Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2011/2012

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
ID LEZ 2 ANNO 1 SEMESTRE 3-ott-2011 25-nov-2011
ID LEZ 1 ANNO 1 SEMESTRE 10-ott-2011 23-dic-2011
ID LEZ 1 ANNO 2 SEMESTRE 6-feb-2012 30-mar-2012
ID LEZ 2 ANNO 2 SEMESTRE 2-apr-2012 1-giu-2012
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
ESAMI 1 ANNO SESSIONE INVERNALE 9-gen-2011 3-feb-2012
ESAMI 2 ANNO SESSIONE INVERNALE 30-gen-2012 2-mar-2012
ESAMI 2 ANNO SESSIONE ESTIVA 4-giu-2012 29-giu-2012
ESAMI 1 ANNO SESSIONE ESTIVA 2-lug-2012 31-lug-2012
ID ESAMI SESSIONE AUTUNNALE 3-set-2012 28-set-2012
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
SESSIONE AUTUNNALE LAUREE 1-ott-2012 30-nov-2012
SESSIONE PRIMAVERILE LAUREE 1-mar-2013 30-apr-2013
Vacanze
Periodo Dal Al
Ognissanti 1-nov-2011 1-nov-2011
Immacolata 8-dic-2011 8-dic-2012
ID festività Natalizie 22-dic-2011 6-gen-2012
Festività Santo Patrono 14-feb-2012 14-feb-2012
ID festività Pasquali 5-apr-2012 10-apr-2012
Festa del lavoro 1-mag-2012 1-mag-2012
ID Festa della Repubblica 2-giu-2012 2-giu-2012
ID Vacanze Estive 8-ago-2012 15-ago-2012
Altri Periodi
Descrizione Periodo Dal Al
ID TIROCINI 2 ANNO 1 E2 SEMESTRE ID TIROCINI 2 ANNO 1 E2 SEMESTRE 21-nov-2011 29-giu-2012
ID TIROCINI 1 ANNO 2 SEMESTRE ID TIROCINI 1 ANNO 2 SEMESTRE 2-apr-2012 29-giu-2012

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Medicina.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F G L M N P R S U Z

Adami Elisabetta

elisabetta.adami@univr.it +390458028072

Albanese Massimo

massimo.albanese@univr.it +39 045 812 4251/4024

Baccini Francesca

francesca.baccini@apss.tn.it 0464-403146

Bellavite Paolo

paolo.bellavite@univr.it 0458027554

Bentivoglio Marina

marina.bentivoglio@univr.it 045 8027158

Bonetti Martina

martina.bonetti@apss.tn.it

Burro Roberto

roberto.burro@univr.it +39 045 802 8911

Campolongo Fulvio

fulvio.campolongo@apss.tn.it

Di Palma Annunziata

dipalma@tn.aziendasanitaria.trentino.it

Faccioni Fiorenzo

fiorenzo.faccioni@ospedaleuniverona.it +39 045 812 4251 - 4868

Lombardo Giorgio

giorgio.lombardo@univr.it +39 045 812 4867

Malchiodi Luciano

luciano.malchiodi@univr.it +39 045 812 4855

Mantovani William

william.mantovani@univr.it

Menegazzi Marta

marta.menegazzi@univr.it +39 045 802 7168

Mottes Monica

monica.mottes@univr.it +39 045 8027 184

Nocini Pier Francesco

pierfrancesco.nocini@univr.it + 39 045 812 4251

Pasino Efrem

efrem.pasino@univr.it +39 0458027142

Pedrolli Carlo

carlo.pedrolli@apss.tn.it 0461903519

Schweiger Vittorio

vittorio.schweiger@univr.it +39 045 812 4311

Siani Roberta

roberta.siani@univr.it 045 - 812 4996

Signoretto Caterina

caterina.signoretto@univr.it 045 802 7195

Uber Dario

Dario.Uber@apss.tn.it 0461/904668

Zancanaro Carlo

carlo.zancanaro@univr.it 045 802 7157 (Medicina) - 8425115 (Scienze Motorie)

Zerman Nicoletta

nicoletta.zerman@univr.it + 39 045 812 4251 - 4857

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
2
F
(INF/01)
3
E/F
(L-LIN/12)
9
A/B
(MED/28 ,MED/50 ,M-PSI/01 ,M-PSI/04)
8
A/B
(MED/04 ,MED/28 ,MED/36 ,MED/50)
5
B
(MED/12 ,MED/50)
7
A/B
(MED/07 ,MED/17 ,MED/42 ,MED/44 ,MED/45)

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
2
F
(INF/01)
3
E/F
(L-LIN/12)
9
A/B
(MED/28 ,MED/50 ,M-PSI/01 ,M-PSI/04)
8
A/B
(MED/04 ,MED/28 ,MED/36 ,MED/50)
5
B
(MED/12 ,MED/50)
7
A/B
(MED/07 ,MED/17 ,MED/42 ,MED/44 ,MED/45)

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S000302

Crediti

5

Coordinatore

Francesca Baccini

L'insegnamento è organizzato come segue:

Metodi di prevenzione della carie

Crediti

3

Periodo

ID LEZ 1 ANNO 2 SEMESTRE

Fisiologia dell'alimentazione e disturbi correlati

Crediti

2

Periodo

ID LEZ 1 ANNO 2 SEMESTRE

Obiettivi formativi

Modulo: METODI DI PREVENZIONE DELLA CARIE
-------
Il corso si propone di educare criticamente lo studente ai protocolli di prevenzione della gengivite e della malattia parodontale.


Modulo: FISIOLOGIA DELL'ALIMENTAZIONE E DISTURBI CORRELATI
-------
Richiamo delle principali conoscenze di anatomia e fisiologia della nutrizione; conoscenze di base sui macro- e micro-nutrienti, loro interazione con l’organismo sia nella fisiologia che nella patologia con un occhio di riguardo alla prevenzione delle malattie di tipo dietetico per far capire ai discenti l’importanza del legame fra nutrizione e salute e, nel caso, malattia.

Programma

Modulo: METODI DI PREVENZIONE DELLA CARIE
-------
Omeostasi dell'ecosistema batterico del cavo orale
La saliva
Il fluoro e la fluoroprofilassi
Controllo della dieta, abitudini alimentari
Il calcolo del rischio carie I test salivari
Sigillatura solchi e fossette
Controllo delle abitudini viziate.

Omeostasi dell'ecosistema batterico del cavo orale: la placca e il tartaro.
La saliva: funzioni, proprietà. Le proteine della saliva. Immunità aspecifica e specifica. Il potere tampone. Xerostomia.
Il fluoro e la fluoroprofilassi: definizione, modalità di azione. Meccanismo d’azione a livello dentale. La fluoroprofilassi sistemica e topica. Dosaggi e sovradosaggi.
Controllo della dieta, abitudini alimentari Igiene alimentare: dieta e cavo orale. La composizione degli alimenti (proteine, calcio, carboidrati, grassi, oli, vitamine…). Le varie tipologie di carboidrati.
Il calcolo del rischio carie. I test salivari.
Sigillatura solchi e fossette Morfologia dei solchi. I sigillanti, loro caratteristiche e loro azione. Indicazioni e controindicazioni. Tipologie di resine.
Controllo delle abitudini viziate.


Modulo: FISIOLOGIA DELL'ALIMENTAZIONE E DISTURBI CORRELATI
-------
Il corso si svolge in una prima parte teorica nella quale si enunciano dei richiami sulla anatomia e la fisiologia del tubo digerente e fegato e pancreas nonchè sui principi nutritivi nel senso di macronutrienti (proteine, lipidi, carboidrati), di micronutrienti (oligoelementi, vitamine, sali minerali), poi si delineano alcuni elementi di metabolismo (fabbisogno energetico); inoltre elementi di assessment nutrizionale con particolare riferimento alla malnutrizione).
Infine una parte cosiddetta speciale, nella quale si evidenziano gli aspetti dietologici delle principali malattie (disturbi del comportamento ALIMENTARE, diabete, carie,compresa la profilassi mediante fluoro, ipertensione, tumori, dislipidemie, etc) con particolare riferimento all’aspetto preventivo.

Fisiologia dell'apparato digerente
Funzioni motorie dell'apparato gastrointestinale; Masticazione e deglutizione degli alimenti, Motilità nell'apparato digerente. Funzione degli sfinteri. Vomito
Funzioni secretorie dell'apparato gastrointestinale: Secrezioni nell'apparato digerente; Azione del muco e sua importanza nell'apparato digerente; Secrezione salivare: proprietà e regolazione; Secrezione esofagea; Secrezione gastrica: proprietà e regolazione. Formazione dell'HCl; Secrezione pancreatica: proprietà e regolazione; Secrezione dell'intestino tenue e crasso: proprietà e regolazione
Il fegato; Funzioni del fegato (metabolica, di deposito, disintossicante, ecc.); La bile: formazione e secrezione. Metabolismo dei sali biliari. Ciclo della bilirubina. Colesterolo: produzione, introduzione e metabolismo; Le prove di funzionalità epatica

I macronutrienti: carboidrati, proteine, lipidi
I micronutrienti (sali minerali, oligoelementi, vitamine)
Acqua e suo significato nella fisiologia e nella patologia
Il fabbisogno energetico e sua valutazione
L’assessment nutrizionale con particolare attenzione alla malnutrizione in Ospedale e sul Territorio
La carie e l’alimentazione
Elementi di nutrizione artificiale (la Nutrizione Enterale, la Nutrizione Parenterale, gli Integratori alimentari)
I disturbi del comportamento alimentare (anoressia nervosa, bulimia, binge eating disorders, EDNOS)
Linee guida per una sana alimentazione italiana
Gli alimenti geneticamente modificati (OGM)

Quando possibile si suggerisce un uscita di documentazione presso uno stabilimento o comunque un presidio della filiera alimentare per spiegare il passaggio dalla produzione alimentare, alla preparazione dei cibi, al loro confezionamento ed alla loro distribuzione attraverso i comuni canali alimentari

Modalità d'esame

Modulo: METODI DI PREVENZIONE DELLA CARIE
-------
Esame scritto con colloquio orale.


Modulo: FISIOLOGIA DELL'ALIMENTAZIONE E DISTURBI CORRELATI
-------
Abitualmente 30 (trenta) domande a scelta multipla con possibilità di colloquio orale per eventuale discussione dell’elaborato.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Gestione carriere


Prova Finale

Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano degli studi, compresi quelli relativi all’attività di tirocinio.
Alla preparazione della tesi sono assegnati 7 CFU.
La prova è organizzata, con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, in due sessioni definite a livello nazionale.
 
La prova finale, con valore di esame di Stato abilitante, si compone di:


una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione.

Lo studente avrà la supervisione di un docente del Corso di Laurea, detto Relatore, ed eventuali correlatori anche esterni al Corso di Laurea.
 
Scopo della tesi è quello di impegnare lo studente in un lavoro di formalizzazione, progettazione e di ricerca, che contribuisca sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche o discipline strettamente correlate al profilo professionale.
La valutazione della tesi sarà basata sui seguenti criteri: livello di approfondimento del lavoro svolto, contributo critico del laureando, accuratezza della metodologia adottata per lo sviluppo della tematica.
 
Il punteggio finale di Laurea è espresso in cento/decimi con eventuale lode e viene formato, a partire dalla media ponderata rapportata a 110 dei voti conseguiti negli esami di profitto, dalla somma delle valutazioni ottenute nella prova pratica (fino ad un massimo di 5 punti) e nella discussione della Tesi (fino ad un massimo di 6 punti).
In caso di valutazione insufficiente della prova pratica l’esame si interrompe e si ritiene non superato. La prova finale viene sospesa e va ripetuta interamente in una seduta successiva.
 
La commissione di Laurea potrà attribuire ulteriori punti anche in base a:


presenza di eventuali lodi ottenute negli esami sostenuti;
partecipazione ai programmi Erasmus fino a 2 punti aggiuntivi;
laurea entro i termini della durata normale del corso 2 punti aggiuntivi.


È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese.
La scadenza per la presentazione della domanda di laurea e relativa documentazione verrà indicata negli avvisi dello specifico Corso di laurea. 

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.