Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2017/2018

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
INF VR - 1° anno 1° sem 3-ott-2017 21-dic-2017
INF VR - 2° anno 1° sem 3-ott-2017 21-dic-2017
INF VR - 3° anno 1° sem 18-ott-2017 21-dic-2017
INF VR - 3° anno 2° sem 1-feb-2018 28-mar-2018
INF VR - 1° anno 2° sem 1-feb-2018 6-apr-2018
INF VR - 2° anno 2° sem 16-apr-2018 15-giu-2018
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
INF VR- sessione invernale 1-3 anno 8-gen-2018 31-gen-2018
INF VR- sessione invernale 2 anno 8-gen-2018 29-gen-2018
INF VR- sessione estiva 1 anno (1^parte) 9-apr-2018 20-apr-2018
INF VR- sessione estiva 2 anno 25-giu-2018 18-lug-2018
INF VR- sessione estiva 3 anno 9-lug-2018 31-lug-2018
VR- sessione estiva 1 anno (2^parte) 18-lug-2018 31-lug-2018
VR- sessione autunnale 1-2-3 anno 3-set-2018 28-set-2018
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
1^ SESSIONE 1-ott-2018 30-nov-2018
2^ SESSIONE 1-mar-2019 30-apr-2019
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2017 1-nov-2017
Festa Immacolata Concezione 8-dic-2017 8-dic-2017
Vacanze natalizie 22-dic-2017 7-gen-2018
Vacanze di Pasqua 30-mar-2018 3-apr-2018
Festa della Liberazione 25-apr-2018 25-apr-2018
Festa del Santo Patrono - S. Zeno 21-mag-2018 21-mag-2018
Festa della Repubblica 2-giu-2018 2-giu-2018
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
INF VR 2° anno 1^ esp INF VR 2° anno 1^ esp 30-gen-2018 28-mar-2018
INF VR 3° anno 1^ esp INF VR 3° anno 1^ esp 4-apr-2018 18-mag-2018
INF VR 1° anno 1^ esp INF VR 1° anno 1^ esp 23-apr-2018 1-feb-2018
INF VR 3° anno 2^ esp INF VR 3° anno 2^ esp 28-mag-2018 6-lug-2018
INF VR 1° anno 2^ esp INF VR 1° anno 2^ esp 11-giu-2018 17-lug-2018
INF VR 2° anno 2^ esp INF VR 2° anno 2^ esp 3-set-2018 12-ott-2018
INF VR 3° anno 3^ esp INF VR 3° anno 3^ esp 10-set-2018 19-ott-2018

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P R S T V Z

Accordini Simone

simone.accordini@univr.it +39 045 8027657

Adami Anna

anna.adami@univr.it 045 802 7236

Allegrini Elisabetta

elisabetta.allegrini@ospedaleuniverona.it

Ambrosi Elisa

elisa.ambrosi_01@univr.it +039 0458027288

Baggio Elda

elda.baggio@univr.it +390458124695

Barbui Corrado

corrado.barbui@univr.it +39 0458126418

Battistoni Laura

laura.battistoni@univr.it 045 802 7247

Bisoffi Zeno

zeno.bisoffi@sacrocuore.it +390456013326

Bissoli Luisa

luisa.bissoli@mail.azosp.vr.it

Bombieri Cristina

cristina.bombieri@univr.it 045-8027209

Bonato Federica

federica.bonato@ospedaleuniverona.it

Bortolotti Federica

federica.bortolotti@univr.it 045 8124618

Brazzarola Paolo

paolo.brazzarola@azosp.vr.it 045 8124404

Bria Emilio

emilio.bria@univr.it +390458128124

Calabrese Massimiliano

massimiliano.calabrese@univr.it +39 045 812 4678

Calderan Laura

laura.calderan@univr.it 0458027562

Canzan Federica

federica.canzan@univr.it 0458027253- 7288

Concia Ercole

ercole.concia@univr.it 045 8128243

Constantin Gabriela

gabriela.constantin@univr.it 045-8027102

Cutolo Raffaele

raffaele.cutolo@univr.it +390458028317

Dalle Carbonare Luca Giuseppe

luca.dallecarbonare@univr.it +39 045 812 6062

Della Libera Chiara

chiara.dellalibera@univr.it +39 0458027219

De Manzoni Giovanni

giovanni.demanzoni@univr.it + 39 045 812 3905

Di Francesco Vincenzo

vincenzo.difrancesco@univr.it +39 045 8123989

Donadelli Massimo

massimo.donadelli@univr.it 0458027281

Donadello Katia

katia.donadello@univr.it +39 045 812 4311

D'Onofrio Mirko

mirko.donofrio@univr.it +39 045 8124301

Dusi Stefano

stefano.dusi@univr.it +39 045 8027124

Fabene Paolo

paolo.fabene@univr.it 0458027267

Friso Simonetta

simonetta.friso@univr.it +39 045 812 6369

Gambarin Mattia

mattia.gambarin@medicina.univr.it +39 0458124768

Giacopuzzi Simone

simone.giacopuzzi@univr.it +39 045 812 7510

Gibellini Davide

davide.gibellini@univr.it +390458027559

Girelli Domenico

domenico.girelli@univr.it 0458124791

Gottin Leonardo

leonardo.gottin@univr.it +39 045 812 7250

Leonardelli Paola

Leone Roberto

roberto.leone@univr.it 0458027612

Liziero Luciano

luciano.liziero@univr.it 0429788181/85

Lonardi Cristina

cristina.lonardi@univr.it 045/8028360

Lovato Liliana

liliana.lovato@univr.it 045 8027247

Magnan Bruno

bruno.magnan@univr.it +39 045 812 3510

Marognolli Oliva

oliva.marognolli@univr.it 045 802 7246

Nadalet Sylvain Giovanni

sylvain.nadalet@univr.it +39 045 8028848

Pellini Francesca

francesca.pellini@azosp.vr.it 045 8124967

Perbellini Luigi

luigi.perbellini@univr.it +39 045 812 4295

Piacentini Giorgio

giorgio.piacentini@univr.it +39 045 812 7120

Pietrobelli Angelo

angelo.pietrobelli@univr.it +39 045 812 7125

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Porru Stefano

stefano.porru@univr.it + 39 045 812 4294

Protopapa Venera

venera.protopapa@univr.it 0458028883

Ribichini Flavio Luciano

flavio.ribichini@univr.it +39 045 812 2039

Ricci Matteo

matteo.ricci@univr.it +39 045 812 3549-3553-3575

Romanelli Maria

mariagrazia.romanelli@univr.it +39 045 802 7182

Romano Gabriele

gabriele.romano@univr.it 045 8027631

Sommavilla Michele

michele.sommavilla@aovr.veneto.it 045 8122290

Tagliaro Franco

franco.tagliaro@univr.it 045 8124618-045 8124246

Targher Giovanni

giovanni.targher@univr.it +39 045 8123748

Tinazzi Elisa

elisa.tinazzi@univr.it +39 045 812 4401

Todesco Francesca

francesca.todesco@univr.it 045/8027214

Valentini Marco

marco.valentini@univr.it 3336189605

Verlato Giuseppe

giuseppe.verlato@univr.it 045 8027628

Veronese Elisabetta

elisabetta.veronese@aovr.veneto.it

Vincenzi Silvia

silvia.vincenzi@univr.it 045 802 7253

Zanusso Gianluigi

gianluigi.zanusso@univr.it +39 0458124285

Zivelonghi Laura

lzivelonghi@aulss9.veneto.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Prova finale
7
E
(-)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Prova finale
7
E
(-)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000083

Crediti

6

Coordinatore

Cristina Lonardi

L'insegnamento è organizzato come segue:

Infermieristica di comunita'

Crediti

1

Periodo

INF VR - 3° anno 2° sem

Infermieristica in salute mentale

Crediti

1

Periodo

INF VR - 3° anno 2° sem

Sociologia della famiglia

Crediti

1

Periodo

INF VR - 3° anno 2° sem

Psicologia dei gruppi

Crediti

2

Periodo

INF VR - 3° anno 2° sem

Psichiatria

Crediti

1

Periodo

INF VR - 3° anno 2° sem

Obiettivi formativi

------------------------
MM: INFERMIERISTICA DI COMUNITA'
------------------------
L’insegnamento si propone di offrire agli studenti conoscenze e riflessioni sulla comunità nelle sue diverse forme e declinazioni, al fine di saper lavorare nella comunità professionale (gruppi di lavoro), attuare interventi assistenziali integrati con la famiglia e la comunità di appartenenza dell’utente,per le diverse forme di bisogno e disagio e diventare un attivatore di collaborazioni ed integrazioni tra i servizi sanitari sociali e le reti informali della comunità
------------------------
MM: INFERMIERISTICA IN SALUTE MENTALE
------------------------
L’insegnamento si propone di offrire agli studenti conoscenze e riflessioni sulla comunità nelle sue diverse forme e declinazioni, al fine di saper lavorare nella comunità professionale (gruppi di lavoro), attuare interventi assistenziali integrati con la famiglia e la comunità di appartenenza dell’utente,per le diverse forme di bisogno e disagio e diventare un attivatore di collaborazioni ed integrazioni tra i servizi sanitari sociali e le reti informali della comunità
------------------------
MM: SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA
------------------------
L'insegnamento intende introdurre gli studenti e le studentesse ad una visione della famiglia come istituzione sociale la cui funzione primaria rispetto alla cura è quella di assistenza sociale ai membri afferenti alla famiglia stessa. Saranno presentate le forme familiari che si affiancano alla famiglia cosiddetta tradizionale a partire dalla famiglia multigenerazionale. A partire da tali forme e dai fenomeni sociali che le hanno generate si proporranno alcune riflessioni sulle odierne forme di home care e sul ruolo del caregiver. Da ultimo si osserverà la famiglia come variabile epidemiologica attraverso alcuni modelli (teorici) di riferimento capaci di presentare modi di funzionamento della rete familiare rispetto a questioni legate a salue e malattia.
------------------------
MM: PSICOLOGIA DEI GRUPPI
------------------------
L'obiettivo principale del corso è quello di fornire strumenti di analisi e di riflessione per differenziare il gruppo da altri aggregati sociali. Inoltre verranno descritte le caratteristiche salienti del gruppo (ruoli, fasi, leadership ...) ed analizzate le sue diverse tipologie (gruppi di lavoro, gruppi di auto mutuo aiuto, gruppi informali e virtuali ...). Sarà poi obiettivo specifico del corso quello di valutare il ruolo giocato dal gruppo di lavoro e dal lavoro di gruppo nel contesto infermieristico.
------------------------
MM: PSICHIATRIA
------------------------
Acquisire conoscenze generali sull’evoluzione culturale, storica, scientifica e normativa dell’assistenza psichiatrica, approfondendo le attuali conoscenze derivanti dall’epidemiologia psichiatrica. Conoscenza generale della nosografia dei disturbi psichici, dei modelli ezio-patogenetici, biologici, sociali, piscologici, della prognosi. Conoscenza generale della semeiologia, della psicopatologia e della clinica delle principali malattie mentali. Conoscenza generale dei principi di intervento terapeutico, incluso l’utilizzo dei farmaci, nelle principali malattie mentali.

Programma

------------------------
MM: INFERMIERISTICA DI COMUNITA'
------------------------
Servizi socio-sanitari disponibili in risposta ai bisogni di salute nella comunità: assistenza domiciliare, cure intermedie, lungodegenze RSA, Centri diurni Metodologie di intervento infermieristico domiciliare: setting di cura a domicilio Attivare reti di assistenza per sostenere l’utente e la famiglia in progetti di cure a lungo termine Le funzioni di cura nella famiglia: •criteri per valutare e definire il carico assistenziale, strategie di supporto e servizi (posti di sollievo), •identificazione precoci di segni di burnout •supporto educativo ai familiari e alle assistenti private La dimissione pianificata e continuità assistenziale •criteri e strumenti di valutazione dei pazienti a rischio di dimissione difficile •processo e fasi della dimissione pianificata •attivare risorse e interventi per garantire la continuità assistenziale Forme di collaborazione con la Medicina Generale, l’infermiere di famiglia e di comunità
------------------------
MM: INFERMIERISTICA IN SALUTE MENTALE
------------------------
La rete territoriale dei servizi psichiatrici per acuti e riabilitativi Lo stigma e le conseguenze sulla persona con disturbo mentale e sulla famiglia Modalità di valutazione dei bisogni nelle persone con disturbo/disagio psichiatrico Approccio relazionale e assistenziale alla persona ed alla famiglia nelle principali situazioni di disagio/disturbo psichico in fase acuta e di stabilizzazione, stato d’ansia, psicosi, depressione, rischio di suicidio, eccitamento maniacale Approccio al paziente aggressivo Accertamento del rischio e prevenzione dei comportamenti aggressivi La contenzione in Psichiatria
------------------------
MM: SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA
------------------------
Il corso affroneterà i seguenti argomenti: la famiglia come istituzion sociale; modelli e strutture familiari; supporto sociale (familiare) come fattore protettivo/di rischio per la salute; la rete familiare come variabile epidemiologica: modelli di riferimento.
------------------------
MM: PSICOLOGIA DEI GRUPPI
------------------------
Identità ed appartenenza e socializzazione nel gruppo Tipologie di gruppo: gruppo di lavoro, , di gruppi di auto mutuo aiuto, virtuali, Processi dinamici e aspetti strutturali nei gruppi (entrare, stare ed uscire dal gruppo, ruoli, status e norme nel gruppo ) Discriminazione, conflitto e cooperazione nei gruppi Processi decisionali nei gruppi : leadership, reti di comunicazione, dal conflitto alla negoziazione, tecniche per decidere in gruppo e pianificazione del tempo Lo studio dei gruppi applicato al contesto nursing: regole emotive e lavoro emozionale nelle équipes multidisciplinari. La leadership partecipativa ed i suoi effetti sul gruppo infermieristico. Gruppi conflittuali, mobbing e burn out. Cenni sulle dinamiche del gruppo-famiglia per favorirne la presa in carico
------------------------
MM: PSICHIATRIA
------------------------
Programma sintetico: L’approccio psico-sociale in psichiatria Aspetti legislativi ed organizzativi in psichiatria Nosografia dei disturbi psichici: i disturbi dello spettro psicotico, i disturbi dello spettro depressivo, i disturbi dello spettro ansioso Farmaci antipsicotici Farmaci antidepressivi Farmaci stabilizzanti dell'umore Farmaci ansiolitici

Modalità d'esame

------------------------
MM: INFERMIERISTICA DI COMUNITA'
------------------------
Esame scritto
------------------------
MM: INFERMIERISTICA IN SALUTE MENTALE
------------------------
Esame scritto
------------------------
MM: SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA
------------------------
L'esame è scritto. Si compone di 60 domande: 16 di psicologia e 11 per tutte le altre discipline. L'esame è sufficiente se tutte le parti sono sufficienti. Le domande sono formulate proponendo casi su cui ragionare, o per verificare la conoscenza/lo studio, o per verificare la comprensione degli argomenti.
------------------------
MM: PSICOLOGIA DEI GRUPPI
------------------------
L'esame si svolgerà in forma scritta con un questionario a scelta multipla.
------------------------
MM: PSICHIATRIA
------------------------
Esame scritto, con quesiti a risposta multipla

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Saiani L., Brugnolli A. Trattato di cure infermieristiche Idelson Gnocchi, Napoli 2020
Ciambrello C, Cantelmi T, Pasini A. Infermieristica clinica in igiene mentale Casa Editrice Ambrosiana, Milano 2002
Tatarelli Roberto Manuale di psichiatria e salute mentale per le lauree sanitarie Piccin 2009
Barelli P, Spagnolli E Nursing di Salute Mentale Carocci editore, Roma 2004
Di Nicola P. “Il ruolo delle reti sociali primarie nel controllo della malattia e protezione della salute”, in Donati P. (a cura di), Manuale di sociologia sanitaria, La Nuova Italia Scientifica 1987
Caiazzo A., CoisE. Il supporto sociale, I determinanti delle diseguaglianze di salute in Italia E&P 2004
Serra R. "La nozione di sostegno sociale", in Logiche di rete. Dalla teoria all’intervento sociale Franco Angeli, Milano 2001
Lonardi C. Le famiglie oggi in Italia e il contributo dei nonni, in (a cura di) Gecchele M., Meneghin L., Il dialogo intergenerazionale come prassi educativa. Il Centro Infanzia Girotondo delle Età (Edizione 1) Edizioni ETS, Pisa 2016
Giuseppina Speltini Stare in Gruppo Il Mulino 2011
Tatarelli Manuale di psichiatria e salute mentale per le lauree sanitarie Piccin 2009 9788829919628

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Attività a scelta dello studente

Attività a scelta dello studente

Allegati


Tirocinio professionalizzante

Finalità del Tirocinio
Le attività di tirocinio sono finalizzate a far acquisire allo studente competenze specifiche previste dal profilo professionale. Per conseguire tali finalità formative, si possono attivare convenzioni con strutture, che rispondano ai requisiti di idoneità per attività, dotazione di servizi e strutture.  
I 60 crediti minimi riservati al tirocinio sono da intendersi come impegno complessivo necessario allo studente per raggiungere le competenze professionali “core” previste dal rispettivo profilo professionale. 
Il tirocinio professionale comprende:
  • sessioni tutoriali che preparano lo studente all’esperienza;
  • esercitazioni e simulazioni in cui si sviluppano le abilità tecniche, relazionali e metodologiche in situazione protetta prima o durante la sperimentazione nei contesti reali;
  • esperienze dirette sul campo con supervisione;
  • sessioni tutoriali e feedback costanti;
  • compiti didattici, elaborati e approfondimenti scritti specifici e mandati di studio guidato.
 La valutazione delle competenze acquisite in tirocinio.
Le esperienze di tirocinio devono essere progettate, valutate e documentate nel percorso dello studente. Durante ogni esperienza di tirocinio lo studente riceve valutazioni formative sui suoi progressi sia attraverso colloqui e schede di valutazione.
Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione sommativa (certificativa) per accertare i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese. La valutazione viene effettuata da una Commissione presieduta dal Coordinatore della Didattica Professionale (CDP), e composta da almeno un docente e da un Tutor professionale. Tale valutazione è la sintesi delle valutazioni formative, via via, documentate durante l’anno di corso, il profitto raggiunto negli elaborati scritti e le performance delle abilità tecniche assistenziali e relazionali dimostrate all’esame di tirocinio che può essere realizzato con esami simulati, colloqui, prove scritte applicative.
L’esame annuale di tirocinio prevede un unico appello per anno accademico, salvo particolari situazioni per le quali la commissione didattica potrà concedere un appello straordinario.
La valutazione sommativa del tirocinio sarà espressa e registrata nella carriera in trentesimi in base al livello di raggiungimento degli obiettivi. Le modalità di registrazione del voto di profitto sono:
  1. “assente”  pre-iscritto che non ha frequentato alcuna esperienza di tirocinio;
  2. “ritirato” sospensione durante il tirocinio per problemi di salute, gravidanza o per motivazioni personali;
  3. “insufficiente” non raggiungimento del livello atteso negli obiettivi formativi (anche se lo studente ha sospeso la frequenza al tirocinio o non sostenuto l’esame finale).
 Prerequisiti di accesso al tirocinio.
Il Coordinatore della Didattica Professionale (CDP), ammette alla frequenza dell’esperienza di tirocinio previsto per l’anno di corso, gli studenti che hanno frequentato regolarmente:
  • le attività teoriche, in particolare gli insegnamenti delle discipline professionali dell’anno in corso e dell’anno precedente
  •  laboratori professionali ritenuti propedeutici al tirocinio
Ulteriori dettagli sono disciplinati dal Regolamento del corso di studio 
Per maggiori informazioni consultare la pagina del servizio 

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:
  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.
 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati

Titolo Info File
pdf Indicazioni metodologiche per l'elaborazione della tesi 1487 KB, 28/06/21 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Progetto ESPRIMO -Supportare la resilienza nei giovani con diagnosi di sclerosi multipla Clinical Psychology & Psychiatry - Clinical Psychology & Psychiatry
Progetto WITHSTAND- Supportare la resilienza negli eventi avversi in sanità The Human Mind and Its Complexity: Cognitive science, psychology, linguistics, philosophy of mind - Clinical and health psychology

Guida ai programmi degli insegnamenti

Guida ai programmi degli insegnamenti

Allegati

Titolo Info File
pdf Guida ai programmi degli insegnamenti 1586 KB, 02/09/21 
pdf Guida ai programmi degli insegnamenti - inglese 1310 KB, 02/09/21 

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.