Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2016/2017

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I sem. 3-ott-2016 31-gen-2017
I sem.- 3° anno 2-nov-2016 31-gen-2017
II sem. 1-mar-2017 9-giu-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale Appelli d'esame 1-feb-2017 28-feb-2017
Sessione estiva Appelli d'esame 12-giu-2017 31-lug-2017
Sessione autunnale Appelli d'esame 1-set-2017 29-set-2017
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione estiva Appelli di Laurea 21-lug-2017 21-lug-2017
Sessione autunnale Appelli di laurea 24-nov-2017 24-nov-2017
Sessione invernale Appelli di laurea 23-mar-2018 23-mar-2018
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2016 1-nov-2016
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2016 8-dic-2016
Vacanze di Natale 23-dic-2016 8-gen-2017
Vacanze di Pasqua 14-apr-2017 18-apr-2017
Anniversario della Liberazione 25-apr-2017 25-apr-2017
Festa del Lavoro 1-mag-2017 1-mag-2017
Festa della Repubblica 2-giu-2017 2-giu-2017
Vacanze estive 8-ago-2017 20-ago-2017

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C F G M P S T U V Z

Begalli Diego

diego.begalli@univr.it +39 045 8028731

Bolzonella David

david.bolzonella@univr.it 045 802 7965

Boschi Federico

federico.boschi@univr.it +39 045 802 7816 - 7272 (lab.)
Foto Maurizio Boselli,  19 ottobre 2013

Boselli Maurizio

maurizio.boselli@univr.it 045 6835628

Capitello Roberta

roberta.capitello@univr.it 045 802 8488

Favati Fabio

fabio.favati@univr.it +39 045 802 7919

Felis Giovanna

giovanna.felis@univr.it +390456835627

Gaeta Davide Nicola Vincenzo

davide.gaeta@univr.it 045 683 5632

Guzzo Flavia

flavia.guzzo@univr.it 045 802 7923

Meneghini Lorenzo

lorenzo.meneghini@univr.it

Mori Nicola

nicola.mori@univr.it 045 683 5628

Pandolfini Tiziana

tiziana.pandolfini@univr.it 045 802 7918

Pezzotti Mario

mario.pezzotti@univr.it +39045 802 7951

Piccinelli Fabio

fabio.piccinelli@univr.it +39 045 802 7097

Polverari Annalisa

annalisa.polverari@univr.it 045 8027064

Speghini Adolfo

adolfo.speghini@univr.it +39 045 8027900

Tornielli Giovanni Battista

giovannibattista.tornielli@univr.it 045 6835623

Torriani Sandra

sandra.torriani@univr.it 045 802 7921

Ugliano Maurizio

maurizio.ugliano@univr.it 045 683 5626

Varanini Zeno

zeno.varanini@univr.it 0458027830

Zamboni Anita

anita.zamboni@univr.it +39 045 8027901

Zenoni Sara

sara.zenoni@univr.it 045 802 7941

Zuccolotto Paola

zuk@eco.unibs.it ++39-030-2988634 (presso Università degli Studi di Brescia)

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(AGR/13)
12
B/C
(AGR/15)
12
B
(AGR/03)
Tirocinio
6
F
-
InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B/C
(AGR/15)
12
B/C
(AGR/11 ,AGR/12)
Prova finale
3
E
(-)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(AGR/13)
12
B/C
(AGR/15)
12
B
(AGR/03)
Tirocinio
6
F
-

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B/C
(AGR/15)
12
B/C
(AGR/11 ,AGR/12)
Prova finale
3
E
(-)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02040

Docente

Coordinatore

Maurizio Boselli

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

AGR/03 - ARBORICOLTURA GENERALE E COLTIVAZIONI ARBOREE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

II sem. dal 1-mar-2017 al 9-giu-2017.

Obiettivi formativi

L’evoluzione in termini qualitativi e la contemporanea contrazione dei consumi di vino, hanno imposto una sostanziale modificazione della gestione tecnico-colturale dei vigneti. Si è quindi cercato di mettere in atto a diversi livelli, tecnico-pratico e scientifico, un modello di viticoltura compatibile con le caratteristiche ecopedologiche dei siti di coltivazione, in cui fosse necessario il minimo di input esterni per raggiungere i livelli qualitativi massimi possibili in relazione alla vocazione ambientale. Il processo decisionale che, attraverso la conoscenza e la parametrizzazione delle caratteristiche ambientali, ha portato allo sviluppo di vigneti in armonia con l’ambiente, sia dal punto di vista progettuale, sia gestionale, ha determinato, di converso, la costituzione di piante meno esigenti dal punto di vista idrico e nutrizionale e comunque il cui sviluppo vegeto-produttivo era raccordato con le caratteristiche dei vini. La viticoltura, in molti casi, è diventata strumento di tutela e ripristino degli equilibri ambientali, potendo oggi ad essa attribuire non solo la funzione produttiva, ma anche di conservazione e protezione dell’ambiente.
Il corso presenta le diverse tecniche colturali adottate in viticoltura, ne esamina le problematiche e i riflessi sulla produttività e la qualità. In particolare il corso prende in esame le modalità dell'impianto del vigneto, le diverse forme d’allevamento della vite e i sistemi di potatura, le tecniche di gestione del suolo dei vigneti, le tecniche di irrigazione dei vigneti, la nutrizione minerale della vite con particolare riferimento ai sistemi di fertilizzazione al suolo e per via fogliare, la gestione della chioma, le modalità di vendemmia.

Programma

Lezioni frontali (4CFU). Il programma del corso di Tecniche viticole prevede una parte di lezioni frontali nelle quali vengono affrontate le diverse tematiche che attengono le scelte operative e le modalità per l'esecuzione delle tecniche di gestione ordinaria agronomica del vigneto. Nel Corso vengo inizialmente presentati i modi di sviluppare una viticoltura sostenibile. Successivamente viene analizzato il modo di impiantare il vigneto. Infatti la progettazione e il successivo impianto sono operazioni di cruciale importanza per la buona riuscita di un vigneto nel tempo e per far questo occorre partire dalla scelta del sito che prevede una perfetta conoscenza dei fattori ecologici dell’area presa in considerazione attraverso la valutazione delle caratteristiche del terreno, della giacitura, dell'esposizione e pendenza, profondità, tessitura e struttura del suolo, oltre alla composizione chimica. A questi concetti segue la trattazione della preparazione del terreno: livellamento e sbancamento; scasso; affinamento del terreno. La trattazione segue con la descrizione dei sistemi drenati e la concimazione di fondo preimpianto. Inoltre vengono presentate le diverse disposizioni dei filari (rittochino, cavalcapoggio, girapoggio, a geometria variabile), il perchè dell'adozione di determinate densità d'impianto. A questi argomenti seguono quelli relativi alla scelta del materiale di propagazione della vite (varietà e portinnesti), alle modalità impiantistiche, ai materiali per la realizzazione dell'impianto del vigneto. Altri argomenti trattati durante il Corso sono la potatura (fondamenti fisiologici e agronomici), i concetti della potatura minima e semiminima, le forme d’allevamento della vite (Alberello, Guyot, Cordone speronato, Sylvoz, Casarsa, Cordone libero, Cordone libero mobilizzato, Pergole, Sistema raggi o Bellussi, Tendone, G.D.C., Lyra). Il Corso prosegue con la trattazione delle modalità di gestione del suolo (lavorazioni meccaniche, diserbo chimico, inerbimento controllato), presenta i metodi per praticare l'irrigazione dei vigneti e la fertilizzazione. Passa poi a trattare il microclima del vigneto indotto dai diversi tipi di cortina di foglie, gli interventi al verde durante la stagione di crescita della vite (sfogliatura, scacchiatura, cimatura, sfemminellatura, spollonatura, palizzamento dei germogli, diradamento dei grappoli). Il Corso termina con la presentazione delle modalità di raccolta dell'uva in funzione del tipo maturazione raggiunta (tecnologica, fenolica, aromatica, ecc.).
Esercitazioni (2CFU): le esercitazioni pratiche vengono effettuate in vigneto ed in relazione all'epoca fenologica in cui si tengono, vengono esaminati i diversi aspetti dell'impiantistica viticola, le tecniche colturali applicate e la correttezza o meno delle operazioni effettuate.
Materiale didattico: appunti forniti dal docente all'inizio del corso.


Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Boselli M. Progressi in viticoltura (Edizione 1) EdiSES 2016 978-88-7959-906-1
Iland P., Dry P., Proffitt T., Tyerman S. The Grapevine. From the Science to the Practice of growing vines for wine. (Edizione 1) Patrick Iland Wine Promotion Pty Ltd. Ed. Adelaide, Australia 2011 9780958160551
Fregoni M. Viticoltura di qualità (Edizione 3) Tecniche nuove 2013 978-88-481-2919-0

Modalità d'esame

L’accertamento dei risultati d’apprendimento prevede una prova orale sia per gli studenti frequentanti sia per i non frequentanti. L’obiettivo della prova consiste nell’accertare la conoscenza degli argomenti affrontati nel programma. Saranno inoltre valutate la profondità e l’ampiezza delle conoscenze acquisite e la capacità di collegare in forma sistemica le conoscenze.
La prova orale riguarda potenzialmente tutti gli argomenti del programma. La valutazione finale è espressa in trentesimi.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per gli scadenziari, gli adempimenti amministrativi e gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al servizio Sessioni di laurea - Scienze e Ingegneria.

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi. La laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche viene conseguita dallo studente superando con esito positivo l'esame di laurea e completando in questo modo i 180 CFU stabiliti dal suo piano di studi.  
La prova finale consisterà nella discussione di un elaborato scritto ed in una proclamazione solenne ed è finalizzata all'approfondimento da parte dello studente di uno specifico argomento tecnico scientifico che dovrà essere affrontato utilizzando metodologie proprie dell'indagine scientifica. La stesura dell'elaborato e la sua presentazione in sede pubblica costituiscono un ulteriore elemento di crescita delle capacità dello studente.
Su proposta del relatore la tesi finale/elaborato può essere compilata e discussa in lingua straniera.
La forma dell'esame viene concordata tra lo studente e il docente referente (relatore) il quale è membro della commissione di laurea La valutazione dell'esame è basata sul livello di approfondimento dimostrato dallo studente, sulla chiarezza espositiva e sulla capacità dello studente di inquadrare l'argomento assegnato in un contesto più ampio. Può essere relatore un docente del corso di laurea o altro docente del dipartimento di Biotecnologie e Economia Aziendale, o un altro docente dell'Ateneo previa autorizzazione del collegio didattico del corso di laurea.
Il voto di ammissione è determinato rapportando la media degli esami di profitto a 110. Per media degli esami di profitto si intende la media ponderata sui crediti.
Al voto di ammissione si aggiungono:
3 punti per la laurea in corso
1 punto per la laurea nel primo anno fuori corso
2 punti per una media ≥ 99/110
0,33 punti per ogni lode
2 punti per esperienze all'estero nell'ambito di ERASMUS-SOCRATES.
ll voto viene arrotondato all'intero più vicino, e a parità di distanza, all'intero superiore.
La Commissione di Laurea attribuisce per la prova finale un punteggio da 0 a 4 punti, in base al livello di approfondimento dimostrato dallo studente, alla chiarezza espositiva e alla capacità dello studente di inquadrare l'argomento assegnato in un contesto più ampio. L'esposizione dovrà comprendere anche una breve relazione sull'attività di tirocinio. Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è di 66/110. La commissione di laurea per la prova finale attribuisce un punteggio da 0 a 4 punti. L'attribuzione della lode, nel caso di una votazione almeno pari a 110/110, è a discrezione della commissione di laurea e viene attribuita solo se il parere dei membri della commissione è unanime. Le modalità e le scadenze per la presentazione della domanda di laurea e del relativo elaborato sono stabilite dal collegio didattico e dalle segreterie competenti.
Alla prova finale sono assegnati 3 CFU.
 


Gestione carriere


Modalità di frequenza

Come riportato al punto 25 del Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, la frequenza è obbligatoria per le esercitazioni pratiche e di laboratorio, salvo diverse disposizione stabilite dal collegio didattico.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.