Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem. 1A 27-set-2021 6-nov-2021
Sem. 1B 15-nov-2021 12-gen-2022
Sem. 2A 14-feb-2022 26-mar-2022
Sem. 2B 4-apr-2022 4-giu-2022
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione Invernale 10-gen-2022 12-feb-2022
Sessione estiva 6-giu-2022 23-lug-2022
Sessione autunnale 29-ago-2022 24-set-2022
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione estiva 11-lug-2022 16-lug-2022
Sessione autunnale 7-nov-2022 12-nov-2022
Vacanze
Periodo Dal Al
FESTIVITA' OGNISSANTI 1-nov-2021 1-nov-2021
Vacanze di Natale 25-dic-2021 6-gen-2022
VACANZE DI PASQUA 15-apr-2022 19-apr-2022
Festa della Liberazione 25-apr-2022 25-apr-2022
FESTA DEL LAVORO 1-mag-2022 1-mag-2022
Festività Santo Patrono di Verona 21-mag-2022 21-mag-2022

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze Umane.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D G L M P R S T

Boschiero Manuel

symbol email manuel.boschiero@univr.it symbol phone-number +39 045802 8405

Brondino Margherita

symbol email margherita.brondino@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8549

Burro Roberto

symbol email roberto.burro@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8743

Callegaro Carlo

symbol email carlo.callegaro@univr.it

Caputo Beniamino

symbol email beniamino.caputo@univr.it symbol phone-number 3346708113

Ceschi Andrea

symbol email andrea.ceschi@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8137

Chiurco Carlo

symbol email carlo.chiurco@univr.it symbol phone-number +390458028159

Cima Rosanna

symbol email rosanna.cima@univr.it symbol phone-number 0458028046

De Cordova Federica

symbol email federica.decordova@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8369

Gosetti Giorgio

symbol email giorgio.gosetti@univr.it symbol phone-number 045.8028650

Landuzzi Maria Gabriella

symbol email mariagabriella.landuzzi@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8547

Meneghini Anna Maria

symbol email anna.meneghini@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8602

Milana Marcella

symbol email marcella.milana@univr.it symbol phone-number +39 0458028466

Moro Valentina

symbol email Valentina.Moro@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8370

Pasini Margherita

symbol email margherita.pasini@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8558

Perini Marco

symbol email marco.perini@univr.it symbol phone-number 39 045 802 8655

Raccanello Daniela

symbol email daniela.raccanello@univr.it symbol phone-number 045 8028157

Sartori Riccardo

symbol email riccardo.sartori@univr.it symbol phone-number +39 045 802 8140

Sità Chiara

symbol email chiara.sita@univr.it symbol phone-number 3491383836

Traina Ivan

symbol email ivan.traina@univr.it symbol phone-number 045 8028655

Trifiletti Elena

symbol email elena.trifiletti@univr.it symbol phone-number 045 8028428

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Attivato nell'A.A. 2022/2023
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta
Prova finale
12
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S007378

Coordinatore

Marcella Milana

Crediti

9

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE

Periodo

Sem. 1A, Sem. 1B

Obiettivi di apprendimento

L’insegnamento si propone di fornire le base concettuali e metodologiche necessarie ad analizzare le caratteristiche di contesti ed interventi di formazione e sviluppo, secondo una prospettiva comparativa, e a valutare la pertinenza, adattabilità o trasferibilità di principi, metodi e modalità di intervento tra contesti (locali, nazionali ed internazionali). L’insegnamento si pone i seguenti obiettivi formativi specifici: - conoscere e comprendere i principi della comparazione e la loro applicazione all’analisi dei contesti e degli interventi di formazione e sviluppo; - applicare la conoscenza e comprensione derivante dall’analisi comparativa allo sviluppo di piani formativi (a livello locale, nazionale ed internazionale).

Prerequisiti e nozioni di base

Non sono richieste conoscenze preliminari.

Programma

L’insegnamento offre una introduzione alla Educazione Comparata quale ambito disciplinare dedicato alla riflessione (teorica e metodologica) e alla ricerca empirica (qualitativa, quantitativa, multi-metodo) di ciò che concerne l’educazione e la formazione in due o più “situazioni” (es. periodi storici, paesi, culture, istituzioni, etc.) così come a livello globale.
Coerentemente con gli obiettivi formativi, l’insegnamento ripercorre gli sviluppi dell’Educazione Comparata per porre attenzione ai molteplici ambiti di applicazione del metodo comparativo al fine di esaminare lo sviluppo, il funzionamento o l’adeguatezza di politiche, processi e interventi educativi e formativi, a scopo esplorativo, conoscitivo o migliorativo.
Particolare attenzione sarà quindi posta sul cosa si intenda per “comparazione”, su come si formuli una domanda di ricerca che stimoli un processo comparativo volto alla produzione di nuova conoscenza su un fenomeno oggetto di studio, e sulle implicazioni metodologiche per darvi risposta, anche attraverso l’analisi di dati secondari (numerici e non), disponibili tramite accesso a database e alla letteratura scientifica.

Bibliografia

Visualizza la bibliografia con Leganto, strumento che il Sistema Bibliotecario mette a disposizione per recuperare i testi in programma d'esame in modo semplice e innovativo.

Modalità didattiche

Il corso è erogato in presenza, senza streaming ne videoregistrazione.
La frequenza è fortemente consigliata.
Oltre alle lezioni frontali, è prevista la partecipazione attiva degli studenti in esercitazioni e discussioni in aula, o di preparazione alle lezioni successive. Tale preparazione può includere l’individuazione di materiale di consultazione tramite ricerca focalizzata su riviste specializzate (in lingua italiana o straniera).
Inoltre, agli studenti frequentati sarà richiesto, entro le prime 2 settimane dall’avvio del corso, di formare delle coppie di lavoro al fine di realizzare un breve studio comparativo di cui daranno conto in sede d’esame.
Coerentemente con tali aspettative, durante il corso si forniranno informazioni utili alla produzione di un elaborato di tipo comparativo.
Tutti gli studenti sono tenuti ad iscriversi alla piattaforma e-learning dell’insegnamento.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede:
- la produzione di un elaborato scritto di tipo comparativo
- una presentazione orale
ELABORATO SCRITTO DI TIPO COMPARATIVO
L’elaborato dovrà dare conto dei risultati di un breve studio comparativo che gli/le studenti/esse non frequentanti svolgeranno in autonomia, e gli/le studenti/esse frequentanti svolgeranno in coppia. La tipologia e struttura dell'elaborato verranno illustrate in dettaglio durante il corso.
L’elaborato ha così lo scopo di avviare lo/a studente/ssa allo studio comparativo di un argomento di ricerca che possa eventualmente essere ampliato in una tesi di laurea o di una presentazione a convegno o conferenza.
Per la produzione dell’elaborato è previsto che gli studenti integrino lo studio dei testi di riferimento e ulteriori materiali indicati dalla docente con la ricerca e consultazione di database, articoli o capitoli di libro (in lingua italiana o straniera) inerenti il tema oggetto di studio.
L’elaborato dovrà essere trasmesso per via elettronica, secondo le modalità che verranno comunicate dalla docente tramite avviso relativo al corso, con almeno 2 settimane d’anticipo rispetto alla data d’appello in cui lo/a studente/ssa intende sostenere la presentazione orale.
PRESENTAZIONE ORALE
Utilizzando PowerPoint, gli/le studenti/esse dovranno presentare i punti essenziali del loro studio in una presentazione di 15 minuti da tenersi in data d’appello, a cui possono seguire alcune domande da parte della docente. Le domande possono riguardare lo studio appena presentato o temi esposti nei testi d’esame e materiale di studio integrativo.
Per gli/le studenti/esse che lavorano in coppia è richiesta l’iscrizione allo stesso appello d’esame per la realizzazione di una presentazione congiunta.

Le/gli studentesse/studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento (DSA), che intendano richiedere l'adattamento della prova d'esame, devono seguire le indicazioni riportate QUI

Criteri di valutazione

L’ elaborato scritto è teso a verificare:
- l’abilità di utilizzare e collegare le conoscenze acquisite;
- la capacità di strutturare un testo scritto di natura comparativa;
- la capacità analitica e argomentativa;
- la proprietà di linguaggio;
- la capacità di individuare, utilizzare, e citare in maniera appropriata dati e altre fonti di informazione.
La presentazione orale è tesa a verificare la capacità di comunicare a terzi, in modo sintetico, chiaro ed efficace, la scelta e la rilevanza dello studio realizzato, nonché le conoscenze acquisite tramite la sua produzione.

Criteri di composizione del voto finale

Il voto viene assegnato, in prima istanza, all'elaborato scritto. Tale voto può essere confermato e/o incrementato (fino a 2 punti) sulla base della presentazione orale.

Lingua dell'esame

Italiano

Tipologia di Attività formativa D e F

I 9 crediti liberi a scelta dello studente (ambito “D”) hanno lo scopo di offrire allo studente la possibilità di personalizzare il proprio percorso formativo permettendo di approfondire uno o più argomenti di particolare interesse legati al proprio percorso accademico.
Per garantire questo fine, si invitano gli studenti a rispettare le seguenti indicazioni per il completamento di tale ambito:

  • almeno un’attività formativa erogata come esame universitario (con relativo voto in trentesimi) selezionato tra le attività del proprio piano non seguite in precedenza o fra gli insegnamenti dei CdLM del Dipartimento di Scienze Umane;
  • massimo 6 cfu relativi a competenze linguistiche (oltre a quelli previsti dal PdS);
  • massimo 6 cfu relativi a competenze informatiche (oltre a quelli previsti dal PdS); 
  • massimo 4 cfu di tirocinio, (oltre a quelli previsti dal PdS); 
  • massimo 6 cfu di attività laboratoriale/esercitazioni (compresi quelli previsti nei PdS per l’ambito) di regola viene riconosciuto 1 cfu ogni 25 ore di attività; 
  • massimo 6 cfu di attività seminariale/convegni/cicli di incontri/formative in genere (sia accreditata dal Dipartimento di Scienze Umane che extrauniversitaria) – di regola viene riconosciuto 1 cfu ogni 8 ore di partecipazione e/o 2 giornate salvo diversamente deliberato;
  • non vengono valutate attività svolte in Erasmus non inserite nei Learning Agreement.
Altre informazioni sono reperibili nella Guida per i crediti liberi che è possibile trovare quì.

COMPETENZE TRASVERSALI
Scopri i percorsi formativi promossi dal  Teaching and learning centre dell'Ateneo, destinati agli studenti iscritti ai corsi di laurea, volti alla promozione delle competenze trasversali:
https://talc.univr.it/it/competenze-trasversali
 
 

Prima parte del primo semestre Dal 27/09/21 Al 06/11/21
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Apprendimento e comunicazione nei contesti formativi: progettazione di interventi D Daniela Raccanello (Coordinatore)
1° 2° Ciclo tematico di conferenze “Quali paradigmi oltre la pandemia?" D Paola Dal Toso (Coordinatore)
1° 2° Il contagio e la cura. Il mondo dopo il virus D Carlo Chiurco (Coordinatore)
1° 2° Summer School: Human Sciences and Society - (HSaS) D Massimiliano Badino (Coordinatore)
1° 2° Workshop “l’etica e l’estetica dell’immagine” D Gianluca Solla (Coordinatore)
Seconda parte del primo semestre Dal 15/11/21 Al 12/01/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Ciclo tematico di conferenze “Quali paradigmi oltre la pandemia?" D Paola Dal Toso (Coordinatore)
1° 2° Il contagio e la cura. Il mondo dopo il virus D Carlo Chiurco (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio “Calendario di Memoria Civile – Giornata della Memoria” D Olivia Guaraldo (Coordinatore)
1° 2° Seminari Tiresia 2021/2022 (“Eros e Polis” e “Nel nome di Tiresia: Soggettivazione, transito, sessuazione”) D Matteo Bonazzi (Coordinatore)
2 A CuCi Dal 14/02/22 Al 26/03/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Introduzione alla robotica per studenti di materie umanistiche D Paolo Fiorini (Coordinatore)
Prima parte del secondo semestre Dal 14/02/22 Al 26/03/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Centro di studi politici "Hannah Arendt" - Seminari D Ilaria Possenti (Coordinatore)
1° 2° Ciclo di incontri dal titolo “La Giustizia riparativa” D Cristina Lonardi (Coordinatore)
1° 2° De-Stress. Nuovi tempi e luoghi di lavoro e sviluppo delle competenze per la resilienza al tecno-stress e Focus Group D Margherita Pasini (Coordinatore)
1° 2° Giornata di studi di “Psicologia delle masse cent’anni dopo: legame sociale e nuove forme di soggettivazione” D Matteo Bonazzi (Coordinatore)
1° 2° Il contagio e la cura. Il mondo dopo il virus D Carlo Chiurco (Coordinatore)
1° 2° Laboratorio per la formazione del mediatore della comunicazione "Un ponte per il benessere" D Margherita Pasini (Coordinatore)
1° 2° Seminari Tiresia 2021/2022 (“Eros e Polis” e “Nel nome di Tiresia: Soggettivazione, transito, sessuazione”) D Matteo Bonazzi (Coordinatore)
Seconda parte del secondo semestre Dal 04/04/22 Al 04/06/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Centro di studi politici "Hannah Arendt" - Seminari D Ilaria Possenti (Coordinatore)
1° 2° De-Stress. Nuovi tempi e luoghi di lavoro e sviluppo delle competenze per la resilienza al tecno-stress e Focus Group D Margherita Pasini (Coordinatore)
1° 2° Giustizia partecipata e riforme. La composizione dei conflitti con le persone e per le persone D Cristina Lonardi (Coordinatore)
1° 2° Seminari Tiresia 2021/2022 (“Eros e Polis” e “Nel nome di Tiresia: Soggettivazione, transito, sessuazione”) D Matteo Bonazzi (Coordinatore)

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA: solo così potrai ricevere notifica di tutti gli avvisi dei tuoi docenti e della tua segreteria via mail e a breve anche tramite l'app Univr.

Prova Finale

Per il conseguimento della laurea magistrale, disciplinato dall’Art. 35 del Regolamento Didattico di Ateneo, lo studente/la studentessa, dopo aver superato le prove di valutazione relative a tutti i corsi di insegnamento e a tutte le attività formative, così come previsto nel proprio piano degli studi, deve superare una prova/esame finale, cui sono attribuiti 10 CFU.

Ai sensi degli articoli 1 e 3 della legge 8 novembre 2021, n. 163, l’esame finale per il conseguimento della laurea magistrale in Psicologia per la Formazione - classe LM-51 abilita all’esercizio della professione di psicologo. A tal fine il già menzionato esame finale comprende lo svolgimento di una Prova Pratica Valutativa (PPV) delle competenze professionali acquisite con il tirocinio interno ai corsi di studio (TPV), volta ad accertare il livello di preparazione tecnica del candidato/della candidata per l’abilitazione all’esercizio della professione, che precede la discussione della tesi di laurea.

Sono ammessi/e all’esame finale coloro che conseguono un giudizio di idoneità del TPV interno ai corsi di studio.

La PPV è finalizzata all’accertamento delle capacità del candidato/della candidata di riflettere criticamente sulla complessiva esperienza del TPV e sulle attività svolte, anche alla luce degli aspetti di legislazione e deontologia professionale, dimostrando di essere in grado di adottare un approccio professionale fondato su modelli teorici e sulle evidenze. Tale prova è volta, altresì, a un ulteriore accertamento delle competenze tecnico-professionali acquisite con il TPV svolto all’interno dell’intero percorso formativo e valutate all’esito del medesimo. Ai fini dell’accertamento del livello di preparazione tecnica del candidato/della candidata per l’abilitazione all’esercizio della professione, la commissione giudicatrice della PPV ha composizione paritetica ed è composta da almeno quattro membri. I membri della commissione giudicatrice sono, per la metà, docenti universitari iscritti all’Albo professionale degli psicologi da almeno 3 anni, uno dei quali con funzione di Presidente, designati dal Dipartimento a cui afferisce il corso, e, per l’altra metà, membri designati dal Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi, sentiti gli Ordini professionali di riferimento, iscritti da almeno cinque anni al relativo Albo professionale.

La prova, in modalità orale, è unica e verte sull’attività svolta durante il TPV e sui legami tra teorie/modelli e pratiche professionali, nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale.

La PPV è superata con il conseguimento da parte dello studente di un giudizio di idoneità, che consente di accedere alla discussione della tesi di laurea.

La prova finale (la tesi) può consistere nella realizzazione di una rassegna critica della bibliografia su uno specifico tema, di un progetto di ricerca, di un’analisi critica di un caso professionale, di un progetto di intervento.

La preparazione della tesi, di qualsiasi tipologia scelta, deve comprendere: la definizione concettuale del fenomeno e l’analisi della letteratura, la individuazione del metodo di analisi/studio, una discussione finale, la scrittura del lavoro, seguendo i convenzionali criteri espositivi previsti dal campo disciplinare scelto e/o specifiche eventuali indicazioni di editing.

Sia nel caso del progetto di ricerca che di analisi di caso professionale si richiede la messa in atto di tutte le procedure che garantiscano la adeguatezza etico/deontologica.

Lo studente/la studentessa può proporre una tematica ed una tipologia di tesi finale ad un/una docente, che può accettare di divenire relatore/relatrice. Ogni docente dell’Ateneo può essere relatore/relatrice di tesi finale purché lo studente/la studentessa abbia superato un esame nella disciplina del settore scientifico disciplinare di afferenza del/della docente stesso/a e che il/la docente faccia parte del Collegio Didattico. Il Collegio Didattico può deliberare in deroga a questa norma, qualora se ne rilevi l’opportunità.

In accordo con il relatore/la relatrice la tesi finale può essere compilata e discussa in lingua inglese.

Di norma la commissione può attribuire fino ad un massimo di 8 punti per l’elaborato finale.

Per la determinazione del voto di laurea la media dei voti d’esame è calcolata tenendo conto di tutte le prove, in qualsiasi ambito del piano di studio individuale siano inserite, che diano luogo a un voto espresso in trentesimi. Tale media è ponderata in base al numero di CFU corrispondenti a ciascuna prova.

A tale media sono aggiunti fino ad un massimo di 4 punti, distribuiti nel seguente modo:

  • 0,5 per ogni lode fino ad un massimo di tre punti;
  • 2 punti: il Collegio Didattico di Psicologia per la formazione incentiva l’internazionalizzazione assegnando 2 (due) punti su 110 aggiuntivi a chi abbia conseguito almeno 2 CFU all’estero;
  • 1 punto per la conclusione degli studi nel periodo previsto.

Documenti

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Elaborazione di uno strumento per l’analisi dello stress lavoro correlato nella grande distribuzione e nel settore delle pulizie in provincia di Belluno Argomenti vari
Mindfulness e rigeneratività ambientale al lavoro Argomenti vari
Restoring the self-environment relationship: mechanisms and applications of green space to reduce stress in information technology settings [RestStress] Argomenti vari
Valorizzazione delle risorse del Demanio sul territorio. A partire da una sperimentazione sull’isola di Poveglia Argomenti vari

Tutorato per gli studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.
Le matricole, gli studenti che si approcciano al tirocinio, gli studenti in uscita e tutti gli studenti che manifestano difficoltà nel loro percorso di studi possono contattare i docenti indicati come tutor del corso di laurea magistrale in Psicologia per la formazione:
- prof. Roberto Burro (Referente);
- prof. ssa Margherita Pasini;
- prof.ssa Margherita Brondino.

Nel quadro del programma di TUTORATO, il Dipartimento di Scienze Umane ha inoltre deciso di utilizzare l’esperienza di alcuni iscritti al Dottorato di Scienze Umane  per offrire un supporto che sia il più vicino possibile a chi frequenta il CdS magistrale, sulla base della loro diretta esperienza. 
Tali Tutor studenteschi  forniranno un servizio di orientamento, sia in ingresso (vòlto a favorire un migliore inserimento nei Corsi di Studio, ovviando alle difficoltà e agli ostacoli che il passaggio dalla Triennale alla Magistrale, inevitabilmente comporta), sia in itinere, così da offrire un servizio di sostegno che sappia adeguatamente interpretare e rispondere alle esigenze di formazione e professionalizzazione di chi frequenta il CdS.
 
Tra i compiti e le attività previste vi sono: 
  • Supporto ad indagini sugli iscritti al CdS, volte a individuare potenziali criticità nel percorso, in particolare:
    • indagine sulle carriere;
    • indagine sulla presenza di studenti/esse con esigenze specifiche (ad esempio fuori sede, stranieri, lavoratori/trici, diversamente abili, con figli piccoli);
  • Individuazione e realizzazione di possibili interventi di supporto agli studenti/esse che manifestano difficoltà nel percorso, anche online.
  • Attività di sportello per l’accompagnamento, aperto a tutta la componente studentesca;
  • Avvio del monitoraggio dell’efficacia dell’intervento di tutorato (analisi della situazione iniziale e della situazione post intervento);
  • Orientamento in itinere per gli studenti del primo anno.
Il Tutorato è volto ad accompagnare gli studenti nel corso degli studi, a renderli attivamente partecipi del processo formativo e a contribuire al superamento delle difficoltà individuali.
 
Per l'a.a. 2020-2021 è stata nominata come Tutor per il CdS magistrale in Psicologia per la formazione, attiva dal 1 marzo 2021 al 30 ottobre 2021:

Martina Faccini: martina.faccini@univr.it

Per esigenze particolari prendere appuntamento con il tutor tramite mail istituzionale.

Gestione carriere


Esercitazioni Linguistiche CLA


Guide operative per lo studente

In questa pagina lo studente potrà trovare delle guide operative, utili al completamento del proprio percorso universitario, che vanno ad integrare quanto già indicato nei Regolamenti didattici del CdS.

1- Qui si possono reperire indicazioni in merito ai riconoscimenti di carriera, ai crediti a libera scelta per lo studente e alle certificazioni linguistiche per gli studenti iscritti ai CdS afferenti al Dipartimento di Scienze Umane a partire dalla coorte 2022 (le indicazioni contenute nella Guida entrano in vigore dal 29 marzo 2023 e sono retroattive solo se a favore dello studente);

2 - Qui si possono reperire indicazioni in merito ai riconoscimenti di carriera, ai crediti a libera scelta per lo studente e alle certificazioni linguistiche per gli studenti iscritti ai CdS afferenti al Dipartimento di Scienze Umane a partire dalla coorte 2014 (le indicazioni contenute nella Guida entrano in vigore dal 29 aprile 2020 e sono retroattive solo se a favore dello studente);
3 - Qui si possono reperire indicazioni in merito al conseguimento dei crediti a libera scelta (Crediti D e F) per gli studenti iscritti ai i CdS afferenti al Dipartimento di Scienze Umane fino alla coorte 2013 (le indicazioni contenute nella Guida entrano in vigore dal 23 febbraio 2011 e sono retroattive solo se a favore dello studente).

Documenti

Titolo Info File
File pdf 1 - Guida per lo studente - AGGIORNAMENTO 2022 pdf, it, 325 KB, 02/05/23
File pdf 2 - Guida per lo studente - AGGIORNAMENTO 2020 pdf, it, 212 KB, 02/05/23
File pdf 3 - Guida per lo studente - AGGIORNAMENTO 2013 pdf, it, 131 KB, 02/05/23

Stage e Tirocini

Lo/a studente/essa tirocinante curricolare sarà chiamato/a svolgere, presso gli Enti che lo ospitano, attività che prevedono competenze associate alla figura professionale dello Psicologo, in particolare lo Psicologo per la formazione, e nello specifico:  

  • attività di progettazione, realizzazione e valutazione dell’efficacia di interventi di percorsi formativi, nonché attività volte alla facilitazione dell'apprendimento nel ciclo di vita, in particolare in contesti organizzativi;
  • attività che prevedano l’analisi delle relazioni interpersonali, dei contesti organizzativi e delle pratiche lavorative;
  • attività che prevedano la gestione di processi organizzativi complessi, per lo sviluppo e la valorizzazione delle persone all'interno delle organizzazioni;
  • attività di progettazione, realizzazione e valutazione di interventi psicologici volti all’orientamento scolastico e professionale;
  • attività che prevedono l’uso di tecniche e strumenti di analisi delle situazioni e dei contesti, di raccolta di informazioni, e di interpretazione dei risultati, principalmente in relazione ai contesti organizzativi.

 
Tali attività si svolgono in Aziende ed Enti accreditati presso l’Ateneo. Lo/la studente/essa sarà seguito da un tutor accademico e da un tutor aziendale. Alle attività di tirocinio sono attribuiti n. 9 CFU (pari a 225 ore).

Linee Guida per lo Svolgimento dei Tirocini Curriculari
 


Area riservata studenti