Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2011/2012

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
LEZIONI 1° SEMESTRE 3-ott-2011 14-dic-2011
LEZIONI 2° ANNO 1°S 10-ott-2011 17-dic-2011
LEZIONI 2° SEMESTRE.. 1-feb-2012 31-mar-2012
LEZIONI 2° ANNO 2°S 12-mar-2012 5-mag-2012
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
SESSIONE INVERNALE 9-gen-2012 31-gen-2012
SESSIONE ESTIVA 1° ANNO 1-apr-2012 30-giu-2012
SESSIONE ESTIVA 2° ANNO. 2-mag-2012 30-giu-2012
SESS. AUTUNNALE 1-set-2012 31-ott-2012
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2011 1-nov-2011
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2011 8-dic-2011
Vacanze Natalizie 22-dic-2011 6-gen-2012
Vacanze Pasquali 5-apr-2012 10-apr-2012
Festa della Liberazione 25-apr-2012 25-apr-2012
Festa dei Lavoratori 1-mag-2012 1-mag-2012
Festa della Repubblica 2-giu-2012 2-giu-2012
Vacanze estive 8-ago-2012 15-ago-2012
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
TIROCINIO 2° ANNO (1) TIROCINIO 2° ANNO (1) 1-feb-2012 10-mar-2012
TIROCINIO 1° ANNO (1) TIROCINIO 1° ANNO (1) 30-apr-2012 9-giu-2012
TIROCINIO 2° ANNO (2) TIROCINIO 2° ANNO (2) 11-giu-2012 21-lug-2012
TIROCINIO 1° ANNO (2) TIROCINIO 1° ANNO (2) 30-lug-2012 1-set-2012
TIROCINIO 2° ANNO (3) TIROCINIO 2° ANNO (3) 10-set-2012 6-ott-2012

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G H K M O P R S T V W

Bertini Giuseppe

giuseppe.bertini@univr.it 045-802-7682

Dusi Stefano

stefano.dusi@univr.it +39 045 8027124

Fabene Paolo

paolo.fabene@univr.it 0458027267

Fava Cristiano

cristiano.fava@univr.it +39 045 8124732

Fracasso Maria Enrica

mariaenrica.fracasso@univr.it 0458027606

Kustatscher Astrid

astrid.kustatscher@claudiana.bz.it

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Moretti Ugo

ugo.moretti@univr.it 0458027602; 0458124245

Pilia Maurizio

maurizio_pilia@libero.it

Stampfl Brigitte

bstampfl@claudiana.bz.it +039 0471 067350

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Valer Luisa

luisa.valer@claudiana.bz.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(BIO/14 ,MED/36 ,MED/45 ,MED/49)
9
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
6
B/C
(MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)
InsegnamentiCreditiTAFSSD
4
B
(MED/38 ,MED/40 ,MED/45 ,MED/47)
8
B
(MED/09 ,MED/18 ,MED/41 ,MED/45)
7
A/B
(MED/25 ,MED/45 ,M-PSI/01 ,SPS/07)
5
A/B
(IUS/07 ,MED/42 ,MED/45 ,SPS/09)
Attività seminariali (professioni sanitarie)
5
F
-
Prova finale
7
E
(-)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(BIO/14 ,MED/36 ,MED/45 ,MED/49)
9
B
(MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45)
6
B/C
(MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45)
8
B
(MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45)

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
4
B
(MED/38 ,MED/40 ,MED/45 ,MED/47)
8
B
(MED/09 ,MED/18 ,MED/41 ,MED/45)
7
A/B
(MED/25 ,MED/45 ,M-PSI/01 ,SPS/07)
5
A/B
(IUS/07 ,MED/42 ,MED/45 ,SPS/09)
Attività seminariali (professioni sanitarie)
5
F
-
Prova finale
7
E
(-)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000106

Crediti

6

Coordinatore

Franco Mantovan

L'insegnamento è organizzato come segue:

Infermieristica clinica chirurgica

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2°S

Anestesiologia e terapia antalgica

Crediti

1

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2°S

Ortopedia e traumatologia

Crediti

1

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2°S

Chirurgia generale

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° ANNO 2°S

Obiettivi formativi

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Lo studente conosce le patologie e i trattamenti dell’area chirurgica generale, ortopedica e traumatologica. Lo studente è in grado di stabilire sulla base delle problematiche specifiche, un piano assistenziale ed educativo rivolto alla prevenzione, gestione e riabilitazione del paziente in ambito chirurgico generale, ortopedico e traumatologico.


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
non pervenuto


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
Conoscenza delle lesioni traumatiche degli arti, della colonna e del cingolo pelvico con eziologia, manifestazioni cliniche, primo intervento, trattamento e complicanze.Conoscenza dei traumi muscolari e legamentose, delle patologie piu`frequenti dell`anca, del ginocchio e della colonna vertebrale.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Obiettivo delle lezioni è trasmettere una conoscenza chirurgica generale, con particolare riferimento agli aspetti rilevanti nel lavoro pratico in un reparto chirurgico o in sala operatoria. Alla fine delle lezioni lo/la studente/ssa dev’essere in grado di ricostruire il percorso che va dalla sintomatologia alla diagnostica e dall’indicazione alla terapia chirurgica.

Programma

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
Programma in forma sintetica (n° 4 righe max):

Il rischio anestesiologico, i tipi, le fasi e i farmaci nell’anestesia. Il monitoraggio e i criteri di trasferimento dalla sala risveglio all’Unità Operativa. La fisiopatologia del dolore. La gestione del dolore acuto e procedurale. La malattia postoperatoria. I tipi d’incisione e di ferita chirurgica.
La chirurgia tradizionale e la chirurgia mini invasiva. La fast Track Surgery.
Approccio chirurgico e assistenziale alla persona con problemi:
- Al tratto gastro- intestinale, epatici, al tratto biliare, con neoplasia alla mammella.
- Patologie traumatologiche. In particolare le distorsioni articolari, le lussazioni articolari, lo stiramento muscolo- tendineo, le fratture e le patologie dell’anca e del ginocchio.
- L’assistenza dell’operando-operato in area chirurgica generale, traumatologica e ortopedica.





Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
non pervenuto


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
Nelle lezione frontali si portera` a conoscenza agli studenti i contenuti essenziali della traumatologia dell`apparato muscoloscheletrico e delle patologie piu` frequenti dell`anca, del ginocchio e della colonna vertebrale facendo riferimento specifico al futuro lavoro e alla responsabilità` dell` infermiere nell`attivita` quotidiana in reparto, in Pronto soccorso, in ambulatorio e in sala operatoria.


Programma in forma estesa:

L´apparato locomotore. La diagnostica in Ortopedia. Le lesioni traumatiche della cute, dei muscoli, dei tendini e dei legamneti. Le fratture: eziologia, quadro clinico,classificazione del danno scheletrico e del danno delle parti molli. Primo intervento sul luogo dell`incidente ed in ospedale, diagnostica, trattamento e complicanze. La guarigione delle frattura. Le fratture piu`frequenti.
La coxartrosi: patologia e trattamento
Le patologie piu`frequenti del ginocchio: la lesione meniscale, la lesione dei legamenti, la gonartrosi.
Le patologie del rachide: la discopatia e l`ernia del disco, l`osteoporosi e l`artrosi della colonna.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Verranno trattate le patologie più importanti della chirurgia generale e per ogni patologia, in base alla rilevanza, i seguenti argomenti: fattori di rischio, incidenza, eziologia/patogenesi, quadro clinico, diagnostica e prognosi. Per quanto riguarda la terapia chirurgica si insisterà su principio, indicazione, obiettivo, così come sulle più frequenti complicanze e conseguenze degli interventi, verranno considerate anche procedure complementari o alternative all’intervento chirurgico stesso.

Parte 1
► Introduzione generale, terminologia chirurgica di base (laparotomia, laparoscopia, resezione, -ectomia, anastomosi, peristalsi), guarigione delle ferite, materiale e tecniche di dutura, sonde e cateteri, drenaggi (drenaggi interni, esterni, speciali come drenaggio toracico e drenaggio biliare Kehr)
Parte 2
► Diagnostica invasiva e non invasiva nella chirurgia: vantaggi e limiti delle singole metodiche
● radiografia convenzionale e con mezzo di contrasto
● ecografia (sonografia)
● TAC e PET-TAC
● risonanza magnetica
● endoscopia

Parte 3
► Chirurgia oncologica
● principi di oncologia
● la classificazione TNM dei tumori solidi
● staging (stadiazione), grading

Parte 4
► Chirurgia delle ernie
● brevi cenni di anatomia
● tipi di ernia, l’ernia complicata
● tecniche di ernioplastica tradizionali e tension free

Parte 5
► Chirurgia dell’esofago
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● diverticoli dell’esofago: resezione del diverticolo o diverticulotomia transorale
● malattia del reflusso gastroesofageo: fundoplicatio
● acalasia: miotomia secondo Heller
● carcinoma dell’esofago: esofagectomia ed alternative alla terapia chirurgica; terapia neoadiuvante (radiochemioterapia) e misure palliative (stent, radioterapia, trattamento con laser)
Parte 6
► Chirurgia di stomaco e duodeno:
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● malattia ulcerosa peptica
● ulcera perforata: raffia, resezione secondo BI, BII o gastrodigiunostomia secondo Roux-Y
● carcinoma gastrico ed altri tumori dello stomaco: gastrectomia totale o subtotale, misure palliative
● carcinoma duodenale: duodenocefalopancreatectomia (intervento di Whipple)
● trattamento chirurgico dell’obesità (gastric banding, gastric bypass RY)
Parte 7
► Chirurgia dell’intestino tenue: indicazione, tecnica, possibili complicanze, conseguenze
● brevi cenni di anatomia
● resezioni intestinali, second look, sindrome dell’intestino corto
● tumori dell’intestino tenue
Parte 8
► Malattie croniche infiammatorie dell’intestino (rettocolite ulcerosa e morbo di Crohn):
● definizione
● indicazioni alla terapia chirurgica

Parte 9
► Chirurgia colorettale
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● polipi del colon
● carcinoma del colon
● carcinoma del retto
Parte 10
► Stomie artificiali (colostomia, ileostomia)
● indicazione, tecnica, possibili complicanze, conseguenze

Parte 11
► Proctologia
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● emorroidi
● fistole ed ascessi perianali
● sinus pilonidalis (cisti o fistola sacrococcigea)

Parte 12
► Chirurgia della colecisti e delle vie biliari:
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● diagnosi differenziali dell’ittero ostruttivo
● colica biliare e colecistite acuta
● coledocolitiasi
● tumori della colecisti e delle vie biliari

Parte 13
► Chirurgia del pancreas
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● pancreatite cronica
● tumori del pancreas


Parte 14
► Chirurgia epatica
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale
● echinococcosi ed amebiasi del fegato
● tumori epatici primitivi
● metastasi epatiche

Parte 15
► Chirurgia della milza:
● indicazione, tecnica, possibili complicanze, conseguenze
Parte 16
► Chirurgia della mammella
● brevi cenni di anatomia, drenaggio linfatico
● diagnostica strumentale
• lesioni benigne della mammella
• carcinoma mammario fattori di rischio, incidenza, eziologia/patogenesi, prognosi e terapia
Parte 17
► Chirurgia della tiroide e delle ghiandole paratiroidee: indicazione, tecnica, possibili complicanze, conseguenze
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale.
● struma benigna
● carcinomi tiroidei: classificazione, clinica, prognosi e terapia

Parte 18
► Chirurgia del surrene: indicazione, tecnica, possibili complicanze, conseguenze
● brevi cenni di anatomia
● diagnostica strumentale.
● tumori benigni (sindrome di Conn e Cushing)
● carcinomi surrenali

Parte 19
► Trattamento chirurgico del melanoma maligno e “piccola chirurgia“ (lipomi, ateromi)

Modalità d'esame

Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA
-------
- Esame scritto per l’area clinica ed esame orale per l’area infermieristica (ancora da condividere con i docenti clinici, incontro di Modulo previsto per il 23.11.2011).

- L’ammissione all’esame d’infermieristica è subordinata alla positività dell’esame scritto dell’area clinica (ancora da condividere con i docenti clinici - incontro di Modulo previsto per il 23.11.2011).





Testi consigliati:

Brugnolli, (2008): “Assistenza al paziente nel periodo post operatorio”. In Ecce Infad.

Reifferscheid M., Weller S.: “Chirurgie”. Thieme Verlag, Edizione 2000.

Saiani L, Brugnolli A.: “Trattato di cure infermieristiche”. Casa Editrice Sorbona, Edizione 2011.

Schwarz N.T. & Reutter K-H.: „Allgemein- und Viszeralchirurgie“. Thieme Verlag, Edizione 2009.



Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:

Dr. phil. Franco Mantovan
di ogni unità didattica o previo contatto telefonico.
Giorno: A fine di ogni unità didattica o previo contatto telefonico.
Ora: Concordata telefonicamente e secondo il piano di studi e orari dello studente.
Luogo: C.L.I. di Bolzano presso la S.P.S.S.- “Claudiana”.

: 0474586262
Fax: 0474586256
Ricevimento studenti: A fine

Mail: franco.mantovan@claudiana.bz.it


Modulo: ANESTESIOLOGIA E TERAPIA ANTALGICA
-------
non pervenuto


Modulo: ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
-------
Esame scritto e colloquio orale


Testi consigliati:

 Chirurgie / Orthopädie/ Urologie: Pflege und Krankheitslehre, Lehrbuch und Atlas Verlag Urban / Fischer
Checkliste Traumatologie
 Checkliste Orthopädie Thieme Verlag


Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:


Telefono: 0473 263440

Fax: 0473 263449

e-mail: hartmann.waldner@alice.it
hartmann.waldner@asbmeran-o.it

Giorno e orario: DOPO LE LEZIONI IN AULA


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
esame scritto + colloquio orale

testi consigliati
Paetz, Burkhard; Benzinger-König, Brigitte, Chirurgie für Pflegeberufe, neubearb. Aufl. 2009. XVIII, 592 S. 2009 Thieme, Stuttgart, ISBN 978-3-13-332921-7

Siewert, J. R. Basiswissen Chirurgie, XVIII, 488 S. m. 518 meist farb. Abb. 24,5 cm, 2007 Springer, Berlin, ISBN 978-3-540-29918-9

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Orario lezioni

Carissime Studentesse,

Carissimi Studenti,

di seguito un promemoria relativo alle modalità di erogazione della didattica per il corso di studio A.A. 2021-2022 in Infermieristica (triennale) e Scienze Infermieristiche ed Ostetriche (LM).

Il 29 giugno 2021 il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione hanno approvato le Linee guida per l’erogazione della didattica dei corsi di studio A.A. 2021-2022, che prevedono il graduale ritorno all’erogazione della didattica in presenza (previa verifica GREEN PASS) affiancato da organizzazione logistica, modalità̀, metodologie e tecnologie didattiche già̀ adottate dallo scorso anno.

In considerazione della peculiarità del corso professionalizzante, che prevede la presenza obbligatoria sia per le lezioni frontali che numerosi laboratori pratici in presenza, si ricorda che non sarà possibile ottenere la frequenza richiesta solamente con la frequenza streaming o tramite lezioni registrate. La gestione delle presenze in aula/streaming verrà quindi garantita dai coordinatori, in un piano di presenze che dovrà essere seguito dallo studente.

Nei giorni in cui i coordinatori proporranno allo studente la frequenza in streaming si sottolinea l’importanza di avere il video acceso ed una postura ed un abbigliamento consono alla lezione universitaria. In mancanza di questi elementi, la frequenza non verrà conteggiata.  La registrazione della lezione non potrà considerarsi come sostitutiva ma come elemento di supporto didattico. Non varrà quindi come frequenza.

Sperando che, anche grazie all’importantissima campagna vaccinale in corso, si possa tornare quanto prima ad una situazione pre-COVID-19, vi auguro buon lavoro!

In fede

Prof. Paolo F Fabene


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:
  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.
 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf date 1^ sessione 2020/2021 243 KB, 24/09/21 
Doc_Univr_pdf scadenziario 1^ sessione 2020/2021 179 KB, 24/09/21 

Linee guida per riconoscimento cfu

Lo studente che intende chiedere il riconoscimento di moduli o insegnamenti pregressi dovrà presentare domanda, entro il 30 novembre dell’anno accademico in corso, seguendo le indicazioni indicate al link seguente: https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/gestione-carriere-studenti-medicina-e-chirurgia/riconoscimento-crediti-acquisiti-da-una-carriera-pregressa-medicina

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf linee guida per riconoscimento cfu 295 KB, 09/11/21 

Guida ai programmi degli insegnamenti

Guida ai programmi degli insegnamenti

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti 1598 KB, 08/11/21 
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti - inglese 1310 KB, 02/09/21 

Gestione carriere


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.