Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
1° periodo lezioni (1A) 16-set-2021 30-ott-2021
1° periodo lezioni (1B) 5-nov-2021 16-dic-2021
2° periodo lezioni (2A) 14-feb-2022 26-mar-2022
2° periodo lezioni (2B) 4-apr-2022 20-mag-2022
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Prove parziali 9/12 CFU - Prove finali 6 CFU del periodo 1A 2-nov-2021 4-nov-2021
1° appello invernale - dicembre 2021 17-dic-2021 23-dic-2021
Sessione invernale - 2 appelli 8-gen-2022 12-feb-2022
Prove parziali 9/12 CFU - Prove finali 6 CFU del periodo 2A 28-mar-2022 2-apr-2022
Sessione estiva - 3 appelli 23-mag-2022 27-lug-2022
Sessione autunnale - 1 appello 25-ago-2022 17-set-2022
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Tutti i Santi 1-nov-2021 1-nov-2021
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2021 8-dic-2021
Vacanze di Natale 24-dic-2021 6-gen-2022
Vacanze Pasquali 15-apr-2022 19-apr-2022
Festa della Liberazione 25-apr-2022 25-apr-2022
FESTA DEL LAVORO 1-mag-2022 1-mag-2022
Santo Patrono 21-mag-2022 21-mag-2022
Festa della Repubblica 2-giu-2022 2-giu-2022

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Giurisprudenza.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

F G L M N P R T

Ferrari Fabio

symbol email fabio.ferrari@univr.it symbol phone-number 045-8028859

Gatti Stefano

symbol email stefano.gatti@univr.it

Giacobazzi Roberto

symbol email roberto.giacobazzi@univr.it symbol phone-number +39 045 802 7995

Ligugnana Giovanna

symbol email giovanna.ligugnana@univr.it symbol phone-number +39 045 8425392

Mercatanti Andrea

symbol email andrea.mercatanti@univr.it symbol phone-number 045 802 8248

Nicodemo Catia

symbol email catia.nicodemo@univr.it symbol phone-number +39 045 8028340

Nicolini Matteo

symbol email matteo.nicolini@univr.it symbol phone-number +39 045 8028893

Pastorino Leonardo Fabio

symbol email leonardofabio.pastorino@univr.it symbol phone-number +390458028813

Protopapa Venera

symbol email venera.protopapa@univr.it symbol phone-number 0458028883

Ragno Francesca

symbol email francesca.ragno@univr.it symbol phone-number +39 045 8028898

Torsello Marco

symbol email marco.torsello@univr.it symbol phone-number +39 045 8028881

Troiano Stefano

symbol email stefano.troiano@univr.it symbol phone-number +39 045 8028817

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Legal English (B2)
3
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S009800

Crediti

12

Coordinatore

Roberto Giacobazzi

Lingua di erogazione

Italiano

L'insegnamento è organizzato come segue:

TECNOLOGIE INFORMATICHE

Crediti

6

Periodo

1° periodo lezioni (1A)

STATISTICA DI BASE

Crediti

6

Periodo

1° periodo lezioni (1B)

Obiettivi formativi

L’insegnamento è inserito nell’area di apprendimento dedicata alle Nuove tecnologie e gestione dei dati. Si propone di fornire allo studente una conoscenza di base in ambito informatico e di analisi statistica con riguardo alle nuove tecnologie, in grado di consentire la gestione operativa di strumenti fondamentali come le tecnologie, i sistemi digitali e i dati su cui impostare le risposte giuridiche. L’insegnamento ha riguardo sia all’approfondimento, in forme comprensibili per un giurista, dei meccanismi di base che presiedono alla programmazione e al funzionamento delle principali tecnologie informatiche e digitali in uso nella società, avendo particolare riguardo alle sfide che esse prospettano in termini di sicurezza, affidabilità, trasparenza, obsolescenza, sia ai principali metodi di analisi statistica dei dati in uso nel contesto delle imprese e delle istituzioni ed essenziali per compiere scelte giuridiche razionali e informate.
Al termine delle lezioni, lo studente avrà acquisito la capacità di comprendere il funzionamento di base di un sistema informatico, i suoi limiti e le sue potenzialità, con particolare riferimento a sistemi SW e sistemi basati su intelligenza artificiale. Lo studente acquisirà inoltre le capacità per comprendere i meccanismi di selezione e produzione dei dati e le implicazioni che ne derivano in termini di trattamento, analisi ed interpretazione, applicando gli strumenti di base della statistica e della teoria della probabilità in modo metodologicamente rigoroso.
Lo studente acquisirà la capacità di affrontare e risolvere problemi reali del contesto professionale nell'ambito del quale si troverà ad operare con particolare riferimento a sistemi informatici per la gestione dei dati, sistemi a supporto delle decisioni e problemi legati alla sicurezza ed affidabilità di questi sistemi, problemi legati alla responsabilità del progettista e dell’utilizzatore. e sapendo dare una corretta interpretazione dell’informazione statistica, individuando i limiti, le criticità e le potenzialità che in concreto caratterizzano i dati che si trova ad analizzare. Sarà in grado di valutare l’impatto di un sistema informatico all’interno di un azienda o ente pubblico o privato, o in comunità e reti sociali, nonché di mettere a frutto l’informazione statistica a supporto dell’analisi e della comprensione dei problemi e delle decisioni che ne possono conseguire, in forma scritta e orale, anche mediante lavoro di gruppo, esercitazioni scritte e il metodo del Problem Based Solving (PBS), la soluzione di questioni concrete, utilizzando il lessico disciplinare appropriato e specifico, adottando le corrette linee di ragionamento e di argomentazione, formulando giudizi autonomi. Il metodo didattico utilizzato è funzionale al continuo apprendimento e aggiornamento delle conoscenze acquisite.

Programma

Il corso si propone di dare risposte (non certo definitive) ad una domanda fondamentale: Qual è il valore della scienza nel dibattito contemporaneo? Per affrontare questo problema, comprenderne la portata e stimolare la curiosità studieremo un caso specifico: l’informatica come scienza dell’informazione. Vedremo come questa “nuova” scienza nasce e di colloca nella più ampia storia della scienza, quali sono i suoi fondamenti epistemologici, i suoi limiti, le sue ambizioni verso un’intelligenza artificiale, e come questo si colloca nel contesto economico, etico, e sociale.

Contenuti del corso:
1) Il ragionamento logico-analitico e la Filosofia: da Parmenide a Kant
2) Il ragionamento logico-analitico e la Scienza: da Leibniz al circolo di Vienna
3) Deduzione e induzione, Realismo e costruttivismo;
4) Dal verificazionismo al falsificazionismo: esperienza e teorie scientifiche;
5) Positivismo e determinismo: automi, macchine, costruttivismo: da C. Babbage ad A. Turing
6) Il linguaggio e la specifica: sintassi e semantica: macchine, linguaggi, dati, algoritmi, calcolare
7) I limiti della Scienza e del calcolabile: il metodo scientifico, pensiero computazionale: sostituibilità, falsificabilità, oggettivazione della informazione
7) La scienza dei limiti: verità scientifica, linguistica computazionale ed Intelligenza Artificiale
8) Etica e filosofia del digitale

MODALITA' DIDATTICHE
Le modalità didattiche consistono in lezioni frontali che saranno suddivise in due momenti:
1) parte generale: si tratta di un’introduzione alla filosofia della “scienza contemporanea”, con la presentazione di alcuni importanti momenti dello sviluppo scientifico, atta alla trasmissione delle nozioni storico-concettuali basilari in materia di filosofia della scienza ed epistemologia. In questa parte generale si seguirà l’ordine degli argomenti del primo dei testi adottati, Storia della filosofia della scienza di Oldroyd, con in aggiunta materiale antologico che verrà distribuito a lezione;
2) parte monografica: studieremo le basi filosofiche dell’informatica come scienza dell’informazione, la sua genesi all’interno del dibattito sui fondamenti dell matematica di inizio ‘900, la sua storia, e la sua evoluzione attuale, soffermandoci sugli aspetti epistemologici, etici e sociali di questa “nuova” scienza.

Le lezioni frontali si avvalgono inoltre di presentazioni mediante slide, così da rendere l’apprendimento più chiaro e immediato e stimolare la partecipazione attiva degli studenti. A tal proposito, essi sono incoraggiati a svolgere attività seminariali riguardanti argomenti concordati con il docente e inerenti il programma affrontato durante il corso: tali attività seminariali saranno riconosciute in sede d’esame.
Durante tutto l’anno accademico è inoltre disponibile il servizio di ricevimento individuale presso lo studio del docente, negli orari indicati sulle pagine web e prontamente aggiornati.

Gli studenti riceveranno alla prima lezione il calendario completo delle attività didattiche con le date e gli argomenti trattati nelle lezioni di cui viene fornito l’orario e l’aula.
Ogni eventuale sospensione delle lezioni da parte del docente per ragioni accademiche sarà prontamente comunicata sia in aula, sia sul sito web o altre piattaforme concordate con gli studenti.

Bibliografia

Visualizza la bibliografia con Leganto, strumento che il Sistema Bibliotecario mette a disposizione per recuperare i testi in programma d'esame in modo semplice e innovativo.

Modalità d'esame

Esame scritto e orale con presentazione di un argomento dato nei focus groups.

Tipologia di Attività formativa D e F

Le attività che consentono l’acquisizione dei crediti riservati alle attività formative a libera scelta dello studente (TAF D) sono le seguenti: 

  • Un insegnamento previsto nell’elenco delle attività formative (TAF D) allegato al piano didattico del corso di laurea in Diritto per le tecnologie e l’innovazione sostenibile; 
  • Un insegnamento attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio didattico;
  • Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio didattico;
  • Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche; 
  • Un insegnamento previsto dall’Offerta Formativa di Ateneo, non impartito nell’ambito dei corsi di studi afferenti al Collegio didattico: il riconoscimento dei crediti acquisiti sarà subordinato alla preventiva presentazione di coerenti programmi formativi valutati dalla Commissione istruttoria per la didattica e approvati dal Collegio didattico. 
  • Attività formative organizzate dai singoli docenti del Collegio didattico o del Dipartimento di Scienze Giuridiche: previa approvazione del Collegio ad esse verrà attribuito, dopo un’apposita verifica, un credito per ogni 6 ore di frequenza obbligatoria; 
  • Attività formative che implicano la partecipazione a convegni o seminari organizzati sotto il “logo” del Dipartimento di Scienze Giuridiche o dell’Ateneo: devono essere preventivamente approvate dal Collegio didattico indicando un docente di riferimento del Collegio didattico ovvero del Dipartimento di Scienze Giuridiche. Un credito per ogni giornata di convegno o di seminario si acquisisce dopo apposita verifica che dimostri l’avvenuta fruizione culturale del tema del convegno o del seminario. 
Le attività che consentono l’acquisizione dei crediti riservati alle ulteriori attività formative (TAF F) sono le seguenti:
• Ulteriori competenze linguistiche (3 CFU);
• Stage;
• Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio didattico;
• Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche.

Al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/giurisprudenza#categdoc_7103 la modulistica per l'inserimento di attività non selezionabili in autonomia dallo studente in sede di compilazione del piano degli studi.

 

2° periodo lezioni (2B) Dal 04/04/22 Al 20/05/22
anni Insegnamenti TAF Docente
Legal English B2 F Francesca Ragno (Coordinatore)
Elenco degli insegnamenti con periodo non assegnato
anni Insegnamenti TAF Docente
Giustizia partecipata e riforme. La composizione dei conflitti con le persone e per le persone D Non ancora assegnato

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

L'esame di laurea consiste nella discussione e valutazione di una dissertazione scritta (tesi), in lingua italiana o in inglese. La tesi dovrà essere elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore e dovrà manifestare la maturità critica, corrispondente alle figure culturali e professionali specifiche della laurea magistrale.
La tesi qualifica in modo significativo il percorso formativo ed è il risultato di un'attività di ricerca, svolta sotto la guida di un docente relatore, su un argomento riconducibile alle discipline che caratterizzano il curriculum prescelto dallo studente. Nella tesi lo studente deve dimostrare padronanza linguistica concettuale, delle basi metodologiche degli ambiti disciplinari rilevanti e deve approfondire un argomento specifico sviluppando aspetti teorici o aspetti applicativi (gestionali, organizzativi, consulenziali). La tesi può consistere in un lavoro di contenuto descrittivo, applicativo o in un lavoro di ricerca, e può essere sviluppato in varie forme e con la finalità di produrre nuova conoscenza o nuove metodologie scientifiche oppure finalizzato ad analizzare un problema e a fornirne adeguata soluzione.
 
Il docente relatore assegna l’oggetto della tesi almeno sei mesi prima della data di inizio della sessione in cui si sostiene l’esame di laurea. A tal fine lo studente deve depositare presso la competente struttura didattica, entro il termine predetto, apposito modulo, contenente l’indicazione del tema, sottoscritto dal docente.
Il Presidente del Collegio di Giurisprudenza nomina, almeno quindici giorni prima della discussione:

  • un’apposita Commissione, composta di almeno cinque componenti e presieduta dal Presidente del Collegio didattico o, in sua assenza, dal Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche o dal professore di ruolo di più alto grado accademico;
  • un correlatore della tesi, su proposta del relatore, secondo quanto previsto dal Regolamento didattico di Ateneo.

La Commissione, su proposta del relatore, formula un giudizio espresso in voti da 66 a 110/110mi. I punti disponibili per la valutazione della Commissione sono al massimo 10, che si aggiungono al punteggio risultante dalla media ponderata degli esami sostenuti approssimata per eccesso (l’arrotondamento al punto superiore si applica a partire dall'eccedenza da 0,50 rispetto al punto inferiore - es: 100,50=100; 100,51=101).
I 10 punti disponibili sono attribuiti nel seguente modo:

  1. da 0 ad 8 punti per il giudizio sulla tesi e sulla relativa discussione;
  2. 1 punto per ciascuna delle seguenti note di merito, fino a un massimo di 2 punti, da aggiungersi al punteggio guadagnato sub 1), anche se inferiore a 8:

a) lo studente ha discusso la tesi in corso (a tal fine, nel computo della durata del corso di studi non si tiene conto dell'eventuale periodo di permanenza all’estero nel quadro del programma Erasmus o di altri programmi di scambio equivalenti qualora lo studente abbia così conseguito i crediti previsti per il mantenimento della borsa di mobilità assegnata ovvero abbia effettuato all'estero, nell'ambito dei programmi predetti, ricerche per la tesi di laurea);
b) lo studente ha elaborato e discusso la tesi in una delle seguenti lingue straniere: francese, inglese, spagnolo, tedesco;
c) lo studente ha conseguito almeno 3 lodi.
d) il relatore attesta che l’elaborato finale è stato redatto in collegamento, per tema o metodo o dati utilizzati, ad un’attività di stage di almeno 6 CFU, inserita nel piano degli studi;
e) lo studente ha partecipato al programma Erasmus, conseguendo i crediti previsti per il mantenimento della borsa di mobilità assegnata.
Lo studente ha diritto al riconoscimento di soli due punti aggiuntivi, a prescindere dal fatto che si sia distinto per più note di merito. Al candidato che ottiene il massimo punteggio (110/110mi) può, all’unanimità, essere attribuita la lode.

Al link Sessioni di laurea - Giurisprudenza sono disponibili gli adempimenti amministrativi richiesti e la modulistica.


Tutorato per gli studenti

Il servizio tutorato e' gestito da tutor selezionati dal Gruppo di Gestione AQ del Corso di Studio. Il Gruppo di Gestione AQ provvede, durante il corso dell'anno, a monitorare costantemente l'attivita' di tutorato.

I tutor collaborano con il Gruppo di Gestione AQ nelle iniziative di presentazione dell'offerta formativa del Dipartimento di Scienze Giuridiche (Open Day). I tutor offrono supporto e consulenza agli studenti, in particolare del primo anno, oltre che negli orari di apertura dell'aula tutor anche via mail e telefono. Vengono fornite indicazioni riguardanti l'inserimento nella vita universitaria, la partecipazione alle attivita' formative, la gestione dello studio, pur senza entrare nel contenuto dei singoli insegnamenti.

E' istituita la figura del 'docente tutor' per ciascuno studente. I 'docenti tutor' sono individuati fra tutti i docenti componenti il Collegio di Giurisprudenza e afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche.
Sono attivate le seguenti figure di 'docente tutor':
A) Docenti Tutor all'ingresso - Il docente tutor interviene, a richiesta dei singoli studenti affidatigli, concorrendo alla costruzione del loro percorso accademico nonche' a una piu' rapida familiarizzazione con l'ambiente universitario e con le specifiche modalita' di organizzazione dei tempi e dei metodi di studio che questo prevede;
B) Docenti Tutor per studenti fuori corso - La finalità specifica del tutorato e' di favorire il completamento del corso di studi e il conseguimento del relativo titolo di laurea; la competenza viene, a tal fine, affidata al Gruppo di Gestione AQ, che adotta i provvedimenti organizzativi necessari.

Tirocini e stage

Le attività di stage sono finalizzate a far acquisire allo studente una conoscenza diretta in settori di particolare attività per l’inserimento nel mondo del lavoro e per l’acquisizione di abilità specifiche di interesse professionale.
Le attività di stage sono svolte sotto la diretta responsabilità di un singolo docente presso studi professionali, enti della pubblica amministrazione, aziende accreditate dall’Ateneo veronese.
I crediti maturati in seguito ad attività di stage saranno attribuiti secondo quanto disposto nel dettaglio dal “Regolamento d’Ateneo per il riconoscimento dei crediti maturati negli stage universitari” vigente.

Tutte le informazioni in merito agli stage sono reperibili al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/stage-e-tirocini.
 

Competenze linguistiche

I crediti previsti nel piano didattico tra le Ulteriori competenze linguistiche (Taf F) possono essere acquisiti:
I.Certificazione CLA: livello minimo richiesto b2 (completo)
Studente - Iscrizione presso il Centro Linguistico di Ateneo (CLA) per sostenimento prove + superamento prove + iscrizione in apposita lista per registrazione crediti 
Università - registrazione CFU (senza presenza)
I. Equipollenza di certificazioni linguistiche esterne: riconoscimento equipollenza di certificazioni linguistiche esterne (https://cla.univr.it/it/servizi/riconoscimento-delle-certificazioni-linguistiche-esterne)
III. Insegnamenti dedicati del CdS: Superamento dell’esame di uno degli insegnamenti di lingua straniera attivati nel CdS + registrazione CFU in presenza;

I dettagli delle diverse procedure sono disponibili al link Competenze linguistiche - Giurisprudenza


Gestione carriere


Area riservata studenti