Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2017/2018

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
TLB LEZ 1ANNO 1 SEM 16-17 2-ott-2017 7-dic-2017
TLB LEZ 2ANNO 1 SEM 16-17 2-ott-2017 7-dic-2017
TLB LEZ 3ANNO 1 SEM 16-17 2-ott-2017 7-dic-2017
TLB LEZ 3ANNO 2 SEM 16-17 5-mar-2018 4-mag-2018
TLB LEZ 2NNO 2 SEM 16-17 5-mar-2018 4-mag-2018
TLB LEZ 1NNO 2 SEM 16-17 5-mar-2018 4-mag-2018

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P R S T U V Z

Bazzoni Flavia

flavia.bazzoni@univr.it +39 045 802 7128

Boschi Federico

federico.boschi@univr.it +39 045 802 7816 - 7272 (lab.)

Brunelli Matteo

matteo.brunelli@univr.it +39 045 8124323

Buffelli Mario Rosario

mario.buffelli@univr.it +39 0458027268

Catania Salvatore

Chiamulera Cristiano

cristiano.chiamulera@univr.it +39 045 8027277

Chiarini Anna Maria

anna.chiarini@univr.it +39 045 802 7646

Cicoira Mariantonietta

mariantonietta.cicoira@univr.it +39 045 812 7720

Danese Elisa

elisa.danese@univr.it +39 045 812 6698

Foroni Marina

marina.foroni@univr.it

Giavarina Davide

davide.giavarina@ulssvicenza.it 0444 753372

Gotte Giovanni

giovanni.gotte@univr.it 0458027694

Lievens Patricia

patricia.lievens@univr.it 0458027218

Ligozzi Marco

marco.ligozzi@univr.it 045 8027601

Lippi Giuseppe

giuseppe.lippi@univr.it +39 045 812 4308

Luchini Claudio

claudio.luchini@univr.it 045/8127457 (segreteria)

Majori Silvia

silvia.majori@univr.it +39 045 8027653

Malatesta Manuela

manuela.malatesta@univr.it +39 045 802 7569

Mariotto Sofia Giovanna

sofia.mariotto@univr.it 0458027167

Martignoni Guido

guido.martignoni@univr.it 045 8027618

Mazzariol Annarita

annarita.mazzariol@univr.it 045 8027690

Meyer Anja

anja.meyer@univr.it

Minuz Pietro

pietro.minuz@univr.it +39 045 812 4414

Montagnana Martina

martina.montagnana@univr.it +39 045 812 6698

Murgia Maria

maria.murgia@aovr.veneto.it

Negri Mauro

negrivr@tin.it 045/8072157

Nicoli Aldini Nicolo

nicolo.nicolialdini@gmail.com 338 7363781

Polettini Aldo Eliano

aldo.polettini@univr.it 3337475432

Porru Stefano

stefano.porru@univr.it + 39 045 812 4294

Romano Gabriele

gabriele.romano@univr.it 045 8027631

Romano Maria

maria.romano@univr.it 0458027245

Russo Ivan

ivan.russo@univr.it 045 802 8161 (VR)

Salvagno Gian Luca

gianluca.salvagno@univr.it 045 8124308-0456449264

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Tafi Maria Carla

mariacarla.tafi@univr.it 045 8027245

Turco Alberto

alberto.turco@univr.it 0458027189

Ugel Stefano

stefano.ugel@univr.it 045-8126451

Verlato Giuseppe

giuseppe.verlato@univr.it 045 8027628

Vinante Fabrizio

fabrizio.vinante@univr.it +39 045 807 4032

Zamboni Giuseppe

giuseppe.zamboni@univr.it; giuseppe.zamboni@sacrocuore.it +39 045 6013415; +39 045 8124846

Zanolin Maria Elisabetta

elisabetta.zanolin@univr.it +39 045 802 7654

Zoppini Giacomo

giacomo.zoppini@univr.it +39 045 8123115

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
A/B
(BIO/09 ,BIO/16 ,BIO/17 ,MED/46)
7
A/B
(BIO/13 ,MED/03 ,MED/07 ,MED/46)
7
A/B
(FIS/07 ,ING-INF/06 ,ING-INF/07 ,MED/01)
3
E/F
(L-LIN/12)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
8
A/B
(BIO/09 ,BIO/16 ,BIO/17 ,MED/46)
7
A/B
(BIO/13 ,MED/03 ,MED/07 ,MED/46)
7
A/B
(FIS/07 ,ING-INF/06 ,ING-INF/07 ,MED/01)
3
E/F
(L-LIN/12)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
4
B
(MED/06 ,MED/11 ,MED/13 ,MED/15)
4
A/B
(BIO/14 ,MED/46)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000351

Crediti

8

Coordinatore

Martina Montagnana

L'insegnamento è organizzato come segue:

Biochimica e chimica dell'inquinamento ambientale

Crediti

1

Periodo

TLB LEZ 3ANNO 1 SEM 16-17

Docenti

Mauro Negri

Metodologia diagnostica molecolare

Crediti

2

Periodo

TLB LEZ 3ANNO 1 SEM 16-17

Metodi e tecniche di genetica e biologia molecolare

Crediti

2

Periodo

TLB LEZ 3ANNO 1 SEM 16-17

Biotecnologie ricombinanti

Crediti

1

Periodo

TLB LEZ 3ANNO 1 SEM 16-17

Docenti

Elisa Danese

Biologia molecolare

Crediti

2

Periodo

TLB LEZ 3ANNO 1 SEM 16-17

Docenti

Elisa Danese

Obiettivi formativi

------------------------
MM: BIOCHIMICA E CHIMICA DELL'INQUINAMENTO AMBIENTALE
------------------------
Il corso si prefigge di far conoscere allo studente di biochimica e chimica dell'inquinamento ambientale: 1) la terminologia specifica utilizzata 2) i meccanismi di inquinamento e di disinquinamento 3) le ragioni per le quali l'uomo inquina 4) gli effetti e i costi dell'inquinamento 5) le tecniche di analisi dirette e indirette degli inquinanti dell'aria, dell'acqua e del suolo
------------------------
MM: METODOLOGIA DIAGNOSTICA MOLECOLARE
------------------------
Scopo del corso è di introdurre gli studenti ai principi ed alle tecnologie di base ed avanzate della biologia molecolare clinica, di illustrarne le modalità di applicazione nella diagnosi, nella predizione, nella prognosi e nel supporto terapeutico delle principali patologie umane.
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE
------------------------
L’obiettivo è quello di fornire un’adeguata conoscenza delle principali patologie riferite alle alterazioni dei geni e dei principi teorici delle tecniche di citogenetica e genetica molecolare. Fornire un’adeguata conoscenza dei principi teorici ed applicativi delle tecniche di rilevazione di alterazioni genetiche.
------------------------
MM: BIOTECNOLOGIE RICOMBINANTI
------------------------
Il Corso si propone di far comprendere allo studente le tappe fondamentali della nascita delle biotecnologie moderne e le attuali applicazioni delle biotecnologie ricombinanti in ambito biomedico e farmaceutico. Saranno discusse problematiche di carattere scientifico, etico e biologico. Saranno discusse le tecniche di produzione di vettori il clonaggio e di trasferimento genico, tecniche di clonazione riproduttiva e terapeutica, tecniche di produzione e applicazioni cliniche dei farmaci ricombinanti.
------------------------
MM: BIOLOGIA MOLECOLARE
------------------------
Il Corso si propone di far comprendere allo studente il ruolo dei test genetici nel percorso clinico del paziente e di fornire una visione aggiornata delle metodiche di biologia molecolare che trovano applicazione in ambito clinico. Tutte le lezioni, tranne la prima introduttiva, saranno suddivise in una prima parte in cui verrà trattata la patologia o la problematica clinica, ed una seconda in cui verrà trattato l’approccio diagnostico di laboratorio (esami di primo, secondo e terzo livello). Nel corso delle lezioni saranno discusse anche le problematiche relative all’appropriatezza delle richieste, alla raccolta del campione biologico idoneo e alla scelta della metodica analitica adeguata al quesito ed al contesto clinico.

Programma

------------------------
MM: BIOCHIMICA E CHIMICA DELL'INQUINAMENTO AMBIENTALE
------------------------
Definizioni; tipi di inquinamento; cause dell'inquinamento; effetti diretti e indiretti dell'inquinamento; metodi di analisi; danni alla salute; costi; fenomeni di autodepurazione; tecniche di depurazione; aspetti specifici dell'inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo; discariche; incenerimento; compostaggio.
------------------------
MM: METODOLOGIA DIAGNOSTICA MOLECOLARE
------------------------
- Organizzazione del laboratorio di biologia molecolare clinica e concetti di base - Estrazione degli acidi nucleici - Separazione elettroforetica - Tecniche di ibridazione degli acidi nucleici - Ibridazione dot/blot e reverse dot/blot - Microarrays - Reazione polimerasica a catena – PCR e Real-time PCR - Metodiche di sequenziamento del DNA - Principali metodi impiegati in proteomica (cromatografia e spettrometria) - Ibridazione in situ, FISH ed Array-CGH.
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE
------------------------
Organizzazione del genoma umano, Polimorfismi genetici, Estrazione degli acidi nucleici, Quantificazione e marcatura degli acidi nucleici. Tecniche di amplificazione genica ,Amplificazione del segnale, Amplificazione del bersaglio. Aberrazioni cromosomiche, Citogenetica convenzionale, Citogenetica molecolare, Ibridazione in situ FISH, Sequenziamento di ultima generazione NGS, QF PCR, Array CGH, MLPA PCR, Tipizzazione HLA, Genetica dei disordini della coagulazione, Genetica dei tumori, Genetica forense, Farmacogenetica, Imprinting genomico,
------------------------
MM: BIOTECNOLOGIE RICOMBINANTI
------------------------
LEZIONE 1 Le tappe fondamentali della nascita delle biotecnologie moderne. La clonazione riproduttiva. La clonazione terapeutica. Tecnica del trasferimento nucleare.Analisi e discussione di due pubblicazioni scientifiche: 1) Wilmut I, Schnieke AE, McWhir J, Kind AJ, Campbell KH.Viable offspring derived from fetal and adult mammalian cells.Nature. 1997 Feb 27;385(6619):810-3. 2) Schwartz SD, Regillo CD, Lam BL, Eliott D, Rosenfeld PJ, Gregori NZ, Hubschman JP, Davis JL, Heilwell G, Spirn M, Maguire J, Gay R, Bateman J, Ostrick RM5, Morris D, Vincent M, Anglade E, Del Priore LV, Lanza R. Human embryonic stem cell-derived retinal pigment epithelium in patients with age-related macular degeneration and Stargardt's macular dystrophy: follow-up of two open-label phase 1/2 studies. Lancet. 2015 Feb 7;385(9967):509-16. LEZIONE 2 Vettori di clonaggio. Ruolo degli enzimi di restrizione della DNA ligasi e della fosfatasi alcalina. I plasmidi. Metodi di introduzione del DNA in una cellula ospite: la trasformazione e la trasfezione. Selezione ed isolamento dei vettori. LEZIONE 3 Gli animali transgenici. Organismi modello. Metodi principali di trasferimento genico: Veicolazione del DNA mediante spermatozoi, Integrazione mediata da enzimi di restrizione (REMI), Microiniezioni di DNA nell'ovulo fecondato, Utilizzo di vettori retrovirali, Uso di cellule staminali embrionali (ES). Gene targeting. Topi KO. LEZIONE 4 Applicazioni cliniche dei farmaci ricombinanti. Il TSH ricombinante umano. Tecnica di produzione, caratteristiche farmacocinetiche. Approvazione per uso clinico. Utilizzo nella diagnostica e nel follow-up del carcinoma differenziato della tiroide LEZIONE 5 Applicazioni cliniche dei farmaci ricombinanti. L'eritropoietina ricombinante: tecnica di produzione, prodotti in commercio, caratteristiche farmacocinetiche, Approvazione per uso clinico. L'insulina ricombinante: tecnica di produzione, caratteristiche farmacocinetiche, utilizzo clinico, prodotti in commercio.
------------------------
MM: BIOLOGIA MOLECOLARE
------------------------
1) I test genetici: concetti di base: •Definizione e classificazione dei test genetici •La consulenza genetica ed il consenso informato •Privacy e segreto professionale •Appropriatezza prescrittiva e modalità di richiesta •Refertazione, •Fase preanalitica (prelievo-campioni biologici-tipo di campioni biologici) •Controllo di qualità e valutazioni esterne di qualità in biologia molecolare clinica •Conservazione dei campioni biologici •Sensibilità e valore predittivo di un test genetico. 2) Fibrosi cistica ed infertilità maschile I parte: Fibrosi cistica •Definizione •Epidemiologia •Clinica •Test di screening •Test diagnostici di primo e secondo livello •Appropriatezza prescrittiva •Refertazione •Problemi aperti II parte. Infertilità maschile •Definizione di infertilità •Cause di infertilità •Test genetici nel maschio infertile •Sindrome di Klinefelter •Microdelezione dell’Y •CBAVD e fibrosi cistica •Esami preliminari per la procreazione medico assistita 3) Le patologie mieloproliferative croniche Definizioni, Clinica, Decorso, Prognosi, Meccanismi molecolari patogenetici, Diagnosi di laboratorio e test genetici per: •Leucemia mieloide cronica, •Policitemia vera, •Trombocitemia essenziale •Mielofibrosi idiopatica 4) Diagnostica prenatale •Malattie genetiche e cromosomiche diagnosticabili in epoca prenatale •Trisomie e aneuploidie. Malattie mendeliane •Indicazioni alla diagnosi prenatale •Metodiche di diagnosi prenatale •Test predittivi •Analisi citogenetiche: cariotipo, FISH •Analisi molecolari: QF-PCR 5) Genetica del ritardo mentale •Definizione di Ritardo Mentale •Eziologia •Patogenesi •Approccio diagnostico •Sindrome dell’X-fragile e Southern Blot •Riarrangiamenti subtelomerici ed MLPA 6) Emocromatosi •Definizione •Classificazione •Clinica •Patogenesi •Appropriatezza prescrittiva •Analisi di primo, secondo e terzo livello •Esempi di referti 7) La farmacogenetica tra ricerca e pratica clinica •Introduzione sulla farmacogenetica •La famiglia dei CYP450 •Geni e polimorfismi del CYP450 •Tecnologie emergenti per gli studi di farmacogenetica e farmacogenomica •Esempi di applicazioni (warfarin, clopidogrel, tamoxifen, IL-28B)

Modalità d'esame

------------------------
MM: BIOCHIMICA E CHIMICA DELL'INQUINAMENTO AMBIENTALE
------------------------
Esame orale
------------------------
MM: METODOLOGIA DIAGNOSTICA MOLECOLARE
------------------------
L’esame finale si svolge mediante prova scritta.
------------------------
MM: METODI E TECNICHE DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE
------------------------
Prova orale e verifiche scritte
------------------------
MM: BIOTECNOLOGIE RICOMBINANTI
------------------------
L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede una prova orale. Tale prova consiste in un colloquio teso ad accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità analitica ed argomentativa.
------------------------
MM: BIOLOGIA MOLECOLARE
------------------------
L’accertamento dei risultati di apprendimento prevede una prova orale. Tale prova consiste in un colloquio teso ad accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità analitica ed argomentativa.

Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Ciaccio M, Lippi G Biochimica Clinica e Medicina di Laboratorio (Edizione 2017) EdiSES Edizioni Scientifiche ed Universitarie 2017 9788879599580
Neri G e Genuardi M Genetica Umana e Medica (Edizione 3) EDRA LSWR - Masson 2014 978-88-217-3743-4
David Sadava, David M. Hillis, H. Craig Heller, May R. Berenbaum Biologia Volume 2 L’ereditarietà e il genoma (Edizione 4) Zanichelli 2014 ISBN 978-8-808-73520-1
Lizabeth A. Allison Fundamental Molecular Biology Blackwell publishing 2002 978-1-4051-0379-4

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Risultati di apprendimento attesi


Orario Lezioni

Si pubblicano gli orari delle lezioni relativi al 1^anno -1° semestre: Gli orari degli anni 2 e 3 sono pubblicati alla voce "Orario " in alto a destra di questa pagina;

La frequenza in aula delle lezioni è obbligatoria ed è prevista per tutti e tre gli anni di corso.
Le lezioni si svolgeranno in sicurezza, la capienza delle aule è  limitata al 50% dei posti disponibili 
 
Per gli studenti l’accesso in aula richiederà obbligatoriamente la preventiva prenotazione del posto tramite l’App UNIVR Lezioni.
er consentire a tutta la comunità studentesca di frequentare le attività didattiche in presenza, potrà essere utilizzato il principio di turnazione ovvero l’alternanza tra la possibilità di frequentare in presenza. Verrà data priorità di accesso all’aula alle studentesse e agli studenti con esigenze specifiche di apprendimento e alle studentesse e agli studenti internazionali che lo richiederanno
 
Il Collegio Didattico ha recentemente deliberato che le lezioni siano erogate in presenza a metà studenti e l’altra metà in diretta streaming per tutti e tre gli anni di corso, attraverso l’utilizzo della piattaforma Zoom e che essendo  la frequenza prevista dal regolamento obbligatoria ( 75% per l'insegnamento e 50% del modulo), pena l'esclusione all’esame. Quest‘ultima è considerarata valida se lo studente è presente in aula e/o in collegamento in diretta streaming.

IMPORTANTE: PER POTER SEGUIRE LE LEZIONI IN STREAMING, I POSTI A SEDERE IN AULA, DOVRANNO RISULTARE TUTTI OCCUPATI

Lo studente è obbligato a mantenere accesa la telecamera mentre il microfono può essere spento.

Permane l’obbligo da parte del docente della registrazione la cui visione non vale come certificazione di presenza.
 
IMPORTANTE: l'aula assegnata al 1 anno di corso è l'aula F degli Istituti Biologici nelle adiacenze del Policlinico G.B. Rossi di Verona, la quale ha una capienza pari a 20 posti in presenza.
E‘ obbligatorio che il n. di studenti  prenotati per queste aule siano gli stessi numeri/persone per:
 
1 ANNO: Aula F Istituti Biologici

2-3 ANNO: Aula 3 Ex Area Gavazzi

https://www.univr.it/coronavirus-info-studenti

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf LEZIONI TLB 1A 1S 2021-22 25 KB, 28/09/21 

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU. La prova è organizzata, con decreto del MIUR di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale. La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante all’esercizio della professione di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico, si compone di:
Prova pratica: nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale.
Tesi: redazione e dissertazione di un elaborato.
Lo studente per il lavoro di tesi avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori in possesso almeno della laurea triennale anche se esterni al Corso di Laurea.  Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale. Si ricorda che presentare tesi copiate o procurate da altri costituisce reato. (Legge 475/1925 tutt’oggi in vigore).
 
Valutazione della prova pratica
Al voto della prova pratica espresso dalla Commissione in trentesimi viene assegnato il seguente punteggio:
da 18/30 a 20/30 = 1 punto;  
da 21/30 a 23/30 = 2 punti; 
da 24/30 a 26/30 = 3 punti;
da 27/30 a 29/30 = 4 punti;   
da 30/30 a 30/30 e lode = 5 punti.
 
Valutazione della tesi
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto; contributo critico del laureando; accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
Punteggio finale
Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento decimi ed è formato:
  • Media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti nei 20 esami curriculari (arrotondata per eccesso o per difetto al numero intero più vicino);
  • Somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti);
  •  Discussione della Tesi: da 0 fino ad un massimo di 4 punti per tesi compilativa; da 0 fino ad un massimo di 6 punti per tesi sperimentale.
La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a:
  • Presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti fino ad 1 punto aggiuntivo;
  • Partecipazione ai programmi Erasmus fino a 2 punti aggiuntivi;
  • Laurea entro i termini della durata normale del corso 2 punti aggiuntivi.
La lode può venire attribuita con parere unanime della Commissione ai candidati che conseguano un punteggio finale maggiore o uguale a centodieci. È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.