Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività.

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
I semestre 1-ott-2015 29-gen-2016
II semestre 1-mar-2016 10-giu-2016
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione straordinaria Appelli d'esame 1-feb-2016 29-feb-2016
Sessione estiva Appelli d'esame 13-giu-2016 29-lug-2016
Sessione autunnale Appelli d'esame 1-set-2016 30-set-2016
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sess. autun. App. di Laurea 12-ott-2015 12-ott-2015
Sess. autun. App. di Laurea 26-nov-2015 26-nov-2015
Sess. invern. App. di Laurea 15-mar-2016 15-mar-2016
Sess. estiva App. di Laurea 19-lug-2016 19-lug-2016
Sess. autun. 2016 App. di Laurea 11-ott-2016 11-ott-2016
Sess. autun 2016 App. di Laurea 30-nov-2016 30-nov-2016
Sess. invern. 2017 App. di Laurea 16-mar-2017 16-mar-2017
Vacanze
Periodo Dal Al
Festività dell'Immacolata Concezione 8-dic-2015 8-dic-2015
Vacanze di Natale 23-dic-2015 6-gen-2016
Vacanze Pasquali 24-mar-2016 29-mar-2016
Anniversario della Liberazione 25-apr-2016 25-apr-2016
Festa del S. Patrono S. Zeno 21-mag-2016 21-mag-2016
Festa della Repubblica 2-giu-2016 2-giu-2016
Vacanze estive 8-ago-2016 15-ago-2016

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Segreteria Corsi di Studio Scienze e Ingegneria.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D G L M O R S Z

Albi Giacomo

giacomo.albi@univr.it +39 045 802 7913

Angeleri Lidia

lidia.angeleri@univr.it 045 802 7911

Baldo Sisto

sisto.baldo@univr.it 045 802 7935

Bos Leonard Peter

leonardpeter.bos@univr.it +39 045 802 7987

Caliari Marco

marco.caliari@univr.it +39 045 802 7904

Chignola Roberto

roberto.chignola@univr.it 045 802 7953

Cicognani Simona

simona.cicognani@univr.it 0458028099

Cordoni Francesco Giuseppe

francescogiuseppe.cordoni@univr.it

Daffara Claudia

claudia.daffara@univr.it +39 045 802 7942

Daldosso Nicola

nicola.daldosso@univr.it +39 045 8027076 - 7828 (laboratorio)

De Sinopoli Francesco

francesco.desinopoli@univr.it 045 842 5450

Di Persio Luca

luca.dipersio@univr.it +39 045 802 7968

Gaburro Elena

elena.gaburro@unitn.it, elenagaburro@gmail.com

Gregorio Enrico

Enrico.Gregorio@univr.it 045 802 7937

Lo Bue Maria Carmela

mariacarmela.lobue@univr.it +39 0458028768

Malachini Luigi

luigi.malachini@univr.it 045 8054933

Marigonda Antonio

antonio.marigonda@univr.it +39 045 802 7809

Mariotto Gino

gino.mariotto@univr.it +39 045 8027031

Mariutti Gianpaolo

gianpaolo.mariutti@univr.it 045 802 8241

Mazzuoccolo Giuseppe

giuseppe.mazzuoccolo@univr.it +39 0458027838

Orlandi Giandomenico

giandomenico.orlandi at univr.it 045 802 7986
Foto,  29 settembre 2016

Rinaldi Davide

davide.rinaldi@univr.it

Rizzi Romeo

romeo.rizzi@univr.it +39 045 8027088

Schuster Peter Michael

peter.schuster@univr.it +39 045 802 7029

Solitro Ugo

ugo.solitro@univr.it +39 045 802 7977

Zuccher Simone

simone.zuccher@univr.it

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
MAT/02
Uno tra i seguenti insegnamenti
6
C
FIS/01
6
C
SECS-P/01
6
B
MAT/03
Uno tra i seguenti insegnamenti
6
C
SECS-P/01
6
B
MAT/06
InsegnamentiCreditiTAFSSD
Uno o due insegnamenti tra i seguenti per un totale di 12 cfu
6
C
SECS-P/05
Prova finale
6
E
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
A
MAT/02
Uno tra i seguenti insegnamenti
6
C
FIS/01
6
C
SECS-P/01
6
B
MAT/03
Uno tra i seguenti insegnamenti
6
C
SECS-P/01
6
B
MAT/06

3° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
Uno o due insegnamenti tra i seguenti per un totale di 12 cfu
6
C
SECS-P/05
Prova finale
6
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Tra gli anni: 1°- 2°- 3°
Altre attività formative
6
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S00031

Crediti

12

Lingua di erogazione

Italiano

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

MAT/05 - ANALISI MATEMATICA

L'insegnamento è organizzato come segue:

Teoria 2

Crediti

5

Periodo

I sem.

Esercitazioni

Crediti

4

Periodo

I sem.

Teoria 1

Crediti

3

Periodo

I sem.

Docenti

Sisto Baldo

Obiettivi formativi

Nel corso vengono sviluppati i concetti e le tecniche del calcolo differenziale ed integrale per funzioni reali di più variabili reali, gli sviluppi in serie di funzioni, la teoria delle equazioni differenziali ordinarie e vengono introdotte la misura e l'integrale di Lebesgue. Accanto agli aspetti teorici si porrà l’accento sulle applicazioni, approfondendo gli esempi notevoli per ogni capitolo.

Al termine dell'insegnamento gli studenti e le studentesse dovranno essere in grado di dimostrare un'adeguata capacità di sintesi e di astrazione, essere in grado di riconoscere e produrre dimostrazioni rigorose ed essere in grado di formalizzare e risolvere problemi di moderata difficoltà, limitatamente al syllabus dell'insegnamento.



Programma

(i) Calcolo in più variabili. Intorni in più variabili, continuità per funzioni di più variabili, derivate direzionali, e differenziale di funzioni in più variabili, teorema del differenziale totale, gradiente di funzioni scalari, matrice Jacobiana per funzioni a valori vettoriali, curve di livello di funzioni scalari. Superfici parametriche, vettori tangenti e normale, trasformazioni di coordinate. Derivate e differenziali di ordine superiore, matrice Hessiana, teorema di Schwarz, sviluppo di Taylor.

(ii) Problemi di ottimizzazione per funzioni di più variabili. Punti critici, ottimizzazione libera, studio della matrice Hessiana per la determinazione di massimi e minimi liberi relativi. Ottimizzazione vincolata, teorema di Weierstrass, parametrizzazione del vincolo, teorema dei moltiplicatori di Lagrange, teorema di Dini, teorema della funzione inversa, lemma delle contrazioni.

(iii) Integrali multipli per funzioni continue definite su prodotti di rettangoli. Teorema di Fubini e Tonelli. Baricentri, momenti di inerzia, formula del cambiamento di variabili. Integrali superficiali di prima specie, formula dell'area. Integrale curvilineo di prima specie.

(iv) Integrale curvilineo di seconda specie, campi vettoriali conservativi, potenziale scalare, rotore di un campo vettoriale, introduzione alle forme differenziali, forme chiuse, forme esatte, lemma di Poincaré, formule di Gauss-Green nel piano.

(v) Integrale superficiale di seconda specie, flusso, teorema di Stokes, teorema della divergenza, 2-forme differenziali, differenziale esterno, teorema di Stokes e della divergenza con le forme differenziali.

(vi) Spazi metrici, proprietà assiomatiche della funzione distanza, geodetiche, successioni di Cauchy. Spazi normati, distanza indotta dalla norma. Lo spazio delle funzioni continue definite su un intervallo compatto. Successioni di funzioni, convergenza uniforme, serie di funzioni, convergenza totale, teorema di derivazione e di integrazione per serie.
(vii) Teoria della misura secondo Lebesgue. Misura di Lebesgue: motivazione, ripasso sulla misura di Peano Jordan, misura esterna di Lebesgue. Prime proprietà della misura esterna di Lebesgue. Misure esterne astratte. Insiemi misurabili secondo Caratheodory. Proprietà della misura sugli insiemi misurabili. Regolarità della misura di Lebesgue. Esistenza di insiemi non misurabili secondo Lebesgue. Funzioni misurabili. Funzioni misurabili e loro stabilità. Funzioni semplici e loro integrale. Approssimazione di funzioni misurabili non negative con funzioni semplici. Integrale di Lebesgue di funzioni misurabili non negative. Teorema di Beppo Levi e conseguenze. Lemma di Fatou e teorema della convergenza dominata di Lebesgue. Qualche conseguenza dei teoremi di convergenza integrale. Proprietà vere “quasi ovunque”. Confronto con l'integrale di Riemann. Lo spazio L^2 delle funzioni a quadrato sommabile.

(viii) Equazioni differenziali. Richiami su spazi metrici e spazi normati, teorema della convergenza totale per le serie di funzioni, lemma delle contrazioni. Equazioni differenziali totali. Equazioni differenziali ordinarie: forma integrale del problema di Cauchy. Teorema di Cauchy-Lipschitz. Prolungabilità delle soluzioni locali e soluzioni massimali. Esistenza e unicità per i sistemi di equazioni ordinarie. Un risultato di esistenza globale. Equazioni lineari di ordine n: esistenza e unicità globale per il problema di Cauchy. Equazioni lineari omogenee: struttura dell'insieme delle soluzioni. Equazioni lineari complete: struttura dell'insieme delle soluzioni. Metodo della variazione delle costanti per equazioni di ordine n. Esponenziale complesso. Soluzione generale di equazioni differenziali lineari omogenee a coefficienti costanti, sistemi a coefficienti costanti. Metodo degli annichilatori (o dei coefficienti indeterminati).

(ix) Serie di Fourier di una funzione periodica: definizione e considerazioni euristiche.
Relazioni di ortogonalità per seni e coseni.
Alcuni risultati di convergenza (in L^2, puntuale, uniforme). Applicazioni: risoluzione per separazione di variabili dell'equazione della corda vibrante.

Al di fuori del monte ore dell'insegnamento, che comprende sia lezioni frontali che esercitazioni in aula, sono offerte attività di tutorato.

Bibliografia

Testi di riferimento
Attività Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Esercitazioni Giuseppe De Marco Analisi 2. Secondo corso di analisi matematica per l'università Lampi di Stampa (Decibel Zanichelli) 1999 8848800378
Esercitazioni M. Conti, D. L. Ferrario, S. Terracini, G. Verzini Analisi matematica. Dal calcolo all'analisi, Vol. 1 (Edizione 1) Apogeo 2006 88-503-221
Esercitazioni V. Barutello, M. Conti, D.L. Ferrario, S. Terracini, G. Verzini Analisi matematica. Dal calcolo all'analisi Vol. 2 Apogeo 2007 88-503-242
Esercitazioni Conti M., Ferrario D.L., Terracini S,. Verzini G. Analisi matematica. Dal calcolo all'analisi. Volume 1. Apogeo  
Esercitazioni Conti F. et al. Analisi Matematica, teoria e applicazioni McGraw-Hill, Milano 2001 8838660026
Esercitazioni Giuseppe de Marco Analisi uno. Primo corso di analisi matematica. Teoria ed esercizi Zanichelli 1996 8808243125
Esercitazioni Giuseppe de Marco Analisi Zero, presentazione rigorosa di alcuni concetti base di matematica per i corsi universitari (Edizione 3) Edizione Decibel/Zanichelli 1997 978-8808-19831-0

Modalità d'esame

L'esame finale consiste in una prova scritta comprendente una serie di
esercizi da risolvere relativi al programma svolto, seguita, in caso di esito positivo, da una prova
orale principalmente sulla teoria.
La prova scritta, valutata in trentesimi, potrà essere sostituita da due prove in itinere, la prima a inizio dicembre e la seconda coincidente con il primo appello scritto utile di febbraio: in questo caso, il voto dello scritto sarà dato dalla media aritmetica dei due voti scritti. Questa parte dell'esame ha lo scopo di verificare la capacità di risolvere problemi sul programma dell'insegnamento, il possesso di un'adeguata capacità di analisi, sintesi ed astrazione, a partire da richieste formulate in linguaggio naturale o in linguaggio specifico.
La prova orale ha principalmente lo scopo di verificare la capacità di riconoscere e produrre dimostrazioni rigorose e la capacità di analisi, sintesi ed astrazione.
Alla prova orale verrà attribuito un punteggio da -5 a +5 trentesimi, da sommare algebricamente al punteggio della prova scritta per ottenere il voto finale.

Tipologia di Attività formativa D e F

Insegnamenti non ancora inseriti

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.


Prova Finale

Per gli scadenziari, gli adempimenti amministrativi e gli avvisi sulle sessioni di laurea, si rimanda al servizio Sessioni di laurea - Scienze e Ingegneria.

1. La prova finale prevede la preparazione sotto la guida di un relatore di un elaborato scritto (tesi), che può consistere nella trattazione di un argomento teorico, o nella risoluzione di un problema specifico, o nella descrizione di un progetto di lavoro, o di un'esperienza fatta in un'azienda, in un laboratorio, in una scuola ecc. La tesi, preferibilmente redatta in TeX/LaTeX/AMSTeX e usando il pacchetto LaTeX Frontespizio, può essere inviata preliminarmente in formato elettronico ai membri della Commissione Valutazione Tesi e dovrà essere presentata, in duplice copia, al momento della discussione. La tesi potrà essere redatta anche in lingua inglese.
2. La discussione della tesi, che dovrà durare indicativamente tra i venti e i trenta minuti, avverrà davanti ad una Commissione Valutazione Tesi nominata dal Presidente del collegio Didattico di Matematica. ll Presidente della commissione è il professore di ruolo di più alto grado accademico. La Commissione Valutazione Tesi è composta da almeno tre Docenti tra cui possibilmente il Relatore. Ogni Commissione Valutazione Tesi potrà valutare più studenti in funzione del contenuto del lavoro da essi presentato. La discussione della tesi viene effettuata durante i trenta giorni precedenti la data stabilita per la sessione di Laurea, ne viene data adeguata comunicazione ed è aperta al pubblico.
3. La Commissione Valutazione Tesi attribuisce ad ogni studente un punteggio della prova finale che va da zero a cinque. La valutazione della prova finale si articola in maniera tale da tenere conto delle conoscenze acquisite dallo studente durante il lavoro di tesi, del loro grado di comprensione, dell'autonomia di giudizio, delle capacità dimostrate dallo studente di applicare dette conoscenze e di comunicare efficacemente e compiutamente l'insieme degli esiti del lavoro ed i principali risultati ottenuti (si vedano la Tabella 1 per tesi di laurea triennale e la Tabella 2 per tesi di laurea magistrale, in calce al presente regolamento). Il Presidente della Commissione Valutazione Tesi invia una relazione, firmata da tutti i componenti della Commissione, al Presidente della Commissione di Esame Finale indicando per ogni studente il punteggio attribuito per l'esame finale ed un eventuale breve giudizio.
4. La Commissione di Esame Finale, unica per tutti gli studenti di quella sessione di Laurea, viene nominata dal Presidente del Collegio Didattico di Matematica. Il Presidente della commissione è il professore di ruolo di più alto grado accademico. La Commissione di Esame Finale deve essere composta da un Presidente e almeno da altri quattro Commissari scelti tra i docenti dell'Ateneo.
5. La Commissione di Esame Finale determina per ogni studente il punteggio finale sommando la media, pesata rispetto ai relativi CFU, espressa in centodecimi, dei voti degli esami del piano di studi, escluse le attività in TAF F o in sovrannumero, con il punteggio della prova finale. Aggiunge inoltre il punteggio attribuito alla carriera dello studente, da zero a due (si veda la Tabella 3, in calce al presente regolamento). Il voto finale, espresso in centodecimi, si ottiene arrotondando all'intero più vicino (all'intero superiore, in caso di equidistanza) il punteggio ottenuto, senza eccedere 110 centodecimi e assegnando la lode solo con l'unanimità della Commissione di Esame Finale al candidato che abbia raggiunto i 110 centodecimi dopo l'arrotondamento.
6. La Commissione di Esame Finale procede alla proclamazione dei nuovi Laureati in Matematica Applicata o Laureati magistrali in Mathematics con una cerimonia pubblica ed ufficiale.
 

Allegati

Titolo Info File
Doc_Univr_pdf 1. Come scrivere una tesi 31 KB, 29/07/21 
Doc_Univr_pdf 2. How to write a thesis 31 KB, 29/07/21 
Doc_Univr_pdf 4. Regolamento tesi (valido da luglio 2020) 259 KB, 29/07/21 
Doc_Univr_pdf 5. Regolamento tesi (valido da luglio 2022) 171 KB, 17/02/22 

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
Formule di rappresentazione per gradienti generalizzati Mathematics - Analysis
Formule di rappresentazione per gradienti generalizzati Mathematics - Mathematics
Tesi assegnate a studenti di matematica Argomenti vari
Stage Area di ricerca
Proposte di stage per studenti di matematica Argomenti vari

Modalità di frequenza

Come riportato al punto 25 del Regolamento Didattico per l'A.A. 2021/2022, la frequenza è in generale non obbligatoria, con la sola eccezione di alcune attività laboratoriali. Per queste sarà chiaramente indicato nella scheda del corrispondente insegnamento l'ammontare di ore per cui è richiesta la frequenza obbligatoria.
Per le modalità di erogazione della didattica, si rimanda alle informazioni in costante aggiornamento dell'Unità di Crisi.

Gestione carriere


Area riservata studenti