Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2020/2021

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
FISIO ROV 3^ ANNO - 1^ SEMESTRE 7-ott-2020 11-nov-2020
FISIO ROV 2^ ANNO - 1^ SEMESTRE 7-ott-2020 16-dic-2020
FISIO ROV 1^ ANNO - 1^ SEMESTRE 12-ott-2020 16-dic-2020
FISIO ROV 1^ ANNO - 2^ SEMESTRE 1-feb-2021 23-apr-2021
FISIO ROV 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE 8-feb-2021 9-mar-2021
FISIO ROV 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE 15-mar-2021 7-mag-2021
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
FISIO ROV SESSIONE INVERNALE 1 ANNO 7-gen-2021 29-gen-2021
FISIO ROV SESSIONE INVERNALE 2 ANNO 7-gen-2021 29-gen-2021
FISIO ROV SESSIONE INVERNALE 3 ANNO 12-gen-2021 5-feb-2021
FISIO ROV SESSIONE ESTIVA 3 ANNO 10-mag-2021 8-giu-2021
FISIO ROV SESSIONE ESTIVA 1 ANNO 7-giu-2021 30-giu-2021
FISIO ROV SESSIONE ESTIVA 2 ANNO 1-lug-2021 30-lug-2021
FISIO ROV SESSIONE AUTUNNALE 1-set-2021 30-set-2021
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
FISIO SESSIONE AUTUNNALE 1-nov-2021 22-dic-2021
FISIO SESSIONE PRIMAVERILE 1-mar-2022 30-apr-2022
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa dell'Immacolata 8-dic-2020 8-dic-2020
Vacanze Natalizie 24-dic-2020 3-gen-2021
VACANZE PASQUALI 2-apr-2021 5-apr-2021
Santo Patrono 5-ago-2021 5-ago-2021
Vacanze Estive 9-ago-2021 15-ago-2021
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
FISIO ROV 3^ ANNO - 1^ SEMESTRE FISIO ROV 3^ ANNO - 1^ SEMESTRE 16-nov-2020 22-dic-2020
FISIO ROV 2^ ANNO - 1^ SEMESTRE FISIO ROV 2^ ANNO - 1^ SEMESTRE 1-feb-2021 12-mar-2021
FISIO ROV 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE - 1 PERIODO FISIO ROV 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE - 1 PERIODO 15-mar-2021 30-apr-2021
FISIO ROV 1^ ANNO - 1^ SEMESTRE FISIO ROV 1^ ANNO - 1^ SEMESTRE 26-apr-2021 28-mag-2021
FISIO ROV 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE FISIO ROV 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE 12-mag-2021 23-giu-2021
FISIO ROV 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE - 2 PERIODO FISIO ROV 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE - 2 PERIODO 14-giu-2021 23-lug-2021
FISIO ROV 1^ ANNO - 2^ SEMESTRE FISIO ROV 1^ ANNO - 2^ SEMESTRE 1-lug-2021 30-lug-2021

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

B C D F G L M N P Q R S T V Z

Bravi Elena

elena.bravi@apss.tn.it

Buffelli Mario Rosario

mario.buffelli@univr.it +39 0458027268

Dal Prà Ilaria Pierpaola

ilaria.dalpra@univr.it +39 045 802 7161

Darra Francesca

francesca.darra@univr.it +39 045 812 7869

Favretto Giuseppe

giuseppe.favretto@univr.it +39 045 802 8749 - 8748

Feletti Alberto

alberto.feletti@univr.it 0458122695

Fiorio Mirta

mirta.fiorio@univr.it +39 0458425133

Fratta Pasini Anna Maria

annamaria.frattapasini@univr.it +39 045 8124749

Gotte Giovanni

giovanni.gotte@univr.it 0458027694

Locatelli Francesca

francesca.locatelli@univr.it 045 8027655

Mantovani William

william.mantovani@univr.it

Morandi Anita

anita.morandi@univr.it 045/8127659

Pertile Riccardo

riccardo.pertile@apss.tn.it 0461 904694

Savazzi Silvia

silvia.savazzi@univr.it +39 0458027691

Sbarbati Andrea

andrea.sbarbati@univr.it +39 045 802 7266

Scapini Patrizia

patrizia.scapini@univr.it 0458027556

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Sità Chiara

chiara.sita@univr.it 0039.045.8028572

Tamburin Stefano

stefano.tamburin@univr.it +39 0458124285 (segreteria)

Tassinari Giancarlo

giancarlo.tassinari@univr.it +39 0458027153

Trabetti Elisabetta

elisabetta.trabetti@univr.it 045/8027209

Varalta Valentina

valentina.varalta@univr.it +39 0458126499

Zanoni Roberta

roberta.zanoni@univr.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S01546

Crediti

20

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

FISIO ROV 2^ ANNO - 1^ SEMESTRE, FISIO ROV 2^ ANNO - 2^ SEMESTRE

Obiettivi formativi

PREREQUISITI Frequenza al Laboratorio professionale, alle Esercitazioni e Simulazioni e alle Sessioni tutoriali in preparazione all’esperienza. METODOLOGIA Affiancamento ad un professionista esperto (Guida di Tirocinio/Supervisore di Tirocinio) in contesti sanitari specifici con rapporto 1/1 o 1/2, compilazione di Compiti didattici. SETTING Esperienze in ambito muscolo-scheletrico, ortopedico e neurologico. AMBITI DI COMPETENZA Al termine delle attività di tirocinio lo Studente acquisisce competenze nei seguenti ambiti. Nell’ambito della Responsabilità Professionale dimostra capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto agisce secondo i principi di etica e deontologia professionale. Dimostra attenzione e rispetto per le idee, opinioni e culture diverse e non esprime giudizi. Rispetta la riservatezza nel trattamento dei dati della persona assistita. Lo Studente dimostra autonomia di giudizio in quanto agisce nei limiti della propria competenza ed esperienza. Dimostra un atteggiamento collaborativo e propositivo riconoscendo i limiti del ruolo di studente. Identifica situazioni nuove e complesse per le quali non ha competenze confrontandosi prima di agire con la GT. Nell’ambito della Gestione e Organizzazione (Management) dimostra capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto identifica gli elementi propri dell’organizzazione in cui opera. Riconosce i ruoli dei diversi componenti dell’équipe. Ha cura della propria persona e della divisa e mantiene in ordine gli spazi dell’ambiente di lavoro. Rispetta gli orari, i tempi delle attività e i mandati assegnati e comunica le proprie assenze. In relazione agli obiettivi da raggiungere e nel rispetto del contesto dove è inserito organizza, con supervisione della GT, la propria giornata di tirocinio. Nell’ambito della Formazione/Autoformazione dimostra capacità di apprendimento in quanto identifica i propri bisogni individuali di apprendimento e li condivide con la GT. E’ in grado di autovalutarsi per individuare il livello di conoscenze e abilità acquisite. Si attiva autonomamente nel ricercare le conoscenze dove presenta delle lacune. Ricerca opportunità di apprendimento coerenti con gli obiettivi del tirocinio. Richiede confronto alla GT e, in relazione ai feedback ricevuti, è in grado di modificare il proprio comportamento. Nell’ambito della Pratica Basata sulle Prove di Efficacia (EBP) dimostra capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto, a partire da un problema clinico specifico emerso nel tirocinio, è in grado di formulare una domanda strutturata in modo tale da poter facilmente rispondere alla stessa. Ricerca quindi e seleziona le evidenze disponibili attraverso la consultazione di banche dati appropriate e autonomia di giudizio nell’utilizzare le evidenze per la valutazione della persona assistita e per la pianificazione del trattamento fisioterapico. Nell’ambito della Comunicazione e Relazione ha abilità comunicative in quanto comunica in modo professionale con la persona assistita o il caregiver di riferimento mettendo in atto atteggiamenti empatici e di ascolto attivo. Utilizza una terminologia appropriata in relazione all’interlocutore, modulando il ritmo (parole-silenzio) e i tempi della comunicazione e gestendo con coerenza i livelli verbale e non verbale della comunicazione. E’ in grado di facilitare il coinvolgimento della persona assistita nelle attività di Cura e Riabilitazione fornendo tutte le informazioni necessarie in modo chiaro ed esaustivo e verificandone la comprensione. Comunica con la GT utilizzando la terminologia scientifica quando descrive quanto osservato, risponde ad un quesito posto o espone un argomento al team multiprofessionale. Dimostra capacità relazionali e collaborative con la GT e le altre figure professionali nel rispetto dei ruoli. Lo Studente documenta il percorso fisioterapico compilando i compiti didattici richiesti. Nell’ambito della Cura e Riabilitazione ha capacità di applicare conoscenza e comprensione e autonomia di giudizio in quanto raccoglie e seleziona i dati di interesse riabilitativo relativi alla persona assistita attraverso la documentazione disponibile e utilizzando, con la supervisione della GT, il colloquio con la persona assistita o il caregiver. Lo Studente ha capacità di applicare conoscenza e comprensione nel descrivere, dopo un’attenta osservazione, l’atteggiamento posturale e le limitazioni delle attività della persona assistita. Dimostra autonomia di giudizio nello scegliere, in base ai dati raccolti e alle iniziali ipotesi formulate, strumenti e misure validate basandosi sul modello “biopsicosociale”. Dopo aver accertato l’assenza di controindicazioni e rischi, effettua, con supervisione della GT, la valutazione fisioterapica in sicurezza utilizzando gli strumenti scelti. Lo Studente analizza i dati raccolti, identificando le menomazioni strutturali e funzionali, le limitazioni delle attività, le restrizioni alla partecipazione, i fattori ambientali e personali rilevanti; li mette in relazione tra loro. Elabora ed esplicita alla GT il ragionamento clinico-funzionale ed individua le ipotesi diagnostiche più verosimili. Identifica i problemi fisioterapici mettendoli in ordine di priorità d’intervento. Lo Studente definisce gli obiettivi terapeutici generali e specifici della persona assistita in modo specifico, misurabile, accettabile, realistico, definito nel tempo (SMART). Pianifica il trattamento fisioterapico in relazione agli obiettivi da raggiungere e motiva alla GT il ragionamento che è alla base delle sue scelte. Lo Studente, con supervisione della GT, realizza l’intervento riabilitativo: prepara in autonomia il setting, considera gli strumenti necessari, posiziona la persona assistita salvaguardandone il benessere e la sicurezza, rispetta la privacy, i principi igienici e organizza le attività in relazione alla disponibilità di tempo. Utilizza tecniche di presa corrette per la mobilizzazione articolare rispettando i principi di ergonomia e sicurezza. Descrive alla GT e poi attua, con supervisione, semplici proposte di esercizi terapeutici per la persona assistita coerenti con gli obiettivi individuati. Applica, con supervisione della GT, le terapie fisiche e tecniche di terapia manuale di base. Identifica eventuali ortesi e ausili e ne educa all’uso. Verifica l’efficacia dell’intervento fisioterapico confrontando i dati delle valutazioni iniziali con quelli finali. Nell’ambito dell’Educazione Terapeutica lo Studente mostra autonomia di giudizio in quanto identifica i bisogni educativi della persona assistita e del caregivers, formula interventi educativi coerenti con i bisogni rilevati e li attua, con supervisione della GT, utilizzando la modalità adatta alla capacità di comprensione/esecuzione della persona assistita e del caregiver. Nell’ambito della Prevenzione ha capacità di applicare conoscenza e comprensione in quanto si mostra attento alla condizione della persona assistita e individua, qualora si presentino, i segnali di alterazione delle funzioni neurovegetative. E’ in grado di rilevare, se necessario, i parametri vitali significativi. Durante le attività di cura e riabilitazione è in grado di garantire alla persona assistita sicurezza e confort. Ha autonomia di giudizio nel riconoscere le situazioni a rischio di trasmissione di infezioni e nel mettere in atto di conseguenza le procedure previste. Sceglie e attua, nel rispetto dei principi dell’ergonomia e della sicurezza propria e della persona assistita, le tecniche di base per posizionamenti, spostamenti e trasferimenti in relazione alla persona assistita utilizzando, se necessario, gli ausili più idonei. Struttura semplici programmi di prevenzione primaria nell’ambito delle problematiche muscolo-scheletriche.

Programma

SECONDO ANNO
Al termine del secondo anno di corso lo studente deve essere in grado di:
- Possedere i dati anamnestici e clinici della persona assistita;
- Eseguire la valutazione clinica funzionale della persona assistita;
- Individuare i problemi fisioterapici nelle situazioni cliniche che ha affrontato più frequentemente durante le esperienze di tirocinio;
- Pianificare e progettare, guidato dal supervisore, il piano di trattamento fisioterapico;
- Effettuare il trattamento fisioterapico;
- Documentare il percorso fisioterapico del paziente.

Modalità d'esame

Durante ogni esperienza di tirocinio il tutor clinico e il supervisore accompagnano lo studente fornendo feedback e momenti di colloquio con lo scopo di informarlo sul livello di raggiungimento delle competenze attese.
Al termine di ogni esperienza di tirocinio viene compilata e consegnata allo studente una scheda di valutazione in cui vengono riassunti i livelli di competenza raggiunti.
Al termine di ogni anno di corso viene realizzata una valutazione certificativa collegiale, espressa in trentesimi, che attesta i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese.
Questa valutazione è il risultato di informazioni e di dati dello studente derivanti dalla sintesi delle schede di valutazione del tirocinio, dalla qualità degli elaborati scritti e dal livello di performance dimostrato nel corso dell’esame di tirocinio.
L’esame di tirocinio viene effettuato al termine di ogni anno di corso e si avvale di prove scritte applicative e prove con simulazione pratica.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio. Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:
  • una prova pratica che consiste in un elaborato scritto strutturato, semi-strutturata o con domande aperte su casi/situazioni esemplificative della pratica professionale. La prova deve comprendere una selezione di quesiti di problem solving e di quesiti sulla presa di decisione nelle aree di competenza infermieristica.
  • La redazione di un elaborato di tesi e sua dissertazione.
 
Le due diverse componenti della prova finale devono concorrere in egual misura alla determinazione del voto finale. In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
Il punteggio finale di Laurea è espresso in centodecimi con eventuale lode. Esso viene formato sommando la media ponderata dei voti conseguiti negli esami di profitto, rapportata a 110, con il punteggio ottenuto nella prova pratica (6 punti) e nella discussione della Tesi (parimenti fino ad un massimo di 6 punti)
La Commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a: presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti; partecipazione progetto Erasmus fino a 1 punto aggiuntivo; laurea entro i termini della durata normale del corso 1 punto
Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione, verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di Laurea

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.