Studiare

In questa sezione è possibile reperire le informazioni riguardanti l'organizzazione pratica del corso, lo svolgimento delle attività didattiche, le opportunità formative e i contatti utili durante tutto il percorso di studi, fino al conseguimento del titolo finale.

A.A. 2017/2018

Calendario accademico

Il calendario accademico riporta le scadenze, gli adempimenti e i periodi rilevanti per la componente studentesca, personale docente e personale dell'Università. Sono inoltre indicate le festività e le chiusure ufficiali dell'Ateneo.
L’anno accademico inizia il 1° ottobre e termina il 30 settembre dell'anno successivo.

Calendario accademico

Calendario didattico

Il calendario didattico indica i periodi di svolgimento delle attività formative, di sessioni d'esami, di laurea e di chiusura per le festività .

Definizione dei periodi di lezione
Periodo Dal Al
Sem. 1A 25-set-2017 11-nov-2017
Sem. 1B 13-nov-2017 20-gen-2018
Sem. 2A 26-feb-2018 21-apr-2018
Sem. 2B 23-apr-2018 9-giu-2018
Sessioni degli esami
Sessione Dal Al
Sessione d'esame invernale 22-gen-2018 24-feb-2018
Sessione d'esame estiva 11-giu-2018 28-lug-2018
Sessione d'esame autunnale 27-ago-2018 22-set-2018
Sessioni di lauree
Sessione Dal Al
Sessione estiva 16-lug-2018 21-lug-2018
Sessione autunnale 12-nov-2018 17-nov-2018
Sessione invernale 1-apr-2019 6-apr-2019
Vacanze
Periodo Dal Al
Festa di Ognissanti 1-nov-2017 1-nov-2017
Festa dell'Immacolata 8-dic-2017 8-dic-2017
Vacanze di Natale 22-dic-2017 7-gen-2018
Vacanze di Pasqua 30-mar-2018 3-apr-2018
Festa della liberazione 25-apr-2018 25-apr-2018
Festa del lavoro 1-mag-2018 1-mag-2018
Festa del Santo Patrono - S. Zeno 21-mag-2018 21-mag-2018
Festa della Repubblica 2-giu-2018 2-giu-2018
Vacanze Estive 13-ago-2018 18-ago-2018

Calendario esami

Gli appelli d'esame sono gestiti dalla Unità Operativa Didattica e Studenti Culture e Civiltà.
Per consultazione e iscrizione agli appelli d'esame visita il sistema ESSE3.
Per problemi inerenti allo smarrimento della password di accesso ai servizi on-line si prega di rivolgersi al supporto informatico della Scuola o al servizio recupero credenziali

Calendario esami

Per dubbi o domande leggi le risposte alle domande più frequenti F.A.Q. Iscrizione Esami

Docenti

A B C D F L M P R S T U V

Aikema Bernard Jan Hendrik

bernard.aikema@univr.it (per tutti), aikemaforstudents@gmail.com (per studenti) +39 045802 8197
Guido Avezzù,  23 luglio 2019

Avezzu' Guido

guido.avezzu@univr.it

Babbi Anna Maria

annamaria.babbi@univr.it +39 045 802 8325

Barbierato Federico

federico.barbierato@univr.it 045 802 8351

Bassetti Massimiliano

massimiliano.bassetti@univr.it 045802 8376

Borghetti Vincenzo

vincenzo.borghetti@univr.it +39 045 802 8584

Buonopane Alfredo

alfredo.buonopane@univr.it +39 0458028120

Calabrese Evita

evita.calabrese@univr.it

Camurri Renato

renato.camurri@univr.it +39 045 802 8635

Cavarzere Alberto

alberto.cavarzere@univr.it +39 045802 8371
Foto,  29 agosto 2018

Chiecchi Giuseppe

giuseppe.chiecchi@univr.it +39 045802 8117

Cotticelli Paola

paola.cotticelli@univr.it +39 045802 8587

Danelon Fabio

fabio.danelon@univr.it 045/8028378

De Prisco Antonio

antonio.deprisco@univr.it +39 045802 8553

Forner Fabio

fabio.forner@univr.it + 39 045 802 8194

Franco Tiziana

tiziana.franco@univr.it +39 045802 8380

Lerco Elisa

elisa.lerco@univr.it

Minozzi Stefano

stefano.minozzi@univr.it +39 045 8028553

Pagliaroli Stefano

stefano.pagliaroli@univr.it +39 045 8028056

Palma Flavia

flavia.palma@univr.it
Foto,  14 aprile 2018

Pasini Roberto

pasini.roberto@univr.it +39 045802 8121

Pasqualicchio Nicola

nicola.pasqualicchio@univr.it 0458028585

Piovan Dino

dino.piovan@univr.it

Prandi Luisa

luisa.prandi@univr.it +39 045 802 8718

Raccanelli Renata

renata.raccanelli@univr.it 0458028366

Ricottilli Licinia

licinia.ricottilli@univr.it +39 045802 8366

Rizza Alfredo

alfredo.rizza@univr.it +39 045802 8587

Rodighiero Andrea

andrea.rodighiero@univr.it +39 045 802 8643

Sandrini Giuseppe

giuseppe.sandrini@univr.it 045 802 8069

Scandola Alberto

alberto.scandola@univr.it 045.8028586

Secondulfo Domenico

domenico.secondulfo@univr.it - domenico.secondulfo3@gmail.com

Soldani Arnaldo

arnaldo.soldani@univr.it 045 - 8028648

Stoffella Marco

marco.stoffella@univr.it +39 045802 8376

Tani Stefano

stefano.tani@univr.it +39 045802 8110

Terraroli Valerio

valerio.terraroli@univr.it 0458028441

Ugolini Gherardo

gherardo.ugolini@univr.it +39 0458028665

Viola Corrado

corrado.viola@univr.it +39 045802 8194

Piano Didattico

Il piano didattico è l'elenco degli insegnamenti e delle altre attività formative che devono essere sostenute nel corso della propria carriera universitaria.
Selezionare il piano didattico in base all'anno accademico di iscrizione.

CURRICULUM TIPO:
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(L-FIL-LET/04)
12
C
(L-FIL-LET/10)
Un insegnamento a scelta
6
B
(L-ANT/03)
Due insegnamenti a scelta
6
B
(L-FIL-LET/02)
6
B
(L-FIL-LET/04)
6
B
(L-FIL-LET/09)
6
B
(L-FIL-LET/04)
6
B
(L-FIL-LET/02)
Un insegnamento a scelta
Lingua straniera competenza linguistica liv. B1 informatizzato
3
F
-
InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(L-FIL-LET/14)
Un insegnamento a scelta
6
B
(L-FIL-LET/09)
Dissertazione
30
E
-

1° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(L-FIL-LET/04)
12
C
(L-FIL-LET/10)
Un insegnamento a scelta
6
B
(L-ANT/03)
Due insegnamenti a scelta
6
B
(L-FIL-LET/02)
6
B
(L-FIL-LET/04)
6
B
(L-FIL-LET/09)
6
B
(L-FIL-LET/04)
6
B
(L-FIL-LET/02)
Un insegnamento a scelta
Lingua straniera competenza linguistica liv. B1 informatizzato
3
F
-

2° Anno

InsegnamentiCreditiTAFSSD
6
B
(L-FIL-LET/14)
Un insegnamento a scelta
6
B
(L-FIL-LET/09)
Dissertazione
30
E
-
Insegnamenti Crediti TAF SSD
Tra gli anni: 1°- 2°
Tra gli anni: 1°- 2°
Altre attività formative
3
F
-

Legenda | Tipo Attività Formativa (TAF)

TAF (Tipologia Attività Formativa) Tutti gli insegnamenti e le attività sono classificate in diversi tipi di attività formativa, indicati da una lettera.




SStage e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali

Codice insegnamento

4S02237

Coordinatore

Marco Stoffella

Crediti

6

Settore Scientifico Disciplinare (SSD)

M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE

Lingua di erogazione

Italiano

Periodo

Sem. 2A, Sem. 2B

Obiettivi formativi

Obiettivi e risultati di apprendimento attesi

Il corso ha come obiettivo finale quello di far comprendere la complessità della ricerca storica, permettendo di acquisire parte degli strumenti utili per svolgere ricerche e percorsi a livello individuale.
Il corso si prefigge inoltre di far raggiungere agli studenti le seguenti conoscenze:
- conoscenza a livello generale dell'organizzazione politica e sociale europea tra V e XV secolo;
- conoscenza dell'attuale dibattito storiografico sul tema “società in transizione: comunità cittadine e rurali in Italia tra età carolingia e prima età comunale”.

Il corso intende consentire il raggiungimento da parte degli studenti delle seguenti abilità:
- capacita di distinguere per tipologia alcune delle principali fonti medievali;
- capacità di analizzare autonomamente, in versione originale, le fonti relative alle comunità cittadine e rurali in Italia tra età carolingia e prima età comunale;
- capacità di analizzare autonomamente saggi della recente medievistica nelle principali lingue moderne;
- capacità di scrivere brevi "papers" sulle tematiche affrontate, o su argomenti affini a quelli dell’argomento del corso.

Prerequisiti

Per seguire i temi affrontati sono necessarie conoscenze di base relative alla storia politica e sociale dell'età medievale. E' auspicata, anche se non è strettamente necessaria, una conoscenza di base del latino tale da permettere la lettura e la comprensione delle fonti presentate a lezione, di cui potrà essere fornita una traduzione; se ciò non fosse possibile, le fonti saranno tradotte e commentate dal docente.

Programma

Contenuti/programma del corso

SOCIETÀ IN TRANSIZIONE: COMUNITÀ CITTADINE E RURALI IN ITALIA TRA ETÀ CAROLINGIA E PRIMA ETÀ COMUNALE
Le lezioni introduttive del corso saranno dedicate alla presentazione del dibattito storiografico sul tema. Chiarito il quadro storiografico, nelle lezioni successive sarà affrontato il ruolo delle comunità nella società carolingia e post-carolingia con particolare attenzione all'Italia, a cui sarà dedicato un dossier di fonti - scaricabile in PDF dal sito Moodle dell'Ateneo - che verrà analizzato e discusso in modo seminariale in aula.
La terza parte del corso sarà dedicata al ruolo dell’aristocrazia nell’alto medioevo e al suo ruolo nella formazione delle prime esperienze comunali.

Metodi didattici e attività di apprendimento richieste allo studente

Il corso avrà carattere seminariale e sarà basato sulla lettura e il commento e l’interpretazione di proposte storiografiche recenti, nonché dal confronto diretto con le fonti.
Dopo aver acquisito un quadro storico e storiografico, durante il corso gli studenti proveranno ad analizzare autonomamente o a piccoli gruppi organizzati per competenze alcune tra le fonti proposte. Una volta impratichitisi dell’approccio sulle fonti edite, nella seconda parte del corso i frequentanti avranno la possibilità di visionare la documentazione originale attraverso due uscite didattiche l’una presso la Biblioteca Capitolare di Verona, l’altra presso l’Archivio di Stato di Verona. Entrambe le uscite saranno essere organizzate e gestite insieme al Prof. Massimiliano Bassetti, titolare dell’insegnamento di Paleografia e Diplomatica presso l’ateneo veronese.
Gli studenti, infine, in base alle indicazioni fornite a lezione potranno cimentarsi con la scrittura autonoma di un breve saggio da consegnare prima della prova d'esame.


Bibliografia

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Sergi, Giuseppe Antidoti all’abuso della storia. Medioevo, medievisti, smentite Liguori 2010
Augenti, Andrea Archeologia dell’Italia medievale Laterza 2016
Halsall, Guy Barbarian Migrations and the Roman West (376-568) Cambridge University Press 2007
Barbero, Alessandro Carlo Magno. Un padre dell’Europa Laterza 2000
Settia, Angelo A. Castelli medievali Il Mulino 2017
McKitterick, Rosamond Charlemagne. The formation of a European Identity Cambridge University Press 2008
Bordone Renato, Sergi Giuseppe Dieci secoli di medioevo Einaudi 2009
Meier, Misha Giustiniano Il Mulino 2007
Keller, Hagen Gli Ottoni. Una dinastia imperiale fra Europa e Italia (secc. X e XI) Carocci 2012
Albertoni Giuseppe, Provero Luigi Il feudalesimo in Italia Carocci 2003
Geary, Partick J. Il mito delle nazioni. Le origini medievali dell’Europa Carocci 2009
Brown, Peter Il riscatto dell’anima. Aldilà e ricchezza nel primo cristianesimo occidentale Einaudi 2016
Lazzari Tiziana, Albertoni Giuseppe Introduzione alla storia medievale Il Mulino 2015
Wickham, Chris L’eredità di Roma. Storia d’Europa dal 400 al 1000 d.C. Laterza 2014
D'Acunto Nicolangelo L'età dell'obbedienza‬: ‪papato, impero e poteri locali nel secolo XI Liguori 2007
Smith, Julia M.H. L’Europa dopo Roma, Una nuova storia culturale 500-1000 Il Mulino 2008
Provero, Luigi L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII Carocci 1998
Vitolo, Giovanni Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione Sansoni 2000
Patzold Steffen, Van Rhjn Carine (eds) Men in the Middle. Local Priests in early Medieval Europe De Gruyter 2016
Cammarosano, Paolo Nobili e re. L’Italia politica dell’alto medioevo Laterza 1999
Wickham, Chris Sonnambuli verso un nuovo mondo. L’affermazione dei comuni italiani nel XII secolo Viella 2017
Cosentino, Salvatore Storia dell’Italia bizantina (VI-XI secolo). Da Giustiniano ai Normanni Bononia University Press 2008
Cammarosano, Paolo Storia dell’Italia medievale. Dal VI all’XI secolo Laterza 2001
Vari Storia Medievale Donzelli 1998
Gasparri Stefano, La Rocca Cristina Tempi barbarici. L’Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900) Carocci 2012
Costambeys Marios, Innes Matthew, MacLean Simon The Carolingian World Cambridge University Press 2011
Albertoni, Giuseppe Vassalli, feudi, feudalesimo Carocci 2015
Gasparri, Stefano Voci dai secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell’alto medioevo Carocci 2017

Modalità d'esame

Metodi di accertamento e criteri di valutazione

L'esame si svolgerà in forma orale e sarà costituito da due momenti: nel primo lo studente dovrà rispondere a domande finalizzate a verificare l'acquisizione delle conoscenze generali e di quelle fornite a lezione, o dalle letture che le integrano; nella seconda dalla verifica dell’acquisizione dei contenuti delle letture scelte individualmente. Alternativamente lo studente potrà presentare e discutere un breve paper dedicato a un argomento inerente al corso, precedentemente concordato col docente (max. 10 pagine = 20.000 battute). Il "paper" dovrà essere inviato via e-mail al docente almeno 3 giorni lavorativi prima della prova d'esame; a seconda della natura e della consistenza dell’elaborato, esso sostituirà parzialmente o in toto le letture scelte individualmente.
Sul sito moodle dell'ateneo, al link relativo al corso, il docente pubblicherà le indicazioni relative alle modalità di stesura del "paper".

Testi di riferimento/Bibliografia
LETTURE PER TUTTI GLI STUDENTI
È imprescindibile la conoscenza approfondita di un buon manuale di storia medievale. È consigliato il classico manuale di G. VITOLO, Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione, Milano, Sansoni, 2000; alternativamente può essere adottato il più recente T. LAZZARI, G. ALBERTONI, Introduzione alla storia medievale, Bologna, il Mulino, 2015. A coloro che possiedono già delle buone conoscenze di base si consiglia il volume di R. BORDONE, G. SERGI, Dieci secoli di medioevo, Torino, Einaudi, 2009. Oltre allo studio del manuale, e a completamento della formazione generale, è previsto lo studio di 7 capitoli a scelta dello studente dal volume a più mani: Storia Medievale, Roma, Donzelli, 1998.

LETTURE PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI
Sono parte del programma d’esame due volumi a scelta tra i seguenti testi:
P. BROWN, Il riscatto dell’anima. Aldilà e ricchezza nel primo cristianesimo occidentale, Torino, Einaudi, 2016; S. GASPARRI, C. LA ROCCA, Tempi barbarici. L’Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900), Roma, Carocci, 2012; G. HALSALL, Barbarian Migrations and the Roman West (376-568), Cambridge, Cambridge University Press, 2007; P.J. GEARY, Il mito delle nazioni. Le origini medievali dell’Europa, Roma, Carocci, 2009; C. WICKHAM, L’eredità di Roma. Storia d’Europa dal 400 al 1000 d.C., Roma-Bari, Laterza, 2014; J.M.H. Smith, L’Europa dopo Roma, Una nuova storia culturale 500-1000, Bologna, il Mulino, 2008; M. MEIER, Giustiniano, Bologna, il Mulino, 2007; S. GASPARRI, Italia longobarda. Il regno, i Franchi, il papato, Roma-Bari, Laterza, 2012; S. COSENTINO, Storia dell’Italia bizantina (VI-XI secolo). Da Giustiniano ai Normanni, Bologna, Bononia University Press, 2008; P. CAMMAROSANO, Storia dell’Italia medievale. Dal VI all’XI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2001; P. CAMMAROSANO, Nobili e re. L’Italia politica dell’alto medioevo, Bari, Laterza, 1999; R. MCKITTERICK, Charlemagne. The formation of a European Identity, Cambridge, Cambridge University Press, 2008; A. BARBERO, Carlo Magno Un padre dell’Europa, Roma-Bari, Laterza, 2000; M. COSTAMBEYS, M. INNES, S. MACLEAN, The Carolingian World, Cambridge, Cambridge University Press, 2011; S. PATZOLD, C. van RHIJN (eds.), Men in the Middle. Local Priests in early Medieval Europe, Berlin, De Gruyter, 2016; S. GASPARRI, Voci dai secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell’alto medioevo, Roma, Carocci, 2017; H. KELLER, Gli Ottoni. Una dinastia imperiale fra Europa e Italia (secc. X e XI), Roma, Carocci, 2012; A.A. SETTIA, Castelli medievali, Bologna, il Mulino, 2017; L. PROVERO, L’Italia dei poteri locali. Secoli X-XII, Roma, Carocci, 1998; G. ALBERTONI, L. PROVERO, Il feudalesimo in Italia, Roma, Carocci, 2003; N. D’ACUNTO, ‪L'età dell'obbedienza‬: ‪papato, impero e poteri locali nel secolo XI, Napoli, Liguori, 2007; G. ALBERTONI, Vassalli, feudi, feudalesimo, Roma, Carocci, 2015; C. WICKHAM, Sonnambuli verso un nuovo mondo. L’affermazione dei comuni italiani nel XII secolo, Roma, Viella, 2017; A. AUGENTI, Archeologia dell’Italia medievale, Roma-Bari, Laterza, 2016.

DOSSIER DI FONTI: solo per gli studenti frequentanti, reperibile sul sito Moodle d'Ateneo.

LETTURA DI UN SAGGIO O ANALISI DI UN PICCOLO CORPUS DI FONTI PER L’ELABORATO PERSONALE: ulteriori indicazioni bibliografiche per gli approfondimenti individuali saranno fornite agli studenti frequentanti durante il corso; a quelli non frequentanti a ricevimento.

LETTURE PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI.
Sono parte del programma d’esame tre volumi a scelta tra i testi sopra riportati.

Altre Informazioni
E' auspicata la frequenza.
Gli studenti non frequentanti dovranno contattare il docente via mail o a ricevimento prima di presentarsi all'esame al fine di evitare equivoci e per concordare l' eventuale argomento dell’elaborato personale.

Tipologia di Attività formativa D e F

1 A CuCi Dal 27/09/21 Al 06/11/21
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Libri e scritture del mondo greco F Paolo Scattolin (Coordinatore)
1° 2° Seminari C.R.E.S. F Fabio Forner (Coordinatore)
1 B CuCi (recupero lezioni dal 7 al 12 gennaio 2022) Dal 15/11/21 Al 12/01/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Libri e scritture del mondo greco F Paolo Scattolin (Coordinatore)
1° 2° Seminari C.R.E.S. F Fabio Forner (Coordinatore)
2 A CuCi Dal 14/02/22 Al 26/03/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Seminari C.R.E.S. F Fabio Forner (Coordinatore)
2 B CuCi (recupero lezioni dal 30 maggio al 4 giugno 2022) Dal 04/04/22 Al 04/06/22
anni Insegnamenti TAF Docente
1° 2° Seminari C.R.E.S. F Fabio Forner (Coordinatore)

Prospettive


Avvisi degli insegnamenti e del corso di studio

Per la comunità studentesca

Se sei già iscritta/o a un corso di studio, puoi consultare tutti gli avvisi relativi al tuo corso di studi nella tua area riservata MyUnivr.
In questo portale potrai visualizzare informazioni, risorse e servizi utili che riguardano la tua carriera universitaria (libretto online, gestione della carriera Esse3, corsi e-learning, email istituzionale, modulistica di segreteria, procedure amministrative, ecc.).
Entra in MyUnivr con le tue credenziali GIA.

Prova finale

La prova finale mira a saggiare le capacità dello Studente di condurre in maniera autonoma e pertinente una ricerca su un tema contemplato dal percorso di studio della LM, attraverso l’utilizzo di un lessico appropriato, di una griglia metodologica e teorica filologico-letteraria adeguata, e tramite il ricorso a tutti gli strumenti necessari per condurre la ricerca stessa (banche dati, bibliografie di riferimento, archivi, consultazione di manoscritti, ecc.).
La tipologia di prova consiste nella stesura e nella discussione di una dissertazione (tesi) di circa 150-200 cartelle su un argomento delle discipline proposte dal percorso formativo. Su proposta del relatore, la tesi può essere compilata e discussa in lingua straniera.
(a) La prova finale per il conseguimento del titolo consiste nella discussione di un elaborato scritto, di congrua ampiezza, su un argomento concordato con il relatore. Alla prova finale sono riservati ventisette (27) CFU per il curriculum classico e per il curriculum moderno, trenta (30) CFU per il curriculum internazionale italo-tedesco e per il curriculum internazionale italo-svizzero.

(b) La decisione di voto avviene senza la presenza dello studente o di estranei. La Commissione dispone di centodieci punti; il voto minimo per il superamento dell’esame è di 66/110. L’assegnazione del punteggio finale sarà così gestita:
- curriculum classico e curriculum moderno: alla prova finale è attribuito il punteggio massimo di otto punti su 110;
- curriculum internazionale italo-tedesco: la discussione dell’elaborato finale si svolge presso l’Università di Augsburg: la commissione assegna il punteggio secondo le regole della propria sede.
(c) Il Collegio didattico incentiva il compimento degli studi nella durata normale del corso (ovvero nella durata concordata, per gli studenti a tempo parziale) assegnando un punto su 110 aggiuntivo a chi si laurei nelle sessioni dell’ultimo anno di corso. Un ulteriore punto su 110 è garantito anche agli studenti che abbiano trascorso un periodo di studio all’estero nel quadro degli scambi Erasmus promossi dall’Ateneo.
(d) Quando il candidato abbia ottenuto il massimo dei voti, può essere concessa la lode purché con decisione unanime.
(e) L’elaborato scritto, oggetto della prova finale, può essere redatto in lingua diversa dall’Italiano, previa approvazione del relatore e del Collegio Didattico. La discussione deve comunque essere condotta in italiano per gli studenti del curriculum classico e del curriculum moderno; gli studenti del curriculum internazionale italo-tedesco potranno redigere l’elaborato finale in tedesco o in italiano e discuterlo nella lingua prescelta. Gli studenti del curriculum internazionale italo-svizzero potranno redigere l’elaborato finale in francese o in italiano e discuterlo nella lingua prescelta
(f) Lo studente può ritirarsi dall’esame finale fino al momento di essere congedato dal Presidente della Commissione per dare corso alla decisione di voto.
(g) Per l'attribuzione del punteggio la commissione si attiene ai seguenti criteri: 1) originalità dell'elaborato; 2) qualità stilistica e scientifica del medesimo; 3) capacità dello studente di illustrare adeguatamente il suo lavoro davanti alla commissione ed eventualmente difenderlo di fronte ai rilievi della commissione stessa.

Elenco delle proposte di tesi e stage

Proposte di tesi Area di ricerca
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica ENGLISH LANGUAGE - Grammar and Syntax – Grammatik und Syntax
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica GERMANIC LANGUAGE - Dialectology - Dialektologie
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica HUMANITIES & SOCIAL STUDIES - HUMANITIES & SOCIAL STUDIES
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica Indo-European languages & literatures - Indo-European languages & literatures
tesi di Glottologia, Storia comparata, Linguistica storica LINGUISTICS - LINGUISTICS

Esercitazioni Linguistiche CLA


Tutorato per studenti

Tutti i docenti del Corso di Studio possono fornire nell'orario di ricevimento una forma di tutorato volta ad orientare e assistere gli studenti lungo tutto il corso degli studi
Docenti tutor per il CdLM in Tradizione e interpretazione dei testi letterari: proff.ri  Gherardo Ugolini, Corrado Viola.

Doppio Titolo

Grazie ad una rete di accordi con Atenei esteri, l’Università di Verona offre percorsi formativi internazionali che consentono l’acquisizione di un doppio titolo di studio. L’ammissione ad un CdS a doppio titolo consente di conseguire contemporaneamente, nel tempo di un normale ciclo di studi (di cui una parte viene svolta all'estero), sia il titolo di studio dell’Università di Verona che il titolo rilasciato dall'Ateneo partner, garantendo di vedere riconosciuto il diploma di laurea in entrambi i Paesi.
L'accesso al doppio titolo (così come l’eventuale sostengo finanziario) è regolato da uno specifico bando, e il numero di posti è limitato.

⇒ Per informazioni vedi LINK


Requisiti classi di abilitazione insegnamento

Requisiti necessari per accedere alle classi di abilitazione per l'insegnamento.
vedi allegato pdf

Inoltre, per informazioni sui 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, si veda -> LINK 

Allegati

Titolo Info File
pdf Classi insegnamento con LM-14 216 KB, 14/07/21 

Ulteriori servizi

I servizi e le attività di orientamento sono pensati per fornire alle future matricole gli strumenti e le informazioni che consentano loro di compiere una scelta consapevole del corso di studi universitario.