Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
primo semestre 1-ott-2009 19-dic-2009
secondo semestre 22-feb-2010 22-mag-2010
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale 7-gen-2010 20-feb-2010
Sessione estiva 24-mag-2010 10-lug-2010
Sessione autunnale 1-set-2010 30-set-2010
Vacanze
Periodo Dal Al
Immacolata concezione 8-dic-2009 8-dic-2009
Vacanze Natalizie 21-dic-2009 6-gen-2010
Vacanze Pasquali 2-apr-2010 6-apr-2010
Festa dei Lavoratori 1-mag-2010 1-mag-2010
Santo Patrono 21-mag-2010 21-mag-2010
Festa dellla Repubblica 2-giu-2010 2-giu-2010
Vacanze estive 9-ago-2010 15-ago-2010

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria dei Corsi di Studio Economia.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R S T Z

Broglia Angela

angela.broglia@univr.it 045 802 8240

Campedelli Bettina

bettina.campedelli@univr.it 045 802 8416

Cavaleri Paolo

paolo.cavaleri@univr.it 0458028264

Ceriani Giuseppe

giuseppe.ceriani@univr.it 0458028222

Chesini Giuseppina

giusy.chesini@univr.it 045 802 8495 (VR) -- 0444/393938 (VI)

Corbella Silvano

silvano.corbella@univr.it 045 802 8217

Corsi Corrado

corrado.corsi@univr.it 045 802 8452 (VR) 0444/393937 (VI)

Duret Paolo

paolo.duret@univr.it 0458028873

Farinon Paolo

paolo.farinon@univr.it 045 802 8169 (VR) 0444/393939 (VI)

Florio Cristina

cristina.florio@univr.it 045 802 8296

Genovese Anna

anna.genovese@univr.it 0458028233

Grossi Luigi

luigi.grossi@univr.it 045 802 8247

Lai Alessandro

alessandro.lai@univr.it 045 802 8574

Lionzo Andrea

andrea.lionzo@univr.it

Messina Sebastiano Maurizio

sebastianomaurizio.messina@univr.it 045 802 8052

Mion Giorgio

giorgio.mion@univr.it 045.802 8172

Noto Sergio

elefante@univr.it 045 802 8008

Pertile Paolo

paolo.pertile@univr.it 045 802 8438

Rossato Chiara

chiara.rossato@univr.it 045 802 8620

Stacchezzini Riccardo

riccardo.stacchezzini@univr.it 045 802 8186

Tessitore Antonio

antonio.tessitore@univr.it 0458028248

Zarri Luca

luca.zarri@univr.it 045 802 8101

Zerbato Stefania

s.zerbato@pagroup.it 045 8780155

Zoli Claudio

claudio.zoli@univr.it 045 802 8479

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S00657

Crediti

9

L'insegnamento è organizzato come segue:

Economia delle aziende non profit(modulo 2)

Crediti

5

Periodo

Secondo semestre

Docenti

Giorgio Mion

Economia delle aziende non profit(modulo 1)

Crediti

4

Periodo

Secondo semestre

Docenti

Luca Zarri

Obiettivi formativi

Modulo: ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT(MODULO 1)
-------
non presente


Modulo: ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT(MODULO 2)
-------
Il corso si propone di analizzare – attraverso le metodiche di indagine e le categorie logiche economico-aziendali – le condizioni di esistenza, le dinamiche gestionali e gli strumenti di informazione esterna delle aziende operanti nel cosiddetto settore “non profit” (Fondazioni, Associazioni, Cooperative sociali, …). In particolare, il corso si prefigge l’obiettivo di fornire agli Studenti gli strumenti logico-concettuali per comprendere ed amministrare le realtà aziendali in oggetto, nell’ambito del complesso sistema economico-sociale di cui fanno parte e nel quale assumono una crescente importanza.

Programma

Modulo: ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT(MODULO 1)
-------
- Perchè esiste il settore non profit, all'interno di un'economia di mercato? La teoria del 'fallimento dello Stato' di Weisbrod e la teoria del 'fallimento del mercato' di Hansmann
- Verso una spiegazione non residualistica dell'universo non profit: dilemmi dell'azione collettiva, fiducia e comportamenti pro-sociali
- Il commercio equo e solidale (fair trade) e la sua compatibilità con i principi dell'economia di mercato
- Beni posizionali, beni relazionali, accumulazione di capitale sociale e paradossi del benessere


Modulo: ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT(MODULO 2)
-------
1. modelli istituzionali per l'analisi delle aziende non profit
2. circuiti gestionali peculiari della multiforme fenomenologia aziendale "non profit"
3. gli strumenti di informazione esterna e le raccomandazioni del CNDC
4. la misurazione delle performance per il controllo interno
5. la rendicontazione sociale delle performance

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti Codice Unico delle aziende non profit Egea 2007 Limitatamente al Quadro sistematico ed alle raccomandazioni nn. 1-2-3-7
Antonio Tessitore Il profilo aziendale delle organizzazioni non profit Rivista Italiana di Ragioneria e di Economia Aziendale - nn- 1/2 1997
Giorgio Mion Le Fondazioni Liriche. Modelli teorici ed analisi empirica Giappichelli 2008 Limitatamente ai capitoli 1-2-5-6-7
ECCHIA G. - ZARRI L. Capitale sociale e accountability: il ruolo del bilancio di missione nella governance delle organizzazioni non profit, in FAZZI L. - GIORGETTI G. (a cura di), Il bilancio di missione nelle organizzazioni non profit. Teoria e pratica Guerini & Associati 2005 888335611X
MUSELLA M.-D'ACUNTO S. Economia politica del non profit Giappichelli 2000
BECCHETTI L.-PAGANETTO L. Finanza etica. Commercio equo e solidale. La rivoluzione silenziosa della responsabilità sociale Donzelli 2003 8879898132
Sacco P.L., Zarri L. Perché esiste il settore non profit?, in Filosofia e Questioni Pubbliche Il Saggiatore 2006

Modalità d'esame

Modulo: ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT(MODULO 1)
-------
non presente


Modulo: ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT(MODULO 2)
-------
prova scritta

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Prova finale

La prova finale consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 80 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. La tesi è oggetto di esposizione e discussione orale, in una delle date appositamente stabilite dal calendario delle attività didattiche, dinanzi a una Commissione di Laurea nominata ai sensi del RDA. In accordo con il Relatore, la tesi potrà essere redatta e la discussione potrà svolgersi in lingua inglese.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Analisi dell'Impatto della Regolamentazione: potenziale e applicazioni concrete Argomenti vari
Costi e benefici della nuova linea ferroviaria Torino-Lione Argomenti vari
Costi e benefici del sistema di rilevazione della velocità “tutor” sulle autostrade italiane Argomenti vari
Il futuro del corporate reporting (COVID19) Argomenti vari
I Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo ex d.lgs. 231/2001 Argomenti vari
La stima del valore della qualità delle strutture ospedaliere attraverso la valutazione contingente Argomenti vari
La valutazione dell’impatto occupazionale dei grandi progetti Argomenti vari
Valutazioni d'azienda Argomenti vari

Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Gestione carriere


Area riservata studenti