Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2019/2020

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem. 1A 23-set-2019 31-ott-2019
Sem. 1B 11-nov-2019 11-gen-2020
Sem. 2A 17-feb-2020 28-mar-2020
Sem. 2B 6-apr-2020 30-mag-2020
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 13-gen-2020 15-feb-2020
Sessione d'esame estiva 3-giu-2020 25-lug-2020
Sessione d'esame autunnale 24-ago-2020 19-set-2020
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di laurea estiva 6-lug-2020 11-lug-2020
Sessione di laurea autunnale - Servizio Sociale 6-nov-2020 6-nov-2020
Sessione di laurea invernale 7-apr-2021 13-apr-2021
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2019 1-nov-2019
Chiusura Ateneo 2-nov-2019 2-nov-2019
Festa dell'Immacolata 8-dic-2019 8-dic-2019
Vacanze di Natale 23-dic-2019 6-gen-2020
Vacanze di Pasqua 10-apr-2020 14-apr-2020
Festa della liberazione 25-apr-2020 25-apr-2020
Festa del lavoro 1-mag-2020 1-mag-2020
Sospensione delle lezioni 2-mag-2020 2-mag-2020
Festa del Santo Patrono 21-mag-2020 21-mag-2020
Sospensione delle lezioni 22-mag-2020 23-mag-2020
Festa della Repubblica 2-giu-2020 2-giu-2020
Vacanze estive 10-ago-2020 15-ago-2020

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Scienze Umane.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

C D F G L M N P S T V

Catalano Stefano

stefano.catalano@univr.it 0458028808

Dalla Chiara Roberto

roberto.dallachiara@univr.it

Darra Francesca

francesca.darra@univr.it +39 045 812 7869

Di Nicola Paola

paola.dinicola@univr.it +39 045 802 8040

Favretto Giuseppe

giuseppe.favretto@univr.it +39 045 802 8749 - 8748

Gamberoni Emanuela

emanuela.gamberoni@univr.it 045 802 8391

Gandolfi Marialuisa

marialuisa.gandolfi@univr.it +39 045 812 4943

Lonardi Cristina

cristina.lonardi@univr.it 045/8028360

Marangoni Giandemetrio

giandemetrio.marangoni@univr.it 045 8028193

Niero Mauro

mauro.niero@univr.it

Parini Giorgia Anna

giorgiaanna.parini@univr.it

Peruzzi Marco

marco.peruzzi@univr.it 045 8028838

Polettini Aldo Eliano

aldo.polettini@univr.it 3337475432

Portera Agostino

agostino.portera@univr.it +39 045802 8397

Stanzani Sandro

sandro.stanzani@univr.it +39 0458028649

Tronca Luigi

luigi.tronca@univr.it +39 045 8028075

Viviani Debora

debora.viviani@univr.it 0458028470

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
C
(MED/34 ,MED/42 ,MED/43)
Lingua straniera liv. B2
6
F
-
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
C
(M-GGR/01)
Tirocinio
10
F
-
Prova finale
15
E
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
C
(MED/34 ,MED/42 ,MED/43)
Lingua straniera liv. B2
6
F
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
C
(M-GGR/01)
Tirocinio
10
F
-
Prova finale
15
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000605

Coordinatore

Monica Pedrazza

Crediti

9

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-PSI/05 - PSICOLOGIA SOCIALE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

Sem. 2A, Sem. 2B

Obiettivi formativi

CONOSCENZA E COMPRENSIONE
• conoscenza teorica e tecnico-metodologica avanzata, con particolare riguardo all'analisi e alla comprensione delle realtà istituzionali socio-assistenziali e socio-sanitarie
• conoscenza dei metodi di intervento professionale su situazioni personali, familiari e di gruppi caratterizzate da elevata complessità.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE  capacità di interpretare le differenti situazioni di disagio e di promozione del benessere della comunità.

OBIETTIVI SPECIFICI
Il corso è dedicato alla comprensione dei processi psicologico sociali sottesi al knowledge management e alla presa di decisione in contesti complessi nei servizi. Saranno inoltre presentate alcune delle variabili di differenza individuale e organizzative che più di altre hanno rilievo nella gestione della relazione in contesti organizzativi. Saranno infine spiegati i processi psicosociali che concorrono alla costruzione ed alla gestione nel tempo della relazione operatore utente, nelle professioni di assistenza e di aiuto.

Programma

Saranno approfonditi i seguenti temi
1) La presa di decisione in servizio sociale: la prospettiva psico-sociale;
2) Knowledge management in contesti organizzativi complessi
3) Evidence based practice ed evidence informed practice
4) Empatia, Assertività e autoefficacia percepita in servizio sociale
5) Burnout e benessere nel lavoro di cura e d’aiuto
6) La fiducia LMX (Leader - Member Exchange) e TMX (Team – Member Exchange)
7) Aspettativa di relazione ed esito di relazione (la supervisione aggressiva)
8) Violenza domestica e sessuale


Risultati di apprendimento attesi:
Lo/a studente/essa sarà in grado :
• Riconoscere i processi psicologici che sostengono la co-costruzione e lo sviluppo nel tempo delle relazioni assistente sociale - utente
• Riconoscere i processi che sostengono la co-costruzione e lo sviluppo nel tempo delle relazioni tra assistente sociale e – colleghi/ assistente sociali ed altri professionisti della salute/salute mentale/scuola/terzo settore ed infine tra assistente sociale e assessore/coordinatore/dirigente del servizio
• Riconoscere ed analizzare le proprie modalità di porsi in relazione con l’utente e con i colleghi ( saranno simulate situazioni di colloquio/e di valutazione in equipe) al fine di individuare le strategie che sostengono un buon clima di gruppo ed il benessere individuale.
• Riconoscere e analizzare il processo di presa di decisione attraverso l’analisi dei paradossi della comunicazione anche in contesto organizzativo.
• Riconoscere ed analizzare i problemi di comunicazione inter-professionale in contesto interdisciplinare nei servizi con particolare riferimento al servizio minori e all’operato delle UVG.
• Riconoscere la differenza tra dati/ informazioni/conoscenza e cultura organizzativa nella prassi lavorativa e nella gestione della documentazione (Knowledge Management).



Testi consigliati

Pedrazza M., Trifiletti E., Berlanda S., Di Bernardo G., (2013) Self-Efficacy in Social Work: Development and Initial Validation of the Self-Efficacy Scale for Social Workers «SOCIAL SCIENCES» , vol. 2 , 2013 , pp. 191-207

2) T. J. Blakely , G. M. Dziadosz , 2015, Application of Attachment Theory in Clinical Social Work, Health & Social Work Volume 40, Number 4;

Hinojosa A.S., McCauley K:D:, Randolf-Seng B., Gardner W.L., (2014) Leader and follower attachment styles: Implications for authentic leader –follower relationships , The leadership Quarterly, 25, pp. 595-610.

Nowen E., Decuyper S., Put J., (2012), Team decision making in child welfare, Children and Youth Service Review, 34, pp. 2101-2116.

Mennen, F.E., O’Keefe M., (2005), Informed decision making in child welfare: the use of attachment theory, in Cildren and Youth Services Review, pp. 577-593.

Pedrazza M., Berlanda S., (in press, ottobre 2016), I professionisti nei servizi per i minori, comunicazione, innovazione e buone prassi, Erickson, Trento

Bressan F., Pedrazza M., Neve E., (2011), Il percorso formativo dell’assistente sociale: autovalutazione e benessere professionale, Franco Angeli, Milano. (Capitoli a cura di M. Pedrazza & S. Berlanda)

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Franco Bressan, Monica Pedrazza, Elisabetta Neve Il percorso formativo dell'assistente sociale. Autovalutazione e benessere professionale (Edizione 1) Franco Angeli 2011 9788856844610 solo capitoli a cura di M. Pedrazza & S. Berlanda
Monica Pedrazza, Sabrina Berlanda I professionisti nei servizi per minori. Comunicazione, innovazione e buone prassi (Edizione 1) Erickson 2016 978-88-590-1263-4 Required readings, studio dei seguenti articoli Pedrazza M., Trifiletti E., Berlanda S., Di Bernardo G., (2013) Self-Efficacy in Social Work: Development and Initial Validation of the Self-Efficacy Scale for Social Workers «SOCIAL SCIENCES» , vol. 2 , 2013 , pp. 191-207 2) T. J. Blakely , G. M. Dziadosz , 2015, Application of Attachment Theory in Clinical Social Work, Health & Social Work Volume 40, Number 4; Hinojosa A.S., McCauley K:D:, Randolf-Seng B., Gardner W.L., (2014) Leader and follower attachment styles: Implications for authentic leader –follower relationships , The leadership Quarterly, 25, pp. 595-610. Nowen E., Decuyper S., Put J., (2012), Team decision making in child welfare, Children and Youth Service Review, 34, pp. 2101-2116. Mennen, F.E., O’Keefe M., (2005), Informed decision making in child welfare: the use of attachment theory, in Cildren and Youth Services Review, pp. 577-593.

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova scritta che prevede 5 domande.
Ad ogni risposta potrà essere assegnato un punteggio che va da 0/30 a 6/30
Il voto verrà calcolato sommando il punteggi ottenuti.
Le domande potranno vertere sia su temi di carattere generale che specifico, gli studenti dovranno dimostrare di saper leggere il comportamento del potenziale utente in carico ai servizi alla luce delle teorie presentate. Gli studenti dovranno anche dimostrare di saper riconoscere le criticità della comunicazione inter-servizi.
Il tempo previsto per la prova scritta è di due ore.
I criteri per la valutazione sono i seguenti:
- Grado di coerenza della risposta con il quesito.
- Capacità di sintesi e assenza di ridondanza nella risposta.
- Grado di approfondimento dei concetti
- Utilizzo di un linguaggio appropriato ai temi/concetti scientifici trattati.
Non c’è differenza relativamente a programma e modalità d’esame tra frequentanti e non frequentanti

IN RELAZIONE ALLA SITUAZIONE DERIVANTE DALL’EMERGENZA CORONAVIRUS LA MODALITÀ D’ESAME SOPRA RIPORTATA VIENE MODIFICATA PER LA SESSIONE ESTIVA 2020, IN ACCORDO CON LE INDICAZIONI DI ATENEO,
IN ESAME ORALE IN FORMA TELEMATICA IN MEETING ZOOM.
IL GIORNO PRIMA DELL’APPELLO, A CHIUSURA ISCRIZIONI AVVENUTA, LA DOCENTE PROCEDERÀ AD UNA PROVA DI CONNESSIONE PER VERIFICARNE LA TENUTA INVITANDO TUTTI GLI ISCRITTI.
ALLA DATA INDICATA NEL CALENDARIO ESAMI SESSIONE ESTIVA
SI PROCEDERÀ COME SEGUE:
1) APPELLO
2) PROPOSTA DI DISTRIBUZIONE DELLE PROVE ORALI, SEGUENDO LA LISTA DI ISCRIZIONE, PARTENDO DALLA DATA DELL’APPELLO NEI GIORNI SUCCESSIVI, FINO AD ESAURIMENTO ISCRITTI.
GLI STUDENTI SONO PREGATI DI VERIFICARE IN ANTICIPO L’EVENTUALE SOVRAPPOSIZIONE CON ALTRE PROVE AL DOCENTE.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tutorato per gli studenti

Gli iscritti al Corso di laurea magistrale in Servizio Sociale in ambiti complessi possono rivolgersi al personale docente nell'orario di ricevimento per parlare delle eventuali difficoltà di cui fanno esperienza nel cammino formativo, nell’organizzazione del piano didattico, nella preparazione degli esami e in tutte le altre situazioni in cui può essere utile farsi aiutare nelle proprie scelte o ricevere un consiglio da persone consapevoli dei vari dettagli della vita accademica, dei processi e dell’architettura del CdS. 
I docenti indicati come tutor del corso di laurea magistrale  sono:
- prof.ssa Cristina Lonardi (Referente);

- prof.ssa Emanuela Gamberoni;
- prof. Luigi Tronca;
- prof. Sandro Stanzani.

Gestione carriere


Stage e Tirocini

Il Corso di Studi prevede un tirocinio obbligatorio, secondo le disposizioni e indicazioni che seguono.
1. Le attività di tirocinio degli studenti si svolgono presso strutture esterne, convenzionate con l’Università degli Studi di Verona ai sensi delle vigenti disposizioni in materia.
2. Nelle strutture esterne gli studenti svolgono le attività di tirocinio sotto la responsabilità di un assistente sociale (Tutor-supervisore), appartenente a dette strutture, coordinato a sua volta dal responsabile del tirocinio presso il Corso di Studio. In assenza di un assistente sociale, operante nella struttura esterna, il Collegio didattico, per quanto di competenza, decide, su proposta dei responsabili del tirocinio, in ordine alle condizioni per l’effettuazione o la prosecuzione delle attività di tirocinio degli studenti interessati.
3. Le attività di tirocinio sono obbligatorie per almeno 250 ore. Il Collegio didattico, in deroga alle disposizioni del presente articolo, può consentire a studenti che si trovino in particolari condizioni, in specie se disabili, lavoratori o impegnati in organismi collegiali dell’Università degli Studi di Verona, di non ottemperare in parte all’obbligo di frequenza alle attività di tirocinio, predisponendo forme alternative di tirocinio, anche tramite supporti telematici e multimediali interattivi.
4. I responsabili delle attività di tirocinio presso il Corso di Studio, anche avvalendosi di appositi collaboratori o tutori esterni, accertano la presenza degli studenti presso le rispettive strutture.
5. Al termine dell’attività di tirocinio, lo studente deve presentare una relazione scritta al responsabile di tale attività presso il Corso di Studio. Lo studente elabora la relazione scritta, controfirmata dal Tutor-supervisore. La relazione finale viene valutata dal responsabile del tirocinio presso il Corso di Studio e deve tenere conto degli obiettivi prefissati dal Collegio didattico.
La valutazione viene attribuita al tirocinio nel seguente modo: sufficiente = 0; buono = 1; ottimo = 2; eccellente = 3 e verrà aggiunta alla media dei voti del curriculum al momento della discussione della tesi.
6. Gli Uffici della Direzione Didattica e Servizi agli Studenti predispongono la documentazione necessaria allo svolgimento delle attività di tirocinio, comprese attestazioni e certificazioni.
7. Nel caso in cui lo studente partecipi al programma Erasmus le attività di tirocinio vengono regolamentate come segue:
A – Lo studente svolge il Tirocinio presso la sede Erasmus.
Se lo studente svolge il Tirocinio all’estero si ritiene “assolto” l’obbligo di frequenza al Laboratorio se:
- lo studente aggiorna il proprio docente/tutor con brevi relazioni mensili da inviare mezzo mail, sull’andamento del lavoro svolto presso la sede estera;
- produce una relazione finale completa del tirocinio svolto.
La valutazione finale del laboratorio di guida al tirocinio sarà effettuata da parte del tutor del laboratorio sulla base della relazione dello studente tenendo conto della eventuale valutazione da parte del supervisore estero.
B – Lo studente non svolge il Tirocinio presso la sede Erasmus
Se lo studente non svolge il Tirocinio nella sede Erasmus e lo deve fare al rientro:
- lo studente effettua uno/due incontri individuali iniziali con il docente/tutor in cui predisporre quanto necessita per l’avvio del tirocinio e nei quali verranno forniti materiali, griglie ed eventuali testi di riferimento;
- invia brevi relazioni mensili sull’andamento del tirocinio che sarà svolto in Italia al di fuori del periodo in cui si tiene normalmente il laboratorio di guida al tirocinio;
- produce la relazione finale completa del tirocinio svolto.
Il Corso di Studi prevede un laboratorio interdisciplinare come attività formativa trasversale (3 Cfu di tipo F), presente nell’elenco degli insegnamenti Il laboratorio, per regolamento, prevede la frequenza obbligatoria per almeno i due terzi del totale delle ore. 

Per altre informazioni in merito alle procedure per svolgere il tirocinio, è possibile contattare l'Ufficio Stage e Tirocini.

Prova Finale

Per il conseguimento della laurea magistrale in Servizio Sociale in ambiti complessi, lo studente dovrà superare una prova finale. Ciò potrà avvenire dopo almeno 20 giorni dal superamento delle prove di valutazione relative tutti i corsi di insegnamento e a tutte le attività formative, così come previsto nel proprio piano degli studi, acquisendo 105 CFU. La prova finale, a cui sono attribuiti 15 CFU, consiste in una tesi scritta, su un argomento di interesse per la professione di assistente sociale, che approfondisca, sotto il profilo teorico, metodologico e multidisciplinare, le conoscenze acquisite nell’ambito degli studi universitari.
Per la preparazione della tesi lo studente deve avvalersi di un docente dell’Ateneo facente parte del Collegio didattico, con il quale abbia superato una prova di valutazione in una disciplina del settore scientifico-disciplinare di afferenza del docente stesso.
La discussione della prova finale e la proclamazione avviene alla presenza di un’apposita commissione, costituita in conformità al RDA e al presente Regolamento, che procede al conferimento del titolo di studio.
Le commissioni dispongono di 110 punti e il voto minimo per il superamento dell'esame è di 66/110.
Nell’assegnazione del voto della prova finale, la Commissione competente, valutato il curriculum del candidato/della candidata, si atterrà ai seguenti criteri:
·      fino ad un massimo di 7 punti per la dissertazione;
·      fino a un massimo di 3 punti per la valutazione del tirocinio;
·      vengono aggiunti punti 0,5 per ogni lode in carriera, fino ad un massimo di 2 punti;
·      viene aggiunto 1 punto se il/la laureando/a si laurea in corso;
·      sono aggiunti 2 punti se il/la laureando/a ha partecipato a programmi di mobilità internazionale.
·      quando il candidato/la candidata abbia ottenuto il massimo dei voti, all'unanimità può essere concessa la lode.
 
Lo studente può ritirarsi dall’esame finale di laurea fino al momento di essere congedato dal Presidente della commissione competente a dare corso alla decisione di voto, che avviene senza la presenza dello studente o di estranei.
Lo svolgimento dell’esame di laurea è pubblico e pubblico è l’atto della proclamazione del risultato finale.

Allegati


Guide operative per lo studente


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.