Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Per l'anno 2011/2012 Nessun calendario ancora disponibile

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G H K M O P R S T V W

Bertini Giuseppe

giuseppe.bertini@univr.it 045-802-7682

Dusi Stefano

stefano.dusi@univr.it +39 045 8027124

Fabene Paolo

paolo.fabene@univr.it 0458027267

Fava Cristiano

cristiano.fava@univr.it +39 045 8124732

Fracasso Maria Enrica

mariaenrica.fracasso@univr.it 0458027606

Kustatscher Astrid

astrid.kustatscher@claudiana.bz.it

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Moretti Ugo

ugo.moretti@univr.it 0458027602; 0458124245

Pilia Maurizio

maurizio_pilia@libero.it

Stampfl Brigitte

bstampfl@claudiana.bz.it +039 0471 067350

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Valer Luisa

luisa.valer@claudiana.bz.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B
MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000090

Crediti

9

L'insegnamento è organizzato come segue:

Infermieristica clinica

Crediti

3

Periodo

LEZIONI 2° SEMESTRE..

Docenti

Roswita Auer

Patologia generale

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° SEMESTRE..

Docenti

Stefano Dusi

Semeiotica e fisiopatologia

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° SEMESTRE..

Farmacologia generale

Crediti

2

Periodo

LEZIONI 2° SEMESTRE..

Docenti

Ugo Moretti

Obiettivi formativi

Modulo: SEMEIOTICA E FISIOPATOLOGIA
-------
Non pervenuto


Modulo: FARMACOLOGIA GENERALE
-------
Non pervenuto


Modulo: PATOLOGIA GENERALE
-------
Conoscere le cause di malattia, le principali alterazioni delle cellule, le manifestazioni locali e generali della flogosi, i meccanismi di guarigione delle ferite, le cause e le conseguenze sull’organismo dei processi neoplastici, emorragici e trombotici; Conoscere i meccanismi con i quali si attiva la risposta immunitaria


Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA
-------
Non pervenuto

Programma

Modulo: SEMEIOTICA E FISIOPATOLOGIA
-------
Non pervenuto


Modulo: FARMACOLOGIA GENERALE
-------
Non pervenuto


Modulo: PATOLOGIA GENERALE
-------
Programma in forma sintetica (n° 4 righe max):
1) La malattia: cause e patogenesi; 2) Patologia cellulare: stato stazionario cellulare e sue alterazioni; 3) La flogosi: infiammazione acuta e cronica: caratteristiche e conseguenze; 4) Guarigione delle ferite; 5) Oncologia generale: La cellula neoplastica; Tumori benigni e maligni; 6) Patologia generale dell’emostasi: emorragie; trombosi; 7) Immunologia: Immunità naturale e specifica; Autoimmunità e reazioni immunopatogene


Programma in forma estesa:

1) Parte generale
Introduzione alla Patologia Generale
Concetti di omeostasi e riserva funzionale d’organo
La malattia: definizione, cause (malattie congenite e acquisite); concetto di patogenesi

2) Patologia cellulare:
Concetti generali: stato stazionario cellulare e tessutale e sue alterazioni:
a) alterazioni degenerative delle cellule (danno cellulare reversibile e irreversibile) e morte cellulare (necrosi, apoptosi). Tipi di necrosi
b) Modificazioni volumetriche delle cellule (ipertrofia, ipotrofia, atrofia) e loro cause
c) Modificazioni numeriche delle cellule (iperplasia, ipoplasia, aplasia) e loro cause
d) Alterazioni dei processi differenziativi cellulari (metaplasia, anaplasia, displasia)

3) La flogosi:
Concetti generali: la flogosi come risposta dell’organismo ad agenti dannosi
Tipi di flogosi:
a) Infiammazione acuta:
Caratteristiche generali e momenti fondamentali (iperemia, essudazione, chemiotassi)
Cenni sui mediatori chimici della flogosi
Aspetti particolari della flogosi acuta (flogosi eritematose, sierose, catarrali, purulente, fibrinose, emorragiche e necrotizzanti) e loro conseguenze sull’organismo (formazione di ascessi, flemmoni, fistole, aderenze, sinechie, versamenti…)
Evoluzione della flogosi acuta
b) Infiammazione cronica:
Caratteristiche e meccanismi patogenetici
I granulomi. Principali malattie granulomatose
Effetti utili e dannosi della flogosi
Manifestazioni generali della flogosi (febbre, leucocitosi, sintesi di proteine di fase acuta, catabolismo muscolare, modificazioni di sideremia e zinchemia, turbe endocrine, ecc…

4) processo di guarigione di una ferita
Fasi della guarigione di una ferita: coagulazione, flogosi, formazione del tessuto di granulazione, cicatrizzazione.
Complicanze del processo di guarigione: infezioni, deiescenza, formazione di cheloidi

5) Oncologia generale:
Caratteristiche generali delle neoplasie
La cellula neoplastica : aspetti strutturali e funzionali (atipia, anaplasia, caratteristiche di aggregabilità, modalità di replicazione) e meccanismi di danno all’ospite.
Tumori benigni e maligni
Studio delle cause dei tumori: epidemiologia e sperimentazione
Storia naturale dei tumori: iniziazione, promozione, progressione, metastasi
Cenni sui principali cancerogeni chimici, fisici e biologici
Cenni sui geni implicati nel determinismo delle neoplasie (oncogeni ed antioncogeni)
Meccanismi di difesa dell’organismo nei confronti dei tumori. Immunità e tumori.
Sistematica delle neoplasie (nomenclatura)

6) Patologia generale dell’emostasi:
Cenni generali sui normali meccanismi emostatici.
a) Deficit dei meccanismi emostatici: le emorragie
Cause di emorragia (vascolari, piastriniche, da deficit della coagulazione, da iperfibrinolisi); Manifestazioni locali (petecchie, porpora, ecchimosi, ematemesi, melena, ematuria, emottisi) e generali (anemia, ipossia) delle malattie emorragiche
b) La trombosi
Caratteristiche generali e meccanismi patogenetici della trombosi venosa e arteriosa
Conseguenze della trombosi: angina e infarto
Cenni sull’embolia (tipi di emboli, conseguenze dell’embolia)

7) Immunologia
Immunità naturale e specifica. Organi linfoidi primari e secondari. Cellule NK.
Linfociti B e T : origine caratteristiche e modalità di attivazione
Concetto di antigene. Anticorpi : caratteristiche e ruolo nei processi difensivi
Cenni sui deficit immunitari. Autoimmunità: cause ed esempi di malattie autoimmuni.
Reazioni da ipersensibilità: meccanismi generali delle reazioni da ipersensibilità locali e generalizzate (anafilassi, reazioni citotossiche, da immunocomplessi, ipersensibilità ritardata): esempi delle più comuni reazioni da ipersensibilità.


Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA
-------
Non pervenuto

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
G.M. Pontieri Patologia Generale e Fisiopatologia Generale per i corsi di laurea in professioni sanitarie (Edizione 2) Piccin 2007

Modalità d'esame

Modulo: SEMEIOTICA E FISIOPATOLOGIA
-------
Non pervenuto


Modulo: FARMACOLOGIA GENERALE
-------
Non pervenuto


Modulo: PATOLOGIA GENERALE
-------
esame scritto (questionario a scelta multipla)



Testi consigliati:

Pontieri G.M., Patologia Generale e Fisiopatologia Generale,: Ed. Piccin, Padova, II edizione 2007



Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:

 045-8027124
Fax: 045-8027127
e-mail: stefano.dusi@univr.it

Giorno e orario di ricevimento : mercoledì ore 9-11

Luogo : Dipartimento di Patologia e Diagnostica, Sezione Patologia Generale, Università di Verona, Strada Le Grazie 8, Verona


Modulo: INFERMIERISTICA CLINICA
-------
Non pervenuto

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea


Guida ai programmi degli insegnamenti

Guida ai programmi degli insegnamenti

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti 1598 KB, 08/11/21 
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti - inglese 1310 KB, 02/09/21 

Gestione carriere


Linee guida per riconoscimento cfu

Lo studente che intende chiedere il riconoscimento di moduli o insegnamenti pregressi dovrà presentare domanda, entro il 30 novembre dell’anno accademico in corso, seguendo le indicazioni indicate al link seguente: https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/gestione-carriere-studenti-medicina-e-chirurgia/riconoscimento-crediti-acquisiti-da-una-carriera-pregressa-medicina

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf linee guida per riconoscimento cfu 295 KB, 09/11/21 

Orario lezioni

Carissime Studentesse,

Carissimi Studenti,

di seguito un promemoria relativo alle modalità di erogazione della didattica per il corso di studio A.A. 2021-2022 in Infermieristica (triennale) e Scienze Infermieristiche ed Ostetriche (LM).

Il 29 giugno 2021 il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione hanno approvato le Linee guida per l’erogazione della didattica dei corsi di studio A.A. 2021-2022, che prevedono il graduale ritorno all’erogazione della didattica in presenza (previa verifica GREEN PASS) affiancato da organizzazione logistica, modalità̀, metodologie e tecnologie didattiche già̀ adottate dallo scorso anno.

In considerazione della peculiarità del corso professionalizzante, che prevede la presenza obbligatoria sia per le lezioni frontali che numerosi laboratori pratici in presenza, si ricorda che non sarà possibile ottenere la frequenza richiesta solamente con la frequenza streaming o tramite lezioni registrate. La gestione delle presenze in aula/streaming verrà quindi garantita dai coordinatori, in un piano di presenze che dovrà essere seguito dallo studente.

Nei giorni in cui i coordinatori proporranno allo studente la frequenza in streaming si sottolinea l’importanza di avere il video acceso ed una postura ed un abbigliamento consono alla lezione universitaria. In mancanza di questi elementi, la frequenza non verrà conteggiata.  La registrazione della lezione non potrà considerarsi come sostitutiva ma come elemento di supporto didattico. Non varrà quindi come frequenza.

Sperando che, anche grazie all’importantissima campagna vaccinale in corso, si possa tornare quanto prima ad una situazione pre-COVID-19, vi auguro buon lavoro!

In fede

Prof. Paolo F Fabene


Area riservata studenti