Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Per l'anno 2020/2021 Nessun calendario ancora disponibile

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C F G H K L M O P R S T V W Z

Accordini Simone

simone.accordini@univr.it +39 045 8027657

Berenzi Paolo

paoloberenzi@gmail.com 0471416220

Bertini Giuseppe

giuseppe.bertini@univr.it 045-802-7682
Foto,  3 agosto 2018

Bisoffi Zeno

zeno.bisoffi@sacrocuore.it +390456013326

Cavada Maria Luisa

luisa.cavada@claudiana.bz.it 0471/442620

Cicoira Mariantonietta

mariantonietta.cicoira@univr.it +39 045 812 7720

Fabene Paolo

paolo.fabene@univr.it 0458027267

Fava Cristiano

cristiano.fava@univr.it +39 045 8124732

Fumagalli Guido Francesco

guido.fumagalli@univr.it 045 802 7605 (dipartimento)

Gajofatto Alberto

alberto.gajofatto@univr.it +39 0458126765

Landuzzi Maria Gabriella

mariagabriella.landuzzi@univr.it +39 045 802 8547

Liziero Luciano

luciano.liziero@univr.it 0429788181/85

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Pelizzari Nicola

nicola.pelizzari@univr.it

Pilotto Sara

sara.pilotto@univr.it +390458128124

Polettini Aldo Eliano

aldo.polettini@univr.it 3337475432

Rossi Barbara

barbara.rossi@univr.it 045 8027222

Tardivo Stefano

stefano.tardivo@univr.it +39 045 802 7660

Valer Luisa

luisa.valer@claudiana.bz.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
B
MED/09 ,MED/13 ,MED/26 ,MED/34 ,MED/45
6
B/C
MED/18 ,MED/33 ,MED/41 ,MED/45
8
B
MED/06 ,MED/09 ,MED/10 ,MED/11 ,MED/17 ,MED/45

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000109

Crediti

8

Coordinatore

Alberto Gajofatto

L'insegnamento è organizzato come segue:

Infermieristica clinica nella cronicita'

Crediti

2

Periodo

2 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Docenti

Eva Aurich

Neurologia

Crediti

1

Periodo

1 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Medicina interna

Crediti

1

Periodo

2 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Endocrinologia

Crediti

1

Periodo

2 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Infermieristica clinica in medicina e cure palliative

Crediti

1

Periodo

2 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Docenti

Elena Giaier

Medicina riabilitativa

Crediti

1

Periodo

2 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Docenti

Arrigo Baldo

Geriatria

Crediti

1

Periodo

2 SEMESTRE PROFESSIONI SANITARIE

Programma

INFERMIERISTICA CLINICA NELLA CRONICITA'
Principi della presa in carico della persona con malattia cronico degenerativa: - promuovere l'autonomia e l'indipendenza del paziente e ridurre il rischio di disabilità - promuovere l’autogestione della malattia ‐garantire continuità delle cure: transizioni, dimissione, riconciliazione trattamenti - comprendere la traiettoria di malattia Effetti dell’ospedalizzazione nella cronicità e strategie per evitare la “sindrome da ospedalizzazione” Problematiche della persona anziana e/o con patologie cronico degenerative: - Disfagia: valutazione e gestione - Rischio di caduta: fattori di rischio e misure di prevenzione - Stato cognitivo e disturbi cognitivi: valutazione e gestione del deficit di memoria, deficit di linguaggio, deficit di percezione - Stato confusionale e delirium - Caregiving e burden del cargiver - Comunicazione con l’anziano senza o con deterioramento cognitivo: ageismo e elderspeak Stroke - Assessment e protocollo nelle prime24 ore - Assessment e approccio riabilitativo-educativo nella fase post-acuta con particolare attenzione alla mobilizzazione precoce, agli esiti collegabili alla disabilità e ai bisogni della famiglia Diabete mellito - La triade educativa: trattamento farmacologico-insulinico, dieta e nutrizione e attività fisica - Comportamenti di autocura delle complicanze acute: ipoglicemia e iperglicemia - Situazioni acute che richiedono intervento integrato-Interventi per la prevenzione delle complicanze croniche Parkinson e Alzheimer - Assessment, definizione ed espressioni delle principali manifestazioni cliniche; - Problemi e cluster di sintomi durante nella traiettoria di malattia dalla fase pre-clinica alla fase avanzata di malattia - Approccio educativo –assistenziale/riabilitativo e palliativo nelle varie fasi di malattia -Bisogni della famiglia e caregiving

INFERMIERISTICA CLINICA IN MEDICINA E CURE PALLIATIVE
Filosofia e principi delle cure palliative, obiettivi, legge nr. 38, consenso informato - comprensione del modello to care - Identificazione del paziente palliativo - significato di qualitá di vita, Calman´s gap - riconoscere e trattare i sintomi principali delle cure palliative: dolore e dolore totale, dispnea, astenia, disturbi gastrointestinali (xerostomia, inappetenza, nausea e vomito, occlusione intestianle), sintomi in fase terminale (agitazione premorte, rantolo, marezzatura, febbre centrale) - i famigliari/caregiver: riconoscere i loro bisogni, family centred care, family conference, la gestione del lutto - alcuni aspetti etici: sedazione palliativa, nutrizione/idratazione, cenni sul accanimento terapeutico e le DAT.

MEDICINA INTERNA
Nell’ambito del corso si prevede di trattare le seguenti patologie: 1. Patologie dell’apparato digerente a. Malattie dell’esofago, dello stomaco e del duodeno (esofagiti, gastriti, ulcera peptica) b. Malattie infiammatorie croniche intestinali 2. Patologie del fegato e delle vie biliari a. Itteri, colelitiasi e colecistiti b. Cirrosi epatica a differente eziologia c. Conseguenze cliniche della cirrosi e dell'ipertensione portale 3. Patologie del rene e dell’apparato urinario a. Insufficienza renale acuta/Danno renale acuto b. Insufficienza renale cronica 4. - La malattia da SARS-CoV-2 (COVID-19) Delle patologie trattate nel corso, gli studenti dovranno conoscere e saper descrivere: - definizione della patologia e classificazione; - i principali meccanismi fisiopatologici; - segni e sintomi maggiori delle patologie trattate incluso l’iter diagnostico per accertamento di patologia, piano assistenziale e provvedimenti terapeutici.

MODULO ENDOCRINOLOGIA
Conoscenza ed abilità di tipo infermieristico nella diagnosi, gestione e terapia del diabete mellito e delle altre principali patologie endocrine.

MODULO GERIATRIA
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di alcuni problemi prioritari di salute selezionati in base alla loro rilevanza epidemiologica ed esemplarità sia nella situazione di instabilità clinica ma soprattutto nella cronicità/disabilità. Considera i cambiamenti derivanti dall’invecchiamento della popolazione e dall’aumento delle problematiche cronico degenerative. L’approccio si focalizza sul riconoscimento e gestione dei problemi attuali e potenziali in un’ottica di continuità nei diversi contesti assistenziali e sulla promozione e sviluppo di competenze ed abilità di autocura.

NEUROLOGIA
Cenni di anatomia funzionale del sistema nervoso; esame obiettivo neurologico; disturbi dello stato di coscienza; ictus; crisi epilettiche; malattia di Parkinson; sclerosi laterale amiotrofica; sclerosi multipla.

MEDICINA RIABILITATIVA
Definizione e differenze tra: menomazione, disabilità e handicap. Concetto di autonomia e recupero funzionale (0,5 ora). Sviluppo e organizzazione delle strutture riabilitative in Alto Adige (0,5 ore). Approfondimenti delle figure professionali nel gruppo riabilitativo in rapporto al paziente mieloleso: l’ergoterapista e l’infermiere (1 ora). L’esempio del drenaggio linfatico come terapia riabilitativa (0,5 ora). Un cenno ai deficit neuropsicologici in pazienti con esiti di lesioni traumatiche cerebrali. La dinamica psicologica e la reazione nelle famiglie dei pazienti (0,5 ore) La fornitura di ausili, di protesi e di ortesi al paziente disabile. Il concetto terapeutico dell’uso appropriato di una carrozzina su misura. La postura in carrozzina. (0.5 ora). Il ruolo della riabilitazione nel rapporto tra ambiente sanitario e ambiente sociale: le visite a domicilio, il ruolo attivo dei familiari del paziente e il reinserimento di questo ultimo nel contesto familiare. Quale tipo di riabilitazione può essere esercitato nelle strutture protette: progetti e realtà nella società altoatesina (0,5 ora) Misurazione e documentazione nella riabilitazione e nella medicina fisica (0,5 ora). Valutazioni funzionali: Functionale Indipendance Measure, Barthel Index. Valutazioni neurologiche: Scala ASIA. Valutazioni fisiche: stage of motor rcovery, test di Tinetti (1,0 ore). La riabilitazione della vescica neurologica (0,5 ore) I concetti di base delle metodiche riabilitative più in uso: Kabat, Bobath, Perfetti, propriocettivo. La loro possibile applicazione durante l’attività infermieristica: le posture del paziente emiplegico secondo Bobath. Il concetto di neuroriabilitazione (2 ore). Le varie fasi della riabilitazione: precoce, post-acuta, di mantenimento e domiciliare (0,5 ora). Il ruolo dell’infermiere in un servizio riabilitativo e in un reparto riabilitativo, rapporto con le altre figure professionali del team riabilitativo (0,5 ore). Il lavoro in un servizio riabilitativo: il day – hospital e terapie in palestra. Il paziente con esiti di interventi chirurgico-ortopedici (endoprotesi d’anca e del ginocchio) (1,0 ora).

Bibliografia

Visualizza la bibliografia con Leganto, strumento che il Sistema Bibliotecario mette a disposizione per recuperare i testi in programma d'esame in modo semplice e innovativo.

Modalità d'esame

L’esame ha l’obiettivo di verificare la comprensione degli argomenti affrontati a lezione e dettagliati nel programma d’esame.
L’esame è costituito da due parti:
1) parte medica: test scritto a risposta multipla (1 sola risposta esatta su 5 possibili risposte) composto da dieci quesiti per ciascuno dei 5 moduli di insegnamento medico (50 quesiti totali); durata 75 minuti;
Sarà ritenuto sufficiente l’esame che avrà totalizzato almeno 6 risposte esatte in ciascuno dei moduli di insegnamento. In caso di insufficienza in uno o più moduli di insegnamento, il test parziale di quell'insegnamento potrà essere ripetuto in un appello successivo per una sola volta e comunque entro l'ultimo appello disponibile dell'anno accademico di riferimento; il superamento della parte medica è propedeutico all'esame della parte infermieristica.
Votazione in base al numero di risposte esatte per ciascun modulo: 10=30/30, 9=27/30, 8=24/30, 7=21/30, 6=18/30, inferiore a 6=insufficiente;
2) parte infermieristica (durata 90 minuti):
a) infermieristica clinica nella cronicità: test scritto composto da domande a risposta multipla + domande aperte; votazione in base alla valutazione del docente sulle risposte alle domande aperte e al numero di risposte esatte alle domande a risposta multipla;
b) infermieristica clinica in medicina e cure palliative: test scritto composto da domande a risposta multipla + domande aperte; votazione in base alla valutazione del docente sulle risposte alle domande aperte e al numero di risposte esatte alle domande a risposta multipla.

L'esito finale dell'esame è pesato al 50% per la parte medica e al 50% per la parte infermieristica: (media dei voti parte medica + media dei voti parte infermieristica) diviso 2.

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:

  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.

 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea


Guida ai programmi degli insegnamenti

Guida ai programmi degli insegnamenti

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti 1598 KB, 08/11/21 
Doc_Univr_pdf Guida ai programmi degli insegnamenti - inglese 1310 KB, 02/09/21 

Gestione carriere


Linee guida per riconoscimento cfu

Lo studente che intende chiedere il riconoscimento di moduli o insegnamenti pregressi dovrà presentare domanda, entro il 30 novembre dell’anno accademico in corso, seguendo le indicazioni indicate al link seguente: https://www.univr.it/it/i-nostri-servizi/segreterie-studenti/gestione-carriere-studenti-medicina-e-chirurgia/riconoscimento-crediti-acquisiti-da-una-carriera-pregressa-medicina

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf linee guida per riconoscimento cfu 295 KB, 09/11/21 

Orario lezioni

Carissime Studentesse,

Carissimi Studenti,

di seguito un promemoria relativo alle modalità di erogazione della didattica per il corso di studio A.A. 2021-2022 in Infermieristica (triennale) e Scienze Infermieristiche ed Ostetriche (LM).

Il 29 giugno 2021 il Senato Accademico ed il Consiglio di Amministrazione hanno approvato le Linee guida per l’erogazione della didattica dei corsi di studio A.A. 2021-2022, che prevedono il graduale ritorno all’erogazione della didattica in presenza (previa verifica GREEN PASS) affiancato da organizzazione logistica, modalità̀, metodologie e tecnologie didattiche già̀ adottate dallo scorso anno.

In considerazione della peculiarità del corso professionalizzante, che prevede la presenza obbligatoria sia per le lezioni frontali che numerosi laboratori pratici in presenza, si ricorda che non sarà possibile ottenere la frequenza richiesta solamente con la frequenza streaming o tramite lezioni registrate. La gestione delle presenze in aula/streaming verrà quindi garantita dai coordinatori, in un piano di presenze che dovrà essere seguito dallo studente.

Nei giorni in cui i coordinatori proporranno allo studente la frequenza in streaming si sottolinea l’importanza di avere il video acceso ed una postura ed un abbigliamento consono alla lezione universitaria. In mancanza di questi elementi, la frequenza non verrà conteggiata.  La registrazione della lezione non potrà considerarsi come sostitutiva ma come elemento di supporto didattico. Non varrà quindi come frequenza.

Sperando che, anche grazie all’importantissima campagna vaccinale in corso, si possa tornare quanto prima ad una situazione pre-COVID-19, vi auguro buon lavoro!

In fede

Prof. Paolo F Fabene


Area riservata studenti