Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2019/2020

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
FISIO VI 2A1S 1-ott-2019 22-nov-2019
FISIO VI 3A1S 1-ott-2019 15-nov-2019
FISIO VI 1A1S 14-ott-2019 20-dic-2019
FISIO VI 1A2S 2-mar-2020 15-mag-2020
FISIO VI 3A2S 2-mar-2020 17-apr-2020
FISIO VI 2A2S 2-mar-2020 30-apr-2020
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
FISIO VI SESSIONE INVERNALE 7-gen-2020 31-gen-2020
FISIO VI SESSIONE ESTIVA 6-lug-2020 31-lug-2020
FISIO VI SESSIONE AUTUNNALE 1-set-2020 30-set-2020
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
FISIO VI SESSIONE AUTUNNALE 1-nov-2020 22-dic-2020
FISIO VI SESSIONE PRIMAVERILE 1-mar-2021 30-apr-2021
Vacanze
Periodo Dal Al
FESTIVITA' OGNISSANTI 1-nov-2019 1-nov-2019
FESTIVITA' IMMACOLATA CONCEZIONE 8-dic-2019 8-dic-2019
Vacanze di Natale 24-dic-2019 6-gen-2020
VACANZE DI PASQUA 10-apr-2020 15-apr-2020
FESTA DELLA LIBERAZIONE 25-apr-2020 25-apr-2020
Festa del Lavoro 1-mag-2020 1-mag-2020
FESTA DELLA REPUBBLICA 2-giu-2020 2-giu-2020
FESTA S. PATRONO VICENZA 8-set-2020 8-set-2020
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
FISIO VI 3^ anno - 1^semestre (1 periodo) FISIO VI 3^ anno - 1^semestre (1 periodo) 18-nov-2019 20-dic-2019
FISIO VI 2^ anno - 1^semestre (1 periodo) FISIO VI 2^ anno - 1^semestre (1 periodo) 25-nov-2019 20-dic-2019
FISIO VI 2^ anno - 1^semestre (2 periodo) FISIO VI 2^ anno - 1^semestre (2 periodo) 3-feb-2020 28-feb-2020
FISIO VI 3^ anno - 1^semestre (2 periodo) FISIO VI 3^ anno - 1^semestre (2 periodo) 3-feb-2020 28-feb-2020
FISIO VI 1^ anno - 1^semestre FISIO VI 1^ anno - 1^semestre 3-feb-2020 28-feb-2020
FISIO VI 3^ anno - 2^semestre FISIO VI 3^ anno - 2^semestre 20-apr-2020 26-giu-2020
FISIO VI 2^ anno - 2^semestre FISIO VI 2^ anno - 2^semestre 4-mag-2020 26-giu-2020
FISIO VI 1^ anno - 2^semestre FISIO VI 1^ anno - 2^semestre 18-mag-2020 26-giu-2020

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D E F G L M N P R S T V Z

Bettale Fernanda

fernanda.bettale@ulssvicenza.it 0444 753218

Bortolotti Federica

federica.bortolotti@univr.it 045 8124618

Cecchetto Simone

simone.cek@libero.it 0444/431354

Cecchin Enrica

enrica.cecchin@aulss8.veneto.it 0444753218

Cerruto Maria Angela

mariaangela.cerruto@univr.it +39 045 812 7728

Cuzzolin Laura

laura.cuzzolin@univr.it 0458027609

Dando Ilaria

ilaria.dando@univr.it +39 045 802 7169

Della Libera Chiara

chiara.dellalibera@univr.it +39 0458027219

De Marchi Sergio

sergio.demarchi@univr.it +39 045 8126813-4

Eccher Claudio

cleccher@fbk.eu 0461 314161

Fumene Feruglio Paolo

paolo.fumeneferuglio@univr.it +39 0458027680

Gabbrielli Armando

armando.gabbrielli@univr.it +39 045 812 4153

Galie' Mirco

mirco.galie@univr.it +39.045.8027681

Gandolfi Marialuisa

marialuisa.gandolfi@univr.it +39 045 812 4943

Goracci Giada

giada.goracci@univr.it giada.goracci@libero.it

Locatelli Francesca

francesca.locatelli@univr.it 045 8027655

Mansueto Giancarlo

giancarlo.mansueto@univr.it 0458124301

Mariotti Raffaella

raffaella.mariotti@univr.it 0458027164

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Moro Valentina

Valentina.Moro@univr.it +39 045 802 8370

Mottes Monica

monica.mottes@univr.it +39 045 8027 184

Negrin Rolando

segreteria.pneumo@ulssvicenza.it 0444/753634

Picelli Alessandro

alessandro.picelli@univr.it +39 045 8124573

Pighi Michele

michele.pighi@univr.it 0458122320

Pilotto Franco

francopilotto@libero.it 049/5594050

Prior Manlio

manlio.prior@univr.it +39 045 812 6812

Rigoni Sergio

Sergiorigoni@hotmail.com 0424604326

Romanelli Maria

mariagrazia.romanelli@univr.it +39 045 802 7182

Sartori Riccardo

riccardo.sartori@univr.it +39 045 802 8140

Sorio Claudio

claudio.sorio@univr.it 045 8027688

Tamburin Stefano

stefano.tamburin@univr.it +39 0458124285 (segreteria)

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Tinazzi Michele

michele.tinazzi@univr.it +39 045 8122601

Vale' Nicola

nicola.vale@univr.it +39 045 812 4573

Varalta Valentina

valentina.varalta@univr.it +39 0458126499

Viapiana Ombretta

ombretta.viapiana@univr.it +39 045 812 4049

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S007228

Crediti

8

Coordinatore

Chiara Della Libera

L'insegnamento è organizzato come segue:

Chinesiologia funzionale

Crediti

2

Periodo

FISIO VI 1A2S

Fisiologia dei sistemi motori

Crediti

2

Periodo

FISIO VI 1A2S

Biomeccanica e chinesiologia segmentale

Crediti

2

Periodo

FISIO VI 1A2S

Valutazione funzionale in fisioterapia

Crediti

2

Periodo

FISIO VI 1A2S

Obiettivi formativi

Fornire conoscenze di base riguardanti la fisiologia dei sistemi motori, la biomeccanica, la chinesiologia e le metodiche di valutazione funzionale in fisioterapia. MODULO: FISIOLOGIA DEI SISTEMI MOTORI Fornire le conoscenze per comprendere la fisiologia del muscolo scheletrico striato e i meccanismi neurofisiologici del controllo motorio. Conoscere l'organizzazione e la funzione dei sistemi che governano il movimento del corpo umano. MODULO: BIOMECCANICA E CHINESIOLOGIA SEGMENTALE Comprendere ed analizzare gli aspetti meccanici del movimento basandosi su concetti legati alla cinematica e alla dinamica del movimento umano. 5 Descrivere i movimenti articolari fisiologici ed accessori. Comprendere i fattori biomeccanici che influenzano la capacità di un muscolo di erogare forza. Data un’articolazione, analizzare e rappresentare graficamente le forze in gioco su di essa calcolando i momenti interni ed esterni sia in contesti statici che dinamici. Descrivere le proprietà inerziali e le forze di attrito e comprendere come queste influenzino il movimento umano sia in un contesto locale che globale. Conoscere le proprietà viscoelastiche dei tessuti. Conoscere la fisiologia delle articolazioni del corpo umano e analizzare le azioni muscolari, gli stress e gli stiramenti della componente articolare e la biomeccanica specifica. Eseguire, in ottica clinica, un'analisi del movimento dal punto di vista meccanico tenendo conto dei seguenti domini: cinematica, cinetica, ruoli muscolari, sistemi di leva, sistemi inerziali e altre variabili. MODULO: CHINESIOLOGIA FUNZIONALE Comprendere i concetti di catena muscolare, muscoli sinergici, agonisti / antagonisti, stabilizzatori in relazione al gesto funzionale generale. Conoscere la biomeccanica dei movimenti funzionali fisiologici della colonna, delle posizioni statiche (supino, seduto, in piedi) e dei gesti funzionali fisiologici di base che coinvolgono più articolazioni (passaggi posturali). Conoscere e valutare la biomeccanica dei movimenti funzionali degli arti superiori (raggiungimento, presa, manipolazione) Conoscere e valutare la biomeccanica dei movimenti funzionali degli arti inferiori (deambulazione, salita/discesa delle scale). Sapere descrivere le alterazioni delle posture, dei passaggi posturali e dei gesti funzionali (deambulazione, salita/discesa delle scale, raggiungimento-presa-manipolazione di oggetti) e ipotizzarne per lo meno in via generale i possibili determinanti biomeccanici. MODULO: VALUTAZIONE FUNZIONALE IN FISIOTERAPIA Eseguire la valutazione articolare e muscolare di tutti i distretti corporei riconoscendo le alterazioni quantitative e qualitative, la misurazione circonferenziale degli arti, la valutazione dei principali parametri cardiocircolatori e respiratori. Integrare i dati rilevati con l’osservazione delle alterazioni di posture e gesti. Conoscere le scale di valutazione in fisioterapia per la valutazione di fenomeni complessi con le relative proprietà psicometriche. Somministrare correttamente scale di valutazione autosomministrate o etero somministrate.

Programma

------------------------
MM: CHINESIOLOGIA FUNZIONALE
------------------------

------------------------
MM: FISIOLOGIA DEI SISTEMI MOTORI
------------------------
Nella prima parte del corso saranno esaminate le caratteristiche delle membrane cellulari, la meccanica della contrazione muscolare e le proprietà delle unità motorie. Nella seconda saranno considerati i meccanismi di controllo di postura e movimento volontario, e la modulazione del movimento da parte di cervelletto e gangli della base. - Generalità del controllo motorio - Anatomia funzionale del muscolo scheletrico e meccanismi alla base della contrazione muscolare - La giunzione neuromuscolare: eccitazione del muscolo scheletrico - Proprietà e classificazione delle unità motorie - Meccanismi spinali di coordinazione motoria - Controllo della postura e dell'equilibrio - Controllo del movimento volontario - Gangli della base e movimento - Cervelletto e movimento
------------------------
MM: BIOMECCANICA E CHINESIOLOGIA SEGMENTALE
------------------------
-Definire i piani del movimento, la posizione anatomica e la classificazione dei movimenti articolari con le relative eccezioni. Definire i sistemi di riferimento ed i vettori. -Definire le caratteristiche delle leggi di gravità applicate al corpo umano, le tavole delle dimensioni somatiche lineari, delle dimensioni ponderali e delle distanze dei baricentri dai fulcri -Identificare il vettore delle forza muscolare in base all'anatomia del muscolo scegliendo il punto di applicazione, la direzione, il verso e il modulo e scomporlo nelle componenti rotazionali e assiali, costruendo il rettangolo biomeccanico e utilizzando le principali formule trigonometriche -Individuare il principio di reciprocità muscolare e i principali fattori meccanici che influenzano l'intensità della tensione muscolare: tipo di contrazione, orientamento delle fibre muscolari; rapporto tensione/lunghezza e tensione velocità -Definire le forze di attrito applicate al corpo umano, i concetti di catena cinetica chiusa e aperta e i principali esempi applicati al corpo umano -Analizzare un gesto segmentario individuando le forze esterne ed interne, considerando i relativi momenti rispetto ad uno o più assi opportunamente scelti e tracciare un diagramma esplicativo -Descrivere le curve del rachide nel loro insieme, la vertebra tipo, gli elementi di connessione intervertebrale e le divisioni funzionali del rachide, la fisiologia del disco intervertebrale. -Descrivere i movimenti del rachide nel suo insieme -Descrivere la fisiologia articolare del rachide lombare nel suo insieme, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso, la statica del rachide lombare in posizione eretta -Descrivere la fisiologia articolare del rachide dorsale nel suo insieme, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso, Descrivere la fisiologia articolare delle articolazioni costo-vertebrali e sternocostali, le deformazioni del torace durante l’inspirazione e l'espirazione e le azioni dei muscoli della respirazione e le relazioni tra diaframma e muscoli addominali -Descrivere la fisiologia articolare del rachide cervicale nel suo insieme e nel dettaglio deisuoisegmentisuperioreed inferiore, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso, l'equilibrio del capo sul rachide cervicale -Descrivere la fisiologia articolare dell'articolazione temporo-mandibolare e l'azione dei muscoli agenti su di essa -Descrivere la fisiologia articolare del cingolo scapolare nel suo insieme e delle relative articolazioni, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso, i fattori di coattazione articolare della gleno-omerale -Descrivere la fisiologia articolare del complesso articolare del gomito e delle articolazioni radio-ulnari, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di essi, i fattori di coattazione articolare del gomito -Descrivere la fisiologia articolare del polso, delle articolazioni delle dita lunghe e del pollice, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso -Descrivere l'architettura e la posizione di funzione della mano nel suo insieme e la chinesiologia della prensione -Descrivere l'architettura e la fisiologia articolare della cintura pelvica e delle articolazioni sacro-iliache, dell'articolazione coxo-femorale, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso -Descrivere la fisiologia articolare del complesso articolare del ginocchio, i relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esso, i fattori di stabilità del ginocchio -Descrivere la fisiologia articolare della tibio-tarsica, relativi movimenti e i fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di essa, i fattori di stabilità della tibio- tarsica -Descrivere la fisiologia articolare delle articolazioni del piede e delle dita, i relativi movimenti e fattori limitanti normali, l'azione dei muscoli agenti su di esse. -Descrivere l'architettura generale della volta plantare, la ripartizione generale dei carichi e delle deformazioni, l'adattamento della volta plantare al terreno
------------------------
MM: VALUTAZIONE FUNZIONALE IN FISIOTERAPIA
------------------------

Modalità d'esame

------------------------
MM: CHINESIOLOGIA FUNZIONALE
------------------------

------------------------
MM: FISIOLOGIA DEI SISTEMI MOTORI
------------------------
Esame scritto con eventuale integrazione orale.
------------------------
MM: BIOMECCANICA E CHINESIOLOGIA SEGMENTALE
------------------------
Obiettivi: Per superare l'esame gli studenti dovranno dimostrare di aver appreso i contenuti teorici del presente insegnamento. Contenuti: I contenuti dell'esame riguardano tutti gli argomenti trattati a lezione e riportati per esteso nel programma di questo corso. Modalità di accertamento: - prova scritta (test a risposta multipla) - prova orale mediante colloquio con il docente ; Modalità di valutazione: - prova scritta (punteggio da 0-30); -prova orale (punteggio da 0-30); Il voto finale sarà dato dalla media delle due singole prove e sarà espresso in 30esimi. Non sono previste differenze di esame tra studenti frequentanti e non frequentanti.
------------------------
MM: VALUTAZIONE FUNZIONALE IN FISIOTERAPIA
------------------------

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Peggy A Houglum, Dolores B Bertoti Clinical Kinesiology F.A. Davis Company 2012
Neuman D.A. Kinesiology of the Musculoskeletal System Elsevier 2016
Oatis Kinesiology, the mechanics & pathomechanics of human movement  
Purves, Augustine, Fitzpatrick, Hall, LaMantia e White Neuroscienze (Edizione 4) Zanichelli 2013
Bear, Connors, Paradiso Neuroscienze. Esplorando il cervello (Edizione 4) Edra 2016
Kandel e coll. Principi di Neuroscienze (Edizione 4) Ambrosiana 2015 9788808184450
KAPANDJI I.A. Fisiologia articolare, 3 voll. Monduzzi, Bologna 1999
Kendall, McCreary, Provance I muscoli: funzioni e test 2005
Clarkson H.M. Valutazione cinesiologica. Esame della mobilità articolare e della forza muscolare. (Edizione 2) Edi-ermes 2002

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU. La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale. La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di: - una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale; - redazione dell’elaborato di una tesi e sua dissertazione. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica. Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento/decimi con eventuale lode e viene formato, a partire dalla media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, dalla somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti) e nella discussione della Tesi (fino ad un massimo di 5 punti). In caso di valutazione insufficiente alla prova pratica, l’esame si interromperà e si riterrà non superato. La prova finale verrà quindi sospesa e dovrà essere interamente in una delle sessioni successive. La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti in base a: -presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; -partecipazione ai programmi Erasmus prevede 2 punti aggiuntivi; È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese. La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di laurea. Commissioni decreto e specifiche sul numero componenti

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.