Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem. 1A 30-set-2019 31-ott-2019
Sem. 1B 18-nov-2019 21-dic-2019
Sem. 2A 17-feb-2020 21-mar-2020
Sem. 2B 6-apr-2020 16-mag-2020
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 20-gen-2020 15-feb-2020
Sessione d'esame estiva 8-giu-2020 18-lug-2020
Sessione d'esame autunnale 24-ago-2020 19-set-2020
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2019 1-nov-2019
Chiusura Ateneo 2-nov-2019 2-nov-2019
Festa dell'Immacolata 8-dic-2019 8-dic-2019
Vacanze di Natale 23-dic-2019 6-gen-2020
Vacanze di Pasqua 10-apr-2020 14-apr-2020
Festa della liberazione 25-apr-2020 25-apr-2020
Festa del lavoro 1-mag-2020 1-mag-2020
Sospensione delle lezioni 2-mag-2020 2-mag-2020
Festa del Santo Patrono 21-mag-2020 21-mag-2020
Sospensione delle lezioni 22-mag-2020 23-mag-2020
Festa della Repubblica 2-giu-2020 2-giu-2020
Vacanze estive 10-ago-2020 15-ago-2020
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
Laboratori insegnamenti 1A Lab. 1A 4-nov-2019 16-nov-2019
Laboratori insegnamenti 1B Lab. 1B 7-gen-2020 18-gen-2020
Laboratori insegnamenti 2A Lab. 2A 23-mar-2020 4-apr-2020
Laboratori insegnamenti 2B Lab. 2B 18-mag-2020 6-giu-2020

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze Umane.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P S T U V Z

Antonello Monica

monica.antonello@univr.it

Badino Massimiliano

massimiliano.badino@univr.it +39 045 802 8459

Bevilacqua Alessia Maria Aurora

alessia.bevilacqua@univr.it 045 8028383

Bianchi Edoardo

edoardo.bianchi@univr.it +39 045 802 8108

Biino Valentina

valentina.biino@univr.it

Blezza Silvia

silvia.blezzapicherle@univr.it +39 045802 8651

Crimi Massimo

massimo.crimi@univr.it 045 802 7924; Lab: 045 802 7050

Daffara Claudia

claudia.daffara@univr.it +39 045 802 7942

D'Onofrio Mariapina

mariapina.donofrio@univr.it 045 802 7801

Dusi Paola

paola.dusi@univr.it 045/8028616

Florit Elena

elena.florit@univr.it 045 8028065

Gamberoni Emanuela

emanuela.gamberoni@univr.it 045 802 8391

Garbellotti Marina

marina.garbellotti@univr.it 045802 8403

Girelli Claudio

claudio.girelli@univr.it 045/8028628

Gregorio Enrico

Enrico.Gregorio@univr.it 045 802 7937

Guaraldo Olivia

olivia.guaraldo@univr.it +39 045802 8066

Guzzo Flavia

flavia.guzzo@univr.it 045 802 7923

Landi Licia

licia.landi@univr.it

La Rana Adele

adele.larana@univr.it

Majorano Marinella

marinella.majorano@univr.it 0458028372

Mastroeni Isabella

isabella.mastroeni@univr.it +39 045 802 7089

Melodia Festa Beatrice

beatrice.melodiafesta@univr.it

Meyer Anja

anja.meyer@univr.it

Migliorati Lorenzo

lorenzo.migliorati@univr.it 045802 8135

Monti Francesca

francesca.monti@univr.it 045 802 7910

Mortari Luigina

luigina.mortari@univr.it 045 802 8652

Negri Stefano

stefano.negri@univr.it 0458027078

Nitti Paolo

paolo.nitti@univr.it

Pelizzari Nicola

nicola.pelizzari@univr.it

Picotti Michele

michele.picotti@univr.it

Poli Albino

albino.poli@univr.it 045 8027658

Silva Roberta

roberta.silva@univr.it 045/8028385

Simonati Alessandro

alessandro.simonati@univr.it +39 0458126625/4883

Tassinari Giancarlo

giancarlo.tassinari@univr.it +39 0458027153

Tomba Barbara

barbara.tomba@univr.it 0458425210

Traina Ivan

ivan.traina@univr.it 045 8028655

Ubbiali Marco

marco.ubbiali@univr.it 045 802 8059

Vannini Lara

lara.vannini@univr.it 3478600758

Vettorel Paola

paola.vettorel@univr.it +39 045802 8259

Vicini Fabio

fabio.vicini@univr.it +39 045 802 8789

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 4°- 5°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S006160

Crediti

8

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-STO/02 - STORIA MODERNA

Periodo

Sem. 2A, Sem. 2B

Obiettivi formativi

A) Conoscenza e capacità di comprensione

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso lo studente dovrà:
- conoscere le abilità cognitive e operative implicate nella formazione storica;
- conoscere le finalità, gli obiettivi e i traguardi di competenza della disciplina storica secondo le Indicazioni Nazionali;
- conoscere le fasi, i fenomeni e i processi di trasformazione della storia dall’età medievale all’età contemporanea;
- conoscere i principi su cui si fonda il metodo della ricerca storica e della didattica storica.

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso lo studente dovrà:
- conoscere le abilità cognitive e operative implicate nella formazione storica;
- conoscere le finalità, gli obiettivi e i traguardi di competenza della disciplina storica secondo le Indicazioni Nazionali;
- conoscere le fasi, i fenomeni e i processi di trasformazione della storia dall’età medievale all’età contemporanea;
- conoscere i principi su cui si fonda il metodo della ricerca storica e della didattica storica.

B) Conoscenza e capacità di comprensione applicata

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso lo studente dovrà saper:

- progettare e gestire contesti di sviluppo della sensibilità storica per la fascia 3-6 anni;
- individuare gli strumenti didattici più adatti per lo sviluppo della sensibilità storica;
- comprendere un testo storico sapendone valutare la validità;
- analizzare le fonti storiche sapendole contestualizzare.

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso lo studente dovrà saper:

- progettare l’insegnamento della storia definendone prerequisiti e obiettivi educativi;
- individuare gli strumenti didattici più adatti per l’insegnamento della storia;
- comprendere un testo storico sapendone valutare la validità;
- analizzare le fonti storiche sapendole contestualizzare.

C) Autonomia di giudizio

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso lo studente avrà acquisito:
- la capacità di analizzare i fenomeni e i processi storici in modo critico;
- la capacità di orientarsi nella letteratura storica primaria e secondaria;
- la capacità di valutare le metodologie e le risorse didattiche più efficaci.

Al termine del corso lo studente avrà acquisito:

- la capacità di analizzare i fenomeni e i processi storici in modo critico;
- la capacità di orientarsi nella letteratura storica primaria e secondaria;
- la capacità di valutare le metodologie e le risorse didattiche più efficaci.

SCUOLA PRIMARIA:

D) Abilità comunicative

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso lo studente dovrà sapere:
- utilizzare in modo consapevole il linguaggio specifico della disciplina storica.

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso lo studente dovrà sapere:

- utilizzare in modo consapevole il linguaggio specifico della disciplina storica;
- utilizzare strumenti didattici efficaci per l’insegnamento della storia in relazione alla fascia di età scolare.

E) Capacità di apprendere

SCUOLA DELL'INFANZIA: Al termine del corso lo studente dovrà sapere:
- reperire fonti e materiali necessari per sviluppare progetti di sensibilità storica;
- conoscere e utilizzare efficaci metodologie didattiche per sviluppare progetti di sensibilità storica.

SCUOLA PRIMARIA: Al termine del corso lo studente dovrà sapere

- reperire fonti e testi necessari per sviluppare una ricerca storica;
- conoscere e utilizzare efficaci metodologie didattiche per trasmettere il sapere storico.

Programma

Il corso si propone di:
trasmettere i fondamenti della disciplina storica, approfondendo il significato e l’utilità della storia; il concetto di tempo e di periodizzazione; la classificazione, la tipologia e le potenzialità delle fonti primarie e secondarie per la ricerca storica e per la didattica storica; le metodologie della ricerca storica;
esaminare alcuni concetti storiografici chiave attraverso lo studio di processi e fenomeni storici cruciali per la storia dell’Europa moderna e contemporanea;
apprendere ed elaborare metodologie e proposte didattiche attraverso esercitazioni e lezioni partecipate.

Testi di riferimento per gli/le studenti frequentanti:
Bianchi S.A., Crivellari C., Nessun tempo è mai passato. La mediazione didattica tra storia esperta e storia insegnata, Roma, Armando Editori, 2003
Lando L., Insegnare la storia ai bambini, Roma, Carocci, 2015

Gli appunti delle lezioni, il materiale fornito durante le lezioni e quello caricato sulla piattaforma. Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno fornite durante il corso di insegnamento.
Si veda inoltre la voce testi a scelta di seguito.

Testi di riferimento per gli/le studenti non frequentanti:
Bianchi S.A., Crivellari C., Nessun tempo è mai passato. La mediazione didattica tra storia esperta e storia insegnata, Roma, Armando Editori, 2003
Bizzocchi R., Guida allo studio della storia moderna, Roma-Bari, Laterza, 2019 (pp. 3-36; 83-122)
Lando L., Insegnare la storia ai bambini, Roma, Carocci, 2015

Un buon manuale delle superiori che affronti in modo esaustivo i seguenti temi:
La scoperta dell’America; la riforma luterana; il Concilio di Trento; la ‘gloriosa rivoluzione inglese’; la monarchia assoluta di Luigi XIV; La rivoluzione americana; dalla Restaurazione all’Unità d’Italia; la seconda rivoluzione industriale; la prima guerra mondiale; Il fascismo; la seconda guerra mondiale

Testi a scelta:
Banti A.M., L'onore della nazione. Identità sessuali e violenza nel nazionalismo europeo dal XVIII secolo alla Grande Guerra, Torino, Einaudi, 2005
Barbagli Marzio, Storia di Caterina che per ott'anni vestì abiti da uomo, Bologna, il Mulino, 2018
Becchi E., D. Julia (a cura di), Storia dell’infanzia. I. Dall’antichità al Seicento, Roma-Bari, Laterza, 1996.
Becchi E., D. Julia (a cura di), Storia dell’infanzia. II. Dal Settecento a oggi, Roma-Bari, Laterza, 1996.
Bellavitis A., Il lavoro delle donne nelle città dell'Europa moderna, Roma, Viella, 2016.
Bizzocchi R., Cicisbei. Morale privata e identità nazionale in Italia, Bari, Laterza, 2008.
Bizzocchi R., In famiglia. Storie di interessi e di affetti nell’Italia moderna, Roma-Bari, Laterza, 2001.
Borello B., Il posto di ciascuno. Fratelli, sorelle e fratellanze (XVI-XIX secolo), Roma, Viella, 2016.
Casanova C., Regine per caso. Donne al governo in età moderna, Roma-Bari, Laterza, 2014
Cavina M., Il padre spodestato. L'autorità paterna dall'antichità, Roma-Bari, Laterza, 2008.
Cavina M., Nozze di sangue. Storia della violenza coniugale, Roma-Bari, Laterza, 2018.
D’Amelia M., La mamma, Bologna, Il Mulino, 2005.
Dogliani P., L'Europa a scuola. Percorsi dell'istruzione tra Ottocento e Novecento, Roma, Carocci, 2008
Feci S., L. Schettini (a cura di), La violenza contro le donne nella storia. Contesti, linguaggi, politiche del diritto (secoli XV-XXI), Roma, Viella, 2017.
Filippini M., Generare, partorire, nascere. Una storia dall’antichità alla provetta, Roma, Viella, 2017.
Garbellotti M., Rossi M.C. (a cura di), Madri e padri sociali tra passato e presente. Per una storia dell’adozione, Roma, Viella, 2016.
Hunt L., La forza dell'empatia. Una storia dei diritti dell'uomo, Roma-Bari, Laterza, 2007
Livi Bacci M., Eldorado nel pantano. Oro, schiavi e anime tra le Ande e l'Amazzonia , Bologna, il Mulino, 2008.
Lirosi A., Libere di sapere. Il diritto delle donne all’istruzione dal Cinquecento al mondo contemporaneo, Roma, Edizioni di storia e di Letteratura, 2015
Lombardi D., Storia del matrimonio: dal Medioevo a oggi, Bologna, Il Mulino, 2008.
Michel Aurélia, Il bianco e il negro. Indagine storica sull’ordine razzista, Torino, Einaudi, 2021
Niccoli O., La vita religiosa nell'Italia moderna. Secoli XV-XVIII, Roma, Carocci, 2017
Niccoli O., Storie di ogni giorno in una città del Seicento, Roma-Bari, Laterza, 2000
Nubola C., Fasciste di Salò. Una storia giudiziaria, Roma-Bari, Laterza, 2016
Pancino C., La natura dei bambini. Cura del corpo, malattie e medicina della prima infanzia fra Cinquecento e Settecento, Bologna, Bononia University Press, 2015 (capitoli 1, 2, 3, 6, 7)
Plebani T., Un secolo di sentimenti. Amori e conflitti generazionali nella Venezia del Settecento, Venezia, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, 2012.
Terpstra N., L’infanzia abbandonata nell’Italia del Rinascimento, Bologna Clueb, 2014.
Wachtel N., La visione dei vinti. Gli indios del Perù di fronte alla conquista spagnola, Torino, Einaudi, 1977.


Visualizza la bibliografia con Leganto, strumento che il Sistema Bibliotecario mette a disposizione per recuperare i testi in programma d'esame in modo semplice e innovativo.

Modalità d'esame

Per le/gli studenti frequentanti la valutazione degli apprendimenti sarà costituita da due schede libro, secondo il modello caricato sulla piattaforma dell’insegnamento, relativa a due volumi elencati alla voce testi a scelta da inviare alla docente almeno dieci giorni prima del giorno dell’esame, e una prova finale scritta con domande a risposta aperta specifiche per chi ha frequentato le lezioni. La prova finale sarà basata sulle tematiche affrontate durante il corso di insegnamento e su quelle trattate nei testi di riferimento.

Per le/gli studenti non frequentanti la valutazione degli apprendimenti sarà costituita da una scheda libro, secondo il modello caricato sulla piattaforma dell’insegnamento, relativa a un volume tra quelli elencati alla voce testi a scelta da inviare alla docente almeno dieci giorni prima del giorno dell’esame, e da una prova scritta con domande a risposta aperta basate sul materiale indicato nel programma per le/gli studenti non frequentanti.

Saranno oggetto di valutazione le conoscenze disciplinari e didattiche acquisite, la capacità di contestualizzare e di interpretare criticamente i fatti e i processi storici, la proprietà di linguaggio, l’impostazione e la correttezza sintattica dell’elaborato.

Bibliografia

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Stage e Tirocini

Le attività di tirocinio indirette e dirette, per complessive 600 ore pari a 24 crediti formativi universitari, come stabilito dal D.M. 249/2010, hanno inizio nel secondo anno di corso e si svolgono secondo modalità tali da assicurare un aumento progressivo del numero dei relativi crediti formativi universitari fino all'ultimo anno.
 
La struttura generale del tirocinio prevede:
- II annualità 100 ore di tirocinio pari a 4 CFU
- III annualità 100 ore di tirocinio pari a 4 CFU
- IV annualità 175 ore di tirocinio pari a 7 CFU
- V annualità   225 ore di tirocinio pari a 9 CFU.
 
Il tirocinio è seguito da insegnanti tutor coordinatori e da tutor organizzatori distaccati, rispettivamente a tempo parziale e a tempo pieno, presso il CdS. Esso prevede attività che si sviluppano secondo modalità di partecipazione periferica e modalità di partecipazione attiva: tali attività dovranno essere, adeguatamente documentate da parte dello studente e saranno supervisionate dai tutor competenti.
La frequenza alle attività di tirocinio è obbligatoria.
 

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Regolamento 115 KB, 23/06/21 

Prova Finale

Come previsto dall’art. 6, comma 5, del Decreto 10 settembre 2010, n. 249, il Corso di Studio si concluderà con la stesura e la discussione della relazione finale di tirocinio e con la preparazione e la discussione della tesi.
La prova finale dovrà attestare il livello qualitativo del lavoro sul campo effettuato dallo studente durante il tirocinio nonché la sua capacità di proporsi quale futuro professionista della scuola in grado di assolvere con piena autonomia e consapevolezza, preparazione metodologica e di contenuti, ai compiti relativi alla funzione docente. In particolare, l’elaborato relativo alla tesi dovrà testimoniare le capacità di ricerca.
La tesi e la relazione finale di tirocinio sono elaborate in modo originale dallo studente rispettivamente sotto la guida di un relatore scelto tra i docenti del Corso di Studio e sotto la guida del tutor coordinatore che ha supervisionato lo svolgimento del tirocinio nell’ultima annualità. La discussione della tesi e della relazione finale di tirocinio costituiscono, unitariamente, esame avente anche valore abilitante all’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria.
La discussione della tesi e della relazione di tirocinio devono avere luogo entro e non oltre 6 mesi l’una dall’altra.
La discussione della relazione finale di tirocinio avverrà di fronte ad una commissione nominata dal Presidente del Collegio Didattico presieduta da un docente e composta da un tutor organizzatore e da due tutor coordinatori.
La discussione della tesi avverrà di fronte ad una Commissione nominata dal Presidente del Collegio Didattico
composta con un minimo di cinque docenti titolari di insegnamento e integrata da due docenti tutor e da un rappresentante designato dall’Ufficio Scolastico Regionale.
 
La tesi:
La Laurea Magistrale si consegue con l’acquisizione di almeno 300 CFU, nel rispetto del numero massimo di esami o valutazioni finali del profitto di cui all’articolo 4, comma 2.
Lo studente dovrà inoltre aver superato con esito positivo la prova finale, composta dalla discussione della relazione finale di tirocinio e dalla discussione della tesi, di cui all’articolo precedente.
Il voto finale di laurea magistrale è espresso in cento-decimi (110) ed è costituito dalla somma:

  1. della media ponderata (MP) dei voti negli esami di cui all’articolo 4, comma 1, pesati con i relativi crediti e rapportata a cento-decimi;
  2. dell’incremento/decremento di voto, pure espresso in cento-decimi, conseguito nella prova finale (da 0 a 6 punti).
  3. dell’eventuale incremento di voto legato alla votazione conseguita nell’attività di tirocinio (da 0 a quatto punti)

Allo scopo di favorire la partecipazione alla mobilità internazionale, a tutte le studentesse e a tutti gli studenti che: (i) nel corso del ciclo di studi abbiano acquisito il riconoscimento in carriera di almeno 12 CFU conseguiti in mobilità internazionale e (ii) conseguano il titolo finale entro la durata normale del Corso di Studi, verranno attribuiti n. 2 (due) punti aggiuntivi da computarsi ai fini della determinazione del punteggio finale di laurea (fermo restando che tali punti aggiuntivi non saranno computati nell’ipotesi in cui la studentessa o lo studente abbia comunque conseguito il punteggio massimo) – Art. 5, comma 4°, del Regolamento di Ateneo per la mobilità studentesca internazionale (D.R. 140/2021 del 12/01/2021). Gli eventuali due punti aggiuntivi saranno assegnati all’interno dei 6 a disposizione per la discussione della tesi di laurea, restano quindi invariati i 4 punti attribuibili al percorso di tirocinio.
Qualora la/il candidata/o abbia ottenuto il voto massimo e il lavoro di tesi risulti meritevole, può essere attribuita la lode.

Allegati


Gestione carriere


Esercitazioni Linguistiche CLA


Guide operative per lo studente


Tutorato per gli studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono formire una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi.
Le matricole, gli studenti che si approcciano al tirocinio, gli studenti in uscita e tutti gli studenti che manifestano difficoltà nel loro percorso di studi possono contattare i docenti indicati come tutor del corso di laurea in Scienze della formazione primaria:
 - prof. Claudio Girelli (Referente del CdS);
- prof.ssa Roberta Silva;
- prof.ssa Marinella Majorano;
 - prof.ssa Federica Valbusa;
- prof. Lorenzo Migliorati.
 

Area riservata studenti


eTwinning

Il Corso di SFP di Verona fa parte del Gruppo Europeo per la formazione eTwinning per i futuri insegnanti – Initial Teacher Education (ITE). Seminari di presentazione della piattaforma e delle sue potenzialità, introduzione alla comunità e/o laboratori sull’uso della stessa sono proposti annualmente come parte integrante dei Laboratori di Lingua Inglese per la Professionalità Docente, e quindi come parte dell’offerta formativa; per il II anno anche con attività progettuale in lingua inglese, studente-studente o a piccoli gruppi.

Per il I anno, a partire dall’ A.A. 2017/2018 è stato realizzato con il supporto dell’USR Veneto e la collaborazione delle ambasciatrici eTwinning un incontro seminariale di presentazione della comunità e piattaforma eTwinning, come parte del Laboratorio di Lingua Inglese per la Professionalità docente. Gli studenti svolgono attività di ricerca e reperimento materiale nel portale eTwinning, studiano alcuni progetti considerati “buone pratiche” e si confrontano con una breve attività in piccolo gruppo sui primi passi di introduzione e orientamento ad un progetto eTwinning.  Solitamente sono coinvolti circa un centinaio di studenti.

Per il II anno, a partire dall’A.A. 2020/2021, è stato introdotto un Laboratorio eTwinning (12 ore – 1CFU) di progettualità didattica in lingua inglese. Gli studenti svolgono attività individuali all’interno della Comunità volte a costruire una rete di partner e cogliere ogni potenzialità offerta dalla piattaforma. Inoltre, viene proposta una simulazione progettuale, in piccoli gruppi, dall’introduzione dei partner alla valutazione e disseminazione dei risultati di un progetto eTwinning. Solitamente partecipano circa un centinaio di studenti. Al termine del modulo è richiesto un portfolio digitale in lingua inglese. I futuri docenti esercitano contemporaneamente competenze linguistiche, digitali e sociali facilmente riutilizzabili nella professione futura.

Dal prossimo AA 2022/2023 è previsto un Laboratorio eTwinning (12 ore – 1CFU) di progettualità didattica con un altro ITE, parte del Laboratorio di Lingua Inglese V.

Le attività realizzate sono state presentate nell’Incontro di coordinamento eTwinning ITE – “eTwinning per i futuri docenti” a Firenze il 17 e 18 marzo 2022 https://etwinning.indire.it/supporto-e-formazione/formazione-online/materiali-ite/