Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Anno accademico:
Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 15-set-2014 9-gen-2015
Secondo semestre 19-feb-2015 29-mag-2015
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
prove intermedie (primo semestre) 3-nov-2014 7-nov-2014
sessione invernale 12-gen-2015 18-feb-2015
prove intermedie (secondo semestre) 13-apr-2015 17-apr-2015
sessione estiva 4-giu-2015 11-lug-2015
sessione autunnale 24-ago-2015 9-set-2015
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
sessione autunnale 12-dic-2014 19-dic-2014
sessione invernale 8-apr-2015 10-apr-2015
sessione estiva 10-set-2015 11-set-2015
Vacanze
Periodo Dal Al
festività natalizie 22-dic-2014 5-gen-2015
festività pasquali 3-apr-2015 7-apr-2015
vacanze estive 10-ago-2015 22-ago-2015

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria dei Corsi di Studio Economia.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M P R S T Z

Bonfanti Angelo

symbol email angelo.bonfanti@univr.it symbol phone-number 045 802 8292

Brentari Eugenio

symbol email eugenio.brentari@univr.it

Brunetti Federico

symbol email federico.brunetti@univr.it symbol phone-number 045 802 8494

Cantele Silvia

symbol email silvia.cantele@univr.it symbol phone-number 045 802 8220 (VR) - 0444 393943 (VI)

Carlotto Ilaria

symbol email ilaria.carlotto@univr.it symbol phone-number 045 802 8264

Corsi Corrado

symbol email corrado.corsi@univr.it symbol phone-number 045 802 8452 (VR)

Cubico Serena

symbol email serena.cubico@univr.it symbol phone-number 045 802 8132

De Crescenzo Veronica

symbol email veronica.decrescenzo@univr.it symbol phone-number 045 802 8163

Durastante Paolo

symbol email paolo.durastante@univr.it symbol phone-number 0444962826

Faccincani Lorenzo

symbol email lorenzo.faccincani@univr.it symbol phone-number 045 802 8610

Fiorentini Riccardo

symbol email riccardo.fiorentini@univr.it symbol phone-number 0444 393934 (VI) - 045 802 8335(VR)

Fioroni Tamara

symbol email tamara.fioroni@univr.it symbol phone-number 0458028489

Lionzo Andrea

symbol email andrea.lionzo@univr.it

Minozzo Marco

symbol email marco.minozzo@univr.it symbol phone-number 045 802 8234

Peluso Eugenio

symbol email eugenio.peluso@univr.it symbol phone-number 045 8028104

Peretti Alberto

symbol email alberto.peretti@univr.it symbol phone-number 0444 393936 (VI) 045 802 8238 (VR)

Pertile Paolo

symbol email paolo.pertile@univr.it symbol phone-number 045 802 8438

Pichler Flavio

symbol email flavio.pichler@univr.it symbol phone-number 045 802 8273

Rossignoli Francesca

symbol email francesca.rossignoli@univr.it symbol phone-number 0444 393941 (Ufficio Vicenza) 0458028261 (Ufficio Verona)

Rutigliano Michele

symbol email michele.rutigliano@univr.it symbol phone-number 0458028610

Signori Paola

symbol email paola.signori@univr.it symbol phone-number 0444 393942 (VI) 045 802 8492 (VR)

Sommacal Alessandro

symbol email alessandro.sommacal@univr.it symbol phone-number 045 802 8716

Tescaro Mauro

symbol email mauro.tescaro@univr.it symbol phone-number 045 802 8880

Trabucchi Giuseppe

symbol email giuseppe.trabucchi@univr.it

Zago Angelo

symbol email angelo.zago@univr.it symbol phone-number 045 802 8414

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
SECS-P/01
9
B
SECS-S/01
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




S Stage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S00411

Coordinatore

Stefano Zagà

Crediti

6

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

IUS/12 - DIRITTO TRIBUTARIO

Periodo

secondo semestre triennali dal 20-feb-2017 al 1-giu-2017.

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli Studenti una preparazione di base sui principi costituzionali rilevanti nel sistema tributario nazionale, sui diritti e sui doveri del contribuente, nonché sulle imposte dirette e sull’Iva.

Programma

L'insegnamento prevede 48 ore di didattica frontale.
Il programma verrà ripartito in 2 parti.
Nella prima parte del corso verranno approfonditi i seguenti argomenti: le fonti; l'interpretazione delle norme tributarie; i diritti e i doveri del contribuente (la dichiarazione e gli obblighi di versamento); il diritto/dovere di operare le ritenute alla fonte e la sostituzione tributaria; l’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef).
La seconda parte del corso sarà dedicata all’approfondimento del reddito d’impresa, dell’Imposta sul reddito delle società (Ires) e dell’Imposta sul valore aggiunto (Iva).
Oltre al libro di testo, lo Studente dovrà dimostrare, in sede di esame, di conoscere e di saper commentare le disposizioni della Costituzione italiana rilevanti ai fini fiscali, le principali disposizioni dello Statuto dei diritti del contribuente (l. n. 212 del 2000), del Tuir (d.P.R. n. 917 del 1986), del d.P.R. n. 600 del 1973, del d.P.R. n. 633 del 1972 e della Direttiva n. 2006/112/CE oggetto del programma. Si raccomanda, pertanto, durante lo studio, una costante consultazione dei testi normativi reperibili sul sito internet: https://def.finanze.it/DocTribFrontend/RS2_HomePage.jsp


CONTENUTI ANALITICI DEL CORSO

PARTE PRIMA

- Nozione e classificazione dei tributi
- Le fonti, l’interpretazione delle norme tributarie, l’elusione e l’abuso del diritto
- La struttura giuridica dei tributi
- I diritti e i doveri del contribuente: la dichiarazione e gli obblighi di versamento
- Gli obblighi contabili
- Il diritto/dovere di operare le ritenute alla fonte e la sostituzione tributaria
- Il diritto/dovere di rivalsa
- Le imposte sul reddito delle persone fisiche: evoluzione della disciplina; principi generali e categorie reddituali


PARTE SECONDA

- La disciplina del reddito d'impresa
- L’Imposta sul reddito delle società: il regime degli enti commerciali, degli enti non commerciali e degli enti non residenti; i gruppi societari
- Fisionomia dell'Iva
- Il presupposto dell'Iva e gli «indici» di capacità contributiva da essa colpiti
- Le operazioni rilevanti ai fini iva: le cessioni di beni e le prestazioni di servizi
- Il profilo soggettivo: l'esercizio di imprese o di arti e professioni
- Il profilo territoriale dell'operazione rilevante
- Il momento di effettuazione dell'operazione rilevante e l'esigibilità dell'imposta
- Le cessioni verso Stati extracomunitari
- Le importazioni
- Le operazioni intracomunitarie
- Le operazioni esenti
- Diritto/dovere di rivalsa
- Diritto alla detrazione dell'Iva sugli acquisti.


TESTI DI RIFERIMENTO:
S. LA ROSA, Principi di diritto tributario, Giappichelli, Torino, 2016, pp. 1 – 119, 141 – 176, 203 –238.

Per eventuali approfondimenti sull’Iva: M.G. ORTOLEVA, L'Imposta sul Valore Aggiunto sulle operazioni transnazionali, Quiedit, 2013.

Modalità d'esame

FREQUENZA DEL CORSO
Consigliata


MODALITÀ D'ESAME
L'esame - il cui scopo è di valutare l'apprendimento delle nozioni giuridiche di base della disciplina, la capacità di utilizzare un linguaggio tecnico-giuridico appropriato, di collegare i diversi istituti giuridici oltre che di comprenderne la ratio - si svolge secondo le modalità di seguito descritte.

ESAME CON PROVA SCRITTA INTERMEDIA “A VOTO PARZIALE”
Per gli Studenti (frequentanti e non frequentanti) che intendono avvalersi della facoltà di sostenere la prova intermedia "a voto parziale", l'esame complessivamente è composto da due prove scritte.
La prima prova (prova di verifica intermedia "a voto parziale"), avente ad oggetto gli argomenti trattati nella prima parte del corso, consiste in:
• numero 4 domande aperte volte a valutare la capacità dello Studente di utilizzare un linguaggio tecnico–giuridico appropriato, nonché la capacità di elaborare soluzioni ragionate basate sul collegamento tra i diversi istituti. Tale prova dura 60 minuti. Per conseguire la sufficienza (18/30) occorre rispondere in modo appropriato ad almeno 2 domande su 4.
Il voto di tale prova intermedia rimane valido solo per la prima sessione d'esami (due appelli) successiva alla conclusione delle lezioni.
La seconda prova, avente ad oggetto gli argomenti trattati nella seconda parte del corso, consiste in:
• numero 4 domande aperte volte a valutare la capacità dello Studente di utilizzare un linguaggio tecnico – giuridico appropriato, nonché la capacità di elaborare soluzioni ragionate basate sul collegamento tra i diversi istituti. Tale prova dura 60 minuti. Per conseguire la sufficienza (18/30) occorre rispondere in modo appropriato ad almeno 2 domande su 4.
L'esame si intende superato se si consegue almeno la sufficienza in entrambe le prove. Il voto finale è composto dalla media aritmetica semplice dei voti ottenuti nelle due prove scritte (arrotondata per difetto).
Resta salva la possibilità per lo Studente di sostenere la prova orale (“prova orale integrativa”) su tutto il programma al fine di migliorare il voto complessivo finale. In tal caso, lo Studente dovrà comunicare al Docente la volontà di sostenere la “prova orale integrativa” entro 5 giorni dalla data di pubblicazione dell’esito finale dell’esame.


ESAME IN “UNICA SOLUZIONE”
Gli Studenti che decidono di non sostenere la prova intermedia “a voto parziale” e gli Studenti che non superano tale prova intermedia devono sostenere l'esame orale su tutto il programma.

Le/gli studentesse/studenti con disabilità o disturbi specifici di apprendimento (DSA), che intendano richiedere l'adattamento della prova d'esame, devono seguire le indicazioni riportate QUI

Tipologia di Attività formativa D e F

Anno accademico:

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

La prova finale, il cui superamento attribuisce 3 CFU, consiste in un elaborato in forma scritta di almeno 30 cartelle, che approfondisce un tema a scelta relativo a uno degli insegnamenti previsti dal piano didattico dello studente. Il tema e il titolo dell’elaborato dovranno essere selezionati in accordo con un docente dell’Ateneo di un SSD fra quelli presenti nel piano didattico dello studente. Il lavoro deve essere sviluppato sotto la guida del docente. L’elaborato è oggetto di esposizione e discussione orale dinanzi a una Commissione Istruttoria, composta dal docente di cui al comma precedente, in qualità di Relatore, e da un secondo docente appartenente al medesimo settore scientifico-disciplinare o a settore affine. La discussione si svolge in una data concordata con il Relatore, di norma in occasione di una qualsiasi sessione d’esame. Con il consenso del Relatore, la tesi può essere redatta e la discussione svolgersi in lingua inglese. La scelta del tema e del titolo dell’elaborato e lo svolgimento della discussione a norma dei commi precedenti possono essere effettuate a partire dall’inizio dell’ultimo anno di corso, e comunque solo dopo l’acquisizione in carriera di almeno 120 CFU. Valutati la qualità dell’elaborato e della sua presentazione e discussione da parte dello studente, la Commissione Istruttoria formula una proposta di giudizio, che può essere positiva o negativa: nel primo caso, essa è accompagnata da una proposta di punteggio, da un minimo di 0 a un massimo di 4 punti; nel secondo caso, è accompagnata dall’indicazione al laureando di opportuni suggerimenti migliorativi. La proposta di punteggio non deve in alcun modo tener conto della carriera del laureando. La determinazione del punteggio finale e il conferimento del titolo sono di esclusiva competenza della Commissione di Laurea, composta secondo quanto stabilito dal RDA. È possibile conseguire la laurea anche in un tempo inferiore a tre anni, fermi restando gli obblighi contributivi per tutta la durata legale del corso.

Per maggiori informazioni e la consultazione delle scadenze e delle commissioni di laurea si rimanda all'apposita sezione del sito web della Scuola di Economia e Management
 

Tutorato per gli studenti

I docenti dei singoli Corsi di Studio erogano un servizio di tutorato volto a orientare e assistere gli studenti del triennio, in particolare le matricole, per renderli partecipi dell’intero processo formativo, con l’obiettivo di prevenire la dispersione e il ritardo negli studi, oltre che promuovere una proficua partecipazione attiva alla vita universitaria in tutte le sue forme.

Esercitazioni Linguistiche CLA


Gestione carriere


Tirocini e stage

Nel piano didattico dei Corsi di Laurea triennale (CdL) e Magistrale (CdLM) offerti dalla Scuola di Economia e Management dell’Università di Verona è previsto uno stage come attività formativa obbligatoria. Lo stage, infatti, è ritenuto uno strumento appropriato per acquisire competenze e abilità professionali e per agevolare la scelta dello sbocco professionale futuro, in linea con le proprie aspettative, attitudini e aspirazioni. Attraverso l’esperienza pratica in ambiente lavorativo, lo studente può acquisire ulteriori competenze ed abilità relazionali.

Per informazioni specifiche, consultare l'highlight della Scuola di Economia e Management appositamente dedicato a Stage.

Area riservata studenti