Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 1-ott-2015 29-gen-2016
I sem. (solo studenti del III anno di Viti) 2-nov-2015 29-gen-2016
II semestre 1-mar-2016 10-giu-2016
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria Appelli d'esame 1-feb-2016 29-feb-2016
Sessione estiva Appelli d'esame 13-giu-2016 29-lug-2016
Sessione autunnale Appelli d'esame 1-set-2016 30-set-2016
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sess. autun. App. di Laurea L25 27-nov-2015 27-nov-2015
Sess. invern. 2016 App. di Laurea L25 18-mar-2016 18-mar-2016
Sess. estiva App. di Laurea L25 15-lug-2016 15-lug-2016
Sess. autun 2016 App. di Laurea L25 25-nov-2016 25-nov-2016
Sess. invern. 2017 App. di Laurea L25 22-mar-2017 22-mar-2017
Vacanze
Periodo Dal Al
Festività dell'Immacolata Concezione 8-dic-2015 8-dic-2015
Vacanze di Natale 23-dic-2015 6-gen-2016
Vancanze di Pasqua 24-mar-2016 29-mar-2016
Anniversario della Liberazione 25-apr-2016 25-apr-2016
Festa del S. Patrono S. Zeno 21-mag-2016 21-mag-2016
Festa della Repubblica 2-giu-2016 2-giu-2016
Vacanze Estive 8-ago-2016 15-ago-2016

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C F G M P S T U V Z

Begalli Diego

diego.begalli@univr.it +39 045 8028491

Bolzonella David

david.bolzonella@univr.it 045 802 7965

Boschi Federico

federico.boschi@univr.it +39 045 802 7272
Foto Maurizio Boselli,  19 ottobre 2013

Boselli Maurizio

maurizio.boselli@univr.it 045 6835628

Capitello Roberta

roberta.capitello@univr.it 045 802 8488

Favati Fabio

fabio.favati@univr.it +39 045 802 7919

Felis Giovanna

giovanna.felis@univr.it +390456835627

Gaeta Davide Nicola Vincenzo

davide.gaeta@univr.it 045 683 5632

Guzzo Flavia

flavia.guzzo@univr.it 045 802 7923

Meneghini Lorenzo

lorenzo.meneghini@univr.it

Mori Nicola

nicola.mori@univr.it 045 683 5628

Pandolfini Tiziana

tiziana.pandolfini@univr.it 045 802 7918

Pezzotti Mario

mario.pezzotti@univr.it +39045 802 7951

Piccinelli Fabio

fabio.piccinelli@univr.it +39 045 802 7097

Polverari Annalisa

annalisa.polverari@univr.it 045 6835629

Speghini Adolfo

adolfo.speghini@univr.it +39 045 8027900

Tornielli Giovanni Battista

giovannibattista.tornielli@univr.it 045 6835623

Torriani Sandra

sandra.torriani@univr.it 045 802 7921

Ugliano Maurizio

maurizio.ugliano@univr.it 045 683 5626

Varanini Zeno

zeno.varanini@univr.it 0458027830

Zamboni Anita

anita.zamboni@univr.it +39 045 8027901

Zenoni Sara

sara.zenoni@univr.it 045 802 7941

Zuccolotto Paola

zuk@eco.unibs.it ++39-030-2988634 (presso Università degli Studi di Brescia)

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
9
B/C
AGR/11 ,AGR/12
12
B/C
AGR/15
Altre attivita' formative
6
F
-
Prova finale
3
E
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02740

Crediti

6

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

AGR/12 - PATOLOGIA VEGETALE

Periodo

II sem. dal 1-mar-2018 al 15-giu-2018.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare:  organizzazione dell'insegnamento

Obiettivi formativi

Lo studente acquisirà conoscenze di base relative alle interazioni pianta-patogneo, ai meccanismi di patogenicità e virulenza e alle risposta di resistenza della pianta.
Acquisirà inoltre specifiche competenze riguardo alla diagnosi, prevenzione e terapia delle malattie del vigneto, secondo moderni approcci di controllo dei patogeni e di tutela dell'ambiente.

Programma

PARTE GENERALE
Introduzione alla patologia vegetale
Evoluzione delle conoscenze in patologia vegetale, interesse scientifico e importanza economica delle malattie.
Terminologia fitopatologica: concetto di malattia, ospite e patogeno, infezione. Sintomi e segni, locali e sistemici. Suscettibilità, resistenza, tolleranza. Relazioni nutrizionali: saprofiti, parassiti, (obbligati e facoltativi) simbionti.
Classificazione delle malattie
Criterio eziologico: Presentazione delle principali classi di patogeni vegetali.
Cenni di epidemiologia (triangolo della malattia, condizioni predisponenti alla malattia)
Ciclo della malattia: contagio, penetrazione, fase di latenza, colonizzazione, periodo di incubazione, sporulazione, diffusione, conservazione dell’inoculo.
Malattie da funghi fitopatogeni
Caratteristiche generali dei funghi fitopatogeni
Tassonomia e classificazione
Il processo infettivo, ciclo della malattia
Fattori di virulenza e patogenicità, enzimi litici, tossine, ormoni, ricerca di fattori di patogenicità.
Malattie da procarioti
Caratteristiche generali dei batteri fitopatogeni: struttura della cellula batterica, tassonomia dei batteri fititopatogeni
Processo infettivo, fattori di patogenicità e virulenza
Caratteristiche generali dei fitoplasmi e classificazione
Processo infettivo, sintomatologia
Malattie da virus e da viroidi
Caratteristiche generali del virus
Forme e dimensioni
Struttura e composizione
Penetrazione, replicazione, traslocazione
Sintomi
Epidemiologia: Trasmissione per contatto, per parti di piante, trasmissione mediante vettori, (trasmissione persistente , NP, SP) da nematodi, cocciniglie, afidi.
Nomenclatura e classificazione
Viroidi: cenni trasmissione, replicazione
Diagnostica:
Isolamenti e postulati di Kock
Tecniche biochimiche , sierologiche e molecolari
Utilizzo di specie indicatrici

La protezione delle piante dalle malattie
Legislazione fitopatologia e organizzazione dei servizi fitosanitari, quarantena, eradicazione. Selezione sanitaria e certificazione.
Mezzi agronomici di prevenzione
Mezzi fisici, solarizzazione, termoterapia
Controllo biologico
Mezzi chimici: caratteristiche generali dei presidi sanitari e modalità di impiego. Principali classi di prodotti sistemici, citotropici, di copertura. Tossicità e relativa legislazione. Norme per la commercializzazione e l’impiego.
Mezzi genetici: Le risposte della pianta alle infezioni dei fitopatogeni
Riconoscimento ospite patogeno. Elicitori e geni di resistenza
Meccanismi di difesa, pre-costituiti e post infezionali. Resistenze sistemiche. Applicazioni biotecnologiche alla costituzione di piante resistenti
Difesa integrata
Epidemiologia: cenni di epidemiologia ed esempi modelli previsionali


PARTE SPECIALE
Malattie da funghi fitopatogeni
Peronospora
Mal bianco
Botrite
Marciumi radicali (Armillaria , Rosellinia)
Malattie del legno: esca, eutipiosi, escoriosi
Tracheoverticillosi
Marciumi anomali
Marciume nero
Antracnosi
Carie bianca
Malattie da procarioti
A. tumefaciens, A. vitis , Xylophilus ampelinus, Xylella fastidiosa
Rischi epidemici , interventi preventivi e curativi
Candidatus fitoplasma spp.: agenti di fitoplasmosi della vite
epidemiologia, interventi di prevenzione e difesa
Malattie da virus e da viroidi
Le virosi della vite:
Complesso dell’arricciamento
Accartocciamento fogliare
Disaffinità d’innesto
Maculatura infettiva
Cenni a malattie da viroidi

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Belli Giuseppe Elementi di Patologia vegetale Piccin-Nuova Libraria 2015
Agrios G.N. Plant Pathology (Edizione 4) Harcourt Academic Press 1997 0120445646

Modalità d'esame

Esame orale

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per gli scadenziari, gli adempimenti amministrativi e gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al servizio Sessioni di laurea - Scienze e Ingegneria.

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi. La laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche viene conseguita dallo studente superando con esito positivo l'esame di laurea e completando in questo modo i 180 CFU stabiliti dal suo piano di studi.  
La prova finale consisterà nella discussione di un elaborato scritto ed in una proclamazione solenne ed è finalizzata all'approfondimento da parte dello studente di uno specifico argomento tecnico scientifico che dovrà essere affrontato utilizzando metodologie proprie dell'indagine scientifica. La stesura dell'elaborato e la sua presentazione in sede pubblica costituiscono un ulteriore elemento di crescita delle capacità dello studente.
Su proposta del relatore la tesi finale/elaborato può essere compilata e discussa in lingua straniera.
La forma dell'esame viene concordata tra lo studente e il docente referente (relatore) il quale è membro della commissione di laurea La valutazione dell'esame è basata sul livello di approfondimento dimostrato dallo studente, sulla chiarezza espositiva e sulla capacità dello studente di inquadrare l'argomento assegnato in un contesto più ampio. Può essere relatore un docente del corso di laurea o altro docente del dipartimento di Biotecnologie e Economia Aziendale, o un altro docente dell'Ateneo previa autorizzazione del collegio didattico del corso di laurea.
Il voto di ammissione è determinato rapportando la media degli esami di profitto a 110. Per media degli esami di profitto si intende la media ponderata sui crediti.
Al voto di ammissione si aggiungono:
3 punti per la laurea in corso
1 punto per la laurea nel primo anno fuori corso
2 punti per una media ≥ 99/110
0,33 punti per ogni lode
2 punti per esperienze all'estero nell'ambito di ERASMUS-SOCRATES.
ll voto viene arrotondato all'intero più vicino, e a parità di distanza, all'intero superiore.
La Commissione di Laurea attribuisce per la prova finale un punteggio da 0 a 4 punti, in base al livello di approfondimento dimostrato dallo studente, alla chiarezza espositiva e alla capacità dello studente di inquadrare l'argomento assegnato in un contesto più ampio. L'esposizione dovrà comprendere anche una breve relazione sull'attività di tirocinio. Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è di 66/110. La commissione di laurea per la prova finale attribuisce un punteggio da 0 a 4 punti. L'attribuzione della lode, nel caso di una votazione almeno pari a 110/110, è a discrezione della commissione di laurea e viene attribuita solo se il parere dei membri della commissione è unanime. Le modalità e le scadenze per la presentazione della domanda di laurea e del relativo elaborato sono stabilite dal collegio didattico e dalle segreterie competenti.
Alla prova finale sono assegnati 3 CFU.
 


Modalità di frequenza

Come riportato al punto 25 del Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, la frequenza è obbligatoria per le esercitazioni pratiche e di laboratorio, salvo diverse disposizione stabilite dal collegio didattico.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.

Gestione carriere


Area riservata studenti