Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2016/2017

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
1°anno 1°semestre CLO 3-ott-2016 4-dic-2016
2°anno 1°semestre CLO 3-ott-2016 22-dic-2016
3°anno 1°semestre CLO 7-nov-2016 20-dic-2016
3°anno 2°semestre CLO 13-mar-2017 9-apr-2017
1°anno 2°semestre CLO 13-mar-2017 30-apr-2017
2°anno 2°semestre CLO 10-apr-2017 4-giu-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale triennio CLO 5-feb-2017 5-mar-2017
Sessione estiva 1°anno 15-mag-2017 11-giu-2017
Sessione estiva 2° e 3°anno 5-giu-2017 2-lug-2017
Sessione autunnale triennio CLO 1-set-2017 30-set-2017
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
1°Sessione 15-ott-2017 30-nov-2017
2° Sessione 1-mar-2018 15-apr-2018
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Tutti i Santi 1-nov-2016 1-nov-2016
Vacanze di Natale 23-dic-2016 6-gen-2017
Vacanze di Pasqua 13-apr-2017 18-apr-2017
Festa della Liberazione 25-apr-2017 25-apr-2017
Festa dei Lavoratori 1-mag-2017 1-mag-2017
Festa del S. Patrono S. Zeno (VR) 21-mag-2017 21-mag-2017
Festa della Repubblica 2-giu-2017 2-giu-2017
Festa dell'immacolata 8-dic-2017 8-dic-2017
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Periodo di tirocinio 3°anno CLO Periodo di tirocinio 3°anno CLO 1-ott-2016 30-set-2017
Periodo di tirocinio 2°anno CLO Periodo di tirocinio 2°anno CLO 1-nov-2016 30-set-2017
Periodo di tirocinio 1°anno CLO Periodo di tirocinio 1°anno CLO 15-dic-2016 30-set-2017

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa   Didattica e Studenti Medicina
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame   sistema ESSE3 . Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali .

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G M N P R T U V Z

Accordini Simone

simone.accordini@univr.it +39 045 8027657

Adami Anna

anna.adami@univr.it 045 802 7236

Ambrosetti Achille

achille.ambrosetti@univr.it +39 045 812 4797

Bombieri Cristina

cristina.bombieri@univr.it 045-8027209

Boschi Federico

federico.boschi@univr.it +39 045 802 7816 - 7272 (lab.)

Bravi Elena

elena.bravi@apss.tn.it

Busa Emanuela

emanuelabusa@virgilio.it

Cafaro Daniela

daniela.cafaro@univr.it 0458128121

Calderan Laura

laura.calderan@univr.it 0458027562

Camoglio Francesco Saverio

francesco.camoglio@univr.it +39 045 812 7129-7130-7318

Carfagna Marina

mcarfagna@ausl-cesena.emr.it

Donadelli Massimo

massimo.donadelli@univr.it 0458027281

Donadello Katia

katia.donadello@univr.it +39 045 812 4311

Fava Cristiano

cristiano.fava@univr.it +39 045 8124732

Franchi Massimo Piergiuseppe

massimo.franchi@univr.it +39 045 812 2720

Fumagalli Guido Francesco

guido.fumagalli@univr.it 045 802 7605 (dipartimento)

Gibellini Davide

davide.gibellini@univr.it +390458027559

Maffeis Claudio

claudio.maffeis@univr.it +39 045 812 7664

Mariotti Raffaella

raffaella.mariotti@univr.it 0458027164

Montagnana Martina

martina.montagnana@univr.it +39 045 812 6698

Nadalet Sylvain Giovanni

sylvain.nadalet@univr.it +39 045 8028848

Parisi Alice

alice.parisi@ospedaleuniverona.it

Pietrobelli Angelo

angelo.pietrobelli@univr.it +39 045 812 7125

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Pollini Giovanni Paolo

giovanni.pollini@univr.it +39 045 812 7322

Raffaelli Ricciarda

ricciarda.raffaelli@univr.it +39 045 812 2720

Tagliaro Franco

franco.tagliaro@univr.it 045 8124618-045 8124246

Tosato Sarah

sarah.tosato@univr.it 045 8124441

Turco Alberto

alberto.turco@univr.it 0458027189

Urli Nadia

nadia.urli@univr.it +39 045 812 4736 - +39 045 812 4408

Valletta Sabrina

sabrina.valletta@ospedaleuniverona.it 0458027236

Zanon Rosaria

rosaria.zanon@ospedaleuniverona.it

Zoppini Giacomo

giacomo.zoppini@univr.it +39 045 8123115

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
3
E/F
(L-LIN/12)
7
A/B
(MED/07 ,MED/36 ,MED/42 ,MED/47)
6
A
(BIO/10 ,BIO/13 ,FIS/07 ,MED/03)
5
A/B
(BIO/14 ,MED/40 ,MED/47)
InsegnamentiCreditiTAFSSD
5
B
(BIO/14 ,MED/05 ,MED/09 ,MED/40 ,MED/49)
8
A/B
(MED/13 ,MED/17 ,MED/18 ,MED/24 ,MED/25 ,MED/47)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
3
E/F
(L-LIN/12)
7
A/B
(MED/07 ,MED/36 ,MED/42 ,MED/47)
6
A
(BIO/10 ,BIO/13 ,FIS/07 ,MED/03)
5
A/B
(BIO/14 ,MED/40 ,MED/47)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
5
B
(BIO/14 ,MED/05 ,MED/09 ,MED/40 ,MED/49)
8
A/B
(MED/13 ,MED/17 ,MED/18 ,MED/24 ,MED/25 ,MED/47)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

L'insegnamento è organizzato come segue:

Metodologia epidemiologica e igiene generale

Crediti

2

Periodo

1°anno 2°semestre CLO

Docenti

Albino Poli

Microbiologia clinica

Crediti

2

Periodo

1°anno 2°semestre CLO

Prevenzione servizi sanitari e radioprotezione

Crediti

1

Periodo

1°anno 2°semestre CLO

Obiettivi formativi

Modulo: METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA E IGIENE GENERALE
-------
Fornire le modalità e gli interventi di prevenzione delle malattie infettive nella prima infanzia.
Fornire le informazioni relative al ruolo delle ostetriche in ambito di prevenzione primaria e secondaria
Dare le informazioni necessarie per l’acquisizione di comportamenti idonei alla prevenzione delle malattie trasmissibili o acquisibili in reparto e in sala parto.


Modulo: PROMOZIONE ED EDUCAZIONE ALLA SALUTE DELLA DONNA E DEL BAMBINO
-------
Conoscenza delle principali teorie di riferimento sul concetto di salute
Conoscere i temi e le problematiche relative al percorso nascita e alla salute materno-infantile.
Approfondire il percorso che va dalla prevenzione prima di avviare una gravidanza, fino alla salute dei bambini.


Modulo: PREVENZIONE SERVIZI SANITARI E RADIOPROTEZIONE
-------
Obiettivo di questo modulo è quello di permettere agli studenti alla fine del corso utilizzando le conoscenze di fisica e di biologia di conoscere e comprendere le norme radioprotezionistiche in base alle disposizioni di legge in materia. Le unità di misura delle radiazioni, gli strumenti di misura in materia di radioprotezione dei lavoratori, le procedure per evitare l'esposizione esterna e la contaminazione interna, gli effetti biologici delle radiazioni ionizzanti, l’applicazione della radio protezione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.


Modulo: MICROBIOLOGIA CLINICA
-------
Lo studente dovrà conoscere le caratteristiche strutturali e biologiche dei batteri, miceti, protozoi e virus patogeni per l’uomo e il loro meccanismo di patogenicità. Inoltre, dovrà conoscere i principali microrganismi patogeni coinvolti nella patologie ginecologiche e i metodi di diagnosi di infezione.

Programma

Modulo: METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA E IGIENE GENERALE
-------
• Cenni di metodologia epidemiologica: definizioni, tipi di studi e risultati attesi; concetto di salute, malattia e di causa di malattia in epidemiologia.
• Modelli di comparsa delle malattie.
• Profilassi delle malattie infettive:
-Misure di profilassi diretta generica:
- accertamento diagnostico
- isolamento
- notifica
- inchiesta epidemiologica

-Misure di profilassi diretta specifica:
- vaccinoprofilassi
- sieroprofilassi
- chemioprofilassi

-Misure di profilassi indiretta:
- disinfezione / sterilizzazione
- disinfestazione
- bonifica ambientale

• Prevenzione secondaria:
- strumenti e strategie della prevenzione secondaria
- neoplasie della cervice uterina, della mammella; diabete; malattie cardiovascolari.


Modulo: PROMOZIONE ED EDUCAZIONE ALLA SALUTE DELLA DONNA E DEL BAMBINO
-------
Il programma affronta le principali teorie sul tema della salute offrendo elementi chiave per una loro comprensione.
1. Le grandi dichiarazioni in tema di educazione alla salute
2. I determinanti di salute (non modificabili, socio-economici, ambientali e stili di vita)
3. Fattori di rischio e fattori protettivi
4. Il cambiamento
5. L'empowerment
6. Autoefficacia e comportamenti sanitari
7. L'ostetrica di comunità
8. Prevenzione, assistenza e counselling
9. Il percorso nascita POMI
10. Programma regionale "Genitori Più"
11. Raccomandazioni per l'assistenza alla madre in puerperio


Modulo: PREVENZIONE SERVIZI SANITARI E RADIOPROTEZIONE
-------
Elementi di fisica atomica e nucleare.
Nuclei stabili e instabili.
Classificazione delle radiazioni.
Radiazioni direttamente e indirettamente ionizzanti.
Interazione delle radiazioni con la materia.
La radioattività. Elementi radioattivi. Natura delle radiazioni. Le serie radioattive.
Energia delle radiazioni.
Descrizione di una sorgente radioattiva. Radiazione alfa, beta e gamma.
Leggi del decadimento radioattivo. Tempi di dimezzamento fisico e biologico.
Attività e dose: Attività in becquerel. Attività specifica. Dose assorbita. Unità di misura. Dose Equivalente. Rateo di dose. Fattore di qualità. Dose collettiva.
Isotopi radioattivi artificiali. Fissione. Analisi per attivazione.
La misura della radiazione: Strumenti di rivelazione. Film. Dosimetri a termoluminescenza (TLD).
Dosimetri basati sulla ionizzazione.
Contatori a scintillazione. Contatori a semiconduttore. Dosimetria chimica. Misure di dose.
Radioprotezione. Limiti di dose.
Radiazioni naturali. Radiazione cosmica. Radiazione gamma naturale. Radioattività interna. Radon.
Radiazioni in medicina e nella ricerca. Sorgenti di radiazione. Generatori di raggi X. Isotopi radioattivi.
Radioterapia. Alt i metodi diagnostici.lsotopi per irradiazione di prodotti alimentari.
Dosi di radiazioni nella pratica medica.
Esplosioni nucleari e incidenti nei reattori
Radiazioni e salute
Grandi dosi. Curve dose effetto per grandi dosi Utilizzo di grandi dosi in medicina e
nell'industria.
Piccole dosi e stile di rischio: La curva dose-effetto per piccole dosi.Studi epidemiologici.


Modulo: MICROBIOLOGIA CLINICA
-------
Introduzione sulla Microbiologia medica. Generalità sulle malattie da infezione. Profilassi delle infezioni da agenti microbici.
La cellula batterica. Struttura della cellula batterica. Azione patogena dei batteri. Generalità sui Protozoi, Miceti ed Elminti. I Virus. Struttura e replicazione dei virus. Farmaci antibatterici, antivirali e cenni sui farmaci antiprotozoari e antifungini. Diagnosi di infezione in microbiologia.
Infezioni delle vie urinarie e genitali. Infezioni a trasmissione sessuale, infezioni congenite e perinatali. Sepsi e infezioni nosocomiali.
Stafilococchi, Streptococchi, Listeria monocytogenes, Neisserie, Gardnerella vaginalis, Clamidie, E. coli, Micoplasmi, Treponema pallidum, Candida albicans, Trichomonas vaginalis, Toxoplasma gondii, Papillomaviridae, Herpes simplex, Citomegalovirus, Virus Varicella-Zoster, Virus della Rosolia, Parvovirus B19, HIV, HBV, HCV, HDV

Modalità d'esame

Modulo: METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA E IGIENE GENERALE
-------
esame scritto seguito da colloquio orale


Modulo: PROMOZIONE ED EDUCAZIONE ALLA SALUTE DELLA DONNA E DEL BAMBINO
-------
Esame scritto.

Bibliografia:

“Salute e benessere della donna in campo sessuale e riproduttivo” – cap.4 di “La disciplina Ostetrica Teoria, pratica e organizzazione della professione” M. Guana et al. –McGraw-Hill
Materiale fornito dal docente


Modulo: PREVENZIONE SERVIZI SANITARI E RADIOPROTEZIONE
-------
Esame scritto (quiz a domande aperte ed eventuale colloquio orale).


Modulo: MICROBIOLOGIA CLINICA
-------
Esame orale

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
La Placa Principi di Microbiologia Medica Edises 2014
Di Giacomo P, Rigon L. A. Assistenza Infermieristica e Ostetrica in area materno-infantile Ed. Casa Editrice Ambrosiana 2006
DISPENSA DELLE LEZIONI dISPENSA delle lezioni forniti dal docente. 2020
Miriam Guana La disciplina ostetrica. Teoria, pratica e organizzazione della professione Mc Graw Hill 2011

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Orario lezioni, appelli d’esame


Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio.
Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
 
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
 
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante alla professione di Ostetrica, si compone di:
•               una prova pratica che consiste nella discussione di un caso clinico proposto dalla commissione dove lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
•               redazione e dissertazione di un elaborato di una tesi.
 
Entrambe le componenti della prova concorrono alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente nella prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato.
La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
*Si ricorda che presentare tesi copiate o procurate da altri costituisce reato. (Legge 475/1925 tutt’oggi in vigore)
 
Valutazione della prova pratica:
al voto della prova pratica espressa dalla Commissione in trentesimi viene assegnato il seguente punteggio:
da 18/30 a 21/30 = 1 punto
da 22/30 a 24/30 = 2 punti
da 25/30 a 27/30 = 3 punti
da 28/30 a 30/30 = 4 punti
  30/30 e lode = 5 punti
 
Valutazione della tesi
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri:
•               livello di approfondimento del lavoro svolto,
•               contributo critico del laureando,
•               accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
 
Punteggio finale
Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento/decimi e viene formato dalla:
•               media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti nei 20 esami curriculari (arrotondata per eccesso o per difetto al numero intero più vicino);
•               somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti);
•               discussione della Tesi: da 0 fino a un massimo di 6 punti.
 
La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a:
•               presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti;
 
 
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di laurea. 
.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Cellule staminali da placenta e liquido amniotico Argomenti vari

Tirocinio professionalizzante

Durante l'esperienza di tirocinio la supervisione dello studente è garantita da un sistema di tutorato articolato su 2 o 3 livelli e, di norma, assunto da operatori dello stesso profilo professionale degli studenti:

Tutor professionale con competenze avanzate sia pedagogiche che professionali; collabora all'organizzazione e gestione dei tirocini, alla progettazione e conduzione di laboratori di formazione professionale. Seleziona le opportunità formative, integra l'esperienza pratica con la teoria appresa, presidia in particolare le prime fasi di apprendimento di un intervento o di una competenza. Si occupa dei processi di apprendimento degli studenti in difficoltà, facilita i processi di valutazione dell'apprendimento in tirocinio e tiene i rapporti con le sedi di tirocinio. I Tutor Professionali sono scelti in accordo con le strutture sanitarie presso cui si svolge l'attività formativa e assegnati con incarichi triennali alla struttura didattica.

Guida di Tirocinio/tutor clinico è l'operatore che guida lo studente nella sede di tirocinio mentre svolge le sue normali attività lavorative. E' garante della sicurezza dello studente e degli utenti, vigila affinché gli utenti ricevano una prestazione di qualità anche quando essa venga delegata agli studenti, si assicura che gli stessi siano informati e diano il loro consenso ad essere assistiti da uno studente.
Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione certificativa per accertare i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese.

Tutor CdS Ostetricia: Dott.ssa Sabrina Valletta

Per ulteriori informazioni consultare la pagina del servizo 

Allegati


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.