Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2021/2022

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Primo semestre 4-ott-2021 28-gen-2022
Secondo semestre 7-mar-2022 10-giu-2022
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione invernale d'esame 31-gen-2022 4-mar-2022
Sessione estiva d'esame 13-giu-2022 29-lug-2022
Sessione autunnale d'esame 1-set-2022 29-set-2022
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione Estiva 12-lug-2022 12-lug-2022
Sessione Autunnale 18-ott-2022 18-ott-2022
Sessione Autunnale Dicembre 6-dic-2022 6-dic-2022
Sessione Invernale 13-mar-2023 13-mar-2023
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Tutti i Santi 1-nov-2021 1-nov-2021
Festa dell'Immacolata Concezione 8-dic-2021 8-dic-2021
Festività natalizie 24-dic-2021 2-gen-2022
Festa dell'Epifania 6-gen-2022 6-gen-2022
Festività pasquali 15-apr-2022 19-apr-2022
Festa della Liberazione 25-apr-2022 25-apr-2022
Festa di San Zeno - S. Patrono di Verona 21-mag-2022 21-mag-2022
Festa della Repubblica 2-giu-2022 2-giu-2022
Chiusura estiva 15-ago-2022 20-ago-2022

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N O P Q S T V

Angeleri Lidia

lidia.angeleri@univr.it 045 802 7911

Ballottari Matteo

matteo.ballottari@univr.it 045 802 7098

Betterle Nico

nico.betterle@univr.it +39 045 8027807

Bicego Manuele

manuele.bicego@univr.it +39 045 802 7072

Boscaini Maurizio

maurizio.boscaini@univr.it

Canevari Giacomo

giacomo.canevari@univr.it +39 045 8027979

Capaldi Stefano

stefano.capaldi@univr.it +39 045 802 7907

Cicalese Ferdinando

ferdinando.cicalese@univr.it +39 045 802 7969

Combi Carlo

carlo.combi@univr.it 045 802 7985

Daducci Alessandro

alessandro.daducci@univr.it +39 045 8027025

Della Libera Chiara

chiara.dellalibera@univr.it +39 0458027219

Delledonne Massimo

massimo.delledonne@univr.it 045 802 7962; Lab: 045 802 7058

Dell'Orco Daniele

daniele.dellorco@univr.it +39 045 802 7637

Dominici Paola

paola.dominici@univr.it 045 802 7966; Lab: 045 802 7956-7086

D'Onofrio Mariapina

mariapina.donofrio@univr.it 045 802 7801

Drago Nicola

nicola.drago@univr.it 045 802 7081

Fiorini Paolo

paolo.fiorini@univr.it 045 802 7963

Fratea Caterina

caterina.fratea@univr.it 045 802 8858

Fummi Franco

franco.fummi@univr.it 045 802 7994

Giachetti Andrea

andrea.giachetti@univr.it +39 045 8027998

Giacobazzi Roberto

roberto.giacobazzi@univr.it +39 045 802 7995

Giorgetti Alejandro

alejandro.giorgetti@univr.it 045 802 7982

Gregorio Enrico

Enrico.Gregorio@univr.it 045 802 7937

Maris Bogdan Mihai

bogdan.maris@univr.it +39 045 802 7074

Menegaz Gloria

gloria.menegaz@univr.it +39 045 802 7024

Migliorini Sara

sara.migliorini@univr.it +39 045 802 7908

Monti Francesca

francesca.monti@univr.it 045 802 7910

Nardon Chiara

chiara.nardon@univr.it

Oliboni Barbara

barbara.oliboni@univr.it +39 045 802 7077

Posenato Roberto

roberto.posenato@univr.it +39 045 802 7967

Quaglia Davide

davide.quaglia@univr.it +39 045 802 7811

Sala Pietro

pietro.sala@univr.it 0458027850

Spoto Nicola Fausto

fausto.spoto@univr.it +39 045 8027940

Storti Silvia Francesca

silviafrancesca.storti@univr.it +39 045 802 7908

Trabetti Elisabetta

elisabetta.trabetti@univr.it 045/8027209

Villa Tiziano

tiziano.villa@univr.it +39 045 802 7034

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(INF/01)
6
C
(BIO/18)
Un insegnamento a scelta
6
C
(FIS/07)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
(MAT/02)
12
C
(CHIM/03 ,CHIM/06)
6
A
(FIS/01)
12
A
(INF/01)

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
12
B
(INF/01)
6
C
(BIO/18)
Un insegnamento a scelta
6
C
(FIS/07)
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 2°- 3°
Altre attivita' formative
3
F
-
Tra gli anni: 2°- 3°

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Tipologia di Attività formativa D e F

Le attività formative di tipologia D o F comprendono gli insegnamenti impartiti presso l'Università di Verona o periodi di stage/tirocinio professionale.
Nella scelta delle attività di tipo D, gli studenti dovranno tener presente che in sede di approvazione si terrà conto della coerenza delle loro scelte con il progetto formativo del loro piano di studio e dell'adeguatezza delle motivazioni eventualmente fornite. Dal 1° dicembre 2021 al 27 febbraio 2022 e dal 2 maggio 2022 al 15 luglio 2022, tramite il presente modulo gli studenti possono richiedere l'inserimento di attività didattiche in TAF D ed F che non possono inserire autonomamente nel proprio piano di studi tramite la procedura on-line.

COMPETENZE LINGUISTICHE - dal 1° ottobre 2021 (Delibera del Consiglio della Scuola di Scienze e Ingegneria del 30 marzo 2021) per gli immatricolati dall'A.A. 2021/2022

  • Lingua inglese: vengono riconosciuti automaticamente 3 CFU per ogni livello di competenza superiore a quello richiesto dal corso di studio (se non già riconosciuto nel ciclo di studi precedente).
  • Altre lingue e italiano per stranieri: vengono riconosciuti automaticamente 3 CFU per ogni livello di competenza a partire da A2 (se non già riconosciuto nel ciclo di studi precedente).
Tali cfu saranno riconosciuti, fino ad un massimo di 6 CFU complessivi, di tipologia F se il piano didattico lo consente, oppure di tipologia D.
Ulteriori crediti a scelta per conoscenze linguistiche potranno essere riconosciuti solo se coerenti con il progetto formativo dello studente e se adeguatamente motivati.


COMPETENZE TRASVERSALI
Scopri i percorsi formativi promossi dal  Teaching and learning centre dell'Ateneo, destinati agli studenti iscritti ai corsi di laurea, volti alla promozione delle competenze trasversali:

1° periodo lezioni (1A) Dal 16/09/21 Al 30/10/21
anni Insegnamenti TAF Docente
2° 3° Lab.: The fashion lab (1 cfu) D Caterina Fratea (Coordinatore)
Primo semestre Dal 04/10/21 Al 28/01/22
anni Insegnamenti TAF Docente
2° 3° Introduzione alla robotica per studenti di materie scientifiche D Paolo Fiorini (Coordinatore)
2° 3° Linguaggio Programmazione Matlab-Simulink D Bogdan Mihai Maris (Coordinatore)
Insegnamenti Mutuati dalla scuola di Scienze matematiche fisiche e naturali
1° periodo lezioni (1B) Dal 05/11/21 Al 16/12/21
anni Insegnamenti TAF Docente
2° 3° Lab.: The fashion lab (1 cfu) D Caterina Fratea (Coordinatore)
Secondo semestre Dal 07/03/22 Al 10/06/22
anni Insegnamenti TAF Docente
2° 3° Introduzione alla robotica per studenti di materie scientifiche D Paolo Fiorini (Coordinatore)
2° 3° Introduzione alla stampa 3D D Franco Fummi (Coordinatore)
2° 3° Linguaggio Programmazione LaTeX D Enrico Gregorio (Coordinatore)
2° 3° Progettazione di componenti hardware su FPGA D Franco Fummi (Coordinatore)
2° 3° Prototipizzazione con Arduino D Franco Fummi (Coordinatore)
2° 3° Tutela dei beni immateriali (SW e invenzione) tra diritto industriale e diritto d’autore D Roberto Giacobazzi (Coordinatore)
Elenco degli insegnamenti con periodo non assegnato
anni Insegnamenti TAF Docente
2° 3° Linguaggio programmazione Python D Non ancora assegnato

Codice insegnamento

4S010252

Crediti

3

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

NN - -

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

Secondo semestre dal 7-mar-2022 al 10-giu-2022.

Obiettivi formativi

Il software costituisce l’elemento nevralgico del tessuto economico ed innovativo. L’obiettivo del corso è che gli allievi possano comprendere le implicazioni giuridiche nell’utilizzo di software e di sistemi informativi, nonché comprendere i diritti che scaturiscono dalla creazione di un software originale. Il corso si propone quindi di introdurre le problematiche che sorgono all'intersezione tra informatica e diritto, anche al fine di poter aiutare gli allievi ad essere consapevoli che, nel mondo del lavoro, la conoscenza dell’esistenza di regole giuridiche potrebbe determinare il successo della loro impresa. In particolare lo studio partirà dall’analisi della tutela del sw in Europa tra brevettazione e diritto d’autore. Brevi cenni sulla protezione del sw nei paesi di common law. Successivamente verranno esaminati gli articoli della legge sul diritto d’autore relativi ai diritti di sfruttamento economico delle opere dell’ingegno (nonché i divieti che il codice pone nello sfruttamento delle opere altrui) ed in seguito, gli articoli della LDA espressamente predisposti per la tutela del SW (ivi comprese tutte le problematiche relative alle invenzioni del lavoratore dipendente, dei ricercatori, degli amministratori di società di capitali, i patti parasociali). Verranno analizzate poi le regole giuridiche che disciplinano alcuni contratti di informatica, in particolare le licenze sw, ponendo l’attenzione, in particolare, ai nuovi regimi giuridici dei contenuti digitali: open source e creative commons. Verranno forniti esempi sulla tutela giuridica delle app e delle opere multimediali tra diritto d’autore e diritto industriale (marchi / design / SIAE). Infine, il corso si concluderà con un breve accenno ai sw di intelligenza artificiale: in relazione alla natura e qualità del software come prodotto.

Programma

1) Inquadramento generale della materia. Cosa è il diritto d’autore , cosa è il diritto industriale. Nozione giuridica di programma per elaboratore come creazione intellettuale e diritto immateriale. Opere tutelate dalla LDA (legge diritto d’autore) invenzioni tutelate dal CPI (codice della proprietà industriale. Inquadramento sw tra tutela autorale e industriale. Soluzioni adottate al licello UE ed EXTRA UE.
2) Il SW tutelato dalla LDA. In generale i diritti nascenti dalle opere tutelate dalla LDA. Fonti del diritto. Diritti morali / diritti patrimoniali. In particolare studio degli articoli della LDA relativi ai software (art. 1, 2, 12 e 64 bis e ss. LDA).
3) Segue da lezione precedente. SW creati dal lavoratore dipendente / sw creati dall’organo amministrativo / sw creati dal socio di società di capitali. La Pubblicità – notizia: SIAE e pubblico registro sw – Copyright Office Washington . Ulteriori Questioni aperte. La tutela giuridica del linguaggio di programmazione.
4) I contratti aventi ad oggetto trasferimento di diritti d’autore su sw (licenza; sviluppo) I sw proprietari, i sw free, i sw open source. La tutela della app.
5) Il SW brevettabile. Fonti del diritto. Questioni giuridiche aperte. La tutela dell’algoritmo.
Nozione di invenzione industriale; la classificazione delle invenzioni; requisiti di brevettabilità e materia non brevettabile; novità; priorità; attività inventiva; applicazione industriale; Liceità.
6) Il Brevetto: riassunto; descrizione; disegni; rivendicazioni; durata. Brevetto Italiano e Brevetto europeo (cenni). Territorialità; Esaurimento.
7) Segue: La tutela industriale del sw. I diritti nascenti dal brevetto (diritti morali; diritti patrimoniali). Invenzioni dei lavoratori dipendenti; Invenzioni dei ricercatori di Università ed enti pubblici di ricerca; Invenzioni dei lavoratori autonomi.
8) Segue da lezione precedente. Brevetto di prodotto, di procedimento; di metodo e di “mezzo tecnico che implementa un metodo”; il brevetto software come computer implemented inventions e computer-related inventions.
9) Casi pratici relativi alla brevettazione del software.
10) Le Invenzioni biotecnologiche
11) La tutela del sw come segreto industriale
12) Intelligenza artificiale. Cenni. La responsabilità da prodotto difettoso. Questioni aperte per esempio: la tutela giuridica dell’opera tutelabile dal diritto d’autore creata da sistemi di intelligenza artificiale; la tutela giuridica delle invenzioni create da sistemi di intelligenza artificiale. Le nuove direttive europee relative alle IA.

MODALITÀ DI EROGAZIONE DELLA DIDATTICA
Le lezioni, nel rispetto delle linee guida di Ateneo, saranno tenute in presenza e fruibili da parte delle/degli studentesse/studenti anche da remoto, tramite link zoom. La registrazione di ciascuna lezione sarà inoltre pubblicata sulla pagina moodle dell'insegnamento.

Modalità d'esame

Test a risposta multipla su scenari e nozioni.

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova Finale

Per gli scadenziari, gli adempimenti amministrativi e gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al servizio Sessioni di laurea - Scienze e Ingegneria.

Alla prova finale sono riservati 3 crediti. L'esame di laurea consiste in un colloquio che può essere basato su un breve elaborato scritto, un esame orale, o un esame scritto. La forma e i contenuti dell'esame vengono concordati tra lo studente e il docente referente (relatore), il quale sarà anche membro della Commissione d'esame. Il colloquio può riguardare approfondimenti di argomenti non trattati durante la normale attività didattica, oppure può mettere in luce problematiche e metodologie affrontate durante un'attività di tirocinio. Su proposta del relatore la prova finale/elaborato può essere compilata e discussa in lingua straniera.
Il punteggio finale di Laurea è stabilito da una apposita Commissione di Laurea secondo le modalità indicate nel Regolamento di Ateneo, che esprime un giudizio finale in centodecimi con eventuale lode.
Il relatore dell'esame di laurea potrà essere un qualunque docente strutturato dell'Ateneo che soddisfa almeno uno dei seguenti requisiti: componente del Collegio Didattico del corso di laurea, oppure componente del Dipartimento di Informatica, oppure che insegna in un SSD presente nel piano del corso di laurea.
Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è di 66/110. II voto di ammissione è determinato rapportando la media pesata sui CFU degli esami di profitto a 110 e successivamente arrotondando il risultato all'intero più vicino. A parità di distanza, si arrotonda all'intero superiore. Per media degli esami di profitto si intende la media ponderata sui crediti. E' previsto un incremento al massimo di 8/110 rispetto al voto di ammissione, di cui 4 punti riservati alla valutazione dell'esame di laurea da parte della commissione di esame composta da due docenti e 4 punti riservati alla valutazione del curriculum della/o studentessa/studente. La valutazione del curriculum avviene attraverso un calcolo basato sul seguente schema (che tiene conto in maniera positiva di eventuali lodi e periodi Erasmus ed in maniera negativa di eventuali anni fuori corso): se in corso: 3,5 + 0,2 * numero lodi; se fuori corso: 3,5 –0,5 * numero anni fuori corso + 0,1 * numero lodi; 1 punto ogni 3 mesi di Erasmus effettuato.
L'attribuzione della lode, nel caso di un incremento che porti ad una votazione che raggiunga o superi 110/110, è a discrezione della Commissione di Laurea nonché attribuita se il parere dei membri della commissione è unanime.  
 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Stage Area di ricerca
Correlated mutations Argomenti vari

Gestione carriere


Modalità di frequenza

Come riportato al punto 25 del Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, la frequenza al corso di studio non è obbligatoria.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.