Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Per l'anno 2010/2011 Nessun calendario ancora disponibile

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N O P R S U Z

Bertini Giuseppe

giuseppe.bertini@univr.it 045-802-7682

Bevilacqua Anita

anita.bevilacqua@apss.tn.it

Brugnolli Anna

segreteriaCLI@apss.tn.it +039 0461 903091

Campregher Monica

monica.campregher@apss.tn.it

Delva Pietro

pietro.delva@univr.it 0458124535

D'Onofrio Mirko

mirko.donofrio@univr.it +39 045 8124301

Dusi Stefano

stefano.dusi@univr.it +39 045 8027124

Fedrozzi Lorenza

lorenza.fedrozzi@apss.tn.it 0461903705

Ferrari Marcello

marcello.ferrari@univr.it +39 045 8124262

Gambarin Mattia

mattia.gambarin@medicina.univr.it +39 0458124768

Lenzi Sara

sara.lenzi@apss.tn.it

Mariotto Sofia Giovanna

sofia.mariotto@univr.it 0458027167

Morandi Carlo

carlo.morandi@univr.it 0458027186 (Med) 0458425122 (Sc.Mot)

Moretti Ugo

ugo.moretti@univr.it 0458027602; 0458124245

Noro Gabriele

noro@tn.aziendasanitaria.trentino.it

Pancheri Loredana

info@loredanapancheri.it 0461264569

Pedrolli Carlo

carlo.pedrolli@apss.tn.it 0461903519

Pedrotti Daniel

daniel.pedrotti@apss.tn.it 0461904893

Perli Serena

serena.perli@apss.tn.it 0461/904884

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Poltronieri Roberto

roberto.poltronieri@univr.it +39 0458027146

Saiani Luisa

luisa.saiani@univr.it 045 8027253

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Uber Dario

Dario.Uber@apss.tn.it 0461/904668

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Seminari
5
F
-
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000106

Crediti

6

L'insegnamento è organizzato come segue:

Chirurgia generale

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2 ANNO 2° SEMESTRE

Infermieristica clinica chirurgica

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2 ANNO 2° SEMESTRE

Ortopedia e traumatologia

Crediti

1

Periodo

LEZIONI 2 ANNO 2° SEMESTRE

Anestesiologia e terapia antalgica

Crediti

1

Periodo

LEZIONI 2 ANNO 2° SEMESTRE

Docenti

Edoardo Geat

Obiettivi formativi

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Accertare, pianificare e valutare l’assistenza infermieristica chirurgica post-operatoria generale ed in particolare orientata a persone con problemi prioritari di salute di rilevanza e prevalenza chirurgica: tumore della mammella, dell’intestino, dello stomaco e sottoposta ad intervento chirurgico di protesi d’anca.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
• comprendere i segni e i sintomi di una situazione patologica al fine di condurre un accertamento mirato
• dedurre, in base al tipo di intervento chirurgico, i problemi prioritari del decorso postoperatorio
• riconoscere le possibili complicanze postoperatorie e il loro monitoraggio
• capacità di pianificare e gestire un piano assistenziale dalla presa in carico della persona dal day surgery all’eventuale ospedalizzazione fino alla fase riabilitativa

Programma

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Assistenza intraoperatoria, vigilanza, sorveglianza e gestione delle principali complicanze post operatorie. Assistenza e gestione del paziente con derivazione urinaria ed intestinale e portatore di apparecchio. Peculiarità del percorso clinico assistenziale del paziente operato di mastectomia, gastrectomia, emicolectomia e protesi d’anca



Programma in forma estesa:
- Descrivere le modalità di accoglienza e riconoscimento del paziente in sala operatoria, garantire la sicurezza in S.O, posizionare il paziente per l’intervento chirurgico, valutazione dopo i diversi tipi di anestesia
- Calcolare il grado di rischio, vigilare, sorvegliare e gestire le principali complicanze postoperatorie:
• nausea e vomito, (PONV)
• dolore acuto postoperatorio
• ritenzione urinaria
• Ileus
• alterazione dell’equilibrio dei fluidi
• Motivare gli orientamenti finalizzati alla mobilizzazione precoce, alla rialimentazione precoce ed alla gestione dei fluidi e del bilancio idrico nel post-operatorio

Approccio chirurgico ed assistenziale al paziente con problemi gastro – intestinali

Accertare i problemi reali e potenziali sia fisici che emotivi del malato sottoposto ad intervento chirurgico di gastrectomia - di emicolectomia - di amputazione del retto - e pianificare interventi assistenziali mirati a lungo termine
Descrivere un programma di insegnamento - apprendimento per educare il paziente operato di gastrectomia - portatore di derivazione intestinale ed urinaria ad autogestire la propria malattia.

Approccio chirurgico e assistenziale alla persona con neoplasia della mammella
 Accertare i problemi bio - psico - sociali della persona sottoposta ad intervento di mastectomia in relazione alle fasi dell'immediato post-operatorio e nella fase di riabilitazione
 Progettare un piano assistenziale ed educativo sia in fase acuta che riabilitativa

Approccio chirurgico ed assistenziale alla persona sottoposta ad intervento di protesi d’anca


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
• patologia neoplastica della mammella, del colon retto, dello stomaco
• malattie infiammatorie intestinali: appendicite, diverticolite
• ernie e laparoceli
• proctologia: emorroidi, fistole e ragadi
• patologia delle vie biliari (litiasi, neoplasia)
• patologia tiroide infiammatoria e neoplastica





Programma in forma esteso:

• Pianificare l’assistenza applicando i principi di fisiopatologia chirurgica relativi ad alcuni problemi prioritari di salute di interesse chirurgico
• Fisiopatologia del paziente chirurgico, il trattamento pre e post operatorio, il dolore acuto
• Malattie benigne e maligne della mammella
• La patologia gastrica (neoplasia e diagnosi differenziale)
• Le patologie dell’intestino tenue (appendicopatie e morbo di Crohn)
• Le patologie dell’intestino crasso (malattie infiammatorie e neoplasie)
• Le patologie proctologiche (emorroidi, ragadi, fistole)
• Le patologie epatiche (litiasi, colecisti, vie biliari, neoplasie del fegato)
• Le patologie della parete addominale (malattia erniaria e laparocele)
• Prevenzione del rischio infettivo in ambito chirurgico
• Prevenzione della trombosi venosa profonda in chirurgia e competenze infermieristiche

Modalità d'esame

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Scritto con domande a risposta multipla e domande aperte e colloquio orale


Testi consigliati: provvisorio (saranno comunicati durante il contratto d’aula)
Saiani L., Brugnolli A., (2010). Trattato di Cure Infermieristiche. Napoli, Casa Editrice Idelson Gnocchi, Sorbona.
Bresaola V., (2006). Chirurgia per le professioni sanitarie. Napoli, EdiSeS.
Craus W., (2005). La Chirurgia nelle professioni sanitarie. Napoli, Casa Editrice Idelson Gnocchi, Sorbona.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
.


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Esame di corso integrato, Test a risposta multipla e a risposta breve

Testi consigliati:
• Bresaola V., Domini A., Navarra G., Manuale di patologia chirurgica e assistenza infermieristica, Edises, Napoli, 2000

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea


Guida ai programmi degli insegnamenti

Guida ai programmi degli insegnamenti

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti 1598 KB, 08/11/21 
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti - inglese 1310 KB, 02/09/21 

orario lezioni

Carissime Studentesse,

Carissimi Studenti,

di seguito un promemoria relativo alle modalità di erogazione della didattica per il corso di studio A.A. 2021-2022 in Infermieristica (triennale) e Scienze Infermieristiche ed Ostetriche (LM).

Il 29 giugno 2021 il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione hanno approvato le Linee guida per l’erogazione della didattica dei corsi di studio A.A. 2021-2022, che prevedono il graduale ritorno all’erogazione della didattica in presenza (previa verifica GREEN PASS) affiancato da organizzazione logistica, modalità̀, metodologie e tecnologie didattiche già̀ adottate dallo scorso anno.

In considerazione della peculiarità del corso professionalizzante, che prevede la presenza obbligatoria sia per le lezioni frontali che numerosi laboratori pratici in presenza, si ricorda che non sarà possibile ottenere la frequenza richiesta solamente con la frequenza streaming o tramite lezioni registrate. La gestione delle presenze in aula/streaming verrà quindi garantita dai coordinatori, in un piano di presenze che dovrà essere seguito dallo studente.

Nei giorni in cui i coordinatori proporranno allo studente la frequenza in streaming si sottolinea l’importanza di avere il video acceso ed una postura ed un abbigliamento consono alla lezione universitaria. In mancanza di questi elementi, la frequenza non verrà conteggiata.  La registrazione della lezione non potrà considerarsi come sostitutiva ma come elemento di supporto didattico. Non varrà quindi come frequenza.

Sperando che, anche grazie all’importantissima campagna vaccinale in corso, si possa tornare quanto prima ad una situazione pre-COVID-19, vi auguro buon lavoro!

In fede

Prof. Paolo F Fabene

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf orario lezioni 2 anno 540 KB, 24/11/21 

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Indicazioni metodologiche per l'elaborazione della tesi 1487 KB, 18/02/22 

Gestione carriere


Linee guida per riconoscimento cfu

Lo studente che intende chiedere il riconoscimento di moduli o insegnamenti pregressi dovrà presentare domanda, entro il 30 novembre dell’anno accademico in corso, seguendo le indicazioni indicate al link seguente: https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/gestione-carriere-studenti-medicina-e-chirurgia/riconoscimento-crediti-acquisiti-da-una-carriera-pregressa-medicina

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf linee guida per riconoscimento cfu 295 KB, 09/11/21 

Orario lezioni

Carissime Studentesse,

Carissimi Studenti,

di seguito un promemoria relativo alle modalità di erogazione della didattica per il corso di studio A.A. 2021-2022 in Infermieristica (triennale) e Scienze Infermieristiche ed Ostetriche (LM).

Il 29 giugno 2021 il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione hanno approvato le Linee guida per l’erogazione della didattica dei corsi di studio A.A. 2021-2022, che prevedono il graduale ritorno all’erogazione della didattica in presenza (previa verifica GREEN PASS) affiancato da organizzazione logistica, modalità̀, metodologie e tecnologie didattiche già̀ adottate dallo scorso anno.

In considerazione della peculiarità del corso professionalizzante, che prevede la presenza obbligatoria sia per le lezioni frontali che numerosi laboratori pratici in presenza, si ricorda che non sarà possibile ottenere la frequenza richiesta solamente con la frequenza streaming o tramite lezioni registrate. La gestione delle presenze in aula/streaming verrà quindi garantita dai coordinatori, in un piano di presenze che dovrà essere seguito dallo studente.

Nei giorni in cui i coordinatori proporranno allo studente la frequenza in streaming si sottolinea l’importanza di avere il video acceso ed una postura ed un abbigliamento consono alla lezione universitaria. In mancanza di questi elementi, la frequenza non verrà conteggiata.  La registrazione della lezione non potrà considerarsi come sostitutiva ma come elemento di supporto didattico. Non varrà quindi come frequenza.

Sperando che, anche grazie all’importantissima campagna vaccinale in corso, si possa tornare quanto prima ad una situazione pre-COVID-19, vi auguro buon lavoro!

In fede

Prof. Paolo F Fabene

Allegati


Area riservata studenti