Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2016/2017

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
2°anno 1°semestre LM 3-ott-2016 18-feb-2017
1°anno 1°semestre LM 14-nov-2016 11-mar-2017
2°anno 2°semestre LM 30-mar-2017 24-giu-2017
1°anno 2°semestre LM 20-apr-2017 24-giu-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione di marzo 2°anno LM 1-mar-2017 29-mar-2017
Sessione marzo-aprile 1°anno LM 20-mar-2017 19-apr-2017
Sessione estiva LM 1-lug-2017 31-lug-2017
Sessione autunnale LM 1-set-2017 30-set-2017
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
1° Sessione LM 15-giu-2017 31-lug-2017
2° Sessione LM 15-nov-2017 15-gen-2017
3° Sessione LM 1-mar-2018 30-apr-2018
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Tutti i Santi 1-nov-2016 1-nov-2016
Vacanze di Natale 23-dic-2016 6-gen-2017
Vacanze di Pasqua 13-apr-2017 18-apr-2017
Festa della Liberazione 25-apr-2017 25-apr-2017
Festa dei Lavoratori 1-mag-2017 1-mag-2017
Festa del S. Patrono S. Zeno (VR) 21-mag-2017 21-mag-2017
Festa della Repubblica 2-giu-2017 2-giu-2017
Festa dell'immacolata 8-dic-2017 8-dic-2017
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Stage 2°anno Stage 2°anno 1-lug-2017 30-nov-2017

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P R S T V Z

Bria Emilio

emilio.bria@univr.it +390458128124

Brugnolli Anna

segreteriaCLI@apss.tn.it +039 0461 903091

Carfagna Marina

mcarfagna@ausl-cesena.emr.it

Del Piccolo Lidia

lidia.delpiccolo@univr.it +39 045 812 4441

Di Giulio Paola

paola.digiulio@unito.it 011/5705824

Di Nicola Paola

paola.dinicola@univr.it +39 045 802 8040

Franchi Massimo Piergiuseppe

massimo.franchi@univr.it +39 045 812 2720

Friso Simonetta

simonetta.friso@univr.it +39 045 812 6369

Gosetti Giorgio

giorgio.gosetti@univr.it 045.8028650

Leardini Chiara

chiara.leardini@univr.it 045 802 8222

Locatelli Francesca

francesca.locatelli@univr.it 045 8027655

Marognolli Oliva

oliva.marognolli@univr.it 045 802 7246

Mortari Luigina

luigina.mortari@univr.it 045 802 8652

Niero Mauro

mauro.niero@univr.it

Palese Alvisa

alvisa.palese@dstb.uniud.it

Pancheri Loredana

info@loredanapancheri.it 0461264569

Peruzzi Marco

marco.peruzzi@univr.it 045 8028838

Polati Enrico

enrico.polati@univr.it +39 045 812 7430 - 4311

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Pollini Giovanni Paolo

giovanni.pollini@univr.it +39 045 812 7322

Romano Gabriele

gabriele.romano@univr.it 045 8027631

Saiani Luisa

luisa.saiani@univr.it 045 8027253

Salmaso Daniele

danielesalmaso@fondazionezancan.it

Sartori Riccardo

riccardo.sartori@univr.it +39 045 802 8140

Taddia Patrizia

patrizia.taddia@aosp.bo.it

Venturini Francesca

francesca.venturini@aopd.veneto.it

Vivori Cinzia

cinzia.vivori@apss.tn.it

Zamboni Mauro

mauro.zamboni@univr.it +39 045 812 2537

Zanolin Maria Elisabetta

elisabetta.zanolin@univr.it +39 045 802 7654

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
(IUS/07 ,IUS/09 ,MED/42 ,SECS-P/07)
6
B
(MED/01 ,SECS-S/02 ,SPS/07)
3
E/F
(L-LIN/12)
6
B
(MED/45 ,M-PED/01 ,M-PSI/08)
6
B
(MED/02 ,MED/45 ,MED/47 ,M-FIL/02)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
(IUS/07 ,IUS/09 ,MED/42 ,SECS-P/07)
6
B
(MED/01 ,SECS-S/02 ,SPS/07)
3
E/F
(L-LIN/12)
6
B
(MED/45 ,M-PED/01 ,M-PSI/08)
6
B
(MED/02 ,MED/45 ,MED/47 ,M-FIL/02)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000436

Docente

Luisa Saiani

Crediti

2

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

1°anno 2°semestre LM dal 20-apr-2017 al 24-giu-2017.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare:  organizzazione dell'insegnamento

Obiettivi formativi

Fare ricerca è una delle competenze importanti nella formazione specialistica, ed è una capacità trasversale sia per la formazione, che per l’assistenza, che per l’organizzazione. Un laureato magistrale deve essere in grado di analizzare criticamente le ricerche prodotte, per poterne trasferire i risultati ai propri pazienti; documentare con metodo i problemi affrontati nel lavoro, valutare la qualità dell’assistenza erogata individuando e misurando gli indicatori, produrre nuove conoscenze con la ricerca. Per questo deve possedere conoscenze e competenze dei diversi disegni degli studi, e delle metodologie di ricerca sia quantitative che qualitative. Date le implicazioni della ricerca sulla qualità dell’assistenza ai pazienti, deve essere anche in grado di promuovere una cultura e la diffusione della ricerca nel proprio contesto di lavoro.
Analizzare il processo di ricerca, i diversi approcci quali-quantitativi
Analizzare le caratteristiche dei principali disegni degli studi utilizzati in campo sanitario
Leggere e valutare criticamente un articolo di ricerca
Elaborare un protocollo di ricerca

Programma

Il processo di ricerca
Descrizione delle fasi del processo di ricerca
Introduzione alla terminologia della ricerca
Elementi di un protocollo di ricerca
Selezione e definizione del problema, delle domande e delle ipotesi di ricerca
Selezionare l’argomento e il problema di ricerca
Dichiarare gli scopi dello studio
Formulare una domanda di ricerca (caratteristiche della domanda di ricerca negli studi quantitativi e qualitativi: descrizione delle variabili, delle loro relazioni e della popolazione oggetto di studio)
Definire le ipotesi di ricerca (variabile dipendente o variabile di risultato o outcome e variabile indipendente, ipotesi semplici e complesse, ipotesi direzionali e non direzionali, ipotesi nulla )
Definizione concettuale ed operativa delle variabili
Concetto di accuratezza, fattibilità, validità interna ed esterna

Selezione del campione
Definizione di popolazione target, popolazione accessibile e campione dello studio
Criteri di inclusione/eleggibilità ed esclusione
Rappresentatività del campione e generalizzabiltà dei dati
Differenza tra errore campionario e bias di selezione
Definizione della numerosità campionaria o potenza
Tipologie di campionamento e loro caratteristiche:
- probabilistico (campionamento randomizzato semplice, randomizzato stratificato, a grappolo o cluster o multifasico, sistematico)
- non probabilistico (campionamento di convenienza, intenzionale o propositivo, per quote)
Selezione del disegno di ricerca (classificazione degli studi)

Studi quantitativi
Principali caratteristiche dei disegni di ricerca
Le relazioni causali e i criteri per stabilirne l’esistenza
I quesiti dir ricerca orientano la scelta del disegno
Studi sperimentali
- finalità e caratteristiche degli studi sperimentali,
- protocollo di un trial clinico (manipolazione della variabile indipendente, controllo, selezione-assegnazione randomizzata, allocation concealment, mascheramento o blinding, follow-up, significatività statistica e clinica);
- tipologie di studi sperimentali: RCT, studi sperimentali pragmatici, crossover trial, differenza con gli studi quasi sperimentali, disegni pre e post test, disegno con serie temporali
Studi quasi sperimentali
- finalità e caratteristiche di uno studio quasi sperimentale: assenza della randomizzazione e/o del gruppo di controllo,
- tipologie di studi quasi sperimentali: non equivalent control group pretest-post-test design, non equivalent control group post-test design, one group pretest-posttest design, time series design o interrupted time series design
Studi osservazionali
Studi epidemiologici (approfonditi in statistica medica)
- finalità e caratteristiche degli studi di incidenza, prevalenza, di coorte e caso-controllo,
- concetto di associazione tra due variabili
Studi descrittivi
- finalità e caratteristiche degli studi descrittivi: correlazionali retrospettivi, prospettici, trasversali, longitudinali, di validazione, ricerca azione, studio di caso

Caratteristiche dei buoni disegni
- validità statistica, interna e minacce alla validità
- validità esterna
- validità di costrutto
Metodi di raccolta dei dati
- Misurazione fisiologica o biologica
- Metodi di osservazione
- Interviste e questionari (scala Likert)
- Documentazione e database

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Polit D, Beck CT Fondamenti di Ricerca Infermieristica (Edizione 3) Edizioni Mc Graw Hill 2020
Chiari P., Mosci D., Naldi E L’infermieristica basata su prove di efficacia Guida operativa per l’Evidence Based Nursing. McGraw-Hill. Milano 2006

Modalità d'esame

Le prove di esame contengono:
• domande chiuse a scelta multipla e domande a breve risposta aperta le conoscenze e la padronanza concettuale.
• parti di articoli scientifici per valutare la comprensione e interpretazione di metodi e risultati degli studi
• esercizi di applicazione delle linee guida a specifiche situazioni assistenziali.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Stage

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 00.Elenco sedi stage accreditate 376 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_pdf 00.Guida allo stage 386 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_msword 01.Modulo firma presenze 198 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_docx 02.Progetto formativo 1296 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_docx 03.Progetto formativo LOMBARDIA 1321 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_msword 04.Modulo autoapprendimento per tutor 44 KB, 23/06/21 
Doc_Univr_msword 05.Modulo valutazione 104 KB, 23/06/21 

Gestione carriere


Orario lezioni

Ultimo aggiornamento orario lezioni: 30 novembre 2021

Allegati


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. La prova finale consiste nella redazione e dissertazione, davanti ad una Commissione di esame, di una tesi elaborata in modo originale sulla base di un lavoro di natura sperimentale o teorico-applicativa riguardante l’approfondimento di aspetti manageriali, di ricerca, formativi e di metodologie professionali avanzate specifiche del proprio ambito professionale. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate agli obiettivi della Laurea Magistrale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto e rigore scientifico, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata, significatività della tematica sviluppata. Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode e viene formato dalla somma della media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, con la valutazione ottenuta nella discussione della Tesi. La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: a. presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; b. stage presso Servizi Sanitari di altri Paesi fino a 1 punto aggiuntivo; c. laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto aggiuntivo. Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è di 66/110. Qualora la somma finale raggiunga 110/110, la Commissione di Laurea può decidere l'attribuzione della lode, se il parere è unanime. Il Collegio Didattico pubblica annualmente sul sito del Corso di studio le linee guida per la stesura e le indicazioni dei vari adempimenti di natura amministrativa e organizzativa.

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 01.Guida alla stesura tesi di laurea 223 KB, 23/06/21 

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.