-gen-2017 17-feb-2017
Prove intermedie secondo semestre 10-apr-2017 13-apr-2017
Appelli esami sessione estiva 5-giu-2017 7-lug-2017
Appelli esami sessione autunnale 28-ago-2017 15-set-2017
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione autunnale 30-nov-2016 1-dic-2016
Sessione invernale 5-apr-2017 7-apr-2017
Sessione estiva 11-set-2017 13-set-2017
Vacanze
Periodo Dal Al
Vacanze natalizie 23-dic-2016 5-gen-2017
Vacanze pasquali 14-apr-2017 18-apr-2017
Vacanze estive 7-ago-2017 25-ago-2017

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria dei Corsi di Studio Economia.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

C D F G L M P R S

Cipriani Giam Pietro

giampietro.cipriani@univr.it 045 802 8271

Corbella Silvano

silvano.corbella@univr.it 045 802 8217

Demo Edoardo

edoardo.demo@univr.it 045 802 8782 (VR) 0444.393930 (VI)

Faccincani Lorenzo

lorenzo.faccincani@univr.it 045 802 8610

Ferrari Maria Luisa

marialuisa.ferrari@univr.it 045 802 8532

Giaretta Elena

elena.giaretta@univr.it 045 802 8051

Guiglia Giovanni

giovanni.guiglia@univr.it 045 802 8225

Lanzoni Lisa

lisa.lanzoni@univr.it; lisalanzoni@virgilio.it 045 8028225

Leardini Chiara

chiara.leardini@univr.it 045 802 8222

Lo Bue Maria Carmela

mariacarmela.lobue@univr.it +39 0458028768

Lubian Diego

diego.lubian@univr.it 045 802 8419

Mariutti Gianpaolo

gianpaolo.mariutti@univr.it 045 802 8241

Menon Martina

martina.menon@univr.it 045 802 8420

Minozzo Marco

marco.minozzo@univr.it 045 802 8234

Mion Giorgio

giorgio.mion@univr.it 045.802 8172

Mussini Mauro

mauro.mussini@univr.it

Pasquariello Federica

federica.pasquariello@univr.it 045 802 8233

Perali Federico

federico.perali@univr.it 045 802 8486

Pilati Andrea

andrea.pilati@univr.it 045 802 8444 (VR) - 0444 393938 (VI)

Pizzamiglio Maurizio

maurizio.pizzamiglio@univr.it

Renò Roberto

roberto.reno@univr.it 045 802 8526

Rossato Chiara

chiara.rossato@univr.it 045 802 8620

Roveda Alberto

alberto.roveda@univr.it Dip. Sc. Ec. 045 802 8096 C.I.D.E. 045 8028084

Salomoni Alessandra

alessandra.salomoni@univr.it 045 802 8443

Sartori Fabio

fabio.sartori@univr.it

Sommacal Alessandro

alessandro.sommacal@univr.it 045 802 8716

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
SECS-P/01
9
B
SECS-S/01
InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
C
SECS-P/12
Prova finale
3
E
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
SECS-P/01
9
B
SECS-S/01

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
C
SECS-P/12
Prova finale
3
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S00242

Crediti

9

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA

L'insegnamento è organizzato come segue:

lezione

Crediti

7

Periodo

secondo semestre triennali

esercitazione

Crediti

2

Periodo

secondo semestre triennali

Obiettivi formativi

-- Introduzione ––

La macroeconomia moderna nasce con J.M. Keynes nel 1936. Il suo libro "La teoria generale" riprese il titolo del famoso articolo di Einstein sulla relatività. L'accostamento di facciata ispira un utile parallelismo. Si potrebbe dire che la macroeconomia sta all’economia, come la cosmologia sta alla fisica. Essa studia i fenomeni aggregati di un sistema economico. Non si occupa dell’infinitamente piccolo, ma si occupa dell'"universo" dei mercati. Non studia una singola impresa o il comportamento economico di un individuo (che è materia della microeconomia). Studia invece le forze complessive che governano un sistema economico, le quali condizionano in aggregato il comportamento delle singole imprese e degli individui. Al pari della cosmologia, anche la macroeconomia si pone domande ultime sui “massimi sistemi”. Per esempio, che cos’è e quant’è la ricchezza economica di una nazione (come l’Italia), da dove viene questa ricchezza e dove (cioè a chi) va. Non serve essere cosmologi per sapere che “il sole e le altre stelle” esistono. In egual misura possiamo parlare di PIL (Prodotto Interno Lordo), di Consumo aggregato delle famiglie, o d’Investimento delle imprese, di inflazione dei prezzi senza conoscere la materia che studia questi fenomeni. Ma, al di là del buon senso, non possiamo rispondere come si forma il PIL, come si misura, chi lo produce e che cosa causa un certo livello di consumo o d'investimento, e con quali effetti, senza un’adeguata preparazione macroeconomica.

-- Primo obiettivo --

Primo obiettivo del corso è di fornire questa preparazione di base. Il livello è introduttivo, ma non superficiale. Saranno richieste minime conoscenze matematiche (funzioni lineari), perchè si farà uso di equazioni e grafici. Verranno esaminati in successione tre mercati che compongono un sistema economico: (1) il mercato dei beni, (2) il mercato monetario-finanziario, (3) il mercato del lavoro. Si analizzeranno le leggi che governano ciascun mercato, e le loro interazioni nel determinare l’equilibrio (o il disequilibrio) economico generale.

-- Secondo obiettivo --

Pur assomigliandole, la macroeconomia in un punto essenziale non coincide con la cosmologia. Quest’ultima si propone di conoscere l’universo, ma le risulta - almeno per ora - difficile modificarlo. Essa ci svela come il mondo gira. Ma quello, anche dopo le nostre scoperte, continua a girare incurante come prima. Non così per la macroeconomia. Al pari di altre scienze sociali, essa non si propone solo di conoscere il mondo, ma si propone anche di migliorarlo. Il suo voler conoscere non è solo speculativo e positivo, ma è anche normativo e concreto. In altre parole, in macroeconomia più che altrove vale l'adagio “conoscere per deliberare”.
Il secondo obiettivo del corso sarà quindi di evidenziare il ruolo che può giocare la politica economica (nei diversi mercati) nel promuovere o – dov'è già raggiunto – salvaguardare un livello di benessere economico adeguato.

--Capacità acquisite--

Al termine dell’insegnamento lo studente sarà in grado di consultare ed interpretare correttamente:
a) A livello nazionale: le Tabelle di contabilità dell'Istat, i Documenti previsionali del MEF, le Relazioni e gli Allegati contabili del Governatore della Banca d'Italia.
b) A livello internazionale: I Rapporti sullo sviluppo della Banca Mondiale e il Dataset dei World Development indicators, gli Outlook del Fondo Monetario Internazionale e quelli dell'OECD.

A livello storico-teorico lo studente sarà in grado di
c) Saper collocare le diverse interpretazioni analitiche e di politica economica nel quadro più generale delle principali scuole di pensiero economico evolutesi in epoca moderna e contemporanea.
d) Valutare l'efficacia dei diversi interventi di stabilizzazione economica e di stimolo allo sviluppo, rispetto alle condizioni empiriche e storiche di partenza del paese analizzato.

Programma

--Modalità didattica---
Il corso si compone di lezioni frontali per un totale di 7CFU (56h) intervallate a lezioni di esercitazione per i restanti 2CFU (24h). Queste ultime servono a rafforzare l’acquisizione delle nozioni teoriche e impratichirsi nel loro utilizzo a casi concreti. Lo studente sarà incentivato a svolgere settimanalmente esercizi e test, sia individuali che di gruppo, per verificare il suo stato di preparazione con l'avanzare del corso.
L'insegnamento ha dei tutor, per un monte ore di 40, che aiutano nell'attività di correzione e revisione delle attività svolte dagli studenti durante il periodo di corso.
Un sito elearning è a disposizione come indicato in fondo.

L’elenco degli argomenti trattati è il seguente:

1. La Macroeconomia: storia delle idee e storia dei fatti
2. I Conti Nazionali e l’evidenza empirica in economia
3. Il Mercato dei Beni
4. Il Mercato Monetario-finanziario
5. Il Modello IS-LM
6. Il Mercato del Lavoro
7. Macroeconomia e Politica Economica
8. La crescita economica (incluso il modello Harrod Domar)
9. L’accumulazione del capitale e il progresso tecnologico
10. Il Modello d’equilibrio AD-AS
11. Disoccupazione e inflazione: la curva di Phillips
12. Il ruolo delle aspettative in Economia e l’inflazione
13. L'Economia aperta


Libri di testo base:
**********************
Autori: Blanchard Olivier, Amighini Alessia, Giavazzi Francesco
Titolo: Macroeconomia - Una prospettiva europea
ISBN: 9788815252098
Anno: 2014
Casa Ed.: Il Mulino
***********************

Eserciziario
***********************
Autore: David W. Findlay
Titolo: Esercizi di macroeconomia. Guida allo studio del testo di Olivier Blanchard, Alessia Amighini, Francesco Giavazzi
ISBN: 9788815252272
Anno: 2015 (abbinato al libro Blanchard et al. 2014)
Casa Ed.: Il Mulino
**********************

Programma dal libro: che cosa portare
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
(vedi nel riquadro stellato i dettagli bibliografici):
Blanchard et al. (2014): Cap. 1-13, 15-16, 19-20, 22-23 e 24.
Blanchard et al. (2011): Cap. 1-12, 14-15, 18-19, 20, 23-24 e 25.
Per chi possiede l'edizione precedente:
Blanchard et al. (2009): Cap. 1-11, 13-14, 16-20, e 26.

Eserciziario(vedi dettagli nel riquadro stellato):
Findlay (2015) per chi possiede Blanchard et al. (2014).
Findlay (2011) per chi possiede Blanchard et al. (2011).
Findlay (2009) per chi possiede Blanchard (2009).

-- Ulteriori informazioni sui libri di testo ed elearning --

A Lezione verranno forniti ulteriori indicazioni e materiale didattico integrativo. Attenzione: dal 2017, è possibile che delle nuove edizioni abbinate tra Libro di testo (edizione già pubblicata a fine 2016) & Eserciziario (non ancora pubblicata a fine 2016) siano disponibili, in sostituizione di quelle indicate sopra.
Il sito elearning a cui si farà riferimento nel corso si trova a questo link:
https://elearning.univr.it/j/index.php?option=com_wrapper&Itemid=60&url=/sso/accedi_e.php?go=/e/course/view.php?id=961.

Modalità d'esame

Prova intermedia: Scritto con test a scelta multipla ed esercizi numerici. Tale prova verrà computata come "bonus" nell'esame finale, che rimane uguale per tutti. Tale "bonus" seguirà questa regola. Si definisca Parte A, il programma svolto fino alla prova intermedia. Per chi ha passato la prova intermedia e l'esame finale, il voto finale verrà calcolato sostituendo il voto di ogni esercizio della prova finale, Parte A, con il voto del corrispondente esercizio della prova intermedia, in tutti i casi in cui quest'ultimo risulti maggiore di quello ottenuto nella prova finale. Esame finale: Scritto suddiviso in due parti: a) Test di domande a scelta multipla n. 20. b)Esercizi numerici n. 4. L'esame finale verte sull'intero programma. Per chi ha svolto la prova intermedia, essa verrà computata come segue nel determinare il voto finale dello scritto. 1) Voto prova intermedia: peso 35%; 2) Voto prova finale: peso 65%. Lo studente potrà, se il voto della prova intermedia non lo soddisfa, rinunciare ad esso. In questo caso il voto dello scritto coinciderà con il voto dell'esame finale. Segue esame orale per chi ha superato lo scritto con un voto almeno pari a 17: a) Obbligatorio per chi nello scritto ha un voto tra il 17 e il 18 b) Facoltativo per gli altri. Chi ha svolto l'attività settimanale di esercizi e test monitorati, avrà la possibilità di far pesare queste ulteriori attività d'esercitazione per un massimo di un bonus del 10% sul voto dello scritto.

--- STUDENTI da 10CFU e 6CFU ISCRITTI NEGLI ANNI PASSATI ----
Dall'anno corrente l'insegnamento di riferimento per tutti gli studenti dei vecchi ordinamenti è Macroeconomia EC. Rispetto al programma di sopra, i 10CFU dovranno integrare una parte riguardante il medio periodo (analisi AD-AS e Curva di Phillips originaria e modificata). Agli studenti di 6CFU l'integrazione riguarda la Parte del programma della Crescita e dell'Economia internazionale.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Prova finale

La prova finale, il cui superamento attribuisce 3 CFU, consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 30 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. L’elaborato è oggetto di esposizione e discussione orale dinanzi a una Commissione Istruttoria, composta dal docente di cui al comma precedente, in qualità di Relatore, e da un secondo docente appartenente al medesimo settore scientifico-disciplinare o a settore affine. La discussione si svolge in una data concordata con il Relatore, di norma in occasione di una qualsiasi sessione d’esame. Con il consenso del Relatore, la tesi può essere redatta e la discussione svolgersi in lingua inglese. La scelta del tema e del titolo dell’elaborato e lo svolgimento della discussione a norma dei commi precedenti possono essere effettuate a partire dall’inizio dell’ultimo anno di corso, e comunque solo dopo l’acquisizione in carriera di almeno 120 CFU. Valutati la qualità dell’elaborato e della sua presentazione e discussione da parte dello studente, la Commissione Istruttoria formula una proposta di giudizio, che può essere positiva o negativa: nel primo caso, essa è accompagnata da una proposta di punteggio, da un minimo di 0 a un massimo di 4 punti; nel secondo caso, è accompagnata dall’indicazione al laureando di opportuni suggerimenti migliorativi. La proposta di punteggio non deve in alcun modo tener conto della carriera del laureando. La determinazione del punteggio finale e il conferimento del titolo sono di esclusiva competenza della Commissione di Laurea, composta secondo quanto stabilito dal RDA. È possibile conseguire la laurea anche in un tempo inferiore a tre anni, fermi restando gli obblighi contributivi per tutta la durata legale del corso.

Per maggiori informazioni e la consultazione delle scadenze e delle commissioni di laurea si rimanda all'apposita sezione del sito web della Scuola di Economia e Management
 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Tesi di laurea - Il credit scoring Statistics - Foundational and philosophical topics
La performance delle imprese che adottano politiche di Corporate Social responsibility Argomenti vari
La previsione della qualita' dei vini: Il caso dell'Amarone Argomenti vari
Proposte di tesi Argomenti vari
Tesi in Macroeconomia Argomenti vari
tesi triennali Argomenti vari

Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Tutorato per gli studenti

I docenti dei singoli Corsi di Studio erogano un servizio di tutorato volto a orientare e assistere gli studenti del triennio, in particolare le matricole, per renderli partecipi dell’intero processo formativo, con l’obiettivo di prevenire la dispersione e il ritardo negli studi, oltre che promuovere una proficua partecipazione attiva alla vita universitaria in tutte le sue forme.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Gestione carriere


Area riservata studenti