Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
1° periodo di lezioni 3-ott-2016 16-dic-2016
Periodo riservato ad eventuali recuperi di lezioni - dicembre 2016 17-dic-2016 20-dic-2016
2° periodo di lezioni - febbraio/aprile 2017 10-feb-2017 10-apr-2017
2° periodo di lezioni - aprile/maggio 2017 19-apr-2017 9-mag-2017
Periodo riservato ad eventuali recuperi di lezioni - maggio 2017 10-mag-2017 11-mag-2017
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria 16/17 - studenti f.c. - dicembre 2016 21-dic-2016 23-dic-2016
1° appello - Sessione invernale 16/17 10-gen-2017 19-gen-2017
2° appello - Sessione invernale 16/17 30-gen-2017 8-feb-2017
Sessione straordinaria 16/17 - studenti f.c. - aprile 2017 11-apr-2017 13-apr-2017
1° appello - Sessione estiva 16/17 12-mag-2017 22-mag-2017
2° appello - Sessione estiva 16/17 8-giu-2017 17-giu-2017
3° appello - Sessione estiva 16/17 6-lug-2017 15-lug-2017
1° appello - Sessione autunnale 16/17 28-ago-2017 6-set-2017
2° appello - Sessione autunnale 16/17 21-set-2017 30-set-2017
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Termine presentazione tesi di laurea - ottobre 2016 23-set-2016 23-set-2016
Sessione autunnale - 15/16 24-ott-2016 25-ott-2016
Termine presentazione tesi di laurea - febbraio 2017 10-gen-2017 10-gen-2017
Sessione invernale - 15/16 9-feb-2017 9-feb-2017
Termine presentazione tesi di laurea - marzo 2017 24-feb-2017 24-feb-2017
Sessione invernale - marzo 2017 29-mar-2017 31-mar-2017
Termine presentazione tesi di laurea - giugno 2017 23-mag-2017 23-mag-2017
Sesssione estiva - 16/17 26-giu-2017 27-giu-2017
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2016 1-nov-2016
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2016 8-dic-2016
Vacanze di Natale 24-dic-2016 6-gen-2017
Vacanze di Pasqua 14-apr-2017 18-apr-2017
Festa della Liberazione 25-apr-2017 25-apr-2017
Festa dei Lavoratori 1-mag-2017 1-mag-2017
Festa del Santo Patrono - San Zeno 21-mag-2017 21-mag-2017
Festa della Repubblica 2-giu-2017 2-giu-2017

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Giurisprudenza.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N O P R S T V

Baruffi Maria Caterina

symbol email mariacaterina.baruffi@univr.it

Bercelli Jacopo

symbol email jacopo.bercelli@univr.it symbol phone-number +39 045 8028820

Butturini Daniele

symbol email daniele.butturini@univr.it symbol phone-number +39 045 8028882

Calafà Laura

symbol email laura.calafa@univr.it symbol phone-number +39 045 8028837

Caprara Andrea

symbol email andrea.caprara@univr.it symbol phone-number 39 045 8028819

Carlotto Ilaria

symbol email ilaria.carlotto@univr.it symbol phone-number 045 802 8264

Catalano Stefano

symbol email stefano.catalano@univr.it symbol phone-number 0458028808

Ciampi Annalisa

symbol email annalisa.ciampi@univr.it symbol phone-number 045 802 8061

Comotti Giuseppe

symbol email giuseppe.comotti@univr.it symbol phone-number +39 045 8028834

Cordiano Alessandra

symbol email alessandra.cordiano@univr.it symbol phone-number +39 045 8028841
foto,  23 luglio 2015

Dalla Massara Tommaso

symbol email tommaso.dallamassara@univr.it symbol phone-number +39 045 8028810

De Leo Domenico

symbol email domenico.deleo@univr.it symbol phone-number +39 045 812 4942

Duret Paolo

symbol email paolo.duret@univr.it symbol phone-number 0458028873

Faccioli Mirko

symbol email mirko.faccioli@univr.it symbol phone-number +39 045 8028879

Ferri Giampietro

symbol email giampietro.ferri@univr.it symbol phone-number +39 045 8028843

Flor Roberto

symbol email roberto.flor@univr.it symbol phone-number +39 045 8028899

Fratea Caterina

symbol email caterina.fratea@univr.it symbol phone-number 045 842 5358

Guerra Giorgia

symbol email giorgia.guerra@univr.it

Leardini Chiara

symbol email chiara.leardini@univr.it symbol phone-number 045 802 8222

Ligugnana Giovanna

symbol email giovanna.ligugnana@univr.it symbol phone-number +39 045 8425392

Lorenzetto Elisa

symbol email elisa.lorenzetto@univr.it symbol phone-number +39 045 8028821

Lottieri Carlo

symbol email carlo.lottieri@univr.it symbol phone-number + 39 045 8028833

Maggi Rita

symbol email rita.maggi@univr.it

Meruzzi Giovanni

symbol email giovanni.meruzzi@univr.it symbol phone-number +39 045 8028815

Messina Sebastiano Maurizio

symbol email sebastianomaurizio.messina@univr.it symbol phone-number 045 802 8052

Moro Sergio

symbol email sergio.moro@univr.it symbol phone-number +39 045 8028857

Nadalet Sylvain Giovanni

symbol email sylvain.nadalet@univr.it symbol phone-number +39 045 8028848

Nicolini Matteo

symbol email matteo.nicolini@univr.it symbol phone-number +39 045 8028893

Omodei Sale' Riccardo

symbol email riccardo.omodeisale@univr.it symbol phone-number 045 802 8855

Onniboni Claudia

symbol email claudia.onniboni@univr.it symbol phone-number +39 045 8028809

Ortino Matteo

symbol email matteo.ortino@univr.it symbol phone-number +39 045 8028830

Palermo Francesco

symbol email francesco.palermo@univr.it symbol phone-number +39 045 8028878

Pedrazza Gorlero Cecilia

symbol email cecilia.pedrazzagorlero@univr.it symbol phone-number +39 045 8425350

Pelloso Carlo

symbol email carlo.pelloso@univr.it symbol phone-number +39 045 8028826

Peruzzi Marco

symbol email marco.peruzzi@univr.it symbol phone-number 045 8028838

Picotti Lorenzo

symbol email lorenzo.picotti@univr.it symbol phone-number +39 045 8028861

Ragno Francesca

symbol email francesca.ragno@univr.it symbol phone-number +39 045 8028898

Roffia Paolo

symbol email paolo.roffia@univr.it symbol phone-number 045 802 8012

Rossi Giovanni

symbol email giovanni.rossi@univr.it symbol phone-number +39 045 8028840

Salvadori Ivan

symbol email ivan.salvadori@univr.it symbol phone-number Skype: ivansalvadori1

Saraceno Melchiorre

symbol email melchiorre.saraceno@univr.it symbol phone-number 045596088

Strano Silvana

symbol email silvana.stranoligato@univr.it symbol phone-number +39 045 8028856

Tedoldi Alberto Maria

symbol email alberto.tedoldi@univr.it symbol phone-number 3471567494

Tescaro Mauro

symbol email mauro.tescaro@univr.it symbol phone-number 045 802 8880

Tincani Chiara

symbol email chiara.tincani@univr.it symbol phone-number +39 045 8028896

Tomazzoli Claudio

symbol email claudio.tomazzoli@univr.it

Torsello Marco

symbol email marco.torsello@univr.it symbol phone-number +39 045 8028881

Troiano Stefano

symbol email stefano.troiano@univr.it symbol phone-number +39 045 8028817

Velo Dalbrenta Daniele

symbol email daniele.velodalbrenta@univr.it symbol phone-number +39 045 8028833

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta tra i seguenti
Un insegnamento a scelta tra i seguenti
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Cinque insegnamenti a scelta tra i seguenti
6
D/R
SECS-P/07
Prova finale
24
E
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Un insegnamento a scelta tra i seguenti
Un insegnamento a scelta tra i seguenti

5° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Cinque insegnamenti a scelta tra i seguenti
6
D/R
SECS-P/07
Prova finale
24
E
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Tipologia di Attività formativa D e F

Le attività che consentono l’acquisizione dei crediti riservati alle attività formative a libera scelta dello studente (TAF D) sono le seguenti:
• Un insegnamento previsto nell’elenco delle attività formative (TAF D) allegato al piano didattico del corso di laurea Magistrale in Giurisprudenza;
• Un insegnamento attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza;
• Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza;
• Un laboratorio didattico attivato nei Corsi di studi afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche;
• Un insegnamento previsto dall’Offerta Formativa di Ateneo, non impartito nell’ambito dei corsi di studi afferenti al Collegio di Giurisprudenza: il riconoscimento dei crediti acquisiti sarà subordinato alla preventiva presentazione di coerenti programmi formativi valutati dalla Commissione istruttoria per la didattica e approvati dal Collegio didattico.
• Attività formative organizzate dai singoli docenti del Collegio di Giurisprudenza o del Dipartimento di Scienze Giuridiche: previa approvazione del Collegio ad esse verrà attribuito, dopo un’apposita verifica, un credito per ogni 6 ore di frequenza obbligatoria;
• Attività formative che implicano la partecipazione a convegni o seminari organizzati sotto il “logo” del Dipartimento di Scienze Giuridiche o dell’Ateneo: devono essere preventivamente approvate dal Collegio di Giurisprudenza indicando un docente di riferimento del Collegio di Giurisprudenza ovvero del Dipartimento di Scienze Giuridiche. Un credito per ogni giornata di convegno o di seminario si acquisisce dopo apposita verifica che dimostri l’avvenuta fruizione culturale del tema del convegno o del seminario.

Le attività che consentono l’acquisizione dei crediti riservati alle ulteriori attività formative (TAF F) sono le seguenti:
• Informatica (3 cfu)

Al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/giurisprudenza#categdoc_7103 la modulistica per l'inserimento di attività non selezionabili in autonomia dallo studente in sede di compilazione del piano degli studi.

1° periodo di lezioni Dal 03/10/16 Al 16/12/16
anni Insegnamenti TAF Docente
4° 5° Diritto dell'esecuzione civile D Alberto Maria Tedoldi (Coordinatore)
4° 5° Diritto di famiglia D Alessandra Cordiano (Coordinatore)
4° 5° Diritto ecclesiastico D Giuseppe Comotti (Coordinatore)
4° 5° Economia, bilancio e controllo delle aziende sanitarie D Paolo Roffia (Coordinatore)
4° 5° Sicurezza e previdenza sociale D Sylvain Giovanni Nadalet
2° periodo di lezioni - febbraio/aprile 2017 Dal 10/02/17 Al 10/04/17
anni Insegnamenti TAF Docente
4° 5° Diritto bancario e degli intermediari finanziari D Giovanni Meruzzi (Coordinatore)
4° 5° Diritto della sicurezza sul lavoro D Marco Peruzzi
4° 5° Diritto fallimentare D Alberto Maria Tedoldi (Coordinatore)
4° 5° Economia aziendale - Organizzazione aziendale D Paolo Roffia (Coordinatore)
4° 5° Economia e mercato dell'arte D Cristina Spiller (Coordinatore)
4° 5° International criminal law (diritto penale internazionale) D Lorenzo Picotti (Coordinatore)
4° 5° Legislazione minorile D Silvana Strano (Coordinatore)
4° 5° Medicina legale D Domenico De Leo (Coordinatore)
4° 5° Sociologia del diritto D Daniele Velo Dalbrenta (Coordinatore)
2° periodo di lezioni - aprile/maggio 2017 Dal 19/04/17 Al 09/05/17
anni Insegnamenti TAF Docente
4° 5° Diritto bancario e degli intermediari finanziari D Giovanni Meruzzi (Coordinatore)
4° 5° Diritto della sicurezza sul lavoro D Marco Peruzzi
4° 5° Diritto fallimentare D Alberto Maria Tedoldi (Coordinatore)
4° 5° Economia aziendale - Organizzazione aziendale D Paolo Roffia (Coordinatore)
4° 5° Economia e mercato dell'arte D Cristina Spiller (Coordinatore)
4° 5° International criminal law (diritto penale internazionale) D Lorenzo Picotti (Coordinatore)
4° 5° Legislazione minorile D Silvana Strano (Coordinatore)
4° 5° Medicina legale D Domenico De Leo (Coordinatore)
4° 5° Sociologia del diritto D Daniele Velo Dalbrenta (Coordinatore)

Codice insegnamento

4S001174

Coordinatore

Lorenzo Picotti

Crediti

6

Offerto anche nei corsi:

Lingua di erogazione

Inglese en

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

IUS/17 - DIRITTO PENALE

Periodo

1° periodo di lezioni dal 30-set-2019 al 14-dic-2019.

Obiettivi formativi

Il corso è volto a fornire e far acquisire agli studenti le conoscenze di base, le abilità e gli strumenti necessari per comprendere e analizzare criticamente i principi generali del diritto penale europeo ed internazionale, la giurisprudenza delle corti e dei tribunali internazionali e la loro influenza sul diritto penale nazionale, nonché la capacità di risolvere casi concreti secondo una corretta metodologia giuridica.
Nello specifico, i risultati di apprendimento attesi sono i seguenti:
Per quanto riguarda le CONOSCENZE:
1. Identificare e valutare criticamente il ruolo, le funzioni e le competenze delle corti europee e dei tribunali penali internazionali
2. Conoscere e comprendere gli elementi costitutivi dei crimini internazionali (core crimes), così come i principi generali del diritto penale internazionale ed europeo
3. Comprendere e cogliere autonomamente i punti di contatto e le differenze esistenti tra la dogmatica penalistica elaborata a livello internazionale ed europeo e quella nazionale
Per quanto riguarda le ABILITÀ:
1. Capacità di reperire le fonti normative, giurisprudenziali e dottrinali internazionali ed europee
2. Capacità di risolvere casi concreti utilizzando una corretta metodologia giuridica, nonché gli strumenti e le conoscenze acquisite durante il corso
3. Capacità di collegare in forma sistematica, ragionata e argomentata le conoscenze acquisite, anche in relazione a quelle oggetto dei corsi fondamentali di Diritto penale, Diritto internazionale e Diritto dell’Unione europea

4. Capacità di ricercare autonomamente le fonti bibliografiche e di utilizzare le principali banche dati e risorse giuridiche online

5. Autonomia di giudizio nell’analizzare le fonti normative e giurisprudenziali sovranazionali e nel cogliere la loro ricaduta negli ordinamenti giuridici nazionali

Programma

Il corso si divide nelle seguenti quattro parti:
1° Parte: Corti e tribunali penali internazionali
• Evoluzione storica, giurisdizione e struttura delle corti e dei tribunali penali internazionali
• I Tribunali militari internazionali di Norimberga e di Tokyo
• Il Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia (ICTY)
• Corte speciale per la Sierra Leone (SCSL)
• Il Tribunale penale internazionale per il Rwanda (ICTR)
• La Corte penale internazionale (ICC)
2° Parte: I crimini internazionali
• Gli elementi oggettivi e soggettivi dei crimini internazionali
• I crimini di guerra
• I crimini contro l’umanità
• Il crimine di genocidio
• Il crimine di aggressione
3° Parte: I principi generali del diritto penale internazionale
• La responsabilità penale individuale
• Autoria (direct e indirect perpetration), coautoria, forme di partecipazione criminosa
• La responsabilità penale del superiore gerarchico (“command- or superior-responsibility”)
• Cause di esclusione della responsabilità penale
• Le immunità
4° Parte: Diritto penale europeo
• I principi fondamentali del diritto penale europeo
• L’influenza del diritto penale europeo sul diritto penale interno
• Art. 83 TFUE e “europeizzazione” del diritto penale nazionale
• La cooperazione giudiziaria e di polizia in ambito penale
• La Convenzione europea dei diritti dell’uomo
• La giurisprudenza delle Corti europee (Corte EDU e CGUE)

METODI DIDATTICI
Il corso si terrà interamente in lingua inglese.
Per gli studenti frequentanti il corso si baserà principalmente sulle lezioni frontali tenute dai docenti. Alle lezioni potranno affiancarsi eventuali seminari o esercitazioni su alcune specifiche tematiche del corso, tenute anche da collaboratori dell’insegnamento, nonché lezioni tenute da visiting professors di qualificati Atenei stranieri. La registrazione alla piattaforma e-learning permetterà allo studente di accedere a materiali dottrinali e giurisprudenziali, alle fonti normative e bibliografiche, nonché alle slides utilizzate dai docenti a lezione.

Gli studenti non frequentanti potranno avvalersi del supporto dei docenti del corso per concordare il programma d’esame e per i necessari aggiornamenti sulle tematiche oggetto del corso. Essi potranno inoltre usufruire, previa registrazione nel portale dell’Ateneo, alla piattaforma e-learning, per accedere ai materiali del corso ed alle eventuali indicazioni di aggiornamento.

Gli studenti non frequentanti e gli studenti Erasmus sono pregati di contattare i docenti prima dell’inizio del corso per concordare il programma e le modalità d’esame, in quanto si possano discostare da quelli indicati sopra.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
SATZGER Helmut International and European Criminal Law (Edizione 2) C. H. Beck, München 2018 only the following parts: A; C; D
REFERENCES BOOKS AND AUXILIARY MATERIALS PROGRAM ICL 2019 International Criminal Law IUS-17 Academic year 2019-2020 (36 hours – 6 credits) Prof. Lorenzo Picotti (coordinator): 3 credits Dr. Ivan Salvadori: 3 credits FORMAL PREREQUISITE Students should have previous knowledge of criminal law. Therefore, they may attend this course if they have already passed the Criminal Law exam. LEARNING OUTCOMES This course enables students to acquire comprehensive knowledge and skills necessary to understand and analyze the general principles of the European and International Criminal Law, the International case-law and their influence on the National Criminal Law. Furthermore, it enables students to solve law case studies on the basis of a legal methodology. On completion of this course, the students will be able to: - have a basic knowledge of the general principles of European and International Criminal Law - identify and critically evaluate the role played by international criminal courts and tribunals - assess and critically comment upon the concepts and main elements of international crimes, - demonstrate an appropriate level of research skills in locating, evaluating and interpreting academic opinions and sources of International and European Criminal law, but also the case-law. - solve problems and individual cases using the knowledge gained from the course - acquire the skills to use library, legal databases and online resources independently SYLLABUS: The course is divided in four parts: 1st Part: International criminal courts and tribunals • Historical evolution, jurisdiction and structure of international criminal courts and tribunals • The Nuremberg and Tokyo International Military Tribunals • The International Criminal Tribunal for the former Yugoslavia (ICTY) • The Special Court for Sierra Leone (SCSL) • The International Criminal Tribunal for Rwanda (ICTR) • International Criminal Court (ICC) 2nd Part: The international crimes • The objective and subjective Elements of International Crimes • War Crimes • Crimes Against Humanity • Genocide • Crime of Aggression 3rd Part: General principles of International Criminal Law • Individual Criminal Responsibility • Direct and Indirect Responsibility • Command/Superior Responsibility • Participation/Complicity • Grounds excluding Criminal Responsibility 4th Part: European Criminal Law • Basic Principles of European Criminal Law • The Influence of European Criminal Law on domestic substantive Criminal Law • Art 83 TFEU and European Directives • EU Legal Instruments for Police and Judicial Cooperation • European Convention on Human Rights TEACHING METHODS Language of teaching for this course is English. All literature and auxiliary material are also in English. For students attending classes, the course will be mainly based on lectures. Workshops, seminars about specific topics or case studies could be organized during the course. Some lectures or seminars could be also delivered by distinguished Visiting Professors and assistant lecturers. The online registration to the University e-learning platform will provide students with a source of reference, bibliography, scientific papers and selected case-law. The professors will provide support to students non-attending classes during the office hours (see the Law Department webpage). Students non-attending classes may also register to the University e-learning platform and have access to a source of reference, bibliography, scientific papers and selected case-law. REFERENCE BOOKS For students attending classes, the reference book, available also in the Law Library, is: - SATZGER H., International and European Criminal Law, C. H. Beck, München, second edition, 2018 (only the following parts: “A”, “C” and “D”) For students non-attending classes, the reference books, available also in the Law Library, are: With regard to the 1st, 2nd and 3rd Part of the program: - WERLE G., JESSBERGER F., Principles of International Criminal Law, 3rd ed., Oxford University Press, Oxford, 2014 (from part I to part VI) With regard to the 4th part of the program: - SATZGER H., International and European Criminal Law, 2nd ed., C. H. Beck, München, 2018 (part “A” and “C”) In addition to the reference books, students may use the following essential bibliographical references to deepen specific topics covered by the course: - SCHABAS W., An Introduction to the International Criminal Court, 5th ed., Cambridge University Press, Cambridge, 2017 - AMBOS K., European Criminal Law, Cambridge University Press, Cambridge, 2018 - AMBOS K., Treaties on International Criminal Law, The Crimes and Sentencing, vol. 2, Oxford University Press, Oxford, 2014 - AMBOS K., Treaties on International Criminal Law, Foundations and General Part, vol. 1, Oxford University Press, Oxford, 2013 Students not-attending classes and ERASMUS students are kindly requested to contact the Professors at the beginning of the course, in order to agree on the exam’s program and the books and material to study. AUXILIARY MATERIALS The material provided by the professors throughout the entire course and available on the University e-learning platform represent the primary studying resource for students attending classes. The regular consultation of the sources and case-law is warmly recommended. Therefore, students are invited to consult the following websites: - International Criminal Court: www.icc-cpi.int - Rome Statute of International Criminal Court: https://www.icc-cpi.int/resource-library/Documents/RS-Eng.pdf - International Criminal Tribunal for the former Yugoslavia: www.icty.org - International Criminal Tribunal for Rwanda: www.ictr.org - Special Court for Sierra Leone: www.sc-sl.org - Oxford Reports on International Criminal Law: www.oxfordlawreports.com - Commentary on the Law of the International Criminal Law: https://www.legal-tools.org/doc/aa0e2b/pdf/ ASSESSMENT METHODS AND CRITERIA The final exam consists of a written text with open questions (60% of the final note), followed by a short oral exam (40% of the final note). The admission to the oral part of exam will be subjected to a pass grade result from the written text. Both parts will be held in English. The are no mid-term exams. The final exam aims at verifying: • The level of achievement of the learning outcomes previously identifies • The linguistic accuracy • The argumentative, reasoning and problem-solving skills • The ability to connect systematically the knowledge achieved Students attending classes have the possibility to write a short paper on specific topics, upon agreement with the professors. The paper will be discussed during the oral examination and will be part of the final exam. Grades are awarded on a scale from 18 to 30, where 30 is the highest grade and 18 is the lowest grade to pass the exam. In case of an excellent knowledge, a high level of linguistic accuracy and an argumentative, reasoning and problem-solving capacity the candidate may earn the highest grade with “cum laude” honor.

Modalità d'esame

L’esame finale, sia per gli studenti frequentanti che per gli studenti non frequentanti, consiste in una prova scritta (50% del voto finale), che richiede brevi risposte a domande aperte su singoli argomenti del programma, nonché, se superata, in un colloquio orale conclusivo (50% del voto finale). L’intero esame sarà in lingua inglese. Non sono previste prove intermedie.

L’esame sarà diretto a verificare:

• Il livello di raggiungimento e acquisizione delle conoscenze e delle abilità descritte in precedenza nella sezione “Obiettivi formativi”
• La proprietà di linguaggio
• L’abilità di collegare in forma sistematica e ragionata le conoscenze acquisite
• La capacità analitica e argomentativa e l’autonomia di giudizio, anche nella risoluzione di casi pratici

La valutazione finale è espressa in trentesimi (30/30). L’eventuale lode è conferita per la comprovata eccellenza della preparazione, per la proprietà di linguaggio e per la capacità di analisi critica e di applicare le conoscenze acquisite nella risoluzione di casi concreti. Il voto minimo per superare l’esame corrisponde a 18/30.

Le/gli studentesse/studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento (DSA), che intendano richiedere l'adattamento della prova d'esame, devono seguire le indicazioni riportate QUI

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Tutorato per gli studenti

Il servizio tutorato e' gestito da tutor selezionati dal Gruppo di Gestione AQ del Corso di Studio. Il Gruppo di Gestione AQ provvede, durante il corso dell'anno, a monitorare costantemente l'attivita' di tutorato.

I tutor collaborano con il Gruppo di Gestione AQ nelle iniziative di presentazione dell'offerta formativa del Dipartimento di Scienze Giuridiche (Open Day). I tutor offrono supporto e consulenza agli studenti, in particolare del primo anno, oltre che negli orari di apertura dell'aula tutor anche via mail e telefono. Vengono fornite indicazioni riguardanti l'inserimento nella vita universitaria, la partecipazione alle attivita' formative, la gestione dello studio, pur senza entrare nel contenuto dei singoli insegnamenti.

E' istituita la figura del 'docente tutor' per ciascuno studente. I 'docenti tutor' sono individuati fra tutti i docenti componenti il Collegio di Giurisprudenza e afferenti al Dipartimento di Scienze Giuridiche.
Sono attivate le seguenti figure di 'docente tutor':
A) Docenti Tutor all'ingresso - Il docente tutor interviene, a richiesta dei singoli studenti affidatigli, concorrendo alla costruzione del loro percorso accademico nonche' a una piu' rapida familiarizzazione con l'ambiente universitario e con le specifiche modalita' di organizzazione dei tempi e dei metodi di studio che questo prevede;
B) Docenti Tutor per studenti fuori corso - La finalità specifica del tutorato e' di favorire il completamento del corso di studi e il conseguimento del relativo titolo di laurea; la competenza viene, a tal fine, affidata al Gruppo di Gestione AQ, che adotta i provvedimenti organizzativi necessari.

Tirocini e stage

Le attività di stage sono finalizzate a far acquisire allo studente una conoscenza diretta in settori di particolare attività per l’inserimento nel mondo del lavoro e per l’acquisizione di abilità specifiche di interesse professionale.
Le attività di stage sono svolte sotto la diretta responsabilità di un singolo docente presso studi professionali, enti della pubblica amministrazione, aziende accreditate dall’Ateneo veronese.
I crediti maturati in seguito ad attività di stage saranno attribuiti secondo quanto disposto nel dettaglio dal “Regolamento d’Ateneo per il riconoscimento dei crediti maturati negli stage universitari” vigente.

Tutte le informazioni in merito agli stage sono reperibili al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/stage-e-tirocini.

Competenze linguistiche

Nei Piani didattici trovate la seguente indicazione:
“Conoscenza di una lingua straniera (inglese, francese, tedesco, spagnolo) - Certificazione CLA”
I CFU previsti sono 3 in TAF E.

crediti formativi universitari possono essere acquisiti secondo le seguenti modalità:
I. Insegnamenti dedicati del CdS: Superamento dell’esame di uno degli insegnamenti di lingua straniera attivati nel CdS + registrazione CFU in presenza;
II. Certificazione CLA: livello minimo richiesto b1 (completo)
Procedura:
Studente - Iscrizione presso il Centro Linguistico di Ateneo (CLA) per sostenimento prove + superamento prove + iscrizione in apposita lista per registrazione crediti 
Università - registrazione CFU (senza presenza)
III. Equipollenza di certificazioni linguistiche esterne: riconoscimento equipollenza di certificazioni linguistiche esterne (https://cla.univr.it/it/servizi/riconoscimento-delle-certificazioni-linguistiche-esterne)

I dettagli delle diverse procedure sono disponibili al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/futuri-studenti/competenze-linguistiche

 

Progetto tesi

Per superare le eventuali difficoltà che si incontrano nella stesura dell’elaborato finale è stato elaborato un progetto specifico del Collegio didattico: il Progetto tesi - Attività di supporto alla redazione delle tesi di laurea.
Sono disponibili “Linee guida per l’elaborazione della tesi” e sono programmati specifici seminari aventi ad oggetto le modalità di scrittura della tesi e la ricerca delle fonti bibliografiche.
E’ previsto un servizio di mentoring dedicato alla scrittura della tesi.
Con la collaborazione della Biblioteca Giorgio Zanotto e del CDE (Centro di documentazione europea) sono organizzati seminari dedicati alle Banche dati. Per iscriversi: https://www.univr.it/it/biblioteche/biblioteca-g-zanotto-dipartimento-di-scienze-giuridiche.

SERVIZI DELLA BIBLIOTECA G. ZANOTTO E CDE
Si ricorda che dall’a.a. 19-20 la frequenza ai corsi dedicati alle Banche dati è obbligatoria per accedere alla consulenza sulla ricerca bibliografica individuale organizzata dalla Biblioteca Giorgio Zanotto e dal CDE.
La durata degli incontri è di complessive 4 ore.

SEMINARI SULLA SCRITTURA DELLA TESI
La frequenza ai seminari per l’elaborazione della tesi è obbligatoria per gli studenti a partire dall’a.a. 19-20 (per gli esami di laurea dal mese di giugno 2020).
I seminari avranno una durata totale di totale 6 ore e avranno ad oggetto le modalità di scrittura della tesi e la ricerca delle fonti bibliografiche specifiche.

MENTORING E SUPPORTO ALLA STESURA DELLA TESI
L’attività di mentoring offerta dal Collegio non è obbligatoria, ma liberamente scelta dal/dalla laureando/a. Il tutor lavorerà a stretto contatto con il/la laureando/a fornendo i chiarimenti richiesti e il supporto necessario alla scrittura della tesi. I singoli tutor inseriranno le giornate e gli orari di ricevimento nel sito del progetto.

Al link https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/futuri-studenti/progetto-tesi-attivita-di-supporto-alla-redazione-delle-tesi-di-laurea è pubblicata tutta la documentazione relativa al progetto.

Prova finale

Qualora lo studente abbia superato tutti gli esami previsti, il Corso di Studi si conclude con un esame di laurea, il quale consiste nella discussione di una tesi scritta, preparata dallo studente su un tema rientrante in una delle discipline del piano di studi seguito.
Il docente ufficiale assegna l’oggetto della tesi sei mesi prima della data di inizio della sessione in cui si sostiene l’esame di laurea. A tal fine lo studente deve depositare presso la competente struttura didattica, entro il termine predetto, apposito modulo, contenente l'indicazione del tema, sottoscritto dal docente.
Il Presidente del Collegio di Giurisprudenza nomina, almeno quindici giorni prima della discussione:
• un'apposita Commissione, composta di almeno sette componenti e presieduta dal Presidente del Collegio di Giurisprudenza, in sua assenza, dal Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche o dal professore di ruolo di più alto grado accademico
• un correlatore della tesi, su proposta del relatore, secondo quanto previsto dal Regolamento didattico di Ateneo.

La Commissione formula un giudizio espresso in voti da 66 a 110/110mi. I punti disponibili per la valutazione della Commissione sono al massimo 10, che si aggiungono al punteggio risultante dalla media ponderata degli esami sostenuti approssimata per eccesso (l'arrotondamento al punto superiore si applica a partire dall'eccedenza da 0,50 rispetto al punto inferiore - es: 100,50=100; 100,51=101). I 10 punti disponibili sono attribuiti nel seguente modo:
1) da 0 ad 8 punti per il giudizio sulla tesi e sulla relativa discussione;
2) 1 punto per ciascuna delle seguenti note di merito, fino a un massimo di 2 punti, da aggiungersi al punteggio guadagnato sub 1), anche se inferiore a 8:
a) abbia discusso la tesi in corso (a tal fine, nel computo della durata del corso di studi non si tiene conto dell'eventuale periodo di permanenza all'estero nel quadro del programma Erasmus o di altri programmi di scambio equivalenti qualora lo studente abbia così conseguito i crediti previsti per il mantenimento della borsa di mobilità assegnata ovvero abbia effettuato all'estero, nell'ambito dei programmi predetti, ricerche per la tesi di laurea);
b) abbia elaborato e discusso la tesi in una delle seguenti lingue straniere: francese, inglese, spagnolo, tedesco;
c) abbia conseguito almeno 5 lodi nelle materie di base e caratterizzanti.
d) il relatore attesti che l'elaborato finale sia stato redatto in collegamento, per tema o metodo o dati utilizzati, ad un'attività di stage di almeno 6 CFU, inserita nel piano degli studi;
e) abbia partecipato al programma Erasmus, conseguendo i crediti previsti per il mantenimento della borsa di mobilità assegnata.

Lo studente ha diritto al riconoscimento di soli due punti, a prescindere dal fatto che si sia distinto per più note di merito.
Al candidato che ottiene il massimo punteggio (110/110mi) può, all'unanimità, essere attribuita la lode.
Nella redazione della tesi di laurea lo studente dovrà dimostrare, in relazione al tema assegnatogli, adeguata consapevolezza e padronanza della complessità giuridica. Per le tesi dedicate ai temi di diritto positivo il laureando dovrà dimostrare padronanza delle fonti del diritto, anche in relazione ai profili concernenti il dibattito dottrinale e giurisprudenziale. Nella redazione di tesi di ricerca dovrà inoltre dimostrare completezza di consultazione delle fonti e di conoscenza delle opinioni e degli orientamenti relativi al tema affrontato nonché un approccio critico alla materia, con eventuale esposizione di tesi o proposte caratterizzate da un minimo di originalità.
La discussione dell'elaborato sarà finalizzata a fare emergere tali caratteristiche. 

Al link Sessioni di laurea - Giurisprudenza sono disponibili gli adempimenti amministrativi richiesti e la modulistica.


Gestione carriere


Area riservata studenti