Il Corso

In questa sezione è possibile prendere visione di una presentazione del corso di studio, di come lo stesso è organizzato, del regolamento che ne disciplina gli aspetti funzionali e degli altri regolamenti di ateneo su argomenti utili per la comunità studentesca. Inoltre, sono descritti il sistema di assicurazione della qualità e i servizi di orientamento per le future matricole, per facilitare la scelta del corso di studio.

Servizi di orientamento

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.
I servizi offerti sono illustrati nella nuova Carta dei Servizi

Attività di orientamento

Per informarti e chiarire ogni tuo dubbio

Per conoscere l'offerta formativa di Verona e i suoi servizi

Per vivere in anticipo l'esperienza universitaria

  • Progetto Tandem - corsi universitari per studentesse e studenti di 3^ 4^ e 5^
  • PLS (Piano laurea scientifiche e POT (Piani di orientamento e tutorato - www.univr.it/pls-pot)

Per migliorare e/o completare la preparazione

Iniziative di accoglienza a chi sceglie di studiare a Verona

Per essere sempre informato

Attività di tutorato

Presso l'Ateneo è istituito il Servizio di tutorato svolto da studentesse e studenti senior già iscritti all'Università i quali mettono a disposizione la propria esperienza universitaria a supporto delle future matricole e colleghe/i di studio.

sportello telefonico: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00.

sportello in presenza: martedì, giovedì e venerdì, dalle 10:00 alle 13:00.

sportello online: lunedì, martedì, mercoledì e giovedì, dalle 14:00 alle 17:00.

Vai alla pagina

Corso di studio in breve

CARATTERISTICHE E FINALITÀ
Il corso di studio offre una solida preparazione di base sia teorico-concettuale sia applicativa, nel campo del management e dell'accounting, con un'attenzione particolare all'innovazione d'impresa.
Il laureato sarà in grado di comprendere, misurare e interpretare i fenomeni aziendali considerando le nuove tendenze e i processi di innovazione, e ponendo particolare enfasi su caratteristiche, problematiche, opportunità e soluzioni adatte a diverse tipologie di imprese, al passo con le innovazioni organizzative, commerciali, tecnologiche e sociali, in un'ottica globale.
Tali competenze matureranno attraverso lo studio anche di materie appartenenti agli ambiti disciplinari economico, giuridico e quantitativo, che rafforzano la preparazione professionale e culturale nello sviluppo delle competenze manageriali e imprenditoriali verso l'innovazione.
A supporto della didattica frontale, il percorso di studio prevede l'obbligo di stage aziendali. Alle modalità più tradizionali o partecipative (testimonianze, progetti, visite aziendali), si affiancano modalità didattiche innovative, tramite l'utilizzo di tecnologie digitali, e iniziative proposte sinergicamente da Università e Imprese. Lo studente ha la possibilità di svolgere esperienze di studio e stage all'estero grazie a programmi di mobilità internazionale. Il corso è attivato nella sede di Vicenza, in forza della convenzione tra l'Ateneo e la Fondazione Studi Universitari di Vicenza.

AMBITI LAVORATIVI
L'ordinamento forma due figure professionali: revisore/esperto contabile ed esperto dei processi amministrativi; e il consulente aziendale ed esperto di area commerciale. Il laureato in Economia e Innovazione Aziendale trova quindi interessanti sbocchi lavorativi in diverse tipologie aziendali, quale esperto nelle funzioni aziendali e consulenziali, tra cui: contabilità e bilancio, controllo di gestione, marketing, area commerciale, risorse umane, con abilità di visione e applicazione di nuove soluzioni organizzative, gestionali e tecnologiche.

DALLA SCUOLA ALL'UNIVERSITÀ
L'accesso al corso è programmato a livello locale, nei modi e nei termini fissati dal bando annuale.
Per quanto concerne la preparazione iniziale, si richiede il possesso di abilità logico-matematiche e linguistico-verbali, verificate secondo le modalità indicate nel Regolamento didattico del corso. Sono garantiti servizi di tutorato, counselling e di orientamento in ingresso, in itinere e in uscita, nonché di assistenza per studenti con disabilità. Sono previsti incentivi, riduzioni contributive e borse di studio per studenti meritevoli.

Punto di riferimento per informazioni in merito all'organizzazione della didattica e ai principali servizi è l'Unità Operativa Segreteria dei Corsi di Studio Economia.

Scheda Unica Annuale (SUA-CdS)

La Scheda Unica Annuale (SUA-CdS) è la carta di identità di ogni corso di laurea, pubblicata sul portale Universitaly per presentare l’offerta didattica di tutti gli Atenei italiani. Ogni anno il Referente del CdS ne aggiorna i contenuti, in modo che siano coerenti con quanto offerto all’interno del Corso. Consulta la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).
 

  • Tipologia Corsi di laurea
  • Durata 3  anni
  • Possibilità di iscrizione a tempo parziale
  • Accesso programmato
  • Classe L-18
  • Sede VICENZA
  • Lingua di erogazione Italiano
L'ordinamento mira a fornire allo studente le conoscenze economico-aziendali e le competenze manageriali utili per l'analisi e la comprensione delle dinamiche delle imprese orientate all'innovazione, che necessitano di valutarne gli aspetti economico-finanziari e di adottare nuovi strumenti anche nei processi amministrativi e commerciali. In particolare l'ordinamento pone enfasi sullo sviluppo di capacità di analisi delle problematiche legate al funzionamento e alla gestione delle imprese in contesti innovativi, includendo capacità di valutazione di soluzioni che possano facilitare l'implementazione di innovazioni organizzative, tecnologiche e sociali. I laureati saranno in grado di sostenere la gestione delle attività di un'impresa orientata alla Business Innovation: il mid-innovation manager è una figura professionale emergente nei nuovi scenari competitivi, ove sono crescentemente richieste competenze economico-aziendali adeguate ad esempio a stimolare l'innovazione dei modelli di business, cambiare i processi organizzativi, sviluppare il lancio di nuovi prodotti/servizi, aggiornare le modalità di approccio al mercato e alla filiera distributiva, conoscendone i fondamenti giuridici e con un pensiero manageriale permeato sui temi dell'innovazione d'impresa. I laureati dovranno inoltre essere in grado di valutare e adottare diverse soluzioni tecnologiche e digitali in ambito amministrativo, commerciale e gestionale, anche favorendo culturalmente lo scambio di idee innovative in azienda.
Questo ordinamento, oltre a potenziare alcune specifiche competenze manageriali, organizzative e quantitative verso aspetti dell'innovazione economico-aziendale, si propone di offrire una formazione che prepari ad affrontare le nuove richieste del mercato del lavoro globale, stimolando altresì le soft skills e un approccio interculturale in una prospettiva internazionale.
Per una solida preparazione di base, il percorso didattico prevede alcune aree specifiche caratterizzanti, che offrono gli strumenti cognitivi necessari a cogliere i differenti profili della realtà indagata; tali aree sono:
- management,
- accounting,
- finanza.
A tali aree più fortemente caratterizzanti, si affiancano anche le seguenti:
- economica,
- quantitativa
- giuridica.
L'ordinamento ha matrice aziendalistica e propone un percorso formativo volto a fornire al primo anno solide basi in ambito economico-aziendale, statistico-matematico e giuridico, con attenzione alle tematiche relative all'innovazione calata in un contesto economico aziendale, e all'internazionalizzazione delle imprese.
Al secondo anno sono previste attività formative volte a completare le competenze caratterizzanti le funzioni lavorative a cui l'ordinamento si rivolge, con applicazioni in merito a caratteristiche, problematiche, opportunità e soluzioni adatte a imprese orientate all'innovazione di prodotto, di processo e organizzativa.
Al terzo anno le attività formative, aziendali, economiche, quantitative e giuridiche pongono costante riferimento a soluzioni innovative richieste dai cambiamenti globali di natura politico-legislativa, economica, sociale, ambientale e tecnologica. Al terzo anno lo studente potrà inoltre personalizzare il suo profilo con la scelta di alcuni insegnamenti a basket, e svilupperà competenze aggiornate sui temi dell'innovazione d'impresa e utili nelle funzioni commerciali, amministrative e nella gestione delle risorse umane.
L'ordinamento inoltre propone una serie di attività a scelta, per sviluppare negli studenti capacità imprenditoriali, manageriali e relazionali, spendibili non solo in aziende orientate all'innovazione gestionale nei mercati globali, ma anche utili per adeguarsi rapidamente ai futuri cambiamenti del mondo del lavoro.

PROFILI PROFESSIONALI

REVISORE/ESPERTO CONTABILE ED ESPERTO DEI PROCESSI AMMINISTRATIVI

Funzione in un contesto di lavoro: L'esperto contabile e dei processi amministrativi può operare presso studi di consulenti e commercialisti o in proprio quale esperto contabile (previo superamento dell'esame per l'iscrizione all'albo dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili - sezione B). Inoltre può ricoprire ruoli di esperto o responsabile d'area amministrativa in imprese pubbliche, private, profit e no profit, di diverse dimensioni. Si tratta di un profilo professionale volto all'innovazione in area amministrativo-contabile, quale esperto in grado di affrontare e risolvere le principali problematiche di tipo contabile e amministrativo anche applicando soluzioni moderne, tra cui nuovi modelli, software e tecnologie digitali, per facilitare le attività relative alla sua funzione. In sintesi, svolge i seguenti compiti: - affianca l'impresa nella corretta tenuta della contabilità e nella redazione del bilancio di esercizio, svolge analisi di bilancio e di controllo della gestione e sa tenere rilevazioni tramite il sistema unico integrato, - si occupa della revisione e del controllo legale dei conti e dei libri contabili, nonché delle implicazioni fiscali ovvero dell'innovazione d'impresa, - analizza informazioni qualitative e quantitative aventi natura economico-finanziaria rilevanti ai fini contabili, anche con supporti tecnologici, - valuta le condizioni economico-finanziarie di un'impresa, - si relaziona con i colleghi della funzione, con le altre funzioni aziendali, con la direzione, con clienti e fornitori e con le banche.

Competenze associate alla funzione: - specifiche conoscenze, capacità e abilità in ambiti economico-aziendale, quantitativo e giuridico, con particolare abilità nell'applicare nuovi strumenti e soluzioni protese all'innovazione economico-aziendale, - abilità nell'elaborare e analizzare informazioni e dati, per assumere decisioni di natura economico-finanziaria, - abilità nel comprendere e aggiornarsi sui principali riferimenti legislativi e normativi civilistici e fiscali o industriali, - dimestichezza nell'utilizzo di strumenti atti all'elaborazione dei dati e delle informazioni ai fini della quantificazione dei costi di produzione, del controllo di gestione e della valutazione delle performance, - abilità nel sostenere i processi di innovazione del business, anche favorendo culturalmente lo scambio di idee innovative in azienda, - soft skills, ovvero adeguate abilità cognitive, personali, relazionali e organizzative per svolgere i propri compiti in modo efficace ed efficiente, individualmente e in relazione con altri.

Sbocchi occupazionali: - L'esperto contabile e di area amministrativa trova sbocchi lavorativi in diverse tipologie aziendali, imprese private e pubbliche di diversi ambiti e dimensioni, anche internazionalizzate e orientate all'innovazione, offrendo la professionalità acquisita in qualità di esperto contabile e di area amministrativa. - Il Corso consente di accedere, previo superamento dell'esame di Stato, alla professione regolamentata di esperto contabile. Il laureato che supererà l'esame di Stato e l'iscrizione all'Albo dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili nella sezione B, diverrà Revisore/Esperto Contabile e sarà in grado di espletare le attività contenute nel D.lgs. 34/2005, art. 1, presso impiegato in studi di consulenti e commercialisti o come libero professionista. - Prosecuzione degli studi: Il Corso fornisce le competenze ottimali per la continuazione degli studi nei Corsi di laurea magistrale di area economico-aziendale, nonché per affrontare Master e Corsi di perfezionamento in ambito economico-aziendale.

CONSULENTE AZIENDALE ED ESPERTO DI AREA COMMERCIALE

Funzione in un contesto di lavoro: Il consulente aziendale ed esperto di area commerciale formato sull'Innovazione Aziendale (anche nota come Business Innovation) è un professionista in grado di fornire assistenza a imprenditori e manager orientati all'innovazione, in vari settori aziendali quali amministrazione, management, organizzazione e marketing. Il laureato svolge tipiche attività connesse all'applicazione di conoscenze in materia di gestione, amministrazione e organizzazione aziendale, di fornitura di servizi finanziari, bancari ed assicurativi; di acquisizione, vendita, commercializzazione e distribuzione di prodotti e servizi sul mercato. La sua funzione di assistenza è protesa portare a termine, in modo efficiente ed efficace, le molteplici operazioni gestionali che coinvolgono varie categorie di stakeholder: fornitori, clienti e consumatori, intermediari finanziari, amministrazione finanziaria. In particolare, il laureato sarà in grado assistere nella gestione delle attività di un'impresa con particolare sensibilità verso aspetti di innovazione del business. La figura professionale di riferimento svolge principalmente le seguenti funzioni: - elabora, analizza ed interpreta i report aziendali, - individua soluzioni tese a rafforzare gli equilibri dinamici della gestione, nei suoi interrelati aspetti patrimoniale, economico e finanziario, - svolge calcoli e valutazioni in merito alle scelte operative e alle decisioni di investimento, - redige budget e reporting economici per la direzione, offre un supporto operativo nella rendicontazione economico-finanziaria, - sviluppa report di analisi competitiva, individuando opportunità e minacce emerse dall'analisi delle emergenti tendenze del macro-ambiente globale, analizzando la concorrenza attuale e potenziale, e valutando i punti di forza e di debolezza dell'impresa in esame, - organizza, gestisce e valuta una rete commerciale, - elabora e presenta business plan, piani di marketing, e progetti che sviluppino l'innovazione nelle imprese, - suggerisce modelli organizzativi idonei alle esigenze delle specifiche realtà aziendali, - individuare soluzioni moderne a problemi di natura economico-aziendale, - valuta l'impatto economico dell'innovazione aziendale.

Competenze associate alla funzione: - capacità di comprendere i fenomeni economico-finanziari caratterizzanti le attività delle imprese, - capacità di analizzare il bilancio e i principi contabili, anche in riferimento ai principali riferimenti legislativi e normativi civilistici o fiscali, - competenze per sviluppare business plan, marketing plan e di avviare, pianificare, eseguire, monitorare e presentare progetti aziendali, - competenze nell'ambito della gestione operativa dell'impresa, con particolare riferimento all'area commerciale, distributiva e al marketing, ovvero capacità di gestire progetti e nuovi processi organizzativi aziendali, - abilità nel sostenere i processi di innovazione del business, anche favorendo culturalmente lo scambio di idee innovative in azienda, - soft skills, ovvero abilità cognitive, personali, relazionali e organizzative per svolgere i propri compiti individualmente e in relazione con altri, anche in situazioni di stress, - abilità di visione e applicazione di nuove soluzioni organizzative, gestionali e tecnologiche.

Sbocchi occupazionali: - Innovation mid-manager, in particolare esperto di area commerciale, distributiva, esperto di marketing e vendite, è principalmente adatto ad imprese di piccola e media dimensione, profit e no profit, in diversi ambiti industriali, commerciali o del terziario orientate all'innovazione e internazionalizzate, - Consulente aziendale e manageriale come dipendente o partner di società di consulenza, nonché libero professionista, - Il Corso consente di accedere, previo superamento dell'esame di Stato, alla professione regolamentata di esperto contabile, - Prosecuzione degli studi: il laureato potrà completare il percorso formativo per specializzarsi verso professionalità apicali in qualità di Innovation Manager. Il Corso fornisce le competenze ottimali per la continuazione degli studi nei Corsi di laurea magistrale di area economico-aziendale, nonché per affrontare Master e Corsi di perfezionamento in ambito economico-aziendale.



Assicurazione della Qualità

La “qualità” di un Corso di Studio è il grado di soddisfazione degli obiettivi formativi e di soddisfacimento dei requisiti per la qualità del servizio di formazione offerto, stabiliti coerentemente con le esigenze e le aspettative di tutti coloro che hanno interesse nel servizio di formazione offerto (componente studentesca, rappresentanti del mondo del lavoro,...).

Il Corso aderisce al sistema di assicurazione della qualità della didattica, in linea con le indicazioni dell'Ateneo e sulla base delle Linee guida ANVUR, svolgendo attività di:
  • consultazioni periodiche con i rappresentanti del mondo del lavoro per verificare l’adeguatezza dei profili culturali e professionali offerti nei propri percorsi formativi
  • progettazione dei contenuti formativi e pianificazione delle risorse
  • organizzazione delle attività formative e dei servizi didattici
  • monitoraggio dell'efficacia del percorso formativo e la programmazione di interventi di miglioramento della didattica e dei servizi
  • messa a disposizione di informazioni complete e aggiornate sul proprio sito, relative al progetto formativo (profili professionali formati, risultati di apprendimento attesi, attività formative)
Tali attività sono cadenzate e correlate fra di loro, seguendo il ciclo di gestione della qualità: PDCA (Plan, Do, Check, Act)
schema_qualita

Le studentesse e gli studenti hanno un ruolo centrale in un sistema di assicurazione della qualità; ognuno può partecipare attivamente tramite il coinvolgimento nei Gruppi di Assicurazione della Qualità dei Corsi di Studio e nelle Commissioni Paritetiche Docenti Studenti, ma anche semplicemente tramite l’adesione al questionario sull’opinione della componente studentesca in merito alle attività didattiche. In questa ottica l’Università ha previsto l’attivazione di “Laboratori di rappresentanza attiva”, corsi di formazione attivati periodicamente dal Presidio della Qualità per gli studenti dell’Ateneo. Per maggiori informazioni consulta la sezione dedicata.

Il sistema di valutazione universitario e il ruolo dello studente

del Prof. Graziano Pravadelli, registrato in occasione del Laboratorio di Rappresentanza Attiva di gennaio 2021.

I Soggetti

L'AQ per i corsi di studio

Le Attività

Descrizione del percorso di formazione - Regolamento didattico

È il documento che specifica gli aspetti organizzativi del Corso di Studio, in conformità con il Regolamento Didattico di Ateneo e con l’Ordinamento del Corso. Viene pubblicato nei mesi di giugno/luglio e contiene informazioni generali sul Corso di Studio, sugli insegnamenti e sulle regole sul percorso di formazione.

Altri Regolamenti

Per prendere visione di altri regolamenti di interesse si rimanda alla sezione: Statuto e regolamenti

Il sistema universitario italiano

schema_qualita

Primo ciclo: Corsi di Laurea

Essi hanno l’obiettivo di assicurare agli studentesse e studenti un’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali e l’acquisizione di specifiche conoscenze professionali.
Requisito minimo per l’accesso: diploma finale di scuola secondaria, rilasciato al completamento di 13 anni di scolarità complessiva e dopo il superamento del relativo esame di Stato, o un titolo estero comparabile; l’ammissione può essere subordinata alla verifica di ulteriori condizioni.
Durata: triennale.
Titolo: per conseguire il titolo di Laurea, è necessario aver acquisito 180 Crediti Formativi Universitari (CFU), equivalenti ai crediti ECTS; può essere richiesto un periodo di tirocinio e la discussione di una tesi o la preparazione di un elaborato finale.
Il titolo di Laurea dà accesso alla Laurea Magistrale e agli altri corsi di 2° ciclo.
Qualifica accademica: “Dottore”

Secondo ciclo: Corsi di Laurea Magistrale

Essi offrono una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici.
Requisiti per l’accesso: l’accesso ai corsi è subordinato al possesso di una Laurea o di un titolo estero comparabile; l'ammissione è soggetta a requisiti specifici decisi dalle singole università.
Durata: biennale.
Titolo: per conseguire il titolo di Laurea Magistrale, è necessario aver acquisito 120 crediti (CFU) e aver elaborato e discusso una tesi di ricerca.
Qualifica accademica: “Dottore magistrale”
Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico
Alcuni corsi (Medicina e chirurgia, Medicina veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Farmacia e Farmacia industriale, Architettura e Ingegneria edile-Architettura, Giurisprudenza, Scienze della formazione primaria) sono definiti “Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico”. Requisito di accesso: diploma di scuola secondaria superiore o un titolo estero comparabile; l’ammissione è subordinata a una prova di selezione.
Durata: gli studi si articolano su 5 anni (6 anni e 360 CFU per Medicina e Chirurgia e per Odontoiatria e protesi dentaria).
Titolo: per conseguire il titolo di Laurea Magistrale, è necessario aver acquisito 300 CFU ed aver elaborato e discusso una tesi di ricerca.
Il titolo di Laurea Magistrale dà accesso al Dottorato di Ricerca e agli altri corsi di 3° ciclo.
Qualifica accademica: “Dottore magistrale”.

Terzo ciclo

Dottorato di Ricerca: essi hanno l’obiettivo di far acquisire una corretta metodologia per la ricerca scientifica avanzata, adottano metodologie innovative e nuove tecnologie, prevedono stage all’estero e la frequenza di laboratori di ricerca. L’ammissione richiede una Laurea Magistrale (o un titolo estero comparabile) e il superamento di un concorso; la durata è di minimo 3 anni. Il/la dottorando/a deve elaborare una tesi originale di ricerca e discuterla durante l’esame finale.
Qualifica accademica: “Dottore di ricerca” o “PhD”.
Corsi di Specializzazione: corsi di 3° ciclo aventi l’obiettivo di fornire conoscenze e abilità per l’esercizio di attività professionali di alta qualificazione, particolarmente nel settore delle specialità mediche, cliniche e chirurgiche. Per l’ammissione è richiesta una Laurea Magistrale (o un titolo estero comparabile) e il superamento di un concorso; la durata degli studi varia da 2 (120 CFU) a 6 anni (360 CFU) in rapporto al settore disciplinare. Il titolo finale rilasciato è il Diploma di Specializzazione.

Master

Corsi di Master universitario di primo livello: corsi di 2° ciclo di perfezionamento scientifico o di alta formazione permanente e ricorrente. Vi si accede con una Laurea o con un titolo estero comparabile. La durata minima è annuale (60 CFU); non consente l’accesso a corsi di Dottorato di Ricerca e di 3°ciclo, perché il corso non ha ordinamento didattico nazionale e il titolo è rilasciato sotto la responsabilità autonoma della singola università. Il titolo finale è il Master universitario di primo livello.
Corsi di Master Universitario di secondo livello:corsi di 3° ciclo di perfezionamento scientifico o di alta formazione permanente e ricorrente. Vi si accede con una Laurea Magistrale o con un titolo estero comparabile. La durata è minimo annuale (60 CFU); non consente l’accesso a corsi di Dottorato di Ricerca e di 3° ciclo, perché il corso non ha ordinamento didattico nazionale e il titolo è rilasciato sotto la responsabilità autonoma della singola università. Il titolo finale è il Master universitario di secondo livello.

Altro da sapere sul Sistema universitario italiano

Crediti Formativi Universitari (CFU): i corsi di studio sono strutturati in crediti. Al Credito Formativo Universitario (CFU) corrispondono normalmente 25 ore di lavoro. La quantità media di lavoro accademico svolto in un anno da un/a iscritto/a a tempo pieno è convenzionalmente fissata in 60 CFU. I crediti formativi universitari sono equivalenti ai crediti ECTS.
Classi dei corsi di studio: i corsi di studio di Laurea e di Laurea Magistrale che condividono obiettivi e attività formative sono raggruppati in “classi”. I contenuti formativi di ciascun corso di studio sono fissati autonomamente dalle singole università; tuttavia le università devono obbligatoriamente inserire alcune attività formative (ed il corrispondente numero di crediti) determinate a livello nazionale. Tali requisiti sono stabiliti in relazione a ciascuna classe. I titoli di una stessa classe hanno lo stesso valore legale.
Titoli congiunti: le università italiane possono istituire corsi di studio in cooperazione con altre università, italiane ed estere, al termine dei quali sono rilasciati titoli congiunti o titoli doppi/multipli.

Perché Verona