Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2018/2019

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem. I Trento 17-set-2018 21-dic-2018
Sem. 1A 24-set-2018 10-nov-2018
Sem. 1B 19-nov-2018 12-gen-2019
Sem. II Trento 11-feb-2019 31-mag-2019
Sem. 2A 18-feb-2019 30-mar-2019
Sem. 2B 8-apr-2019 1-giu-2019
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame straordinaria invernale Trento 3-dic-2018 21-dic-2018
Sessione d'esame invernale Trento 7-gen-2019 9-feb-2019
Sessione d'esame invernale 14-gen-2019 16-feb-2019
Sessione d'esame estiva (gli esami sono sospesi durante la sessione di laurea) 3-giu-2019 27-lug-2019
Sessione d'esame autunnale Trento 19-ago-2019 14-set-2019
Sessione d'esame autunnale 26-ago-2019 21-set-2019
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione di laurea estiva 8-lug-2019 13-lug-2019
Sessione di laurea autunnale 4-nov-2019 9-nov-2019
Sessione di laurea invernale 30-mar-2020 4-apr-2020
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2018 1-nov-2018
Sospensione dell'attività didattica 2-nov-2018 3-nov-2018
Festa dell’Immacolata 8-dic-2018 8-dic-2018
Vacanze di Natale 24-dic-2018 5-gen-2019
Vacanze di Pasqua 19-apr-2019 23-apr-2019
Sospensione attività didattica 24-apr-2019 27-apr-2019
Festa della liberazione 25-apr-2019 25-apr-2019
Festa del lavoro 1-mag-2019 1-mag-2019
Festa del Santo Patrono 21-mag-2019 21-mag-2019
Festa della Repubblica 2-giu-2019 2-giu-2019
Vacanze Estive 12-ago-2019 17-ago-2019

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G I L M O P R S T U V Z

Aikema Bernard Jan Hendrik

bernard.aikema@univr.it (per tutti), aikemaforstudents@gmail.com (per studenti) +39 045802 8197

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Basso Patrizia

patrizia.basso@univr.it +39 045802 8638

Borghetti Vincenzo

vincenzo.borghetti@univr.it +39 045 802 8584

Buonopane Alfredo

alfredo.buonopane@univr.it +39 0458028120

Camurri Renato

renato.camurri@univr.it +39 045 802 8635

Ciancio Luca

luca.ciancio@univr.it +39 045802 8122

Coden Fabio

fabio.coden@univr.it 045802 8365

Dal Pozzolo Enrico

enrico.dalpozzolo@univr.it +39 045802 8569

Danelon Fabio

fabio.danelon@univr.it 045/8028378

De Prisco Antonio

antonio.deprisco@univr.it +39 045 802 8553

Fossaluzza Giorgio

giorgio.fossaluzza@univr.it +39 045 802 8795

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Molteni Monica

monica.molteni@univr.it 045 8028021

Ophaelders Markus Georg

markus.ophalders@univr.it 045-8028732

Pagliaroli Stefano

stefano.pagliaroli@univr.it +39 045 8028056

Paini Anna Maria

anna.paini@univr.it +39 045802 8129
Foto,  14 aprile 2018

Pasini Roberto

pasini.roberto@univr.it +39 045802 8121

Pasqualicchio Nicola

nicola.pasqualicchio@univr.it 0458028585

Prandi Luisa

luisa.prandi@univr.it +39 045 802 8718

Ricottilli Licinia

licinia.ricottilli@univr.it +39 045802 8366

Rodighiero Andrea

andrea.rodighiero@univr.it +39 045 802 8643

Romagnani Gian Paolo

gianpaolo.romagnani@univr.it +39 045802 8377

Rossi Mariaclara

mariaclara.rossi@univr.it 045 802 8380

Saggioro Fabio

fabio.saggioro@univr.it +39 045 802 8113

Sandrini Giuseppe

giuseppe.sandrini@univr.it 045 802 8069

Scandola Alberto

alberto.scandola@univr.it 045.8028586

Spiller Cristina

cristina.spiller@univr.it +39 045 802 8871

Stoffella Marco

marco.stoffella@univr.it +39 045802 8376

Terraroli Valerio

valerio.terraroli@univr.it 0458028441

Ugolini Gherardo

gherardo.ugolini@univr.it +39 0458028665

Varanini Gian Maria

gianmaria.varanini@univr.it +39 045802 8178

Zamperini Alessandra

alessandra.zamperini@univr.it 0458028685

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Quattro insegnamenti a scelta
6
C
(L-FIL-LET/08)
6
C
(M-STO/08)
6
C
(L-ART/08)
6
C
(L-ART/07)
6
C
(L-ART/07)
6
C
(L-ART/02)
Prova finale
30
E
(-)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Quattro insegnamenti a scelta
6
C
(L-FIL-LET/08)
6
C
(M-STO/08)
6
C
(L-ART/08)
6
C
(L-ART/07)
6
C
(L-ART/07)
6
C
(L-ART/02)
Prova finale
30
E
(-)
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Tra gli anni: 1°- 2°
Altre attività formative
6
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02325

Coordinatore

Monica Molteni

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

L-ART/04 - MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAURO

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

Sem. 1B dal 19-nov-2018 al 12-gen-2019.

Obiettivi formativi

Scopo del corso è illustrare in termini propedeutici le principali tecniche pittoriche in uso fra Medioevo ed età moderna e quindi approfondire il percorso di conoscenza di tali tematiche attraverso l'introduzione di casi studio che consentano di ampliare la riflessione critica sulle procedure tecniche del contesto culturale entro il quale gli artisti operano e sugli strumenti metodologici sui quali si fonda la disciplina.
Il percorso didattico prevede che gli studenti acquisiscano la capacità di ragionare criticamente la componente materiale delle opere pittoriche, riconoscendone le implicazioni storiche e i significati espressivi. Il focus di approfondimento sulla pittura parietale punta a offrire la consapevolezza tanto delle caratteristiche specifiche del modus operandi dei diversi pittori, quanto dell'elasticità operativa che improntava l'attività dei medesimi traducendosi in varianti anche significative riscontrabili fra un dipinto e l'altro. Inoltre attraverso i casi studio verranno introdotti approfondimenti sugli strumenti metodologici sui quali si fonda la disciplina e sulle tematiche conservative e di storia del restauro che accompagnano la vicenda evolutiva delle opere.

Programma

LA PITTURA MURALE DAL TRECENTO AL CINQUECENTO

Durante il corso verranno indagate ed approfondite le tecniche artistiche che caratterizzano l’esecuzione della pittura murale, focalizzando l’analisi sull’operato di alcuni maestri, in particolare Giotto, Pisanello e Raffaello. A tale scopo saranno presi in considerazione significativi casi studio attraverso i quali sarà possibile entrare nel dettaglio non solo delle specificità tecniche dei singoli pittori, ma anche introdurre aspetti relativi al contesto culturale in cui essi si collocano, alla diagnostica quale strumento di conoscenza dei processi creativi sottesi all’elaborazione artistica e alla storia del restauro e della conservazione.
A introduzione e accompagnamento di tali argomenti è previsto un percorso propedeutico generale sulle principali tecniche pittoriche in uso nel Medioevo e nell’Età Moderna, secondo una suddivisione che prenderà in esame di seguito la pittura murale, la pittura su tavola e la pittura su tela, in modo da offrire agli studenti una cornice di inquadramento dei singoli casi e gli strumenti metodologici essenziali alla conoscenza della materia.

Le tematiche trattate a lezione saranno illustrate tramite slides accompagnate da didascalie esplicative, che verranno rese disponibili anche ai non frequentanti in e-learning.



BIBLIOGRAFIA:

Per la preparazione della parte generale il testo di riferimento è il seguente:

- S. RINALDI, "Storia tecnica dell’arte", Bologna 2011: pp. 13-51 (la pittura murale); pp. 98-103 (i cartoni pittorici); pp. 109-167 (la pittura su tavola); pp. 169-205 (la pittura su tela).


I singoli casi-studio andranno approfonditi attraverso lo studio dei testi elencati qui di seguito ed illustrati nei power point caricati in e-learning:

- "Santa Chiara in Assisi. Architettura e decorazione", a cura di A. Tomei, Cinisello Balsamo 2002, pp. 180-184.

- F. CAPANNA, A. GUGLIELMI, "Osservazioni relative alla tecnica di esecuzione dei dipinti murali nella cappella, effettuate durante il cantiere di restauro", in "Giotto nella cappella degli Scrovegni. Materiali per la tecnica pittorica", volume speciale del "Bollettino d'Arte", 2005, pp. 47-62.

- F. CAPANNA, A. GUGLIELMI, "L'intonaco giottesco per la realizzazione dei finti marmi: riflessioni e comparazioni su procedimenti esecutivi", in "Giotto nella cappella degli Scrovegni. Materiali per la tecnica pittorica", volume speciale del "Bollettino d'Arte", 2005, pp. 73-78.

- "Progetto Giotto. Tecnica artistica e stato di conservazione delle pitture murali nelle cappelle Peruzzi e Bardi a Santa Croce", a cura di C. Frosinini, Firenze 2016-2017: pp. 65-76 (P.I. MARIOTTI, "La cappella Peruzzi. le vicende conservative e l'attuale stato di conservazione"); pp. 77-92 (F. BANDINI, "La cappella Peruzzi. Analisi della tecnica di esecuzione delle pitture"); pp. 151-160 (A. FELICI, "La cappella Bardi. Le vicende conservative e l'attuale stato di conservazione"); pp. 161-176 (M.R. LANFRANCHI, "La cappella Bardi. Analisi della tecnica di esecuzione delle pitture").

- E. AVAGNINA, "La tecnica pittorica di Pisanello attraverso le fonti e l’analisi delle opere veronesi", in "Pisanello", catalogo della mostra (Verona, Museo di Castelvecchio, 1996), a cura di P. Marini, Milano 1996, pp. 465-476.

- "Raffaello. La loggia di Amore e Psiche alla Farnesina", a cura di R. Varoli Piazza, Cinisello Balsamo 2002: pp. 71-97 ("L’organizzazione del cantiere nella Loggia di Amore e Psiche"); pp. 99-118 ("Rilevamento e descrizione delle varie tipologie di tratteggi e dei diversi stili pittorici degli incarnati"); pp. 297-327 ("Il restauro marattesco: progettazione e tecnica").

- "Raffaello: la rivelazione del colore. Il restauro della Madonna del Cardellino della Galleria degli Uffizi", a cura di M. Ciatti & Alii, Firenze 2008: pp. 79-92 (R. BELLUCCI, C. FROSININI,"Nuove indagini riflettografiche su Raffaello. Riflessioni per la pianificazione, l’elaborazione e la tecnica dell’underdrawing"); pp. 105-138 (P. RIITANO, "L’intervento di restauro").



Tutti i materiali bibliografici sono depositati presso la Copisteria 30 e oltre, Via Timavo 16, tel. 045 8007862.
Le immagini proiettate durante il corso – indispensabili per la preparazione dell’esame anche per i NON FREQUENTANTI – sono disponibili in e-learning.













Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
G. Basile (a cura di) Giotto nella cappella Scrovegni: materiali per la tecnica pittorica 2005 pp. 47-62; 73-78
P. Marini, a cura di Pisanello Electa 1996 8843557785 pp. 465-476
C. Frosini, a cura di Progetto Giotto. Tecnica artistica e stato di conservazione delle pitture murali nelle cappelle Bardi e Peruzzi a Santa Croce Edifir 2016 9788879707824 pp. 65-76; 77-92; 151-160; 161-176.
R. Varoli Piazza (a cura di) Raffaello. La Loggia di Amore e Psiche alla Farnesina Silvana Editoriale 2002 8882153711 pp. 71-97; 98-118; 297-327.
M. Ciatti & alii (a cura di) Raffaello: la rivelazione del colore. Il restauro della Madonna del Cardellino della Galleria degli Uffizi Edifir 2008 9788879703840 pp. 79-92; 105-138.
A. Tomei (a cura di) Santa Chiara in Assisi architettura e decorazione Silvana Editoriale 2002 pp. 180-184.
Simona Rinaldi Storia tecnica dell'arte (Edizione 1) Carocci 2011 9788843059041 pp. 13-51; 98-103; 109-167; 169-205.

Modalità d'esame

L’esame è inteso ad accertare da parte degli studenti la conoscenza delle tematiche illustrate durante le lezioni, lo studio della bibliografia indicata nel programma e la capacità di discutere criticamente i casi di studio proposti durante il corso e resi disponibili anche ai non frequentanti tramite i power point caricati in e-learning.
L'esame si svolgerà in forma orale, con domande aperte sui temi trattati a lezione (riproposti anche per i non frequentanti in e-learnig) e sulla bibliografia indicata nel programma e con l'ausilio delle immagini di riferimento.
La valutazione sarà in trentesimi.

Tipologia di Attività formativa D e F

Seconda parte del primo semestre Dal 19/11/18 Al 12/01/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° "introduzione allo studio delle arti decorative" F Valerio Terraroli (Coordinatore)
1° 2° Metodologie per lo studio della storia dell'arte e riconoscimento F Enrico Dal Pozzolo (Coordinatore)
Prima parte del secondo semestre Dal 18/02/19 Al 30/03/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Corso di introduzione al sistema informatico Sigecweb F Ada Gabucci (Coordinatore)
Seconda parte del secondo semestre Dal 08/04/19 Al 01/06/19
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Corso di introduzione al sistema informatico Sigecweb F Ada Gabucci (Coordinatore)

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Tutorato per studenti

Le studentesse e gli studenti possono rivolgersi, durante l'orario di ricevimento o fissando un appuntamento, ai docenti referenti del CdLM per parlare di eventuali difficoltà incontrate nel cammino formativo, nell’organizzazione del piano di studi, nella preparazione degli esami e in tutte le altre situazioni in cui può essere utile farsi aiutare o ricevere un consiglio.
I docenti indicati come tutor del CdLM sono:
Fabio Coden  (sede VR), fabio.coden@univr.it;
Aldo Galli (sede TN), aldo.galli@unitn.it.
È inoltre attiva in seno al CdLM una Sottocommissione paritetica deputata appositamente a raccogliere le esperienze degli studenti in relazione al corpo docente, agli spazi dipartimentali, ai servizi offerti, alla didattica e molto altro.
I componenti sono:
prof.ssa Anna Paini (rappresentante del corpo docente), anna.paini@univr.it
dott.ssa Giulia Giatti (rappresentante del corpo studentesco), giulia.giatti@studenti.univr.it.
 
Per ogni aspetto della vita all'interno della Corso di laurea e per il rapporto con gli organi decisionali, la rappresentante degli studenti è:
dott.ssa Silvia Migliaccio, silvia.migliaccio_1@studenti.univr.it.

Prova finale

Alla prova finale per il conseguimento della laurea magistrale in Arte sono assegnati 30 CFU.
La prova finale consiste nella preparazione e nella discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un docente relatore; è prevista la figura del correlatore. L'argomento della prova finale deve riguardare uno degli insegnamenti del piano di studi. I laureati devono saper dimostrare con il lavoro di tesi di aver applicato le loro conoscenze, capacità di comprensione e abilità nella risoluzione di problemi e nell'affrontare tematiche nuove in modo autonomo e in un contesto di ricerca e di progettazione originale.
La discussione della prova finale ha luogo davanti a una Commissione composta secondo le relative norme del Regolamento didattico di Ateneo. Per la prova finale è previsto un massimo di 7 punti. La votazione è espressa in centodecimi, a cui la Commissione può aggiungere, in casi di eccellenza, la distinzione della lode.

CALENDARI E INFORMAZIONI GENERALI SULL'ESAME DI LAUREA (CdS Culture e Civiltà) -> LINK [apre un una pagina]
 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Ambiti di tesi Art & Architecture - Art & Architecture

Doppio Titolo

Grazie ad una rete di accordi con Atenei esteri, l’Università di Verona offre percorsi formativi internazionali che consentono l’acquisizione di un doppio titolo di studio. L’ammissione ad un CdS a doppio titolo consente di conseguire contemporaneamente, nel tempo di un normale ciclo di studi (di cui una parte viene svolta all'estero), sia il titolo di studio dell’Università di Verona che il titolo rilasciato dall'Ateneo partner, garantendo di vedere riconosciuto il diploma di laurea in entrambi i Paesi.
L'accesso al doppio titolo (così come l’eventuale sostengo finanziario) è regolato da uno specifico bando, e il numero di posti è limitato.

⇒ Per informazioni vedi LINK


Gestione carriere


Esercitazioni Linguistiche CLA


Stage e tirocini: FAQ

Laurea Magistrale interateneo in Arte LM-89
Università degli Studi Trento e Università degli Studi di Verona
 
FAQ degli studenti in materia di TIROCINIO o STAGE, e relative risposte
 
1- Posso attivare un tirocinio o uno stage già dal primo anno?
Certamente: consigliamo di progettare questa esperienza e avviare la procedura il prima possibile.
 
2- Il tirocinio comporta sempre l’acquisizione di 6 CFU corrispondenti a 150 ore?
Sì, dato che riteniamo che solo così lo studente possa fare un’esperienza di lavoro davvero proficua.
In UniTn è anche possibile svolgere uno stage più lungo, ma i CFU acquisibili sono sempre al massimo 6.
In UniVr i CFU maturati dipendono dal monte ore svolto; quelli registrabili per tirocinio sono previsti dal piano in un massimo di 6 e vanno in ambito F.
 
3- Posso valutare eventuali proposte di stage indicate dall’Università di Trento o dall’Università di Verona, indipendentemente dall’Ateneo cui sono iscritta/o?
Certamente: la nostra è una laurea interateneo a tutti gli effetti. Una volta individuato il tirocinio nell’offerta formativa di UniTn o di UniVr, lo studente effettuerà l’attivazione nell’ateneo in cui la convenzione è attiva; pertanto, la gestione organizzativa è sempre in seno alla sede che possiede quello specifico accordo. Lo studente quindi sceglierà come tutor un docente incardinato in quello specifico ateneo, ma l’esperienza formativa sarà registrata nella carriera dalla sede che ha in capo la gestione amministrativa del corso di Laurea Magistrale in Arte [n.b.: la sede amministrativa si alterna fra i due atenei, con scadenza biennale; dal 2018/19 al 2019/20 la sede è UniTn, dal 2020/2021 al 2021/2022 la sede sarà invece UniVr].
 
4- Posso scegliere autonomamente l’istituzione o l'azienda in cui svolgere il tirocinio, o devo limitarmi alle possibilità di stage già convenzionate con UniTn e UniVr?
Certo: caldeggiamo le scelte autonome, anche al fine di ampliare i contatti del nostro corso di laurea con chiunque lavori nell’ambito dei beni culturali.
 
5- Dove trovo l’elenco delle istituzioni e aziende con cui UniTn e UniVr hanno già avviato una convenzione?
È possibile prendere visione di tutte le imprese/enti che hanno attivo un contatto per stage nel modo seguente:
- con l’Università di Trento entrando in Esse3: https://www.esse3.UniTrento.it/Home.do (> fare login con le credenziali UniTn; > cliccare dal Menù su Stage e Lavoro; > Aziende). In calce a questo documento sono indicate alcune fra le principali istituzioni attive nel campo dei beni culturali in Trentino-Alto Adige, che spesso offrono ai nostri studenti la possibilità di svolgere un tirocinio.
- con l’Università di Verona entrando in Esse3: https://UniVerona.esse3.cineca.it/Home.do, oppure sul sito del Comune di Verona al link: https://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=1419, dove lo studente ha la possibilità di individuare autonomamente la struttura ospitante in relazione alle proprie esigenze. È possibile prendere visione di molte imprese/enti che hanno attivo un contatto per stage con l’Università di Verona nell’elenco in calce
 
6- Come si attiva una nuova convenzione?
Il procedimento, più semplice di quanto si possa immaginare, è descritto sul portale UniTn, nella sezione curata da JOB GUIDANCE https://www.jobguidance.UniTrento.it/, alla voce “attivazione stage” [nota bene: la procedura richiede di norma 15 giorni lavorativi].
Attenzione però: prima di chiedere all’azienda individuata di avviare le pratiche per attivare una convenzione con UniTn o UniVr, è bene che lo studente sottoponga tale proposta (anche con una semplice mail) a uno dei due responsabili degli stage per tutto il corso di Laurea Magistrale in Arte [n.b.: al momento tali responsabili sono i professori Alessandra Galizzi Kroegel e Denis Viva, entrambi di UniTn].
La procedura di attivazione del tirocinio per quanto riguarda UniVr è descritta nell’area Intranet MYUniVr nella sezione:
- studenti: http://www.UniVerona.it/  (MyUniVr > Servizi> Didattica > Stage e Tirocini)
- aziende: http://www.UniVerona.it/it/i-nostri-servizi/servizi-per-aziende/stage-e-tirocini
 
7- Una volta scelto dove svolgere lo stage, devo fare sempre riferimento all’ateneo in cui in quel momento la Laurea Magistrale in Arte ha la sua sede amministrativa, oppure posso appoggiarmi all’ateneo cui sono iscritta/o, ad esempio nella scelta del tutor universitario?
Poiché il tirocinio può essere svolto a Verona come a Trento (o altrove), in linea di massima lo studente può scegliere il tutor universitario che ritiene più adatto in relazione ai contenuti e agli obiettivi formativi del tirocinio. D’altra parte, come si è già indicato al punto 3 di queste FAQ, per l’attivazione di uno stage convenzionato con UniTn si dovrà scegliere un docente dell’Ateneo di Trento; viceversa, per l’attivazione di uno stage convenzionato con UniVr si dovrà scegliere un docente dell’Ateneo di Verona.
 
8- Una volta che ho scelto sia l’azienda/ente presso cui svolgere lo stage, e che ho contattato i miei due tutor (quello aziendale e quello universitario), come devo procedere?
In UniTn, il tutor aziendale dovrà compilare, con il supporto dello studente, la bozza di progetto formativo in Esse3. Successivamente la bozza di progetto dovrà esser sottoposta dallo studente al suo tutor universitario, che dovrà dichiararsi d’accordo. A questo punto lo studente potrà inviare una mail con quella bozza (mettendo il tutor universitario in CC) a uno dei due responsabili degli stage per tutto il corso di Laurea Magistrale in Arte (vedi sopra). Spetta infatti a questa/o responsabile dare l’approvazione finale al progetto, necessaria ad avviare lo stage a tutti gli effetti.
Per le convenzioni attivate attraverso UniVr, il tutor aziendale accede ad Esse3 per compilare il progetto formativo e di orientamento concordato con lo studente. Lo studente accede al proprio profilo on line Esse3 dal menù in alto a destra cliccando su “Tirocini e stage - Gestione tirocini”, alla voce “I miei stage”:
- clicca sul pulsante "Accetta progetto formativo";
- clicca sul pulsante "Stampa progetto formativo" per stampare n. 3 copie di progetti formativi (una per l’ufficio, una per lo stagista, una per l’azienda) e nel frattempo ottiene le firme necessarie;
- clicca sul pulsante "Richiedi riconoscimento crediti";
- attendi la stipula della convenzione (se l’azienda/ente ospitante non ha già una convenzione attiva) e verifica che sia attiva consultando il referente aziendale;
- effettua il corso sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (obbligatorio per legge) e consegna l’attestato di superamento al tutor aziendale; il corso è disponibile nella sezione "MyUniVr" nella sezione “Altre attività on-line cui sono iscritto”;
- consegna all’Ufficio Stage e Tirocini n. 3 progetti formativi almeno 7 giorni prima dell’inizio dello stage; tutti e 3 i progetti devono essere firmati dallo stagista, dal tutor aziendale e dal tutor accademico (un docente scelto dallo stagista tra i docenti appartenenti al proprio corso di studio);
- i progetti possono essere consegnati durante l’orario di apertura dello sportello (lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 10 alle ore 13, oppure giovedì dalle ore 14 alle ore 16).  
 
9- Quando nel Regolamento UniTn si parla di "stage interno", si intende un’esperienza da svolgersi esclusivamente presso l'Università di Trento o è previsto anche l’Ateneo di Verona?
No, si intende solo un’attività da svolgere presso l’Ateneo trentino.
Allo stesso modo, per stage interni a UniVr si intendono le esperienze attivate in strutture, dipartimenti e laboratori dell’Ateneo di Verona.
 
10- Il tirocinio è obbligatorio, oppure può essere sostituito con esami di ambito D o F?
Il tirocinio può essere sostituito solo da attività corrispondenti a crediti F.
 
Presso le istituzioni e le aziende del Trentino-Alto Adige/Südtirol indicate di seguito, tutte già convenzionate con UniTn, gli studenti trovano spesso la possibilità di svolgere uno stage (n.b.: esistono numerose convenzioni di Unitn con enti di questa o di altre regioni, così come con istituzioni straniere, che lo studente potrà trovare elencati come descritto al punto 5):
  • MART Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Rovereto
  • MART Galleria Civica, Trento
  • Museo Diocesano Tridentino, Trento
  • MUSE Museo della scienza, Trento
  • Castello del Buonconsiglio, Trento
  • Soprintendenza per i beni culturali Trento
  • Museo Storico del Trentino, Trento
  • Annamaria Gelmi, artista, Trento
  • Museo Storico Italiano della Guerra, Rovereto
  • Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, San Michele all’Adige
  • Biblioteca di San Bernardino, Trento
  • Museo della Scuola, Bolzano
  • Museo Civico, Bolzano
  • Fondazione Museion, Bolzano
  • MAG Museo Alto Garda, Riva del Garda e Arco
  • Studio d’Arte Raffaelli, Trento
  • Fondazione Museo Civico, Rovereto
 
Di seguito sono riportate alcune delle strutture già convenzionate con UniVr, presso le quali può essere effettuato il tirocinio per gli studenti che scelgono l’ateneo di Verona:
  • Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere, Verona
  • AGEC - azienda gestione edifici comunali del comune di Verona
  • Associazione Culturale Urbs Picta, Verona
  • Associazione Pro Terra Sancta, Milano
  • Casa Shakespeare Impresa Sociale, Verona
  • Centro Internazionale di Studi di Architettura 'Andrea Palladio', Vicenza
  • Circolo Noi - Oratorio San Zeno, Bagnolo
  • Comitato per il Verde, Verona
  • Comuni di Brescia, Garda, Grezzana, San Giovanni Lupatoto, Valdagno, Verona
  • Confederazione Italiana Associazioni e Fondazioni per la Musica Lirica e Sinfonica, Verona
  • Cooperativa sociale Cultura e Valori, Verona
  • Festival Opera Prima E.T.S., Rovigo
  • Fondazione Brescia Musei, Brescia
  • Fondazione CUOA, Altavilla Vicentina
  • Fondazione Discanto, Mozzecane
  • Fondazione La Biennale di Venezia, Venezia
  • Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo
  • Fondazione Palazzo Te, Mantova
  • Fondazione PInAC, Virle
  • Fondazione Trentina A. De Gasperi, Trento
  • Fondazione Ugo da Como, Lonato del Garda
  • Fondazione Verona Minor Hierusalem Verona
  • Gallerie degli Uffizi, Firenze
  • Impresa Zambelli srl, Verona
  • Infoval srl, Grezzana
  • La Melagrana, Società Cooperativa
  • Libre! Società Cooperativa, Verona
  • Libreria Terza Pagina, Villafranca di Verona
  • Manpower s.r.l., Verona
  • Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Archivio di Stato di Verona, Verona
  • MART Museo d'arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Rovereto
  • Museo Diocesano Tridentino, Trento
  • Museo Storico Italiano della Guerra, Rovereto
  • MV Eventi, Lonigo
  • Opera Diocesana S. Pietro Martire per la preservazione della Fede, Novaglie
  • Prefettura di Verona - Ufficio Territoriale del Governo, Verona
  • Progetto Arte Poli s.r.l., Verona
  • Provincia Autonoma di Trento, Trento
  • Provincia di Verona, Verona
  • Studio d'Arte Raffaelli, Trento
  • Studio La Città, Verona
  • Ualuba.org Associazione Culturale Non Profit, Brescia
  • Camino Barcelona, Barcellona, Spagna
  • Instituto Hispanico de Murcia, Murcia, Spagna
  • Musée du Louvre, Parigi, Francia
  • Estudio de Conservacione y Restauracion maite bejar, Siviglia, Spagna
  • Museum Funf Kontinente, Monaco di Baviera, Germania
 
 
 

Percorso formativo 24 cfu: FAQ


Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.