Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I SEMESTRE 3-ott-2016 21-gen-2017
II SEMESTRE 27-feb-2017 10-giu-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Lingue - SESSIONE INVERNALE 23-gen-2017 25-feb-2017
Lingue - SESSIONE ESTIVA 12-giu-2017 29-lug-2017
Lingue - SESSIONE AUTUNNALE 21-ago-2017 23-set-2017
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Lingue - Sessione di laurea invernale 3-apr-2017 8-apr-2017
Lingue - Sessione di laurea estiva 10-lug-2017 15-lug-2017
Lingue - Sessione di laurea autunnale 18-dic-2017 21-dic-2017
Lingue - sessione di laurea invernale 23-mar-2018 29-mar-2018
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2016 1-nov-2016
Festa dell'Immacolata 8-dic-2016 8-dic-2016
Vacanze Natalizie 23-dic-2016 7-gen-2017
Vacanze Pasquali 14-apr-2017 18-apr-2017
Festa della Liberazione 25-apr-2017 25-apr-2017
Festa del Lavoro 1-mag-2017 1-mag-2017
FESTA DEL SANTO PATRONO SAN ZENO 21-mag-2017 21-mag-2017
Festa della Repubblica 2-giu-2017 2-giu-2017
Vacanze Estive 14-ago-2017 19-ago-2017

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Lingue e letterature straniere.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F M P R T U V Z

Aloe Stefano

stefano.aloe@univr.it +39 045802 8409

Bellini Marta

marta.bellini@univr.it 0455116176

Cantarini Sibilla

sibilla.cantarini@univr.it +39 045802 8199

Cantele Silvia

silvia.cantele@univr.it 045 802 8220 (VR) - 0444 393943 (VI)

Cassia Fabio

fabio.cassia@univr.it 0458028689

Chiavegatti Luca

luca.chiavegatti@univr.it +39 045 8182911

Confente Ilenia

ilenia.confente@univr.it 045 802 8174

Corsi Corrado

corrado.corsi@univr.it 045 802 8452 (VR) 0444/393937 (VI)

Cristani Matteo

matteo.cristani@univr.it 045 802 7983

Dalle Pezze Francesca

francesca.dallepezze@univr.it + 39 045802 8598

De Beni Matteo

matteo.debeni@univr.it +39 045 802 8540

Febbroni Federico

federico.febbroni@univr.it

Ferrari Maria Luisa

marialuisa.ferrari@univr.it 045 802 8532

Fossaluzza Giorgio

giorgio.fossaluzza@univr.it +39 045 802 8795

Marques Hernandez Paula

paula.marqueshernandez@univr.it

Martinelli Caterina

caterina.martinelli@univr.it + 39 045 802 8661
Pfau_Photo,  7 marzo 2018

Pfau Marie Christine

mariechristine.pfau@univr.it

Pichler Flavio

flavio.pichler@univr.it 045 802 8273

Pizzamiglio Maurizio

maurizio.pizzamiglio@univr.it

Resi Rossella

rossella.resi@univr.it

Rodriguez Abella Rosa Maria

rosa.rodriguez@univr.it +39 045802 8571

Tallarico Giovanni Luca

giovanni.tallarico@univr.it +39 045 802 8663

Toffali Antonella

antonella.toffali@univr.it

Ugolini Marta Maria

marta.ugolini@univr.it + 39 045 802 8126

Vettorel Paola

paola.vettorel@univr.it +39 045802 8259

Zanfei Anna

anna.zanfei@univr.it +39 045802 8347

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Tra gli anni: 1°- 2°
Ulteriori competenze linguistiche
12
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S002981

Coordinatore

Sibilla Cantarini

Crediti

6

Lingua di erogazione

Tedesco de

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

L-LIN/14 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA

Periodo

II semestre dal 26-feb-2018 al 9-giu-2018.

Obiettivi formativi

Il corso ha come obiettivo generale quello di introdurre gli studenti alla comprensione ed alla produzione di testi scritti nell’ambito turistico, economico e commerciale.

Al termine del corso gli studenti sono in grado di:
- distinguere tra testi e pseudotesti;
- riconoscere i sette criteri della testualità e i tre principi regolativi in testi appartenenti a diverse Textsorten;
- riconoscere testi specialistici sulla base di determinate caratteristiche linguistiche inerenti in modo particolare al lessico e alla sintassi;
- descrivere i tratti caratterizzanti testi di natura argomentativa;
- individuare le più importanti mosse e regole argomentative con riferimento a diverse Textsorten;
- analizzare testi divulgativi di natura economica, commerciale e turistica per iscritto (tesine);
- presentare oralmente i testi analizzati.

__________________________________________________________________________________________________________________________

Das allgemeine Lehrziel dieser Lehrveranstaltung ist die Einführung der Studenten in das Verständnis und die Erstellung von schriftlichen Texten im touristischen, ökonomischen und kaufmännischen Bereich.

Nach erfolgreichem Abschluss der Lehrveranstaltung sind die Studierenden in der Lage:

- Texte von Pseudotexte zu unterscheiden;
- die sieben Kriterien der Textualität und die drei regulativen Prinzipien in verschiedenen Textsorten angehörenden Texten zu erkennen;
- fachsprachliche Textsorten aufgrund von linguistischen Merkmalen (insbesondere Wortschatz und Syntax) von allgemeinsprachlichen Textsorten zu charakterisieren;
- bezeichnende Züge der argumentativen Texte zu beschreiben;
- die wichtigsten Argumentationsschritte und argumentativen Regeln in verschiedenen Textsorten angehörenden Texten zu erkennen;
- Texte in den Bereichen Tourismus, Wirtschaft und Handel schriftlich (Hausarbeiten) zu analysieren;
- analysierte Texte im mündlichen Vortrag zu präsentieren.

Programma

“Introduzione alla comprensione di testi scritti, divulgativi, relativi all'ambito turistico, economico e commerciale”.

Nella prima fase del corso, a carattere teorico, saranno introdotti alcuni concetti e metodi fondamentali della “linguistica testuale”, ambito di studio classico della linguistica tedesca e della teoria dell’argomentazione. Fra i concetti fondamentali sono da annoverarsi i criteri di testualità (coesione, coerenza, intenzionalità, accettabilità, informatività, situazionalità, intertestualità), i principi costitutivi e regolativi del testo (efficienza, efficacia e adeguatezza) e l’analisi delle principali funzioni comunicative, sulla cui base sarà proposta una classificazione generale dei vari tipi di testo. Oltre a ciò saranno presi in considerazione i tratti caratterizzanti i testi di tipo argomentativo. Nella seconda fase del corso, a carattere applicativo, saranno presi in esame alcuni tipi di testo maggiormente rilevanti per gli obiettivi formativi e le prospettive professionali del corso di laurea, nelle fattispecie testi relativi agli ambiti turistico, economico e commerciale.

In generale, il programma del corso vale sia per gli studenti frequentanti sia per quelli non frequentanti; tuttavia, gli studenti non frequentanti dovranno contattare in tempo utile la docente, al fine di ottenere spiegazioni dettagliate sul programma e i materiali da trasmettere prima dell’esame. Le lezioni sono tenute in lingua tedesca.

Metodi di insegnamento: frontale, lavoro di gruppo, flipped classroom.

Riferimenti bibliografici

Beaugrande, Robert-A. de / Dressler, Wolfgang U. (1981), Einführung in die Textlinguistik, Tübingen, Niemeyer.

Brinker, Klaus (2010), Linguistische Textanalyse. Eine Einführung in Grundbegriffe und Methoden, Berlin, Schmidt.

Cantarini, Sibilla (2012), „Grundkategorien der Argumentationstheorie: der theoretische Ansatz von Sorin Stati”. In: Studia Universitatis Babes-Bolyai, Philologia, LVII, 3, 189-205.

Cantarini, Sibilla (2015), „L’anaphore dans l’allemand économique“. In: P. Frassi, G. Tallarico (Hrsg.), Autrement dit : définir, reformuler, gloser. Hommage à Pierluigi Ligas, Paris, hermann, 109-129.

Kienpointner, Manfred (1992), Alltagslogik: Struktur und Funktion von Argumentationsmustern, Stuttgart-Bad Cannstatt, frommann-holzboog.

Kienpointner, Manfred (1996), Vernünftig argumentieren, Reinbeck bei Hamburg, Rowohlt.

Taino, Piergiulio (2005), „Fugenelemente in der deutschen Wirtschaftssprache“. In: C. Di Meola, A. Hornung, L. Rega (Hrsg.), Perspektiven Eins, Roma, Istituto Italiano di Studi Germanici, 103-114.

Vater, Heinz (2001), Einführung in die Textlinguistik. Struktur und Verstehen von Texten, München, Frank.
„Einführung in das Verständnis von schriftlichen populärwissenschaftlichen Texten im touristischen, ökonomischen und kaufmännischen Bereich.“
____________________________________________________________________________________

„Einführung in das Verständnis von schriftlichen populärwissenschaftlichen Texten im touristischen, ökonomischen und kaufmännischen Bereich.“

In der ersten, den theoretischen Charakter des Seminars betreffenden Phase, werden einige Begriffe und fundamentale Methoden der Textlinguistik, Bereich des klassischen Studiums der deutschen Linguistik, und der Argumentationstheorie eingeführt. Zu den Hauptbegriffen der Textlinguistik zählen die sieben Kriterien der Textualität (Kohäsion, Kohärenz, Intentionalität, Akzeptabilität, Informativität, Situationalität, Intertextualität), die drei konstitutiven und regulativen Prinzipien des Textes (Effizienz, Effektivität, Angemessenheit) sowie die Analyse der wesentlichen kommunikativen Funktionen, auf deren Basis eine generelle Klassifizierung der verschiedenen Textsorten vorgeschlagen wird. Darüber hinaus werden bezeichnende Züge und Kategorien der argumentativen Texte behandelt. In der zweiten Phase der Lehrveranstaltung werden Texte in den Bereichen Tourismus, Wirtschaft und Handel analysiert, die hauptsächlich für die Bildungsziele und die professionellen Perspektiven des Studiums relevant sind.

Das Programm der Lehrveranstaltung gilt sowohl für „Studenti frequentanti“ als auch für „Studenti non frequentanti“ und die Vorlesungen werden auf Deutsch gehalten. Die „Studenti non frequentanti“ sollen die Dozentin kontaktieren, um detaillierte Erklärungen über das Programm und das Prüfungsstoff zu erhalten.


Unterrichtsmethode: Frontalunterricht, in kleinen Gruppen, flipped classroom.

Bibliographische Hinweise

Beaugrande, Robert-A. de / Dressler, Wolfgang U. (1981), Einführung in die Textlinguistik, Tübingen, Niemeyer.

Brinker, Klaus (2010), Linguistische Textanalyse. Eine Einführung in Grundbegriffe und Methoden, Berlin, Schmidt.

Cantarini, Sibilla (2012), „Grundkategorien der Argumentationstheorie: der theoretische Ansatz von Sorin Stati”. In: Studia Universitatis Babes-Bolyai, Philologia, LVII, 3, 189-205.

Cantarini, Sibilla (2015), „L’anaphore dans l’allemand économique“. In: P. Frassi, G. Tallarico (Hrsg.), Autrement dit : définir, reformuler, gloser. Hommage à Pierluigi Ligas, Paris: hermann, 109-129.

Kienpointner, Manfred (1992), Alltagslogik: Struktur und Funktion von Argumentationsmustern, Stuttgart-Bad Cannstatt: frommann-holzboog.

Kienpointner, Manfred (1996), Vernünftig argumentieren, Reinbeck bei Hamburg, Rowohlt.

Taino, Piergiulio (2005), „Fugenelemente in der deutschen Wirtschaftssprache“. In: C. Di Meola, A. Hornung, L. Rega (Hrsg.), Perspektiven Eins, Roma, Istituto Italiano di Studi Germanici, 103-114.

Vater, Heinz (2001), Einführung in die Textlinguistik. Struktur und Verstehen von Texten, München, Frank.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Kienpointner, Manfred Alltagslogik: Struktur und Funktion von Argumentationsmustern. frommann-holzboog 1992
Beaugrande, Robert-A. de; Dressler, Wolfgang U. Einführung in die Textlinguistik. Niemeyer 1981
Vater, Heinz Einführung in die Textlinguistik. Struktur und Verstehen von Texten. Frank 2001
Taino, Piergiulio Fugenelemente in der deutschen Wirtschaftssprache. In: C. Di Meola, A. Hornung, L. Rega (Hrsg.), Perspektiven Eins, Roma, Istituto Italiano di Studi Germanici, 103-114. Istituto Italiano di Studi Germanici 2005
Cantarini, Sibilla Grundkategorien der Argumentationstheorie: der theoretische Ansatz von Sorin Stati. In: Studia Universitatis Babes-Bolyai, Philologia, LVII, 3, 189-205. Universitatea Babes-Bolyai 2012
Cantarini, Sibilla L’anaphore dans l’allemand économique. In: P. Frassi, G. Tallarico (Hrsg.), Autrement dit : définir, reformuler, gloser. Hommage à Pierluigi Ligas, Paris, hermann, 109-129. hermann 2015
Brinker, Klaus Linguistische Textanalyse. Eine Einführung in Grundbegriffe und Methoden. Schmidt 2010
Kienpointner, Manfred Vernünftig argumentieren. Rowohlt 1996

Modalità d'esame

L’esame è sia scritto (tesine) sia orale (presentazione). Poiché si prevede che gli studenti frequentanti debbano tenere alla fine del corso brevi Referate (Referat 1/3 del voto complessivo) e scrivere due tesine (ciascuna tesina 1/3 del voto complessivo), gli studenti che non frequentano regolarmente le lezioni dovranno concordare con la docente due testi, di cui dovranno effettuare per iscritto l’analisi testuale (1/3 del voto complessivo), che dovranno inviare alla docente per tempo e inoltre esporre brevemente all’orale durante l’esame (1/3 del voto complessivo). All’orale gli studenti non frequentanti saranno esaminati anche con riferimento ai concetti fondamentali della linguistica testuale.

________________________________________________________________________________________________________________________________

Es handelt sich um eine schriftliche und eine mündliche Prüfung (zwei Hausarbeiten, jede Hausarbeit 1/3 der Gesamtnote, und eine Präsentation, 1/3 der Gesamtnote). Die Studierenden sollen Texte in Bezug auf von der Dozentin angegebene Argumente analysieren und während des Seminars präsentieren. Die Studierenden, die das Seminar nicht regelmäßig besuchen, müssen die Analyse von zwei Texten (1/3 der Gesamtnote) vereinbaren, die sie vor der Prüfung dem Professor senden und am Anfang der mündlichen Prüfung kurz vortragen sollen (Referat am Anfang der Prüfung 1/3 der Gesamtnote). Nach dem Referat werden die „Studenti non frequentanti“ über die Grundbegriffe der Textlinguistik geprüft (1/3 der Gesamtnote).


Bibliografia

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Gestione carriere


Prova finale

La prova finale, cui sono attribuiti 15 CFU, consiste nella discussione di un elaborato prodotto sotto la guida di un relatore. Essa contribuirà ad affinare le capacità dello Studente di elaborare autonomamente un argomento e di discuterlo criticamente con il supporto delle fonti e risorse bibliografiche disponibili in Università.
La discussione della tesi avviene in presenza di una Commissione di Laurea composta da non meno di 5 docenti dell’Ateneo.
Alla prova finale potranno essere attribuiti non più di 11 punti su 110.
Lo studente potrà chiedere l’assegnazione di un argomento per la tesi dopo aver acquisito almeno 50 CFU del biennio.
Per le altre disposizioni, si rimanda espressamente al Regolamento Didattico di Ateneo e al Regolamento di Ateneo per gli studenti.
Il voto di laurea è formato da: 
a) la media aritmetica dei voti conseguiti negli esami, rapportata a 110, 
b) la valutazione dell’esame di laurea: un massimo di 11 punti riservati alla tesi magistrale e relativa discussione. Al candidato che abbia ottenuto il massimo dei voti può essere concessa la distinzione della lode, se la Commissione è unanime nel giudicare eccellente la tesi e ottima la discussione in sede di esame. A tesi particolarmente significative può essere riconosciuta anche la dignità di stampa.
c) punti supplementari di incentivazione: 

  • un massimo di 2 punti per le lodi (1 punto per due lodi, 2 punti per più lodi).

  • 2 punti per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale entro la durata normale del corso di studi.
  • 1 punto per la partecipazione al Programma Erasmus o assimilato, a condizione che lo studente: abbia acquisito almeno 12 CFU per un semestre di mobilità nel corso del ciclo di studi (24 CFU per due semestri di mobilità) e consegua il titolo finale anche oltre la durata normale del corso di studi.

Non possono essere attribuiti punti di incentivazione per qualsiasi esperienza all’estero svolta dallo studente su iniziativa privata, anche se riconosciuta come equipollente dal Dipartimento/Collegio Didattico.
 

Allegati


Stage e tirocini

Nel piano didattico della laurea magistrale in Lingue per la comunicazione turistica e commerciale (LM38) è previsto un periodo di stage/project work (CFU 9).
 
Le attività di stage sono finalizzate a far acquisire allo studente una conoscenza diretta in settori di particolare utilità per l’inserimento nel mondo del lavoro e per l’acquisizione di abilità specifiche d’interesse professionale. Tali attività possono essere svolte in aziende nazionali ed estere che operano nel settore del turismo e che presentano sbocchi di mercato internazionali, accreditate presso l’Ateneo Veronese, nonché presso Enti della Pubblica Amministrazione, Laboratori e Centri di Servizi pubblici (sono da intendersi in questo novero anche i Centri di Servizio ed i Laboratori che fanno capo all’Ateneo). Tali attività possono svolgersi anche nel contesto di project work organizzati sotto la diretta responsabilità di un docente o di un esperto del settore incaricato dal Collegio Didattico.
I crediti maturati in seguito ad attività di stage saranno attribuiti secondo quanto disposto nel dettaglio dal “Regolamento d’Ateneo per il riconoscimento dei crediti maturati negli stage universitari” vigente.
Tutte le informazioni in merito agli stage sono reperibili al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/stage-e-tirocini.

Ulteriori competenze linguistiche

Per coprire i  6 CFU F riservati alla terza Lingua straniera lo studente deve acquisire almeno 3 CFU di livello B1 (o livello superiore) in una lingua diversa da quelle acquisite in triennale e compresa nella tabella riportata sul Vademecum.
I livelli di competenza linguistica (B1, B2, C1, C2) vengono riconosciuti nel corso di laurea magistrale, solo se non sono già stati registrati i livelli inferiori nella laurea triennale.
Lo studente che nella laurea triennale ha ottenuto:
- capacità e competenze equivalenti a quelle di una competenza linguisticamediante uno o più esami di lingua o prove di lingua 
- una competenza linguistica propriamente detta
- una certificazione linguistica rilasciata da enti certificatori MIUR
dovrà sostenere competenze linguistiche di livello B2 o superiore. In caso di dubbi, fare richiesta mediante il servizio Help desk.

Nota bene: Tutti i CFU F, non hanno voto, bensi l’idoneità (“approvato”).
 

Esercitazioni Linguistiche CLA


Attività accreditate D/F

MODALITÀ DI VERBALIZZAZIONE ATTIVITÀ ACCREDITATE D/F
(delibera Collegio didattico Lingue e LL.SS del 8-11-2017)

Tutte le attività accreditate in Collegio Didattico verranno verbalizzate con firma digitale dal docente proponente.
Per ciascuna attività accreditata verrà aperto un UNICO APPELLO VERBALIZZANTE, la cui data coinciderà con quella di inizio dell’attività.
In linea di massima, la lista di verbalizzazione online sarà aperta 20 giorni prima dell’inizio dell’attività e si chiuderà il giorno precedente l'inizio dell’evento (ciclo di conferenze, convegno, etc.).
Si tratta di attività che vengono verbalizzate con un unico appello.
 
IMPORTANTE!
Lo studente si dovrà necessariamente iscrivere per ottenere la verbalizzazione dei CFU riconosciuti.
Lo studente che NON DOVESSE ISCRIVERSI ALL’APPELLO, una volta che questo risulterà chiuso, NON POTRÀ PIÙ OTTENERE I RELATIVI CFU, in quanto non verranno aperti ulteriori appelli per l’attività accreditata.
Lo studente dovrà altresì controllare se l’attività è accreditata per il corso di studi a cui è iscritto.

L'allegato, di seguito riportato, contiene l'elenco delle attività accreditate dai Collegi didattici e dal Consiglio di Dipartimento di Lingue e LL. SS., valide per l'attribuzione di CFU in tipologia D o F per gli studenti dell'area di Lingue e Letterature straniere.
 

Allegati


Vademecum per lo studente

In allegato il vademecum normativo per gli studenti dell'area Lingue e letterature straniere.

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Vademecum normativo area Lingue e letterature straniere 1006 KB, 24/09/21 

Area riservata studenti


Percorso verso l'insegnamento

Una delle possibilità per gli studenti dopo il conseguimento della laurea magistrale è l’insegnamento nella scuola: l’Università degli Studi di Verona è tra gli enti accreditati dal MIUR per l'erogazione di corsi di formazione e aggiornamento e qualificazione delle competenze per insegnanti. Il percorso per diventare insegnante è legato alle seguenti condizioni:

1a CONDIZIONE
Il possesso della laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso; il futuro insegnante dovrà, inoltre, soddisfare i requisiti di accesso previsti per la classe di concorso scelta.
Per le classi di concorso:

  • A-24 (Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado) e 
  • A-25 (Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria I primo grado)

sono previsti i seguenti requisiti di accesso (vedi l’allegato A al DM 259/2017): 

1)    18 CFU nei settori scientifico disciplinari L-LIN/01 e/o L-LIN/02
2)    36 CFU della lingua di specializzazione scelta
3)    24 CFU della letteratura relativa alla lingua di specializzazione scelta.

I requisiti specifici delle classi di concorso A-24 e A-25 possono essere soddisfatti nell’ambito dei piani didattici o negli esami a scelta libera superati all’interno del percorso di studio universitario (Laurea Triennale e Magistrale), oppure attraverso l’iscrizione a corsi singoli.
Il requisito relativo alla lingua di specializzazione (2) è soddisfatto (sulla base degli esami previsti nel piano didattico) nell’ambito del percorso formativo che comprende una laurea triennale dell’area di Lingue e Letterature Straniere, seguita da una laurea magistrale della medesima area (qualsiasi Corso di Laurea triennale e magistrale dell’area di Lingue e Letterature Straniere).
Per verificare i requisiti relativi alla letteratura di specializzazione (3) e agli insegnamenti di linguistica che appartengono ai settori scientifico-disciplinari di L-LIN/01 e L-LIN/02 (1), invece, gli studenti sono invitati a consultare il proprio piano didattico per verificare il numero di CFU previsti nel percorso formativo.

2a CONDIZIONE
Il possesso dei 24 crediti formativi universitari o accademici acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno 6 CFU conseguiti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: 
1)    pedagogia;
2)    pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; 
3)    psicologia; antropologia; 
4)    metodologie e tecnologie didattiche.

Percorso formativo 24 CFU
Consente di acquisire uno dei requisiti di partecipazione al concorso nazionale per l’accesso al “percorso annuale di formazione iniziale e prova” su posti comuni e di sostegno, ai sensi del D.Lgs 13 aprile 2017, n. 59 come modificato dalla legge n.145 del 30/12/2018 (c. dal 792 al 796).
I settori scientifico disciplinari, gli obiettivi formativi, le modalità organizzative e gli eventuali costi sono stati stabiliti dal D.M. 10 agosto 2017, n. 616.
Per sapere quali insegnamenti della propria carriera vengano automaticamente riconosciuti si rimanda alla pagina del sito di Ateneo dedicata al percorso formativo 24 CFU.
Si consiglia agli interessati di consultare la pagina https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/futuri-studenti/post-laurea/formazione-degli-insegnanti in costante aggiornamento, in particolare sezione documenti in cui vengono pubblicati formulari, programmi degli insegnamenti ed elenchi di studenti ammessi.
Tra gli insegnamenti automaticamente riconosciuti nell’ambito dei 24 CFU vi sono: Insegnamento delle lingue (L-LIN/02) e Apprendimento delle lingue (L-LIN/02), previsti nel piano didattico del curriculum Linguistico-didattico del CdS di Lingue e letterature straniere (LLS).
Gli studenti immatricolati nel CdS di LLS che hanno scelto i curricula Letterario e Artistico possono comunque inserire tali insegnamenti nel piano di studi come crediti D (a scelta libera).
Gli studenti immatricolati negli altri CdS triennali del Dipartimento di Lingue e letterature straniere (Lingue e culture per il turismo e il commercio internazionale; Lingue e culture per l’editoria [a esaurimento]; Lingue e letterature per l’editoria e i media digitali) posso inserire tali insegnamenti nella propria carriera solo su eventuale autorizzazione preventiva del Presidente del Collegio Didattico (mediante Help desk).
Il soddisfacimento della 1a e 2a condizione è requisito obbligatorio per partecipare ai concorsi di abilitazione o specifici percorsi post lauream previsti dal Ministero.