Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
4°anno 1°semestre 15-nov-2010 12-mar-2011
4°anno 2°semestre 2-mag-2011 30-giu-2011
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione Invernale 14-mar-2011 30-apr-2011
Sessione Estiva 1-lug-2011 31-lug-2011
Sessione autunnale 1-set-2011 30-set-2011
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2010 1-nov-2010
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2010 8-dic-2010
Vacanze Natalizie 22-dic-2010 6-gen-2011
Vacanze Pasquali 22-apr-2011 26-apr-2011
Festa del Lavoro 1-mag-2011 1-mag-2011
Festa del Santo Patrono di Verona S.Zeno 21-mag-2011 21-mag-2011
Festa della Repubblica 2-giu-2011 2-giu-2011
Vacanze Estive 9-ago-2011 15-ago-2011

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M O P R S T V Z

Brugnolli Anna

symbol email anna.brugnolli@apss.tn.it symbol phone-number +039 0461 903091

Capiluppi Claudio

symbol email claudio.capiluppi@univr.it symbol phone-number 045/802.8621

Carfagna Marina

symbol email mcarfagna@ausl-cesena.emr.it

Cetto Gianluigi

symbol email gianluigi.cetto@univr.it symbol phone-number 045 812 8502

Di Giulio Paola

symbol email paola.digiulio@unito.it symbol phone-number 011/5705824

Di Nicola Paola

symbol email paola.dinicola@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8040

Franchi Massimo Piergiuseppe

symbol email massimo.franchi@univr.it symbol phone-number +39 045 812 2720

Gosetti Giorgio

symbol email giorgio.gosetti@univr.it symbol phone-number 045.8028650

Leardini Chiara

symbol email chiara.leardini@univr.it symbol phone-number 045 802 8222

Locatelli Francesca

symbol email francesca.locatelli@univr.it symbol phone-number 045 8027655

Marognolli Oliva

symbol email oliva.marognolli@univr.it symbol phone-number 045 802 7246

Mazzoni Valentina

symbol email valentina.mazzoni@univr.it symbol phone-number 8028154

Mortari Luigina

symbol email luigina.mortari@univr.it symbol phone-number 045 802 8652

Olivieri Oliviero

symbol email oliviero.olivieri@univr.it symbol phone-number 045 8124401

Palese Alvisa

symbol email alvisa.palese@dstb.uniud.it

Pancheri Loredana

symbol email info@loredanapancheri.it symbol phone-number 0461264569

Peruzzi Marco

symbol email marco.peruzzi@univr.it symbol phone-number 045 8028838

Pilotto Franco

symbol email francopilotto@libero.it symbol phone-number 049/5594050

Polati Enrico

symbol email enrico.polati@univr.it symbol phone-number +39 045 812 7430 - 4311

Poli Albino

symbol email albino.poli@univr.it symbol phone-number 045 8027658

Pollini Giovanni Paolo

symbol email giovanni.pollini@univr.it symbol phone-number +39 045 812 7322

Rappagliosi Cristina Maria

symbol email cristina.rappagliosi@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8146

Romano Gabriele

symbol email gabriele.romano@univr.it symbol phone-number 045 8027631

Saiani Luisa

symbol email luisa.saiani@univr.it symbol phone-number 045 8027253

Salmaso Daniele

symbol email danielesalmaso@fondazionezancan.it

Taddia Patrizia

symbol email patrizia.taddia@aosp.bo.it

Venturini Francesca

symbol email francesca.venturini@aopd.veneto.it

Vivori Cinzia

symbol email cinzia.vivori@apss.tn.it

Zamboni Mauro

symbol email mauro.zamboni@univr.it symbol phone-number +39 045 812 2537

Zanolin Maria Elisabetta

symbol email elisabetta.zanolin@univr.it symbol phone-number +39 045 802 7654

Zimmermann Christa

symbol email christa.zimmermann@univr.it symbol phone-number 0458124692

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
MED/01 ,SECS-S/02 ,SECS-S/05
8
B
IUS/07 ,IUS/09 ,MED/42 ,SECS-P/02
6
B
MED/02 ,MED/45 ,MED/47 ,M-FIL/02
6
B
MED/45 ,M-PED/01 ,M-PSI/08
Attivato nell'A.A. 2011/2012
InsegnamentiCreditiTAFSSD
13
B
BIO/14 ,MED/06 ,MED/09 ,MED/18 ,MED/40 ,MED/41 ,MED/45
30
B
MED/45
Seminari
1
F
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
MED/01 ,SECS-S/02 ,SECS-S/05
8
B
IUS/07 ,IUS/09 ,MED/42 ,SECS-P/02
6
B
MED/02 ,MED/45 ,MED/47 ,M-FIL/02
6
B
MED/45 ,M-PED/01 ,M-PSI/08

2° Anno Attivato nell'A.A. 2011/2012

InsegnamentiCreditiTAFSSD
13
B
BIO/14 ,MED/06 ,MED/09 ,MED/18 ,MED/40 ,MED/41 ,MED/45
30
B
MED/45
Seminari
1
F
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000439

Crediti

7

Coordinatore

Daniele Salmaso

Lingua di erogazione

Italiano

Sede

VERONA

L'insegnamento è organizzato come segue:

MODELLI ORGANIZZATIVI E ASSISTENZIALI INNOVATIVI

Crediti

2

Periodo

5°anno 1°semestre

Sede

VERONA

PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

Crediti

2

Periodo

5°anno 1°semestre

Sede

VERONA

RICERCA ORGANIZZATIVA

Crediti

2

Periodo

5°anno 1°semestre

Sede

VERONA

MODELLI ORGANIZZATIVI IN AMBITO OSTETRICO

Crediti

1

Periodo

5°anno 1°semestre

Sede

VERONA

Obiettivi formativi

Modulo: MODELLI ORGANIZZATIVI E ASSISTENZIALI INNOVATIVI
-------
---


Modulo: RICERCA ORGANIZZATIVA
-------
---


Modulo: PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE
-------
Lo studente al termine del corso sarà in grado di:
1. inferire sull’organizzazione dipartimentale;
2. analizzare un project in ambito assistenziale;
3. discutere le modalità di acquisizione e valutazione delle risorse umane;
4. dibattere sulle modalità di misurazione della complessità assistenziale;
5. definire la dotazione di personale infermieristico.


Modulo: MODELLI ORGANIZZATIVI IN AMBITO OSTETRICO
-------
1. Analizzare concetti e strategie di promozione della salute, educazione alla salute, educazione sanitaria, educazione terapeutica;
2. Approfondire i modelli e teorie che facilitano la modifica degli stili di vita nelle persone;
3. Approfondire i costrutti fondamentali che regolano la motivazione e l’azione nel processo di cambiamento degli individui;
4. Approfondire il modello Precede-Proceed ( Green e Kreuter,1991) per la pianificazione di interventi educativi;
5. Sviluppare nelle aziende sanitarie strategie e condizioni organizzative che permettano la realizzazione di progetti educativi con la collaborazione delle ostetriche.

Programma

Modulo: MODELLI ORGANIZZATIVI E ASSISTENZIALI INNOVATIVI
-------
---


Modulo: RICERCA ORGANIZZATIVA
-------
---


Modulo: PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE
-------
Il management , definizione e principi.
L’organizzazione dipartimentale
Il Project Management
Il Sistema di acquisizione delle risorse umane:
Il Sistema di valutazione:
Le Azioni gestionali per rendere magnetico il luogo di lavoro
Le Modalità di misurazione della complessità assistenziale
La Definizione della dotazione del personale infermieristico


Modulo: MODELLI ORGANIZZATIVI IN AMBITO OSTETRICO
-------
Aspetti psicosociali legati al concetto di salute e di benessere e la teoria della resilienza
1.2 Distinzione fra determinanti di salute fattori di rischio e fattori protettivi;
1.3 L’empowerment come presupposto per la promozione della salute e del benessere;
1.4 La misurazione dell’efficacia nella promozione della salute;
1.5 Concetto e definizioni di resilienza:le fasi della resilienza (Nancy Palmer)

2.1 Le grandi dichiarazioni in tema di educazione alla salute:
• Conferenza Internazionale sull'Assistenza Sanitaria Primaria Alma-Ata, URSS, 6-12 settembre 1978;
• Prima Conferenza Internazionale sulla Promozione della Salute Ottawa, Canada, 7-21 novembre 1986;
• Seconda Conferenza Internazionale sulla Promozione della Salute - Adelaide, Australia, 5-9 aprile 1988;
• La salute delle donne conta: Conferenza sulla salute delle donne in Europa Centrale ed Orientale"; Vienna, Austria, 16-18 febbraio 1994.
• Health21: La salute per tutti nel 21° secolo (1998)

2.2 Modelli, approcci e livelli in educazione alla salute;
2.3 Approcci basati sulle capacità di vita o life skills (OMS 1993);
2.4 La teoria dell’azione ragionata
2.5 Il modello degli stadi del cambiamento ( o transteoretico) di J. O. Prochaska e Di Clemente

3.1 Autoefficacia e comportamenti salutari
3.2 Teoria dello stile di attribuzione (health locus of control)
3.3 Il modello delle “Hardiness” (Kobasa 1979)
3.4 Strategie di coping

4.1 Diagnosi: sociale, epidemiologica, dei comportamenti e dell’ambiente, educativa e organizzativa, amministrativa e politica
4.2 Come si fa un progetto di educazione alla salute:metodologie e strumenti.
4.3 La valutazione di processo, d’impatto, di risultato;
4.4 Gli strumenti della valutazione


5.1 Promozione della salute sessuale e riproduttiva
5.2 Promozione della salute materno infantile
5.3 Indicatori di salute per valutare l’efficacia e appropriatezza delle cure perinatali
5.4 L'ostetricia basata sulle prove di efficacia: Evidence-based obstetrics
5.5 Modelli di assistenza prenatale :manuale WHO “WHO Antenatal Care Randomized Trial: Manual for the Implementation of the New Model”
5.6 Standard OMS per l’assistenza perinatale “Standards for Maternal and Neonatal care” 2006
5.7 Organizzazione dell'offerta attiva della promozione della salute: i consultori
5.8 Il consultorio familiare nel Progetto Obiettivo Materno Infantile (POMI)
5.9 Requisiti e standard di fabbisogno indicativi per i consultori familiari


6.1 Il percorso della Maternità in Italia
6.2 Il Percorso nascita : Nascere oggi in Italia - Indagine conoscitiva sul percorso nascita,
2002
6.3.Promozione della salute perinatale e infantile: Progetto Finalizzato del Ministero della
Salute“Progetto 6 +1”
6.4 Raccomandazioni per l’assistenza alla madre in puerperio: modello assistenziale
dimissione precoce-protetta post partum.
6.5 Promozione dell'allattamento al seno, come manifestazione essenziale di sviluppo di competenze, secondo le raccomandazioni dell’Oms-Unicef
6.6 Popolazione immigrata:superare le disequità territoriali e sociali per l’accesso ai servizi di tutela materno infantile
6.7 Le mutilazioni genitali femminili nella popolazione immigrata


7.1 Organizzazione dell’offerta sul territorio attraverso le Unità territoriali di assistenza primaria e dei centri regionali di assistenza al bambino: l’assistenza domiciliare integrata,
7.2 Percorsi educativi: valutazione degli effetti dei corsi di accompagnamento alla nascita sulla salute della madre e del neonato.
7.3 La mortalità infantile e i suoi determinanti: morti improvvise nei primi due mesi di vita (SIDS),strategie educative e di sensibilizzazione.
7.4.Prevenzione dei tumori femminili e sperimentazione di modelli di offerta attiva delle misure di prevenzione.
7.5 Counselling ostetrico: proposte organizzative ed operative che associano all'intervento educativo nei diversi setting ,interventi specifici al fine esplorare l'eventuale esistenza di bisogni di salute insoddisfatti.
7.6 Esperienze di sperimentazione sul campo e valutazione di modelli prototipali di corsi di educazione sessuale nelle scuole e creazione di spazi adolescenti .

8.1 La programmazione: presupposti teorici
8.2 Competenze dei leaders ostetrici per promuovere l’educazione nei diversi setting
8.3 Vantaggi e limiti nella realizzazione dei programmi educativi

Modalità d'esame

Modulo: MODELLI ORGANIZZATIVI E ASSISTENZIALI INNOVATIVI
-------
---


Modulo: RICERCA ORGANIZZATIVA
-------
---


Modulo: PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE
-------
Esame scritto e orale con domande applicative


Modulo: MODELLI ORGANIZZATIVI IN AMBITO OSTETRICO
-------
• Elaborato scritto: progetto di promozione e educazione alla salute in area materno infantile.
• Colloquio orale : Illustrazione del progetto di promozione e educazione alla salute in area materno infantile e presentazione in power-point

Le/gli studentesse/studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento (DSA), che intendano richiedere l'adattamento della prova d'esame, devono seguire le indicazioni riportate QUI

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. La prova finale consiste nella redazione e dissertazione, davanti ad una Commissione di esame, di una tesi elaborata in modo originale sulla base di un lavoro di natura sperimentale o teorico-applicativa riguardante l’approfondimento di aspetti manageriali, di ricerca, formativi e di metodologie professionali avanzate specifiche del proprio ambito professionale. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate agli obiettivi della Laurea Magistrale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto e rigore scientifico, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata, significatività della tematica sviluppata. Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode e viene formato dalla somma della media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, con la valutazione ottenuta nella discussione della Tesi. La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: a. presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; b. stage presso Servizi Sanitari di altri Paesi fino a 1 punto aggiuntivo; c. laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto aggiuntivo. Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è di 66/110. Qualora la somma finale raggiunga 110/110, la Commissione di Laurea può decidere l'attribuzione della lode, se il parere è unanime. Il Collegio Didattico pubblica annualmente sul sito del Corso di studio le linee guida per la stesura e le indicazioni dei vari adempimenti di natura amministrativa e organizzativa.

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 01.Guida alla stesura tesi di laurea 223 KB, 23/06/21 

Gestione carriere


Orario lezioni

Ultimo aggiornamento orario lezioni: 17/11/2022

Allegati


Area riservata studenti


Appelli d'esame

COMUNICATO UNITA' DI CRISI (agg. 2/05/2022)
 

Potranno chiedere di fare l’esame di profitto o di laurea a distanza solo le studentesse e gli studenti in isolamento in quanto positivi al SARS-CoV-2. La richiesta dovrà essere fatta inviando al docente il “Modulo per la richiesta di esame o sessione di laurea o diploma a distanza_rev.02/05/2022

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Appelli giugno luglio 2022 174 KB, 02/08/22 
Doc_Univr_pdf Appelli settembre 2022 154 KB, 19/09/22