Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Per l'anno 2017/2018 Nessun calendario ancora disponibile

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P R S T V Z

Albertoli Giancarla

giancarla.albertoli@tin.it 045 8009841

Aleotti Renata

renata.aleotti@apss.tn.it 0461-364187 364174 o 0464 582475

Amaddeo Francesco

francesco.amaddeo@univr.it 045 8124930

Barbui Corrado

corrado.barbui@univr.it +39 0458126418

Berti Loretta

loretta.berti@univr.it +39 0458127442

Carpineta Sandro

carpineta.sandro@apss.tn.it 0465 339716

Cazzoletti Lucia

lucia.cazzoletti@univr.it 045 8027656

Chiesa Silvia

silvia.chiesa@apss.tn.it

Dal Prà Ilaria Pierpaola

ilaria.dalpra@univr.it +39 045 802 7161

Ferdeghini Marco

marco.ferdeghini@univr.it 045 812 47 84 (Segreteria) 045 802 74 89 (Segreteria di Istituto)

Fornari Valentina

valentina.fornari@virgilio.it

Fumagalli Guido Francesco

guido.fumagalli@univr.it 045 802 7605 (dipartimento)

Girelli Massimo

massimo.girelli@univr.it +39 0458027106

Gotte Giovanni

giovanni.gotte@univr.it 0458027694

Latterini Enrica

enrica.latterini@apss.tn.it

Laudanna Carlo

carlo.laudanna@univr.it 045-8027689

Meyer Anja

anja.meyer@univr.it

Micciolo Rocco

rocco.micciolo@economia.unitn.it

Nocera Antonio

antonio.nocera@univr.it

Pertile Riccardo

riccardo.pertile@apss.tn.it 0461 904694

Ruggeri Mirella

mirella.ruggeri@univr.it 0458124953

Tagliaro Franco

franco.tagliaro@univr.it 045 8124618-045 8124246

Tam Enrico

enrico.tam@univr.it +39 045 8425149

Tamburin Stefano

stefano.tamburin@univr.it +39 0458124285 (segreteria)

Tosato Sarah

sarah.tosato@univr.it 045 8124441

Trabetti Elisabetta

elisabetta.trabetti@univr.it 045/8027209

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zoccante Leonardo

leonardo.zoccante@aovr.veneto.it 045 812 4773

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000228

Crediti

5

L'insegnamento è organizzato come segue:

Metodi e tecniche di intervento di comunita'

Crediti

2

Periodo

TERP ROV 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE

Docenti

Rita Cadonna

Metodi e tecniche di intervento riabilitativo precoce

Crediti

1

Periodo

TERP ROV 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE

Obiettivi formativi

------------------------
MM: METODI E TECNICHE RIABILITATIVE IN CONTESTI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI
------------------------
- Conoscere i riferimenti normativi dei Servizi di Salute Mentale - Conoscere i vari livelli organizzativi e funzionali del DSM - Acquisire strumenti e tecniche di intervento negli assetti residenziali e semiresidenziali - Conoscere i principali programmi evidence based e recovery oriented
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI INTERVENTO RIABILITATIVO PRECOCE
------------------------
Analizzare il concetto di prevenzione e promozione della Salute Menale. Fornire allo studente strumenti per conoscere gli elementi costitutivi dei trattamenti precoci nella psicosi e i principali modelli di intervento.
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI INTERVENTO DI COMUNITA'
------------------------
Fornire nozioni, concetti e strumenti utili per comprendere la psichiatria di comunità, i fondamenti teorici che ne costituiscono la base e gli interventi pratico-riabilitativi previsti ed applicati dai Dipartimenti di Salute Mentale che ad essa si ispirano.

Programma

------------------------
MM: METODI E TECNICHE RIABILITATIVE IN CONTESTI RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI
------------------------
- Aspetti normativi, organizzativi e funzionali del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) - Aspetti normativi, organizzativi e funzionali delle strutture residenziali e semiresidenziali psichiatriche, il Piano di Trattamento Individuale (PTI), il Progetto Terapeutico Riabilitativo Personalizzato (PTRP) - Le comunità terapeutiche come “metodo di cura” - Percorsi terapeutici di comunità per soggetti affetti da psicosi, disturbo borderline e disturbo antisociale - Organizzazione clinica nelle strutture residenziali e semiresidenziali: l’inserimento, le attività, la quotidianità, la dimissione - Prendersi cura dei sistemi che curano - Nuovi approcci di riabilitazione psichiatrica secondo il modello biopsicosociale e la metodologia della recovery
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI INTERVENTO RIABILITATIVO PRECOCE
------------------------
Concetto di prevenzione e promozione della Salute Mentale Interventi precoci nella psicosi: evidenze scientifiche, razionale e caratteristiche Analisi dei principali modelli d’intervento: organizzazione dei servizi, interventi di integrazione sociale e gruppi riabilitativi.
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI INTERVENTO DI COMUNITA'
------------------------
L’intervento di comunità: approcci teorici, criteri guida, concetti chiave Il lavoro di rete e le reti formali ed informali Invito alla Vita: un progetto di comunità per prevenire il fenomeno suicidiario nella Provincia di Trento I rapporti fra il Dipartimento di Salute Mentale e i Servizi socio-sanitari limitrofi (Medicina generale, Servizio Sociale, Servizio per le Dipendenze, Psicologia, Neuropsichiatria infantile, RSA...) La figura del case manager Alcuni concetti chiave dell’integrazione socio sanitaria Il ruolo dell’Amministratore di sostegno nella rete del percorso di cura I portatori di interesse nell'ambito della salute mentale La promozione della salute nella comunità, la collaborazione con i cittadini e il mondo dell’Associazionismo Alcune buone pratiche di recovery

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Antonio Maone e Barbara D'Avanzo Recovery. Nuovi paradigmi per la salute mentale Raffaello Cortina Editore 2015
Robert Paul Liberman Il recovery dalla disabilità. Manuale di riabilitazione psichiatrica Giovanni Fioriti Ed. 2012
Robert Paul Liberman La riabilitazione psichiatrica Raffaello Cortina Editore 1997
Anna Ferruta, Giovanni Foresti, Marta Vigorelli Le comunità terapeutiche. Psicotici, borderline, adolescenti, minori Raffaello Cortina Editore 2012
Angelo Cocchi Anna Meneghelli L'intervento precoce tra pratica e ricerca Centro scientifico editore 2004
Vita A., Dell'Osso L. e Mucci A. (a cura di) Manuale di clinica e Riabilitazione Psichiatrica- Dalle conoscenze teoriche alla pratica dei servizi di salute mentale Vol. 1 e 2 Giovanni Fioriti Editore 2019 978-88-98991-82-2 Cap. 76
McGorry P.D. & Jackson H.J. Riconoscere e affrontare le psicosi all'esordio. Un approccio preventivo Centro scientifico Editore 2001
Angelo Cocchi Anna Meneghelli Rischio ed esordio Psicotico: una sfida che continua. Manuale di intervento precoce Edizione Ermes 2012

Modalità d'esame

Obiettivo dell'esame di Metodi e Tecniche di intervento Riabilitativo è accertare la comprensione dei contenuti in programma dell'intero insegnamento e la capacità di applicarle a situazioni esemplificative della pratica riabilitativa.
Sono previsti 6 appelli: 2 nella Sessione Estiva, 2 nella sessione Autunnale e 2 nella Sessione Invernale successiva. Gli studenti possono iscriversi all'esame se hanno frequentato almeno il 75% dell’attività didattica frontale dell'intero insegnamento. L' esame riguarderà tutti i moduli dell'insegnamento e consiste in un colloquio orale a domande aperte. Sono previste 1 o 2 domande per ogni modulo. Si rimanda alle schede dei singoli moduli per ulteriori informazioni.

Il voto viene espresso in trentesimi. L'esame si ritiene superato se lo studente riceve valutazione positiva(≥ 18/30) per ciascun modulo. La valutazione finale si basa sulla media ponderata degli esiti dei singoli moduli. Lo studente può ritirarsi o rifiutare il voto proposto.
Gli studenti che non superano tutti i moduli dell'esame nello stesso appello dovranno sostenere solo il/i modulo/i insufficienti in uno degli appelli successivi, purché all'interno dello stesso Anno Accademico. Dalla sessione invernale successiva sarà necessario ripetere tutti i moduli.

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU. La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale. La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di: - una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale; - redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione. Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea. Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale. La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica. Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento/decimi con eventuale lode e viene formato, a partire dalla media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, dalla somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti) e nella discussione della Tesi (fino ad un massimo di 6 punti). La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione ai programmi Erasmus fino a 2 punti aggiuntivi; laurea entro i termini della durata normale del corso 2 punti aggiuntivi. È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese. La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di laurea

Area riservata studenti