Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2012/2013

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
primo semestre 24-set-2012 21-dic-2012
secondo semestre 18-feb-2013 24-mag-2013

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa   Didattica e Studenti Economia
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame   sistema ESSE3 . Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali .

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R S Z

Bozzola Marco

marco.bozzola@univr.it 0458312510

Broglia Angela

angela.broglia@univr.it 045 802 8240

Campedelli Bettina

bettina.campedelli@univr.it 045 802 8416

Corbella Silvano

silvano.corbella@univr.it 045 802 8217

Corsi Corrado

corrado.corsi@univr.it 045 802 8452 (VR) 0444/393937 (VI)

Dalla Rosa Elisa

elisa.dallarosa@univr.it

Duret Paolo

paolo.duret@univr.it 0458028873

Farinon Paolo

paolo.farinon@univr.it 045 802 8169 (VR) 0444/393939 (VI)

Florio Cristina

cristina.florio@univr.it 045 802 8296

Genovese Anna

anna.genovese@univr.it 0458028231

Guerriero Massimo

massimo.guerriero@univr.it

Lai Alessandro

alessandro.lai@univr.it 045 802 8574

Lionzo Andrea

andrea.lionzo@univr.it

Messina Sebastiano Maurizio

sebastianomaurizio.messina@univr.it 045 802 8052

Mion Giorgio

giorgio.mion@univr.it 045.802 8172

Noto Sergio

elefante@univr.it 045 802 8008

Pertile Paolo

paolo.pertile@univr.it 045 802 8438

Polin Veronica

veronica.polin@univr.it 045 802 8267

Rossato Chiara

chiara.rossato@univr.it 045 802 8620

Stacchezzini Riccardo

riccardo.stacchezzini@univr.it 045 802 8186

Zarri Luca

luca.zarri@univr.it 045 802 8101

Zoli Claudio

claudio.zoli@univr.it 045 802 8479

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S001037

Coordinatore

Angela Broglia

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

secondo semestre dal 18-feb-2013 al 24-mag-2013.

Obiettivi formativi

L’insegnamento, richiamando i concetti fondanti dell’Economia aziendale, è diretto a fornire le nozioni, le categorie logiche e gli strumenti applicativi necessari alla conoscenza ed alla comprensione dei fenomeni aziendali ascrivibili alla pubblica amministrazione.
Pur nella varietà delle aziende facenti parte del settore pubblico e delle loro conseguenti peculiarità, l’insegnamento intende focalizzare l’attenzione sulle caratteristiche comuni che connotano il loro dinamico svolgersi e che sono causa di alcuni “mali” tipici della pubblica amministrazione. A tal fine, l’insegnamento vuole fornire agli studenti gli strumenti cognitivi basilari per conoscere e comprendere gli assetti istituzionali e di governance, i modelli contabili, i sistemi di controllo ed i processi di rendicontazione e di comunicazione.
Inoltre, considerando le diverse chiavi interpretative – nazionali ed internazionali – della pubblica amministrazione che, in una visione evolutiva, vorrebbero transitarla dallo stato di crisi ad un articolato processo di riforma, l’insegnamento mira a sviluppare nello studente la capacità di comprendere un fenomeno in profondo cambiamento per il rafforzamento del suo ruolo in seno al sistema socio-economico ed il potenziamento della sua attitudine alla generazione di valore pubblico.
Pertanto, le modalità didattiche adottate consistono in lezioni frontali per quanto attiene alla trasmissione delle nozioni basilari, delle categorie-chiave e degli strumenti applicativi fondamentali; per quanto riguarda, invece, gli argomenti che ben si prestano al dibattito, essi sono affrontati preferendo la discussione guidata quale modalità didattica più idonea a stimolare nello studente non solo la capacità critica e di autonomo giudizio, ma anche le abilità relazionali e comunicative.

Programma

1. La definizione del campo e del metodo d’indagine
1.1. multidimensionalità delle amministrazioni pubbliche
1.2. bisogni pubblici e funzioni pubbliche
1.3. dimensione aziendale delle amministrazioni pubbliche

2. Le peculiarità gestionali delle amministraizoni pubbliche
2.1. eterogeneità dei “prodotti”
2.2. mancanza del mercato
2.3. normativa capillare
2.4. modelli di stato
2.5. processi decisionali
2.6. fonti di finanziamento
2.7. valutazione delle performance
2.8. modello organizzativo tradizionale

3. La crisi e la riforma della pubblica amministrazione
3.1. evidenza, origine e fattori della crisi
3.2. burocrazia come disfunzione del modello burocratico
3.3. New Public Management e le strategie riformiste
3.4. paradigma della Public Governance

4. L'azienda dell'amministrazione pubblica territoriale locale
4.1. mission, governance e processo decisionale
4.2. programmazione e pianificazione
4.3. funzione del bilancio
4.4. contabilità a base finanziaria: il ciclo delle entrate e delle spese
4.5. rendicontazione e comunicazione agli stakeholder
4.6. sistema dei controlli

5. Parte monografica: la valutazione delle performance universitarie
5.1. mission e funzioni-chiave
5.2. autonomia universitaria
5.3. modello di governance negli statuti novellati
5.4.didattica (percorso formativo: attori e fasi; performance didattiche; valutazione dell’offerta formativa: AVA; requisiti di accreditamento)

Riferimenti bibliografici e materiali utili, in aderenza al suddetto programma sono resi disponibili sulla piattaforma e-learning alla quale si accede con password fornita dal docente.

Modalità d'esame

Le modalità di accertamento dell’apprendimento prevedono una prova scritta che può eventualmente essere seguita ed integrata da una prova orale.
Nella prova scritta sono proposti vari quesiti sui diversi argomenti del programma, potendo consistere in domande aperte ovvero in applicazioni metodologiche e determinazioni quantitative.
La prova scritta è tesa ad accertare che lo studente:
- abbia una salda conoscenza dei tratti distintivi che connotano le aziende pubbliche, nonché degli aspetti salienti della loro dinamica gestionale;
- sappia sviluppare il tema proposto, esponendolo con un linguaggio corretto ed argomentandolo con coerenza e senso critico;
- sia in grado di applicare gli schemi logici alle diverse problematiche aziendali presentate, con particolare riferimento alla rilevazione contabile rappresentativa dei fatti gestionali;
- sia capace di interpretare il linguaggio tecnico, traducendo le risultanze numeriche in segnali e indicazioni utili al governo aziendale.
Ogni quesito ha un punteggio esplicitato nel testo della prova scritta; la somma dei punteggi è pari a 30.
La prova orale è facoltativa, su richiesta dello studente che abbia riportato nella prova scritta una valutazione almeno pari a 27/30esimi. Tale prova consiste in un colloquio teso ad accertare anche la capacità comunicativa dello studente; a tal fine si tiene conto soprattutto della:
- profondità ed estensione delle nozione apprese;
- proprietà di linguaggio nell’esposizione dei concetti e delle nozioni;
- capacità di collegare in forma sistemica le conoscenze acquisite.

Materiale Didattico

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico
primo semestre (lauree magistrali) Dal 04/10/21 Al 17/12/21
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Business & Predictive Analytics for International Firms (with Excel Applications) - 2021/2022 D Angelo Zago (Coordinatore)
1° 2° How to enter in a foreign market. Theory and applications - 2021/2022 D Angelo Zago (Coordinatore)
1° 2° Integrated Financial Planning - 2021/2022 D Riccardo Stacchezzini (Coordinatore)

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Prova finale

La prova finale consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 80 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. La tesi è oggetto di esposizione e discussione orale, in una delle date appositamente stabilite dal calendario delle attività didattiche, dinanzi a una Commissione di Laurea nominata ai sensi del RDA. In accordo con il Relatore, la tesi potrà essere redatta e la discussione potrà svolgersi in lingua inglese.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Analisi dell'Impatto della Regolamentazione: potenziale e applicazioni concrete Argomenti vari
Costi e benefici della nuova linea ferroviaria Torino-Lione Argomenti vari
Costi e benefici del sistema di rilevazione della velocità “tutor” sulle autostrade italiane Argomenti vari
Il futuro del corporate reporting (COVID19) Argomenti vari
I Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo ex d.lgs. 231/2001 Argomenti vari
La stima del valore della qualità delle strutture ospedaliere attraverso la valutazione contingente Argomenti vari
La valutazione dell’impatto occupazionale dei grandi progetti Argomenti vari
Valutazioni d'azienda Argomenti vari

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.