Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 4-ott-2010 31-gen-2011
II semestre 1-mar-2011 15-giu-2011
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria 1-feb-2011 28-feb-2011
Sessione estiva 16-giu-2011 29-lug-2011
Sessione autunnale 1-set-2011 30-set-2011
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione autunnale 13-ott-2010 13-ott-2010
Sessione straordinaria 16-dic-2010 16-dic-2010
Sessione invernale 16-mar-2011 16-mar-2011
Sessione estiva 20-lug-2011 20-lug-2011
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2010 1-nov-2010
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2010 8-dic-2010
Vacanze Natalizie 22-dic-2010 6-gen-2011
Vacanze Pasquali 22-apr-2011 26-apr-2011
Festa della Liberazione 25-apr-2011 25-apr-2011
Festa del Lavoro 1-mag-2011 1-mag-2011
Festa del Santo Patrono di Verona S.Zeno 21-mag-2011 21-mag-2011
Festa della Repubblica 2-giu-2011 2-giu-2011
Vacanze Estive 8-ago-2011 15-ago-2011

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F L M P R S V Z

Assfalg Michael

michael.assfalg@univr.it +39 045 802 7949

Astegno Alessandra

alessandra.astegno@univr.it 045802 7955

Bassi Roberto

roberto.bassi@univr.it 045 802 7916; Lab: 045 802 7915

Bellin Gianluigi

gianluigi.bellin@univr.it +39 045 802 7969

Bettinelli Marco Giovanni

marco.bettinelli@univr.it 045 802 7902

Buffelli Mario Rosario

mario.buffelli@univr.it +39 0458027268
foto,  16 marzo 2015

Cecchi Franco

franco.cecchi@univr.it 045 802 7964 - 7965

Crimi Massimo

massimo.crimi@univr.it 045 802 7924; Lab: 045 802 7050

Dall'Osto Luca

luca.dallosto@univr.it +39 045 802 7806

Delledonne Massimo

massimo.delledonne@univr.it 045 802 7962; Lab: 045 802 7058

Dell'Orco Daniele

daniele.dellorco@univr.it +39 045 802 7637

Di Palma Federico

federico.dipalma@univr.it +39 045 8027074

Dominici Paola

paola.dominici@univr.it 045 802 7966; Lab: 045 802 7956-7086

D'Onofrio Mariapina

mariapina.donofrio@univr.it 045 802 7801

Drago Nicola

nicola.drago@univr.it 045 802 7081

Furini Antonella

antonella.furini@univr.it 045 802 7950; Lab: 045 802 7043

Lampis Silvia

silvia.lampis@univr.it 045 802 7095

Marastoni Corrado

maraston@math.unipd.it

Marzola Pasquina

pasquina.marzola@univr.it 045 802 7816 (ufficio); 045 802 7614 (laboratorio)

Molesini Barbara

barbara.molesini@univr.it 045 802 7550

Molinari Henriette

henriette.molinari@univr.it 045 802 7901; Lab: 045 802 7906
Foto,  9 aprile 2014

Monaco Ugo Luigi

hugo.monaco@univr.it 045 802 7903; Lab: 045 802 7907 - 045 802 7082

Perduca Massimiliano

massimiliano.perduca@univr.it +39 045 802 7984

Romeo Alessandro

alessandro.romeo@univr.it +39 045 802 7974-7936; Lab: +39 045 802 7808

Spena Angelo

angelo.spena@univr.it 045 683 5623
Foto personale,  18 luglio 2012

Vallini Giovanni

giovanni.vallini@univr.it 045 802 7098; studio dottorandi: 045 802 7095

Zorzan Simone

simone.zorzan@univr.it +39 0458027644

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02696

Crediti

12

Offerto anche nei corsi

L'insegnamento è organizzato come segue:

Biochimica e biochimica analitica: biochimica analitica

Crediti

4

Periodo

Vedi pagina del modulo

Docenti

Vedi pagina del modulo

Obiettivi formativi

Modulo: BIOCHIMICA E BIOCHIMICA ANALITICA: BIOCHIMICA ANALITICA
-------
Conoscenza e sperimentazione delle metodologie biochimiche di base, attraverso lezioni teoriche e pratiche. Lo studente riceverà una preparazione sistematica sulle principali tecniche impiegate nel laboratorio di biochimica per l’identificazione, l’isolamento e lo studio strutturale e funzionale delle macromolecole biologiche, con particolare attenzione alla purificazione ed identificazione di proteine.


Modulo: BIOCHIMICA E BIOCHIMICA ANALITICA: BIOCHIMICA
-------
Il corso ha l’obiettivo di fornire agli studenti le conoscenze scientifiche sui componenti molecolari della cellula, sui processi biochimici correlati con la produzione, conservazione e utilizzazione dell’energia metabolica, sulla cinetica enzimatica, sulla regolazione dell’attività degli enzimi, sulle vie dell'informazione.

Programma

Modulo: BIOCHIMICA E BIOCHIMICA ANALITICA: BIOCHIMICA ANALITICA
-------
Purificazione delle proteine.
Proprietà ioniche di amminoacidi e proteine. Punto isoelettrico. Preparazione del campione. Metodi di rottura delle cellule e produzione degli estratti grezzi iniziali. Metodi di solubilizzazione delle proteine. Tamponi salini. Tecniche di precipitazione. Filtrazione, dialisi, concentrazione del campione. Metodi per la determinazione del peso molecolare delle proteine.
Metodi di centrifugazione.
Principi fondamentali della sedimentazione. Tipi di centrifuga. Tipi di rotore. Centrifugazione preparativa: differenziale, in gradiente di densità. Applicazioni pratiche della centrifugazione preparativa e frazionamento subcellulare. Centrifugazione analitica e sue applicazioni.
Tecniche spettroscopiche.
Proprietà della radiazione elettromagnetica. Interazione con la materia. Spettroscopia nell’ultravioletto e nel visibile. Aspetti qualitativi e quantitativi dell'assorbimento della luce. Spettrofotometri. Spettrofluorimetria e spettrofluorimetri. Fluorescence resonance energy transfer (FRET). Spettroscopia di dicroismo circolare. Metodi colorimetrici e spettroscopici applicati alla determinazione della concentrazione proteica.
Tecniche cromatografiche.
Principi della cromatografia. Parametri che determinano le prestazioni cromatografiche. Cromatografia liquida: adsorbimento, partizione, scambio ionico, esclusione molecolare, affinità, interazione idrofobica. Gas-cromatografia
Tecniche elettroforetiche.
Principi generali. Materiali di supporto. Elettroforesi di acidi nucleici. Elettroforesi di proteine. SDS gel elettroforesi. Elettroforesi in condizioni native. Tipi di tamponi utilizzati per l’analisi PAGE: continui e discontinui. Gel in gradiente di porosità. Isoelettrofocalizzazione. Elettroforesi capillare. Gel elettroforesi bidimensionale. Colorazione delle proteine su gel. Blotting delle proteine (western blotting).

Laboratorio
1. Separazione di proteine mediante cromatografia ad esclusione molecolare.
2. Separazione elettroforetica di proteine su gel di poliacrilammide.
3. Determinazione dei parametri cinetici di un enzima.


Modulo: BIOCHIMICA E BIOCHIMICA ANALITICA: BIOCHIMICA
-------
I COMPONENTI MOLECOLARI DELLE CELLULE:

Le proprieta' che caratterizzano i sistemi viventi
Molecole biologiche: Gerarchia tra le molecole biologiche: le molecole semplici come unita' di strutture complesse

Acqua, pH ed equilibri ionici

Aminoacidi
Proprieta' acido-base degli aminoacidi. Attivita' ottica e stereochimica degli aminoacidi. (FORMULE DI STRUTTURA AMINOACIDI)

Le proteine: funzioni biologiche e struttura primaria
Legame peptidico. (FORMULA DI STRUTTURA).Architettura delle molecole proteiche
La struttura tridimensionale delle proteine:
La struttura secondaria:descrizione di eliche e foglietti ripiegati. I grafici di Ramachandran
Proteine globulari: struttura terziaria e diversita' funzionale
Modelli di ripiegamento. Fattori che determinano la struttura secondaria e terziaria Informazione e termodinamica del riegamento
Cenni di cinetica del ripiegamento : ruolo degli chaperon molecolari.
Movimenti all'interno delle proteine globulari.
Struttura quaternaria delle proteine
Lipidi e membrane: Acidi grassi. Triacilgliceroli.
Membrane:Modello a mosaico fluido. Trasporto di membrana


DINAMICA DELLE PROTEINE:
Gli enzimi: Potere catalitico, specificita' e regolazione.
Cinetica enzimatica: Energia libera di attivazione e azione dei catalizzatori.
L'equazione di Michaelis-Menten. Assunzione dello stato stazionario. I parametri cinetici. Numero di turnover. Metodi grafici lineari: vantaggio.Fattori che regolano la velocita' enzimatica.
Inibizione enzimatica: irreversibile e reversibile. Competitiva e non competitiva.
Cinetica delle reazioni che coinvolgono due substrati: Reazioni a spostamento singolo casuali, ordinate, a spostamento doppio.
Meccanismi di controllo dell'attivita' enzimatica.

Trasporto e deposito dell'ossigeno: il ruolo di emoglobina e mioglobina.
Relazione struttura-funzione di Mb ed Hb
Emoglobina: legame cooperativo e allosteria. Modelli per la transizione allosteria nell'emoglobina: il modello simmetrico e il modello sequenziale.Effettori eterotropici.
Evoluzione delle proteine.

GENERAZIONE E CONSERVAZIONE DELL’ENERGIA METABOLICA

La bioenergetica. Concetti termodinamici basilari.Energia, calore, lavoro.
Entropia ed energia libera. L'andamento di una reazione, la variazione di energia libera standard. Effetto del pH e della cancentrazione sulle energie libere standard.
Termodinamica dei processi irreversibili: la vita sulla via del non equilibrio. L'importanza dei processi accoppiati nei sistemi viventi.

ATP e composti ad alta energia: potenziale di trasferimento di gruppo. La carica energetica.(FORMULA STRUTTURA ATP)
Il metabolismo.
Le vie metaboliche centrali e il metabolismo energetico. Esistenza di vie degradative e biosintetiche indipendenti. Le ossidazioni come fonte di energia metabolica. Principali meccanismi di controllo del metabolismo.

La glicolisi :Aspetti generali. L'importanza delle reazioni accoppiate nella glicolisi. reazioni della glicolisi.(FORMULE STRUTTURA METABOLITI GLICOLISI)
I destini metabolici del NADH e del piruvato. Formula struttura e meccanismo di ossidoriduzione del NAD.

Il ciclo degli acidi tricarbossilici: La fase di collegamento: la decarbossilazione ossidativa del piruvato.Le reazioni del ciclo, con formule di struttura dei metaboliti.Il ciclo dei TCa come fonte di intermedi per le vie biosintetiche. Le reazioni anaplerotiche.

Trasporto degli elettroni e fosforilazione ossidativa: Potenziali di riduzione. I complessi della catena di trasporto degli elettroni.
L'approccio termodinamico all'ipotesi dell'accoppiamento chemioosmotico. ATP sintasi. I sistemi navetta per il trasporto di NADH citosolico nei mitocondri.

Gluconeogenesi, metabolismo del glicogeno e via dei pentosi fosfati. Formule struttura metaboliti via dei pentoso fosfati.

La beta- ossidazione degli acidi grassi a numero di atomi di C pari, dispari; di acidi grassi mono- e poliinsaturi.

La biosintesi dei lipidi : Confronto tra vie di biosintesi e di degradazione. STRUTTURE. Le reazioni della biosintesi dei lipidi.STRUTTURE.

Metabolismo degli aminoacidi e ciclo dell'urea :
Aminoacidi : destino dello scheletro carbonioso e del gruppo aminico. Reazioni di transaminazione, deaminazione ossidativa e deaminazione non ossidativa. Ciclo dell'urea, con strutture dei metaboliti.

Modalità d'esame

Modulo: BIOCHIMICA E BIOCHIMICA ANALITICA: BIOCHIMICA ANALITICA
-------
L’esame finale (scritto) verterà su tutti gli argomenti del programma. Lo studente dovrà dimostrare di aver compreso e di essere in grado di utilizzare i concetti fondamentali di ogni argomento.

Libro di testo consigliato:
Biochimica e biologia molecolare. Principi e Tecniche. A cura di Keith Wilson e John M. Walker. Edizione italiana a cura di Mirella S. Pilone e Loredano Pollegioni.
Raffaello Cortina Editore.


Modulo: BIOCHIMICA E BIOCHIMICA ANALITICA: BIOCHIMICA
-------
L’esame finale (orale) verterà su tutti gli argomenti del programma. Lo studente dovrà dimostrare di aver compreso e di essere in grado di utilizzare i concetti fondamentali di ogni argomento.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Prova Finale

Per gli scadenziari, gli adempimenti amministrativi e gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al servizio Sessioni di laurea - Scienze e Ingegneria.

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi. Alla prova finale sono riservati 3 CFU. La prova finale consiste nella discussione di un elaborato scritto, di non più di 25 cartelle, riguardante tematiche inerenti il percorso di studi, eventualmente affrontate nel corso del tirocinio sotto la guida di un Relatore. La relazione potrà essere redatta anche in lingua inglese ed una copia sarà trasferita alla Segreteria mediate apposita procedura telematica. Il docente referente e altri due docenti, costituiranno la Commissione di valutazione. I lavori della Commissione non sono regolati da convocazioni ufficiali e hanno luogo su accordo tra i quattro soggetti interessati.

La valutazione dell’elaborato sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, impegno critico del laureando, accuratezza dello svolgimento. Alla fine della presentazione, i docenti stileranno una breve nota di valutazione con espressione di un voto sintetico. Questa nota sarà trasferita alla Segreteria competente, almeno 5 giorni prima della seduta di laurea, per la successiva formulazione del voto definitivo da parte della Commissione di laurea che procederà alla proclamazione. Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Il punteggio minimo per il superamento dell’esame finale è di 66/110.

Il voto di ammissione è determinato rapportando la media degli esami di profitto ponderata sui crediti, a 110 e successivamente arrotondando il risultato all’intero più vicino. A parità di distanza, si arrotonda all’intero superiore.

Per la prova finale è previsto un incremento al massimo di 8/110 punti rispetto al voto di ammissione, di cui 4 punti riservati alla valutazione dell’esame di laurea e 4 punti riservati alla valutazione del curriculum dello studente. Nella valutazione del curriculum si tiene conto del tempo impiegato dallo studente per giungere alla laurea, del numero di lodi conseguite, e di eventuali esperienze all’estero.

Va attribuito un punto in più ai candidati che soddisfano i seguenti requisiti:

- laurea in corso

- media delle votazioni degli esami di almeno di 26/30.

L’attribuzione della lode, nel caso di un incremento che porti ad una votazione pari a 110/110, è a discrezione della commissione di esame e viene attribuita solo se il parere dei membri della commissione è unanime.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Studio delle proprietà di luminescenza di lantanidi in matrici proteiche Synthetic Chemistry and Materials: Materials synthesis, structure-properties relations, functional and advanced materials, molecular architecture, organic chemistry - Colloid chemistry
Nanomateriali ibridi organici-inorganici multifunzionali per applicazioni in Biotecnologie e Chimica Verde Synthetic Chemistry and Materials: Materials synthesis, structure-properties relations, functional and advanced materials, molecular architecture, organic chemistry - New materials: oxides, alloys, composite, organic-inorganic hybrid, nanoparticles
Stampa 3D di nanocompositi polimerici luminescenti per applicazioni in Nanomedicina Synthetic Chemistry and Materials: Materials synthesis, structure-properties relations, functional and advanced materials, molecular architecture, organic chemistry - New materials: oxides, alloys, composite, organic-inorganic hybrid, nanoparticles
Dinamiche della metilazione del DNA e loro contributo durante il processo di maturazione della bacca di vite. Argomenti vari
Risposte trascrittomiche a sollecitazioni ambientali in vite Argomenti vari
Studio delle basi genomico-funzionali del processo di embriogenesi somatica in vite Argomenti vari

Modalità di frequenza

Come riportato al punto 25 del Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, non è previsto un obbligo generalizzato di frequenza. I singoli docenti sono tuttavia liberi di richiedere un minimo di ore di frequenza per l’ammissibilità̀ all’esame di profitto dell’insegnamento di cui sono titolari. In tal caso il controllo della frequenza alle attività didattiche è stabilito secondo modalità preventivamente comunicate agli studenti.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.

Gestione carriere


Area riservata studenti