Studying at the University of Verona

Here you can find information on the organisational aspects of the Programme, lecture timetables, learning activities and useful contact details for your time at the University, from enrolment to graduation.

A.A. 2018/2019

Academic calendar

The academic calendar shows the deadlines and scheduled events that are relevant to students, teaching and technical-administrative staff of the University. Public holidays and University closures are also indicated. The academic year normally begins on 1 October each year and ends on 30 September of the following year.

Academic calendar

Course calendar

The Academic Calendar sets out the degree programme lecture and exam timetables, as well as the relevant university closure dates..

Definition of lesson periods
Period From To
FISIO VR 3^ ANNO - 1^ SEMESTRE Oct 1, 2018 Nov 9, 2018
FISIO VR 2^ ANNO - 1^ SEMESTRE Oct 2, 2018 Nov 10, 2018
FISIO VR 1^ ANNO - 1^ SEMESTRE Oct 15, 2018 Dec 21, 2018
FISIO VR 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE Feb 1, 2019 Mar 22, 2019
FISIO VR 1^ ANNO - 2^ SEMESTRE Mar 4, 2019 May 10, 2019
FISIO VR 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE Mar 11, 2019 Apr 5, 2019
Exam sessions
Session From To
FISIO VR SESSIONE INVERNALE Jan 7, 2019 Jan 31, 2019
FISIO VR SESSIONE ESTIVA Jul 1, 2019 Jul 31, 2019
FISIO VR SESSIONE AUTUNNALE Sep 2, 2019 Sep 27, 2019
Degree sessions
Session From To
FISIO SESSIONE AUTUNNALE Nov 1, 2019 Nov 30, 2019
FISIO SESSIONE PRIMAVERILE Mar 1, 2020 Mar 31, 2020
Holidays
Period From To
Festa di Ognissanti Nov 1, 2018 Nov 1, 2018
Festa dell’Immacolata Dec 8, 2018 Dec 8, 2018
VACANZE DI NATALE Dec 24, 2018 Jan 6, 2019
Vacanze di Pasqua Apr 19, 2019 Apr 28, 2019
Festa della liberazione Apr 25, 2019 Apr 25, 2019
Festa del lavoro May 1, 2019 May 1, 2019
Festa del Santo Patrono May 21, 2019 May 21, 2019
Festa della Repubblica Jun 2, 2019 Jun 2, 2019
Vacanze estive Aug 5, 2019 Aug 18, 2019
Other Periods
Description Period From To
FISIO VR 3^ anno - 1^semestre (1 periodo) FISIO VR 3^ anno - 1^semestre (1 periodo) Nov 12, 2018 Dec 21, 2018
FISIO VR 2^ anno - 1^semestre FISIO VR 2^ anno - 1^semestre Nov 19, 2018 Dec 21, 2018
FISIO VR 3^ anno - 1^semestre (2 periodo) FISIO VR 3^ anno - 1^semestre (2 periodo) Feb 4, 2019 Mar 8, 2019
FISIO VR 1^ anno - 1^semestre FISIO VR 1^ anno - 1^semestre Feb 4, 2019 Mar 1, 2019
FISIO VR 2^ anno - 2^semestre FISIO VR 2^ anno - 2^semestre Mar 25, 2019 Jun 21, 2019
FISIO VR 3^ anno - 2^semestre FISIO VR 3^ anno - 2^semestre Apr 8, 2019 Jun 21, 2019
FISIO VR 1^ anno - 2^semestre FISIO VR 1^ anno - 2^semestre May 13, 2019 Jun 21, 2019

Exam calendar

Exam dates and rounds are managed by the relevant Medicine Teaching and Student Services Unit.
To view all the exam sessions available, please use the Exam dashboard on ESSE3.
If you forgot your login details or have problems logging in, please contact the relevant IT HelpDesk, or check the login details recovery web page.

Exam calendar

Should you have any doubts or questions, please check the Enrolment FAQs

Academic staff

A B C E F G L M P R S T V Z

Accordini Simone

simone.accordini@univr.it +39 045 8027657

Adamoli Davide

davide.adamoli@univr.it

Antoniazzi Franco

franco.antoniazzi@univr.it +39 045 812 7811-7131

Bazzoni Flavia

flavia.bazzoni@univr.it +39 045 802 7128

Biasi Domenico

domenico.biasi@univr.it +39 045 812 4049

Biondani Cinzia

cinzia.biondani@ospedaleuniverona.it

Bombieri Cristina

cristina.bombieri@univr.it 045-8027209

Bortolotti Federica

federica.bortolotti@univr.it 045 8124618

Buffelli Mario Rosario

mario.buffelli@univr.it +39 0458027268

Cantalupo Gaetano

gaetano.cantalupo@univr.it +39 045 812 7123

Cattaneo Luigi

luigi.cattaneo@univr.it +39 045 802 7198

Cecchetto Simone

simone.cek@libero.it 0444/431354

Ciccocioppo Rachele

rachele.ciccocioppo@univr.it 045 8124466

Eccher Claudio

cleccher@fbk.eu 0461 314161

Ferrari Marcello

marcello.ferrari@univr.it +39 045 8124262

Fumagalli Guido Francesco

guido.fumagalli@univr.it 045 802 7605 (dipartimento)

Furri Laura

laura.furri@univr.it 045 8027678

Gandolfi Marialuisa

marialuisa.gandolfi@univr.it +39 045 812 4943

Gotte Giovanni

giovanni.gotte@univr.it 0458027694

Landuzzi Maria Gabriella

mariagabriella.landuzzi@univr.it +39 045 802 8547

Majori Silvia

silvia.majori@univr.it +39 045 8027653

Mariotti Raffaella

raffaella.mariotti@univr.it 0458027164

Marzola Pasquina

pasquina.marzola@univr.it 045 802 7816 (ufficio); 045 802 7614 (laboratorio)

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Molino Annamaria

annamaria.molino@univr.it 045 8122342

Moro Valentina

Valentina.Moro@univr.it +39 045 802 8370

Munari Daniele

daniele.munari@univr.it +39 0458124573

Pelizzari Nicola

nicola.pelizzari@univr.it

Picelli Alessandro

alessandro.picelli@univr.it +39 045 8124573

Porru Stefano

stefano.porru@univr.it + 39 045 812 4294

Prior Manlio

manlio.prior@univr.it +39 045 812 6812

Ribichini Flavio Luciano

flavio.ribichini@univr.it +39 045 812 2039

Sala Francesco

francesco.sala@univr.it +39 045 812 2695 (segreteria)

Savazzi Silvia

silvia.savazzi@univr.it +39 0458027691

Scuma' Cristina

cristina.scuma@univr.it 045 8027240

Smania Nicola

nicola.smania@univr.it +39 045 8124573

Tassinari Giancarlo

giancarlo.tassinari@univr.it +39 0458027153

Tinazzi Michele

michele.tinazzi@univr.it +39 045 8122601

Trombetti Bice

trombetti.bice tiscali.it

Vecchini Eugenio

eugenio.vecchini@univr.it +39 045 812 3575 - 3553 - 3549

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zanusso Gianluigi

gianluigi.zanusso@univr.it +39 0458124285

Study Plan

The Study Plan includes all modules, teaching and learning activities that each student will need to undertake during their time at the University. Please select your Study Plan based on your enrolment year.

1° Year

ModulesCreditsTAFSSD
7
A/B
(BIO/16 ,BIO/17 ,MED/48)
6
A/B
(BIO/09 ,M-PSI/01)
5
A/B/C
(INF/01 ,MED/36 ,MED/42 ,MED/48)
7
A/B
(BIO/10 ,BIO/13 ,FIS/07 ,MED/01)
3
E/F
(L-LIN/12)

Legend | Type of training activity (TTA)

TAF (Type of Educational Activity) All courses and activities are classified into different types of educational activities, indicated by a letter.




SPlacements in companies, public or private institutions and professional associations

Teaching code

4S000103

Coordinatore

Cristina Scuma'

Credits

15

Scientific Disciplinary Sector (SSD)

MED/48 - NURSING IN NEUROPSYCHIATRY AND REHABILITATION

Language

Italian

Period

FISIO VR 1^ ANNO - 2^ SEMESTRE dal Mar 4, 2019 al May 10, 2019.

Learning outcomes

PREREQUISITI Frequenza al Laboratorio professionale, alle Esercitazioni e Simulazioni e alle Sessioni tutoriali in preparazione all’esperienza.

METODOLOGIA Affiancamento a un professionista esperto (Guida di Tirocinio/Supervisore di Tirocinio) in contesti sanitari specifici con rapporto 1/1 o 1/2, compilazione di Compiti didattici.

SETTING Esperienze in ambito geriatrico e/o muscolo-scheletrico.

AMBITI DI COMPETENZA Al termine delle attività di tirocinio lo Studente acquisisce competenze nei seguenti ambiti Nell’ambito della Responsabilità Professionale dimostra capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto agisce secondo i principi di etica e deontologia professionale. Dimostra attenzione e rispetto per le idee, opinioni e culture diverse e non esprime giudizi. Rispetta la riservatezza nel trattamento dei dati della persona assistita. Lo Studente dimostra autonomia di giudizio agendo nei limiti della propria competenza ed esperienza e dimostrando un atteggiamento collaborativo e propositivo riconoscendo i limiti del ruolo di Studente. Dimostra inoltre abilità comunicative condividendo con la Guida di Tirocinio (GT) osservazioni e ipotesi interpretative. Nell’ambito della Gestione e dell’Organizzazione (Management) dimostra capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto identifica gli elementi propri dell’organizzazione in cui opera. Riconosce i ruoli dei diversi componenti dell’équipe. Ha cura della propria persona e della divisa e mantiene in ordine gli spazi dell’ambiente di lavoro. Rispetta gli orari, i tempi delle attività e i mandati assegnati e comunica le proprie assenze. Nell’ambito della Formazione/Autoformazione dimostra capacità di apprendimento in quanto ricerca opportunità di apprendimento coerenti con gli obiettivi del tirocinio. Richiede confronto alla GT e, in relazione ai feedback ricevuti, è in grado di modificare il proprio comportamento professionale e/o di attivarsi nel ricercare le conoscenze mancanti. Nell’ambito della Pratica basata sulle Prove di Efficacia non ha i prerequisiti per poter sviluppare tale competenza. Nell’ambito della Comunicazione e Relazione ha abilità comunicative in quanto dimostra capacità relazionali e collaborative con la GT e le altre figure professionali nel rispetto dei ruoli. Comunica in modo professionale con la persona assistita o il caregiver di riferimento mettendo in atto atteggiamenti empatici e di ascolto attivo. E’ in grado di facilitare il coinvolgimento della persona assistita nelle attività di cura e riabilitazione fornendo tutte le informazioni necessarie in modo chiaro ed esaustivo e verificandone la comprensione. Comunica con la GT utilizzando la terminologia scientifica nel descrivere quanto osservato o nel rispondere a un quesito posto. Lo Studente documenta il percorso fisioterapico compilando la produzione scritta richiesta. Nell’ambito della Cura e Riabilitazione lo Studente ha capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto raccoglie i dati di interesse fisioterapico relativi alla persona assistita consultando la documentazione disponibile e ascoltando il colloquio della GT con la persona assistita o il caregiver. Lo Studente effettua la valutazione della persona assistita utilizzando l’osservazione per descrivere l’atteggiamento posturale e le limitazioni delle attività (deambulazione, prensione e manipolazione e altri gesti funzionali) e altri strumenti quali la palpazione, l’esame articolare e muscolare, delle lunghezza muscolari e la valutazione del dolore. Lo Studente realizza l’intervento fisioterapico: prepara il setting (lettino, materiale e ausili necessari) nel rispetto della privacy e considerando i principi igienici, posiziona la persona assistita salvaguardandone il benessere (fisiologia articolare e rispetto del dolore della persona assistita) e la sicurezza. Effettua l’allineamento posturale, i passaggi posturali e i trasferimenti della persona assistita nei diversi decubiti. Utilizza tecniche di presa corrette per la mobilizzazione articolare rispettando i principi di ergonomia e sicurezza. Lo Studente possiede autonomia di giudizio nell’analizzare ed elaborare i dati raccolti identificando e classificando (secondo il modello ICF) le menomazioni strutturali e funzionali, le limitazioni delle attività, le restrizioni alla partecipazione, i fattori ambientali e personali rilevanti e attribuendo significato alle alterazioni posturali e limitazioni delle attività confrontandole con gli standard fisiologici. Con supervisione della GT identifica i problemi fisioterapici elencandoli in ordine di priorità. Nell’ambito dell’Educazione Terapeutica lo Studente possiede abilità comunicative in quanto fornisce le informazioni in modo chiaro ed esaustivo nel guidare verbalmente la persona durante la movimentazione per ottenere la sua collaborazione. Possiede autonomia di giudizio nello scegliere la modalità educativa adatta alla persona per addestrarla all’uso di ausili e tecnologie per l’autonomia e la disabilità. Nell’ambito della Prevenzione ha capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto si mostra attento alla condizione della persona assistita individuando, qualora si presentino, i segnali di alterazione delle funzioni neurovegetative. E’ in grado di rilevare, se necessario, i parametri vitali significativi. Durante le attività di cura e riabilitazione è in grado di garantire alla persona assistita sicurezza e confort. Identifica, con l’aiuto della GT, le situazioni a rischio di trasmissione di infezioni e mette in atto le procedure previste. Ha autonomia di giudizio nello scegliere e attuare, in relazione alla persona assistita, le tecniche per posizionamenti, spostamenti e trasferimenti e gli eventuali ausili necessari nel rispetto dei principi dell’ergonomia e della sicurezza propria e della persona assistita.

Program

The 1st year is aimed at providing the biological, biomedical, kinesiologic/biomechanical, neurophysiological, cognitive, hygienic - basic preventive essential knowledge, such as foundations of the discipline and professional methodology, fundamental requirements to address the first training experience aimed at orientating the student to the professional fields of reference and at the acquisition of basic skills through tutorial exercises that precede the experience. For instance, working in groups, small groups and mentoring meetings (throughout the whole academic year) Skill labs, reflection activities and development of clinical reasoning through the use of the educational physiotherapy medical records inspired to ICF.
The student, active and participating, is confronted for the first time and intensively with:
Clinical setting, the patient, bearer of needs, sufferings, expectations, values.
The request to enter actively in the care relationship, and the reasons that led him to choose this profession and the overcoming of the imaginary physiotherapist often not conform with the profile.
GUIDED INTERNSHIP
- An initial four-week experience at clinical premises in rehabilitation field
- A second experience of six weeks in rehabilitation field premises.
Tutorial activities of reworking/debriefing at the end of each experience.

Areas of expertise:
communication/interaction; care and rehabilitation; training/self-training; administration and management; professional liability; prevention.
User type:
adult or elderly patients with musculoskeletal problems in both inpatient and outpatient.

Teaching methods
Support by a clinical tutor/trainee guide; integration of theoretical and practical skills exercises, briefing and debriefing, compilation of educational physiotherapy medical records and internship report.

Bibliografia

Reference texts
Author Title Publishing house Year ISBN Notes
J.-J. Guilbert GUIDA PEDAGOGICA PER IL PERSONALE SANITARIO (Edizione 4) Pelisciani e Lotti 2002 978-88-7553-024-2
AIFI Linee guida per la formazione del fisioterapista - Core competence Masson 2003 9788821427220
Anna Castellucci , Leonardo Marletta , Luisa Saiani , Guido Sarchielli Viaggi guidati. Il tirocinio e il processo tutoriale nelle professioni sociali e sanitarie Franco Angeli 1997 9788846400062

Examination Methods

TRAINING FOR THE CORE COMPETENCES OF THE FIRST YEAR
Elaboration of the learning contract by the educational tutor, formative evaluation of internship by the tutor/trainee guide through filling out the evaluation sheets of middle and end experience.
The mandatory participation in seminars/workshops/tutorials is required.

Requirements for the admission to the exam
The student must:
have participated in the traineeships’ preparatory workshops
have successfully passed the introductory workshops
have attended the clinical training throughout the total amount of hours scheduled
have reported positive results in the formative evaluation of the clinical training
have presented the internship report have passed the Human Physiology and Kinesiology preparatory exams

Assessment methods and criteria

Theoretical and practical certification examination:
INTERNSHIP EXAMINATION Objective Structured Clinical Examination (OSCE).
The exam is divided into a written and a practical test
Verification scope of the written test
The test consists of questions that explore the knowledge related to:
- Ergonomic principles;
- Significant data collection for the patient’s classification
- Physical examination of the locomotor apparatus
- Communicative-relational capacity

Scope of the Practical Test evaluation
The test consists into examining the student, in situations with simulated patients in order to verify the acquisition of practical skills, in reference to the following training objectives:
Soft tissue mobilization
communicative-relational capacity
postural changes and patient transfers
identification and palpation of bone and muscle structures on the surface
muscle examination
joint examination
limbs measuring
segmental mobilization of limbs

Type D and Type F activities

Modules not yet included

Career prospects


Module/Programme news

News for students

There you will find information, resources and services useful during your time at the University (Student’s exam record, your study plan on ESSE3, Distance Learning courses, university email account, office forms, administrative procedures, etc.). You can log into MyUnivr with your GIA login details.

Gestione carriere


Tirocinio professionalizzante

a) Finalità del Tirocinio Le attività di tirocinio sono finalizzate a far acquisire allo studente le competenze specifiche previste dal profilo professionale. Per conseguire tali finalità formative, si possono attivare convenzioni con strutture che rispondano ai requisiti di idoneità per attività, dotazione di servizi e strutture. I 60 crediti minimi riservati al tirocinio sono da intendersi come impegno complessivo necessario allo studente per raggiungere le competenze professionali “core” previste dal rispettivo profilo professionale. Il tirocinio professionale comprende: - sessioni tutoriali che preparano lo studente all’esperienza; - esercitazioni e simulazioni in cui si sviluppano le abilità tecniche, relazionali e metodologiche in situazione protetta prima o durante la sperimentazione nei contesti reali; - esperienze dirette sul campo con supervisione; - sessioni tutoriali e feedback costanti; - compiti didattici, elaborati e approfondimenti scritti specifici e mandati di studio guidato. b) La valutazione delle competenze acquisite in tirocinio Le esperienze di tirocinio devono essere progettate, valutate e documentate nel percorso dello studente. Durante ogni esperienza di tirocinio lo studente riceve valutazioni formative sui suoi progressi sia attraverso colloqui e schede di valutazione. Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione certificativa per accertare i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese. Tale valutazione è la sintesi delle valutazioni formative via via documentate durante l’anno di corso, il profitto raggiunto negli elaborati scritti e le performance dimostrate all’esame di tirocinio che può essere realizzato con colloqui, prove scritte applicative, esami simulati. La valutazione annuale è certificata da una Commissione presieduta dal Coordinatore della didattica professionale e composta almeno da un docente e da un Tutor Clinico. La valutazione certificativa del tirocinio sarà espressa in trentesimi in base al livello di raggiungimento degli obiettivi. Verrà registrato come “ritirato” lo studente che sospende il tirocinio per problemi di salute, gravidanza o per motivazioni personali; sarà registrata come “respinto” quando lo studente durante il percorso o alla fine del tirocinio non ha raggiunto livelli sufficienti negli obiettivi formativi. L’esame annuale di tirocinio prevede un unico appello per anno accademico, salvo particolari situazioni per le quali la commissione didattica potrà concedere un appello straordinario. c) Prerequisiti di accesso al tirocinio Pag. 7 di 12 Il Coordinatore della didattica professionale ammette alla frequenza dell’esperienza di tirocinio previsto per l’anno di corso gli studenti che: hanno frequentato regolarmente le attività teoriche, in particolare gli insegnamenti delle discipline professionali dell’anno in corso e dell’anno precedente; hanno partecipato regolarmente ai laboratori professionali ritenuti propedeutici al tirocinio d) Assenze dal tirocinio Lo studente che si assenta dal tirocinio per periodi brevi (assenze inferiori ad una settimana durante l’anno solare) può recuperare tali assenze su autorizzazione del tutor/clinico salvaguardando orari che offrono opportunità di apprendimento. Non sono ammessi recuperi di giornate isolate al di fuori del periodo dedicato al tirocinio. Lo studente che si assenta dal tirocinio per periodi lunghi (assenze superiori ad una settimana nell’anno solare) – per gravi e giustificati motivi – deve concordare con il Coordinatore della didattica professionale un piano di recupero personalizzato. Lo studente che conclude positivamente il tirocinio di anno con un debito orario sul monte ore previsto (non superiore a 15 ore), può essere ammesso all’esame annuale di tirocinio se l’assenza non ha compromesso il raggiungimento degli obiettivi di anno e può recuperare il suddetto debito entro la fine del 3° anno. Lo studente è tenuto a documentare le ore di presenza in tirocinio nel libretto, a farle controllare e controfirmare dal tutor e segnalare tempestivamente l’esigenza di recupero di eventuali assenze. e) Sospensione dal tirocinio Le motivazioni che possono portare alla sospensione dal tirocinio sono le seguenti: Motivazioni legate allo studente: - studente potenzialmente pericoloso per la sicurezza degli utenti/tecnologia o che ha ripetuto più volte errori che mettono a rischio la vita dell’utente; - studente che non ha i prerequisiti e che deve recuperare obiettivi formativi propedeutici ad un tirocinio formativo e sicuro per gli utenti; - studente che frequenta il tirocinio in modo discontinuo. Altre motivazioni: - stato di gravidanza nel rispetto della normativa vigente; - studente con problemi psicofisici che possono comportare stress o danni per lui, per i malati o per l’équipe della sede di tirocinio o tali da ostacolare le possibilità di apprendimento delle competenze professionali core. La sospensione temporanea dal tirocinio è proposta dal tutor al Coordinatore della didattica professionale tramite apposita relazione, che verrà discussa e motivata in un colloquio con lo studente. La sospensione è formalizzata con lettera del Coordinatore della didattica professionale allo studente. La riammissione dello studente al tirocinio è concordata con tempi e modalità definite dal Coordinatore della didattica professionale sentito il tutor che l’ha proposta. Qualora persistano le difficoltà che hanno portato alla sospensione temporanea dal tirocinio o ci sia un peggioramento che impedisce l’apprendimento delle abilità professionali, il Coordinatore della didattica professionale ha facoltà di proporre al Collegio Didattico la sospensione definitiva dello studente dal tirocinio tramite apposita relazione che documenti approfonditamente le motivazioni f) Studenti ripetenti per profitto insufficiente in tirocinio. Lo studente ripetente per un profitto insufficiente in tirocinio concorda con il Coordinatore della didattica professionale un piano di recupero personalizzato sulla base dei propri bisogni formativi che potrà prevedere un prolungamento dell’attività di tirocinio. Per essere ammesso a frequentare l’esperienza di tirocinio prevista dal piano di recupero personalizzato, allo studente ripetente è richiesto di Pag. 8 di 12 aver ripetuto le esperienze di laboratorio ritenute propedeutiche al tirocinio dal Coordinatore della didattica professionale. Lo studente insufficiente in tirocinio non può ripetere più di una volta il tirocinio per ogni anno di corso. Ciò vale anche nel caso in cui lo studente sospenda il tirocinio prima del termine previsto dal calendario e non si presenti all’Esame Annuale di Tirocinio. g) Tirocinio supplementare È possibile attivare un tirocinio supplementare in due casi: - studente ripetente o fuori corso, che abbia superato positivamente il tirocinio dell’anno in corso - studente che richieda un approfondimento tematico. Lo studente che richiede di svolgere un’esperienza supplementare dovrà rivolgersi al Coordinatore della didattica professionale che risponderà alle richieste compatibilmente con le esigenze organizzative. La frequenza dell’esperienza supplementare non deve interferire con il completamento dei suoi impegni di recupero teorico. L’esperienza supplementare dovrà essere valutata e registrata a tutti gli effetti sul libretto di tirocinio a scopi assicurativi, ma non potrà essere considerata un anticipo dell’anno successivo. h) Sciopero dei dipendenti delle strutture di tirocinio In caso di sciopero del personale dipendente delle strutture convenzionate per il tirocinio, che svolga attività di Guida, le esperienze di tirocinio saranno sospese. Tale assenza non dovrà essere recuperata, le ore saranno riconosciute come studio individuale

Per maggiori informazioni consultare la pagina del servizio 

Appelli d'esame

AVVISO IMPORTANTE

Al momento non è stato comunicato come procedere per la sessione autunnale, quindi visti la collocazione della Regione Veneto in “Zona Bianca” e il comunicato dell'Unità di Crisi del 27/4 u.s., ritengo di seguire quanto scritto in quest'ultimo:

"l’Unità di crisi del nostro Ateneo ha disposto il progressivo ritorno allo svolgimento in presenza degli esami di profitto, disponendo, però, al contempo, che «qualora l’esame venga organizzato in presenza è comunque garantita la possibilità di svolgimento dell’esame in modalità a distanza agli Studenti che presentino al Docente una valida motivazione legata alla pandemia."
A tal fine, l’Unità di Crisi ha predisposto un apposito modulo di richiesta (https://www.univr.it/it/coronavirus-info-studenti).
Il modulo, compilato in ogni sua parte e firmato dalla/o Studentessa/Studente richiedente, dovrà essere inviato esclusivamente tramite la casella di posta istituzionale al Docente coordinatore dell’insegnamento al quale si chiede la possibilità di svolgere l’esame a distanza.

Agli studenti che dovessero venire a svolgere esami in presenza è richiesto di arrivare già dotati di propria mascherina e di rispettare le misure igienico-sanitarie disposte dall’Università.
Gli appelli d’esame si aprono per l’intero Insegnamento e non per singoli moduli.
Per il singolo modulo come sopra descritto, una settimana prima dell'esame, è OBBLIGATORIO comunicare, utilizzando la propria mail istituzionale o di classe, al/i docente/i, l’intenzione di sostenere l’esame stesso.

Nel file, diviso per anni, sono indicate, dove comunicate dai Coordinatori d’Insegnamento, tutte le date, gli orari, le aule  e le modalità degli esami.
 
L’iscrizione agli APPELLI D'ESAME APERTI ON LINE è OBBLIGATORIA.
 

Attachments


Orario lezioni

Si pubblicano gli orari delle lezioni relativi al 1^-2^-3^anno -1° semestre: Gli orari potrebbero subire alcune modifiche; pertanto si consiglia di consultare l'orario delle lezione giornalmente nell‘area riservata MyUnivr e/o ORARIO LEZIONI.

La frequenza in aula delle lezioni è prevista per tutti e tre gli anni di corso.
Le lezioni si svolgeranno in sicurezza, con un’occupazione degli spazi limitata al 50% dei posti disponibili 
 
L’accesso in aula richiederà obbligatoriamente la preventiva prenotazione del posto tramite l’App UNIVR Lezioni. Per consentire a tutta la comunità studentesca di frequentare le attività didattiche in presenza, potrà essere utilizzato il principio di turnazione ovvero l’alternanza tra la possibilità di frequentare in presenza. Verrà data priorità di accesso all’aula alle studentesse e agli studenti con esigenze specifiche di apprendimento e alle studentesse e agli studenti internazionali che lo richiederanno
 
La Commissione Didattica del Corso di Laurea ha deliberato che le lezioni saranno erogate in presenza a metà studenti e l’altra metà in streaming per tutti e tre gli anni di corso, attraverso l’utilizzo di Zoom e che essendo  la frequenza prevista dal regolamento obbligatoria ( 75% per l'insegnamento e 50% del modulo), pena l'esclusione all’esame. Quest‘ultima è considerarata valida se lo studente è presente in aula/streaming.

Lo studente è obbligato a mantenere accesa la telecamera mentre il microfono può essere spento.

Permane l’obbligo da parte del docente della registrazione la cui visione non vale come certificazione di presenza.
 
IMPORTANTE: le aule della Lente dedicate al corso sono la E,G e prevedono rispettivamente 13 e 12 posti a sedere. E‘ obbligatorio che il n. di studenti  prenotati per queste aule siano gli stessi numeri/persone per:
 
1 ANNO: palestra e Aula C – Cà Vignal
2-3 ANNO: palestra

https://www.univr.it/coronavirus-info-studenti

Attachments


Graduation


Further services

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.