Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2009/2010

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 1-ott-2009 31-gen-2010
II semestre 1-mar-2010 15-giu-2010
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria 1-feb-2010 28-feb-2010
Sessione estiva 16-giu-2010 31-lug-2010
Sessione autunnale 1-set-2010 30-set-2010
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione autunnale 29-set-2009 29-set-2009
Sessione straordinaria 10-dic-2009 10-dic-2009
Sessione invernale 17-mar-2010 17-mar-2010
Sessione estiva 20-lug-2010 20-lug-2010
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2009 1-nov-2009
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2009 8-dic-2009
Vacanze Natalizie 21-dic-2009 6-gen-2010
Vacanze Pasquali 2-apr-2010 6-apr-2010
Festa della Liberazione 25-apr-2010 25-apr-2010
Festa del Lavoro 1-mag-2010 1-mag-2010
Festa del Santo Patrono di Verona S. Zeno 21-mag-2010 21-mag-2010
Festa della Repubblica 2-giu-2010 2-giu-2010
Vacanze Estive 9-ago-2010 15-ago-2010

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G M O P Q S V

Belussi Alberto

alberto.belussi@univr.it +39 045 802 7980

Bombieri Nicola

nicola.bombieri@univr.it +39 045 802 7094

Bonacina Maria Paola

mariapaola.bonacina@univr.it +39 045 802 7046

Carra Damiano

damiano.carra@univr.it +39 045 802 7059

Castellani Umberto

umberto.castellani@univr.it +39 045 802 7988

Combi Carlo

carlo.combi@univr.it 045 802 7985

Cristani Matteo

matteo.cristani@univr.it 045 802 7983

Cristani Marco

marco.cristani@univr.it +39 045 802 7841

Di Pierro Alessandra

alessandra.dipierro@univr.it +39 045 802 7971

Farinelli Alessandro

alessandro.farinelli@univr.it +39 045 802 7842

Favretto Giuseppe

giuseppe.favretto@univr.it +39 045 802 8749 - 8748

Fummi Franco

franco.fummi@univr.it 045 802 7994

Giachetti Andrea

andrea.giachetti@univr.it +39 045 8027998

Giacobazzi Roberto

roberto.giacobazzi@univr.it +39 045 802 7995

Masini Andrea

andrea.masini@univr.it 045 802 7922

Mastroeni Isabella

isabella.mastroeni@univr.it +39 045 802 7089

Menegaz Gloria

gloria.menegaz@univr.it +39 045 802 7024

Monti Francesca

francesca.monti@univr.it 045 802 7910

Muradore Riccardo

riccardo.muradore@univr.it +39 045 802 7835

Oliboni Barbara

barbara.oliboni@univr.it +39 045 802 7077

Posenato Roberto

roberto.posenato@univr.it +39 045 802 7967

Pravadelli Graziano

graziano.pravadelli@univr.it +39 045 802 7081

Quaglia Davide

davide.quaglia@univr.it +39 045 802 7811

Segala Roberto

roberto.segala@univr.it 045 802 7997

Vigano' Luca

luca.vigano@univr.it

Villa Tiziano

tiziano.villa@univr.it +39 045 802 7034

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(ING-INF/05)
12
B
(INF/01)
6
B
(ING-INF/05)
6
B
(ING-INF/05)
12
B
(ING-INF/05)
6
B
(ING-INF/05)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(ING-INF/05)
12
B
(INF/01)
6
B
(ING-INF/05)
6
B
(ING-INF/05)
12
B
(ING-INF/05)
6
B
(ING-INF/05)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(INF/01)
Altre attivita' formative
4
F
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02785

Crediti

12

Coordinatore

Vincenzo Manca

L'insegnamento è organizzato come segue:

Teoria dei sistemi

Crediti

4

Periodo

I semestre

Teoria dell'informazione

Crediti

4

Periodo

I semestre

Metodi di specifica

Crediti

4

Periodo

I semestre

Obiettivi formativi

Modulo: TEORIA DEI SISTEMI
-------
L'obiettivo del corso è di presentare agli studenti alcuni concetti avanzati per lo studio dei sistemi dinamici lineari a tempo continuo e a tempo discreto. Verranno introdotte le tecniche fondamentali per l'analisi e la sintesi di sistemi nella rappresentazione di stato.


Modulo: METODI DI SPECIFICA
-------
Introdurre ed ampliare le conoscenze relative alle metodologie di specifica e progettazione di sistemi HW e SW. Tali
sistemi includono componenti eterogenei e concorrenti hardware e software a diversi livelli di astrazione con vincoli in tempo
reale e che possono interagire con sistemi fisici (sistemi ciberfisici). Il corso affronta i più comuni linguaggi di specifica per sistemi HW, SW e di rete.


Modulo: TEORIA DELL'INFORMAZIONE
-------
Il corso intende presentare le nozioni fondamentali e della teoria dell'informazione, partendo dalla classica teoria di Shannon, fino agli sviluppi di questa nella teoria dei codici, della compressione e della crittografia (cenni).

Programma

Modulo: TEORIA DEI SISTEMI
-------
Richiami di segnali e sistemi(*):
. Segnali canonici a tempo discreto e continuo.
. Proprietà fondamentali dei sistemi: linearità, tempo-invarianza, causalità
. Stabilità semplice, asintotica e BIBO
. Rappresentazione ingresso-uscita
. Risposta libera, risposta impulsiva, risposta forzata
. Modi del sistema, carattere dei modi
. Condizioni per la stabilità semplice, asintotica e BIBO
. Cenni sulla trasformata di Laplace e Zeta
. Fratti semplici, definizione di poli e zeri
. La funzione di trasferimento
. Risposta in frequenza, regime sinusoidale
. Risposta al gradino di un sistema del primo e del secondo ordine
. Algebra degli schemi a blocchi
. Diagrammi di Bode

Elementi di controlli automatici:
. Criterio di Routh e di Jury
. La retroazione
. La funzione di trasferimento in anello chiuso e la funzione di sensitività
. Tipo del sistema e comportamento a regime
. Luogo delle radici

Modelli di stato:
. Modelli AR, MA, ARMA
. Rappresentazione Ingresso-Stato-Uscita
. Definizione di stato, causalità, sistemi algebricamente equivalenti
. Mappa di aggiornamento dello stato e dell'uscita
. Matrice esponenziale e sue proprietà
. Forma canonica di Jordan, polinomio caratteristico, molteplicità algebrica, molteplicità geometrica
. Matrice di transizione dello stato, potenza ed esponenziale dei miniblocchi di Jordan
. Modi, carattere dei modi, stabilità semplice/asintotica/BIBO
. Legame tra la rappresentazione di stato e la trasformata di Laplace/Zeta
. Funzione di trasferimento, autovalori e poli

Stabilità dei modelli di stato:
. Stato di equilibrio
. Stabilità degli stati di equilibrio
. Criterio di stabilità di Lyapunov
. Equazione di Lyapunov
. Linearizzazione e criterio ridotto di Lyapunov

Raggiungibilità:
. Raggiungibilità, Gramiano di raggiungibilità
. Controllo nello spazio di stato
. Forma standard di raggiungibilità, forma canonica di controllo
. Criterio PBH per la raggiungibilità
. Retroazione dallo stato

Osservabilità:
. Osservabilità, Gramiano di osservabilità
. Stima dello stato (catena aperta e catena chiusa)
. Forma standard di osservabilità, forma canonica di osservazione
. Criterio PBH per l'osservabilità
. Dualità

Cenni sul filtro di Kalman a tempo discreto

Cenni sul controllore ottimo lineare quadratico a tempo discreto

(*) argomenti non richiesti all'esame


Modulo: METODI DI SPECIFICA
-------
Introduzione alla teoria dei sistemi.
Sistemi discreti e macchine a stati (finiti e infiniti).
Macchine a stati finiti deterministiche, osservabili, nondeterministiche.
Composizione di macchine a stati finiti.
Minimizzazione, determinizzazione, equivalenza e contenimento per macchine
a stati finiti.
Relazioni di simulazione e bisimulazione per macchine a stati finiti.
Sintesi di controllori a stati finiti per proprieta' di sicurezza
e di vitalita'.
Reti di Petri.
Controllo supervisore per automi e linguaggi regolari.
Automi ibridi.
Linguaggi per la specifica dell'hardware.


Modulo: TEORIA DELL'INFORMAZIONE
-------
Informazione e dati. Punto di vista digitale e probabilistico. Entropia informativa ed entropia fisica. Tipi di codici. Codici univoci ed istantanei. Norma di Kraft e risultati di equivalenza tra codici univoci ed istantanei. Codici ottimali. Primo teorema di Shannon. Entropia congiunta e condizionale. Mutua informazione e rappresentazione in termini entropici. Sequenze tipiche a proprieta' di equipartizione. Sorgenti linguistiche. Sorgenti stocastiche, stazionarie e marcoviane. Trasmissione, rate, capacita' e secondo teorema di Shannon. Codici di Hamming e cenno ai codici autocorrettori. Emissione, segnali e rappresentazione di Fourier in spazi di Hilbert. Trasformata di Fourier e teorema del campionamento. Entropia differenziale, ed estensione continua della mutua informazione. Terzo teorema di Shannon. Cenni alle principali nozioni di crittografia.

Modalità d'esame

Modulo: TEORIA DEI SISTEMI
-------
L'esame consiste in una prova scritta (da tenersi insieme alle prove scritte degli altri due moduli) della durata di 1 ora (3 ore complessive). Il voto di questo modulo vale 1/3 del voto finale.


Modulo: METODI DI SPECIFICA
-------
Esame scritto come indicato nell'informativa del modulo di Teoria dei Sistemi.


Modulo: TEORIA DELL'INFORMAZIONE
-------
Esame scritto.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al relativo servizio.

Alla tesi di laurea sono dedicati 24 CFU, per un lavoro che non deve superare i 4-5 mesi a tempo pieno per la/o studentessa/studente.

Scopo della Tesi di Laurea

La Tesi di Laurea costituisce un importante ed imprescindibile passo nella formazione della/del futura/o laureata/o Magistrale in Ingegneria e Scienze Informatiche. Scopo della tesi è quello di sviluppare uno studio quanto più originale che può culminare con un progetto applicativo o un risultato teorico connesso a specifici problemi di natura progettuale o una rassegna critica sullo stato dell'arte in un determinato ambito di studio. Su proposta della/del relatrice/relatore, può essere compilato e discusso in lingua straniera. Nel corso dello svolgimento della Tesi il laureando dovrà, sotto la guida della relatrice/relatore ed eventuali correlatrici/correlatori, affrontare lo studio e l'approfondimento degli argomenti scelti, ma anche acquisire capacità di sintesi e applicazione creativa delle conoscenze acquisite. Il contenuto della Tesi deve essere inerente a tematiche dell'ingegneria e delle Scienze Informatiche o discipline strettamente correlate. La Tesi consiste nella presentazione in forma scritta di attività che possono essere articolate come:

i) progettazione e sviluppo di applicazioni o sistemi;

ii) analisi critica di contributi tratti dalla letteratura scientifica;

iii) contributi originali di ricerca.

La Tesi può essere redatta sia in lingua inglese che in lingua italiana, e può essere discussa sia in inglese che in italiano, anche mediante l'ausilio di supporti multimediali quali slide, filmati, immagini e suoni. Nel caso di tesi redatta in lingua italiana alla medesima dovrà essere aggiunto un breve riassunto in lingua inglese.

Modalità di svolgimento e valutazione

Ogni Tesi di Laurea può essere interna o esterna a seconda che sia svolta presso l'Università di Verona o in collaborazione con altro ente, rispettivamente. Ogni Tesi prevede una/un relatrice/relatore eventualmente affiancata/o da una/uno o più correlatrici/correlatori e una/un controrelatrice/controrelatore. La/il controrelatrice/controrelatore è nominata/o dal Collegio Didattico di Informatica almeno 20 giorni prima della discussione della Tesi, verificata l'ammissibilità della/o studentessa/studente a sostenere l’esame di Laurea Magistrale. Per quanto riguarda gli aspetti giuridici (e.g., proprietà intellettuale dei risultati) legati alla Tesi e ai risultati ivi contenuti si rimanda alla legislazione vigente in materia ed ai Regolamenti di Ateneo.

Valutazione delle Tesi

I criteri su cui sono chiamati ad esprimersi relatore ed eventuali correlatori e controrelatore sono i seguenti:

1. livello di approfondimento del lavoro svolto, in relazione allo stato dell'arte dei settori disciplinari di pertinenza informatica;

2. avanzamento conoscitivo o tecnologico apportato dalla Tesi;

3. impegno critico espresso dalla/dal laureanda/o;

4. impegno sperimentale e/o di sviluppo formale espresso dal laureando;

5. autonomia di lavoro espressa dalla/dal laureanda/o;

6. significatività delle metodologie impiegate;

7. accuratezza dello svolgimento e della scrittura;

8. la/il controrelatrice/controrelatore non è chiamata/o ad esprimersi sul punto 5.

Voto di Laurea

Il voto di Laurea (espresso in 110mi) è un valore intero compreso tra 66/110 e 110/110 e viene formato dalla somma, arrotondata al numero intero più vicino (e.g., 93.50 diventa 94, 86.49 diventa 86), dei seguenti addendi:

1. media pesata sui crediti e rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto;

2. valutazione del colloquio di Laurea e della Tesi secondo le seguenti modalità:

a. attribuzione di un coefficiente compreso tra 0 e 1 (frazionario con una cifra decimale) per ciascuno dei punti 1-7 elencati sopra;

b. attribuzione di un coefficiente compreso tra 0 e 1 (frazionario con una cifra decimale) per la qualità della presentazione;

c. somma dei coefficienti attribuiti ai punti a e b.

La presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti, la partecipazione a stage ufficialmente riconosciuti dal Collegio Didattico di Informatica, il superamento di esami in soprannumero ed il raggiungimento della Laurea in tempi contenuti rispetto alla durata legale del corso degli studi possono essere utilizzati dalla Commissione di Laurea per attribuire un ulteriore incremento di un punto.

Qualora la somma ottenuta raggiunga 110/110, la Commissione può decidere l'attribuzione della lode. La lode viene proposta e discussa dalla Commissione, senza l'adozione di particolari meccanismi di calcolo automatico. In base alle norme vigenti, la lode viene attribuita solo se il parere è unanime.

Tesi esterne

Una Tesi esterna viene svolta in collaborazione con un ente diverso dall'Università di Verona. In tal caso, la/il laureanda/o dovrà preventivamente concordare il tema della Tesi con una/un relatrice/relatore dell'Ateneo. Inoltre, è previsto almeno una/un correlatrice/correlatore appartenente all'ente esterno, quale riferimento immediato per la/o studentessa/studente nel corso dello svolgimento dell’attività di Tesi. Relatrice/relatore e correlatrici/correlatori devono essere indicate/i nella domanda di assegnazione Tesi. Le modalità assicurative della permanenza della/o studentessa/studente presso l'Ente esterno sono regolate dalle norme vigenti presso l'Università di Verona. Se la Tesi si configura come un periodo di formazione presso tale ente, allora è necessario stipulare una convenzione tra l'Università e detto ente. I risultati contenuti nella Tesi sono patrimonio in comunione di tutte le persone ed enti coinvolti. In particolare, i contenuti ed i risultati della Tesi sono da considerarsi pubblici. Per tutto quanto riguarda aspetti non strettamente scientifici (e.g. convenzioni, assicurazioni) ci si rifà alla delibera del SA. del 12 gennaio 1999

Relatrice/relatore,correlatrici/correlatori,controrelatrici/controrelatori

La Tesi di Laurea viene presentata da una/un relatrice/relatore docente di ruolo del Dipartimento di Informatica o inquadrato nei SSD ING-INF/05 e INF/01. Oltre a coloro che hanno i requisiti indicati rispetto al ruolo di relatrice/relatore (come indicato sopra), possono svolgere il ruolo di correlatrici/correlatori anche ricercatrici/ricercatori operanti in istituti di ricerca extrauniversitari assegnisti di ricerca, titolari di borsa di studio post-dottorato, dottorandi di ricerca, personale tecnico del Dipartimento, cultrici/cultori della materia nominate/i da un Ateneo italiano ed ancora in vigore, referenti aziendali esperte/i nel settore considerato nella Tesi. Può essere nominata/o controrelatrice/controrelatore qualunque docente professoressa/professore o ricercatrice/ricercatore del Dipartimento di Informatica dell'Università degli Studi di Verona, che risulti particolarmente competente nell'ambito specifico di studio della Tesi.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Analisi ed identificazione automatica del tono/volume della voce AI, Robotics & Automatic Control - AI, Robotics & Automatic Control
Analisi e percezione dei segnali biometrici per l'interazione con robot AI, Robotics & Automatic Control - AI, Robotics & Automatic Control
Integrazione del simulatore del robot Nao con Oculus Rift AI, Robotics & Automatic Control - AI, Robotics & Automatic Control
Tesi in ragionamento automatico Computing Methodologies - ARTIFICIAL INTELLIGENCE
Sviluppo sistemi di scansione 3D Computing Methodologies - COMPUTER GRAPHICS
Sviluppo sistemi di scansione 3D Computing Methodologies - IMAGE PROCESSING AND COMPUTER VISION
Dati geografici Information Systems - INFORMATION SYSTEMS APPLICATIONS
Analisi ed identificazione automatica del tono/volume della voce Robotics - Robotics
Analisi e percezione dei segnali biometrici per l'interazione con robot Robotics - Robotics
Integrazione del simulatore del robot Nao con Oculus Rift Robotics - Robotics
Tesi in ragionamento automatico Theory of computation - Logic
Tesi in ragionamento automatico Theory of computation - Semantics and reasoning
Proposte di tesi/collaborazione/stage in Intelligenza Artificiale Applicata Argomenti vari
Proposte di Tesi/Stage/Progetto nell'ambito delle basi di dati/sistemi informativi Argomenti vari

Modalità di frequenza

Come riportato al punto 25 del Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, la frequenza al corso di studio non è obbligatoria.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.

Gestione carriere


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.