Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2019/2020

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
primo semestre triennali 16-set-2019 10-gen-2020
secondo semestre triennali 17-feb-2020 5-giu-2020
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Prove intermedie primo semestre 4-nov-2019 8-nov-2019
Sessione invernale triennali 13-gen-2020 14-feb-2020
Prove intermedie secondo semestre 15-apr-2020 17-apr-2020
Sessione estiva triennali 8-giu-2020 10-lug-2020
Sessione autunnale 24-ago-2020 11-set-2020
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Lauree sessione autunnale (validità a.a. 2018/19) 2-dic-2019 4-dic-2019
Lauree sessione invernale (validità a.a. 2018/19) 7-apr-2020 9-apr-2020
Lauree sessione estiva (validità a.a. 2019/20) 7-set-2020 9-set-2020

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa   Didattica e Studenti Economia
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame   sistema ESSE3 . Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali .

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F L M O P Q R S T Z

Bertoli Paola

paola.bertoli@univr.it

Borello Giuliana

giuliana.borello@univr.it 045 802 8273

Broglia Angela

angela.broglia@univr.it 045 802 8240

Brunetti Federico

federico.brunetti@univr.it 045 802 8494

Bucciol Alessandro

alessandro.bucciol@univr.it 045 802 8278

Butturini Paolo

paolo.butturini@univr.it +39 0458028890 - 8406

Cantele Silvia

silvia.cantele@univr.it 045 802 8220 (VR) - 0444 393943 (VI)

Carlotto Ilaria

ilaria.carlotto@univr.it 045 802 8264

Chiarini Andrea

andrea.chiarini@univr.it 045 802 8223

Confente Ilenia

ilenia.confente@univr.it 045 802 8174

Cubico Serena

serena.cubico@univr.it 045 802 8132

De Crescenzo Veronica

veronica.decrescenzo@univr.it 045 802 8163

Faccincani Lorenzo

lorenzo.faccincani@univr.it 045 802 8610

Fiorentini Riccardo

riccardo.fiorentini@univr.it 0444 393934 (VI) - 045 802 8335(VR)

Florio Cristina

cristina.florio@univr.it 045 802 8296

Licio Vania

vania.licio@univr.it

Menon Martina

martina.menon@univr.it 045 802 8420

Minozzo Marco

marco.minozzo@univr.it 045 802 8234

Mion Giorgio

giorgio.mion@univr.it 045.802 8172

Orso Cristina Elisa

cristinaelisa.orso@univr.it 045 802 8447

Perali Federico

federico.perali@univr.it 045 802 8486

Peretti Alberto

alberto.peretti@univr.it 0444 393936 (VI) 045 802 8238 (VR)

Pertile Paolo

paolo.pertile@univr.it 045 802 8438

Pichler Flavio

flavio.pichler@univr.it 045 802 8273

Quercia Simone

simone.quercia@univr.it 045 802 8237

Rossi Francesca

francesca.rossi_02@univr.it 045 802 8098

Rossignoli Francesca

francesca.rossignoli@univr.it 0444 393941 (Ufficio Vicenza) 0458028261 (Ufficio Verona)

Signori Paola

paola.signori@univr.it 0444 393942 (VI) 045 802 8492 (VR)

Tescaro Mauro

mauro.tescaro@univr.it 045 802 8880

Zago Angelo

angelo.zago@univr.it 045 802 8414

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
A
(IUS/01)
9
A
(SECS-P/07)
9
A
(SECS-P/01)
9
A
(SECS-S/06)
Lingua inglese competenza linguistica livello B1 completo
6
E/F
-
InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
(SECS-P/01)
9
B
(SECS-P/03)
9
B
(SECS-S/01)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
A
(IUS/01)
9
A
(SECS-P/07)
9
A
(SECS-P/01)
9
A
(SECS-S/06)
Lingua inglese competenza linguistica livello B1 completo
6
E/F
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
(SECS-P/01)
9
B
(SECS-P/03)
9
B
(SECS-S/01)

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
(SECS-P/01)
6
B
(SECS-P/08)
Stage
6
S
-
Prova finale
3
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02458

Coordinatore

Mauro Tescaro

Crediti

9

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

IUS/01 - DIRITTO PRIVATO

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

secondo semestre triennali dal 17-feb-2020 al 5-giu-2020.

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di fornire allo studente la conoscenza delle nozioni e delle regole giuridiche fondamentali che governano i rapporti tra soggetti privati – con particolare ma non esclusiva attenzione per gli istituti del diritto patrimoniale –, nonché di sensibilizzare lo stesso alle problematiche del diritto privato, anche mediante la discussione in aula di alcuni casi pratici. Al termine delle lezioni, lo studente dovrà dimostrare di conoscere le citate nozioni e regole giuridiche fondamentali del diritto privato, nonché di saperle applicare a casi concreti esemplificativi oppure tratti dalla giurisprudenza. Lo studente dovrà altresì dimostrare di saper cogliere le principali particolarità terminologiche caratterizzanti gli istituti privatistici, in relazione ai quali parole ed espressioni a prima vista simili possono anche assumere, sotto il profilo tecnico-giuridico, significati differenti.

Programma

1. Il diritto privato in generale
2. Le situazioni giuridiche soggettive
3. I fatti e gli atti giuridici
4. I soggetti: le persone fisiche e le persone giuridiche
5. I beni e i diritti reali
6. Le obbligazioni
7. Il contratto in generale
8. I singoli contratti
9. I contratti dei consumatori
10. Le fonti non contrattuali di obbligazione
11. I fatti illeciti
12. Il diritto di famiglia in generale
13. Il matrimonio
14. Il regime patrimoniale della famiglia
15. La filiazione
16. Le successioni per causa di morte
17. Le donazioni
18. La tutela dei diritti

Le modalità didattiche consisteranno in lezioni frontali sui temi appena indicati, con costante coinvolgimento degli studenti, e con particolare attenzione al significato non solo giuridico degli istituti di volta in volta esaminati, nell'ottica di favorire il più possibile lo sviluppo di competenze trasversali. Nella medesima ottica, saranno offerte agli studenti pure alcune iniziative formative avanzate, nelle quali saranno coinvolte numerose professionalità diverse, accademiche e non.

Testi consigliati

1) uno dei seguenti Manuali, in alternativa tra loro:

A. TRABUCCHI, Istituzioni di diritto civile, 49a ed. a cura di G. TRABUCCHI, WOLTERS KLUWER - CEDAM, 2019, esclusi la Sez. III del Capo IX (procedure concorsuali), la Sez. V del Capo X (contratti di banca e di conto corrente), la Sez. IV del Capo XII (titoli di credito e valori mobiliari) e l’intero Capo XIII (proprietà intellettuale e concorrenza);

A. TORRENTE – P. SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, 24a ed. a cura di F. ANELLI e C. GRANELLI, Giuffrè, 2019, esclusi i Capitoli XLVI (contratti bancari), LI, sezione D) (titoli di credito), LII (cambiale), LIIII (assegni), e l’intera parte sull’impresa (dal Capitolo LVI al Capitolo LXIV).

2) L’ultima edizione di un Codice civile con le principali leggi collegate, quali, in alternativa tra loro:

M. CONFORTINI - G. GUIDA (a cura di), Codice civile ragionato con schemi a lettura guidata, NEL DIRITTO EDITORE (ove pure taluni brevi commenti di chiarificazione delle disposizioni di legge).

G. ALPA - R. GAROFOLI, I Codici NEL DIRITTO Plus, Codice civile e leggi complementari.

S. PETITTI - E. VINCENTI, Codice civile e leggi complementari, Giuffré (edizione compatta).

A. DI MAJO (a cura di), Codice civile, Giuffré.

P. SCHLESINGER (a cura di), Codice civile. Giurisprudenza - Leggi complementari, Ipsoa (ove pure taluni riferimenti giurisprudenziali sul Codice civile).

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Alberto Trabucchi Istituzioni di diritto civile (Edizione 49) Cedam 2019

Modalità d'esame

La prova d’esame consiste in una prova scritta articolata in trenta quesiti a risposta multipla aventi per oggetto le tematiche oggetto del programma.
I quesiti vengono formulati sia nella veste di domande "classiche", aventi per oggetto regole ed istituti propri del diritto privato, sia nella veste di casi pratici, dei quali vengono proposte soluzioni alternative, così da potere verificare la preparazione del candidato tanto dal punto di vista della conoscenza degli istituti e delle regole propri del diritto privato quanto sotto il profilo della capacità di utilizzarli ed applicarli in concreto.
Il punteggio viene attribuito assegnando 1 punto per ogni risposta esatta e 0 punti per ogni risposta errata o non data.
Viene proposto altresì un trentunesimo quesito, che viene valutato solo qualora sia stata data risposta esatta a tutti e trenta gli altri quesiti proposti, e la risposta esatta al quale comporta l'attribuzione al candidato della lode.
La prova scritta ha una durata di 45 minuti e viene corretta immediatamente dopo la consegna degli elaborati da parte degli studenti, i quali devono quindi assicurare la loro presenza in aula anche nelle 3-4 ore successive alla conclusione della prova. Si raccomandano gli studenti affinché si organizzino per rimanere, poiché, nel citato periodo di tempo, ciascuno studente sarà chiamato in cattedra dal titolare del corso, per verificare la propria prova scritta e le correzioni ricevute, oltre che per dichiarare se intende o meno accettare il voto conseguito. In tale occasione, gli studenti che avranno riportato un voto pari o superiore a 27/30 potranno altresì chiedere di sostenere un colloquio orale, a seconda dell'andamento del quale il loro voto definitivo potrà migliorare o peggiorare.
Gli studenti che non dovessero rimanere a usufruire di queste possibilità troveranno invece l'esito dell'esame registrato direttamente nella loro carriera, a pochi giorni di distanza.
Non sono previste prove intermedie.

Tipologia di Attività formativa D e F

Nei piani didattici di ciascun Corso di studio è previsto l’obbligo di conseguire un certo numero di crediti formativi mediante attività a scelta (chiamate anche "di tipologia D e F").

Oltre che in insegnamenti previsti nei piani didattici di altri corsi di studio e in certificazioni linguistiche o informatiche secondo quanto specificato nei regolamenti di ciascun corso, tali attività possono consistere anche in iniziative extracurriculari di contenuto vario, quali ad esempio la partecipazione a un seminario o a un ciclo di seminari, la frequenza di laboratori didattici, lo svolgimento di project work, stage aggiuntivo, eccetera.

Come per ogni altra attività a scelta, è necessario che anche queste non costituiscano un duplicato di conoscenze e competenze già acquisite dallo studente.

Quelle elencate in questa pagina sono le iniziative extracurriculari che sono state approvate dal Consiglio della Scuola di Economia e Management e quindi consentono a chi vi partecipa l'acquisizione dei CFU specificati, alle condizioni riportate nelle pagine di dettaglio di ciascuna iniziativa.

Si ricorda in proposito che:
- tutte queste iniziative richiedono, per l'acquisizione dei relativi CFU, il superamento di una prova di verifica delle competenze acquisite, secondo le indicazioni contenute nella sezione "Modalità d'esame" della singola attività;
- lo studente è tenuto a inserire nel proprio piano degli studi l'attività prescelta e a iscriversi all'appello appositamente creato per la verbalizzazione, la cui data viene stabilita dal docente di riferimento e pubblicata nella sezione "Modalità d'esame" della singola attività.

ATTENZIONE: Per essere ammessi a sostenere una qualsiasi attività didattica, inlcuse quelle a scelta, è necessario essere iscritti all'anno di corso in cui essa viene offerta. Si raccomanda, pertanto, ai laureandi delle sessioni di dicembre e aprile di NON svolgere attività extracurriculari del nuovo anno accademico, cui loro non risultano iscritti, essendo tali sessioni di laurea con validità riferita all'anno accademico precedente. Quindi, per attività svolte in un anno accademico cui non si è iscritti, non si potrà dar luogo a riconoscimento di CFU.

Anno accademico
(Verona) primo semestre (lauree) Dal 20/09/21 Al 14/01/22
anni Insegnamenti TAF Docente
Job Club - Teoria e tecniche della ricerca attiva del lavoro - 2021/2022 D Paola Signori (Coordinatore)
(Verona) secondo semestre (lauree) Dal 21/02/22 Al 01/06/22
anni Insegnamenti TAF Docente
Introduzione al sistema di videoscrittura LaTeX - 2021/2022 D Alberto Peretti (Coordinatore)

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Prova finale

La prova finale, il cui superamento attribuisce 3 CFU, consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 30 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. L’elaborato è oggetto di esposizione e discussione orale dinanzi a una Commissione Istruttoria, composta dal docente di cui al comma precedente, in qualità di Relatore, e da un secondo docente appartenente al medesimo settore scientifico-disciplinare o a settore affine. La discussione si svolge in una data concordata con il Relatore, di norma in occasione di una qualsiasi sessione d’esame. Con il consenso del Relatore, la tesi può essere redatta e la discussione svolgersi in lingua inglese. La scelta del tema e del titolo dell’elaborato e lo svolgimento della discussione a norma dei commi precedenti possono essere effettuate a partire dall’inizio dell’ultimo anno di corso, e comunque solo dopo l’acquisizione in carriera di almeno 120 CFU. Valutati la qualità dell’elaborato e della sua presentazione e discussione da parte dello studente, la Commissione Istruttoria formula una proposta di giudizio, che può essere positiva o negativa: nel primo caso, essa è accompagnata da una proposta di punteggio, da un minimo di 0 a un massimo di 4 punti; nel secondo caso, è accompagnata dall’indicazione al laureando di opportuni suggerimenti migliorativi. La proposta di punteggio non deve in alcun modo tener conto della carriera del laureando. La determinazione del punteggio finale e il conferimento del titolo sono di esclusiva competenza della Commissione di Laurea, composta secondo quanto stabilito dal RDA. È possibile conseguire la laurea anche in un tempo inferiore a tre anni, fermi restando gli obblighi contributivi per tutta la durata legale del corso.

Per maggiori informazioni e la consultazione delle scadenze e delle commissioni di laurea si rimanda all'apposita sezione del sito web della Scuola di Economia e Management
 

Tutorato per gli studenti

I docenti dei singoli Corsi di Studio erogano un servizio di tutorato volto a orientare e assistere gli studenti del triennio, in particolare le matricole, per renderli partecipi dell’intero processo formativo, con l’obiettivo di prevenire la dispersione e il ritardo negli studi, oltre che promuovere una proficua partecipazione attiva alla vita universitaria in tutte le sue forme.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.