Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2010/2011

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 4-ott-2010 22-dic-2010
Secondo semestre 21-feb-2011 25-mag-2011
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale 10-gen-2011 19-feb-2011
Sessione estiva 30-mag-2011 9-lug-2011
Sessione autunnale 29-ago-2011 24-set-2011
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione autunnale 25-nov-2010 26-nov-2010
Sessione invernale 18-apr-2011 21-apr-2011
Sessione estiva 7-lug-2011 8-lug-2011
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2010 1-nov-2010
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2010 8-dic-2010
Vacanze Natalizie 22-dic-2010 6-gen-2011
Vacanze Pasquali 22-apr-2011 26-apr-2011
Festa della Liberazione 25-apr-2011 25-apr-2011
Festa del Lavoro 1-mag-2011 1-mag-2011
Festa del Santo Patrono di Verona S.Zeno 21-mag-2011 21-mag-2011
Festa della Repubblica 2-giu-2011 2-giu-2011
Vacanze Estive 8-ago-2011 15-ago-2011

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa   Didattica e Studenti Economia
Consultazione e iscrizione agli appelli d'esame   sistema ESSE3 . Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali .

Calendario esami

Per dubbi o domande Leggi le risposte alle domande più frequenti - F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D G M P R S Z

Baccarani Claudio

claudio.baccarani@univr.it

Brunetti Federico

federico.brunetti@univr.it 045 802 8494

Capitello Roberta

roberta.capitello@univr.it 045 802 8488

Castellani Paola

paola.castellani@univr.it 045 802 8127

Cavallo Daniela

daniela.cavallo@univr.it

Ceriani Giuseppe

giuseppe.ceriani@univr.it 0458028222

Chesini Giuseppina

giusy.chesini@univr.it 045 802 8495 (VR) -- 0444/393938 (VI)

Demo Edoardo

edoardo.demo@univr.it 045 802 8782 (VR) 0444.393930 (VI)

Gaeta Davide Nicola Vincenzo

davide.gaeta@univr.it 045 683 5632

Gaudenzi Barbara

barbara.gaudenzi@univr.it 045 802 8623

Goldoni Giovanni

giovanni.goldoni@univr.it 045 802 8792

Marquis Mel Jacob

meljacob.marquis@univr.it 0458028061

Pernigo Giuseppe

giuseppe.pernigo@univr.it

Russo Ivan

ivan.russo@univr.it 045 802 8161 (VR)

Savi Paola

paola.savi@univr.it 045-8028243

Secondulfo Domenico

domenico.secondulfo@univr.it - domenico.secondulfo3@gmail.com

Signori Paola

paola.signori@univr.it 0444 393942 (VI) 045 802 8492 (VR)

Zarri Luca

luca.zarri@univr.it 045 802 8101

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02515

Crediti

9

Coordinatore

Mel Jacob Marquis

L'insegnamento è organizzato come segue:

Diritto industriale

Crediti

4

Periodo

Secondo semestre

Diritto della concorrenza dell'ue

Crediti

5

Periodo

Secondo semestre

Obiettivi formativi

Modulo: DIRITTO INDUSTRIALE
Le lezioni cominciano il 14 marzo e si tengono ogni lunedì.
-------
Il corso offre una trattazione degli istituti classici del diritto industriale, con particolare approfondimento, da un lato, della disciplina della concorrenza sleale e delle pratiche commerciali scorrette, e, dall’altro, della disciplina dei segni distintivi e dei contratti sui medesimi.
Verrà esaminata anche la disciplina della concorrenza, posta dal codice civile, nonchè quella della pubblicità ingannevole e comparativa, posta dal d. lgs. 145 del 2 agosto 2007.
Verranno invece svolti (se possibile) solo alcuni cenni introduttivi ai brevetti per invenzione e al diritto d’autore, soprattutto quando vi sarà l’occasione di paragonarli agli argomenti via via trattati.
Si cercherà infine di offrire una sintesi dei più rilevanti profili processuali e (soprattutto) sanzionatori in materia.


Modulo: DIRITTO DELLA CONCORRENZA DELL'UE
Le lezioni si tengono ogni martedì.
-------
LEZIONI TENUTE IN INGLESE
Il corso fornisce, nella parte iniziale, un’introduzione economica, storica e comparata alla disciplina della concorrenza. Esso verte, poi, specificamente, sulla disciplina europea della concorrenza e sulle regole più importanti in tale ambito. Il corso fornisce, inoltre, un’introduzione al regime europeo del controllo delle concentrazioni. Una parte rilevante del corso è dedicata allo studio di casi concreti.

Programma

Modulo: DIRITTO INDUSTRIALE
-------
A) LA CONCORRENZA SLEALE:
a) brevi cenni storici;
b) i soggetti;
c) correttezza professionale e danno concorrenziale;
d) concorrenza per confondibilità;
e) denigrazione e appropriazione di pregi;
f) le fattispecie dell’art. 2598 n. 3 c.c.
g) l’azione e le sanzioni;
h) le pratiche commerciali scorrette

B) I SEGNI DISTINTIVI:
a) marchio: nozione e funzione;
b) il marchio come segno e i requisiti di validità;
c) acquisto del diritto;
d) uso del marchio;
e) violazione e tutela del diritto;
f) vicende del diritto;
g) nullità ed estinzione del diritto;
h) i marchi collettivi;
i) le convenzioni internazionali e l’ordinamento comunitario; il marchio comunitario;
j) il marchio non registrato;
k) la ditta e gli altri segni distintivi;
l) l’origine geografica dei prodotti.

C) PROCESSO E SANZIONI

D) LE REGOLE DI TUTELA DELLA CONCORRENZA NEL CODICE CIVILE

E) LA DISCIPLINA DELLA PUBBLICITÀ INGANNEVOLE E COMPARATIVA (D. LGS. 02.08.2007 N. 145)

Libri di testo e fonti consigliate:
1) VANZETTI-DI CATALDO, Manuale di diritto industriale, 6° edizione, 2009, Giuffrè. Il testo va studiato limitatamente alle seguenti parti: parte prima (“la concorrenza sleale”: pagg. 1-141); parte seconda (“i segni distintivi”, pagg. 143-351); parte quarta (“processo e sanzioni”: pagg. 525-563, tranne i paragrafi 5, 8 e 19 relativi alle invenzioni, che non vanno quindi studiati); parte sesta (“le regole di tutela della concorrenza nel codice civile”, pagg. 651-661).
2) DE CRISTOFARO G., La nuova disciplina della pubblicità ingannevole e comparativa: il d. legisl. 2 agosto 2007 n. 145, in Studium Iuris, 2007, fasc. 12, pagg. 1306-1317.
Lo studente dovrà, inoltre, essere aggiornato sulle novità introdotte dalla riforma del 2010 (d. lgs. 13.08.2010 n. 131); esse verranno anche accennate a lezione ogni volta che se ne presenterà l’occasione.
Dovrà altresì conoscere il contenuto della legge sulla pubblicità ingannegole e comparativa (D. LGS. 02.08.2007 N. 145) anche al di là di quanto scritto nel saggio di De Cristofaro.

Modulo: DIRITTO DELLA CONCORRENZA DELL'UE
-------

I temi includono:

- Introduzione al concetto di “concorrenza”
- Le intese vietate e la possibilità di esenzione
- L’abuso di posizione dominante
- Gli organi e gli istituti del sistema antitrust europeo
- Sistemi di tutela antitrust
- La competenza europea in materia di controllo delle concentrazion
- aiuti di Stato

TESTO
i. Gli studenti frequentanti debbono studiare i materiali distribuiti durante il corso. Se invece intendono sostenere un esame orale, debbono studiare il testo sotto indicato (JONES and SUFRIN, 2011, capitoli 3-7, capitolo 9 e pagg. 854-860, 875-878 e 906-941).

ii. Gli studenti non frequentanti preparano l’esame sulla base del libro seguente:
ALISON JONES AND BRENDA SUFRIN, EU Competition Law: Text, Cases and Materials, 4th edition, Oxford University Press, 2011, capitoli 3-7, capitolo 9 e pagg. 854-860, 875-878 e 906-941.

MODALITA' DI SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI
Il corso (della durata complessiva di 30 ore) è tenuto in lingua inglese. Le lezioni consistono nell'analisi dettagliata degli strumenti normativi rilevanti e nella discussione di casi sulla base delle decisioni pertinenti della Commissione europea, del Tribunale e della Corte di Giustizia dell’Unione europea.

Modalità d'esame

Modulo: DIRITTO INDUSTRIALE
-------
L’esame si svolge in forma orale.


Modulo: DIRITTO DELLA CONCORRENZA DELL'UE
-------

L'esame si svolgerà in forma scritta per gli studenti frequentanti. Le domande saranno poste sia in inglese, sia in italiano, ed ogni studente potrà scegliere se redigere le risposte in inglese o in italiano. Gli studenti frequentanti che preferiscono sostenere un esame orale debbono studiare il libro sopra indicato (JONES and SUFRIN, 2011, capitoli 3-7, capitolo 9 e pagg. 854-860, 875-878 e 906-941.).
Per gli studenti non frequentanti, l’esame si svolgerà in forma orale. Ogni studente potrà scegliere se sostenerlo in inglese o in italiano.

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Prova finale

La prova finale consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 80 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. La tesi è oggetto di esposizione e discussione orale, in una delle date appositamente stabilite dal calendario delle attività didattiche, dinanzi a una Commissione di Laurea nominata ai sensi del RDA. In accordo con il Relatore, la tesi potrà essere redatta e la discussione potrà svolgersi in lingua inglese.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Il futuro del corporate reporting (COVID19) Argomenti vari
Le nuove sfide per le supply chain (COVID19) Argomenti vari
Le scelte alimentari dei giovani italiani: quanto è importante la sostenibilità? Argomenti vari
Nuovi scenari e nuovi contesti di acquisto e consumo di bevande alcoliche Argomenti vari
Proposte di argomenti per tesi sulla sostenibilità Argomenti vari
Sfide e opportunità del contesto digitale Argomenti vari
Tesi di Laurea in Economia Comportamentale Argomenti vari

Esercitazioni Linguistiche CLA


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.